Agricoltura biologica: pubblicato il nuovo bando MIPAAF per progetti di ricerca

agriculture

Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MIPAAF) ha indetto l’apertura di un bando per progetti di ricerca in tema di agricoltura biologica, per il quale è stato stanziato un budget di 4.200.000 euro.

Il bando vuole incentivare la ricerca in un settore che in Italia ha sperimentato negli ultimi 10 anni un aumento del 79% delle terre coltivate secondo il metodo bio, dato che pone il paese al 1° posto in Europa per numero di agricoltori biologici. Inoltre, il bando contribuisce alla Strategia Farm to Fork dell’UE che pone come obiettivo, entro il 2030, il 25% delle superfici agricole condotte in regime biologico e la riduzione dei fitofarmaci di sintesi e degli antibiotici come fertilizzanti chimici.

I progetti dovranno perseguire il miglioramento delle produzioni, l’innovazione dei processi produttivi, il trasferimento tecnologico, la fruizione e diffusione dei risultati della ricerca e la diffusione dei benefici e vantaggi dell’agricoltura biologica. Tra i requisiti vi è anche il coinvolgimento diretto di almeno un’azienda agricola biologica o biodinamica per sperimentare l’applicazione dei risultati.

Le tematiche di ricerca previste riguardano:

  • Miglioramento genetico in Agricoltura Biologica
  • Riduzione degli input esterni nella Produzione Biologica
  • Trasformazione dei prodotti biologici
  • Florovivaismo biologico
  • Piante officinali biologiche e piante aromatiche biologiche
  • Agroecologia nell’azienda biologica
  • Meccanizzazione
  • Sviluppo sostenibile del territorio e tutela ambientale, forestale e paesaggistica.

Il contributo massimo per proposta sarà di 300.000 euro, per un cofinanziamento massimo del 90%. Possono partecipare Università ed Enti pubblici in qualità di soggetti proponenti. La partecipazione in qualità di partner è estesa anche agli Enti privati che hanno tra gli scopi statutari la ricerca e la sperimentazione e senza fini di lucro.

È fortemente incoraggiato il conferimento di borse di studio nell’ambito dell’attività progettuale e il coinvolgimento di studenti delle scuole superiori ad indirizzo agrario, di aziende biologiche con sede nelle isole, in territori montani o nei biodistretti e di aziende biologiche gestite da giovani imprenditori.

Le candidature sono aperte fino al 22 febbraio 2021.