Online Info Session: New action – Capacity building in the field of Vocational Education and Training (VET)

Online Info Session: New action - Capacity building in the field of Vocational Education and Training (VET)

Il 7 dicembre si terrà online l’Infoday in merito al bando “Capacity building in the field of Vocational Education and Training (VET)”, nell’ambito del Programma Erasmus+.

L’evento, organizzato dall’agenzia esecutiva europea per l’istruzione e la cultura (EACEA) in collaborazione con la Commissione europea, si concentrerà sugli obiettivi, la partecipazione e la procedura di iscrizione alla call.

Questa azione nel campo dell’istruzione e della formazione professionale (IFP) sostiene progetti di cooperazione internazionale basati su partenariati multilaterali tra organizzazioni attive nel campo dell’IFP negli Stati membri dell’UE, in Paesi terzi associati al programma Erasmus+ o in Paesi terzi non associati al programma. Essi mirano a sostenere la pertinenza, l’accessibilità e la capacità di risposta delle istituzioni e dei sistemi di IFP nei Paesi terzi non associati al programma, come motore di uno sviluppo socio-economico sostenibile.

Horizon Europe Info days | Cluster 1 – Health

Horizon Europe Info days | Cluster 1 - Health

cluster_1-health

La Commissione europea organizza il 19 gennaio l’Info day dedicato al Cluster 1 “Health”.

Nell’ambito del secondo pilastro di Horizon Europe, il Cluster 1 si concentra sulla salute e mira a realizzare le seguenti sei destinazioni che corrispondono al piano strategico:

  • Rimanere in salute in una società in rapida evoluzione
  • Vivere e lavorare in un ambiente che favorisca la salute
  • Affrontare le malattie e ridurne l’onere
  • Garantire l’accesso a un’assistenza sanitaria innovativa, sostenibile e di alta qualità.
  • Sfruttare appieno il potenziale di nuovi strumenti, tecnologie e soluzioni digitali per una società sana.
  • Mantenere un’industria della salute innovativa, sostenibile e competitiva a livello globale.

Il brokerage event on-line organizzato il 20 gennaio è dedicato alla creazione di consorzi nel Cluster 1 Salute e Missione Cancro. Dopo la registrazione e la presentazione di un profilo di cooperazione di alta qualità, i partecipanti potranno pre-organizzare incontri bilaterali attraverso uno strumento di matchmaking di facile utilizzo. Durante la mattinata ci sarà spazio anche per sessioni di pitching. L’evento è organizzato dai Punti di contatto nazionali di Horizon Europe CL1 attraverso l’iniziativa HNN 3.0.

Per partecipare agli Info days e ai brokerage events è richiesta la registrazione.

Horizon Europe Info days | Cluster 2 – Culture, Creativity and Inclusive Societies

Horizon Europe Info days | Cluster 2 - Culture, Creativity and Inclusive Societies

horizon-europe-info-days-cluster-2-culture-creativity-and-inclusive-societies

 

La Commissione europea organizza il 19 gennaio l’Info day dedicato al Cluster 2 “Culture, Creativity and Inclusive Societies”.

Nell’ambito del secondo pilastro di Horizon Europe, il Cluster 2 “Cultura, creatività e società inclusiva” mira a raggiungere gli obiettivi e le priorità dell’UE in materia di rafforzamento della governance democratica e della partecipazione dei cittadini, di salvaguardia e promozione del patrimonio culturale, e a rispondere e dare forma alle molteplici trasformazioni sociali, economiche, tecnologiche e culturali.

I futuri progetti dovranno riguardare le tre aree di intervento del Piano strategico Horizon Europe (2021-2024):

  • Democrazia e governance
  • Patrimonio culturale
  • Trasformazioni sociali ed economiche

Tutti i temi di questo Cluster devono integrare le scienze sociali e umanistiche e includere una dimensione di genere.

Il brokerage event on-line organizzato il 18 gennaio prevede incontri bilaterali con partner interessati agli stessi temi per i bandi 2023. Dopo l’avvenuta registrazione e l’attivazione del proprio profilo, i partecipanti potranno pre-organizzare incontri bilaterali attraverso uno strumento di matchmaking di facile utilizzo. L’evento è organizzato dalla rete dei Punti di contatto nazionali per il Cluster 2, Net4Society.

Per partecipare agli Info days e ai brokerage events è richiesta la registrazione.

Iniziative di comunicazione e di attività di promo-pubblicità appartenenti alle macro-categorie A) e B) – art. 20 L.r. 14/2016 annualità 2022

Iniziative di comunicazione e di attività di promo-pubblicità appartenenti alle macro-categorie A) e B) - art. 20 L.r. 14/2016 annualità 2022

 

Al fine di valorizzare turisticamente l’eccellenza del territorio, l’art. 20 della l.r. n. 14/2016 “contributi per manifestazioni e iniziative turistiche” prevede che siano concessi contributi a enti pubblici o di diritto pubblico e ad associazioni senza scopo di lucro, per la realizzazione di iniziative di comunicazione e di attività di promo-pubblicità, nell’ambito di manifestazioni ed eventi organizzati nelle località del Piemonte.

Ai sensi dell’art. 20 comma 2 della l.r. n. 14/2016, le manifestazioni e le iniziative oggetto dei contributi in argomento devono configurarsi quali eventi di particolare rilevanza, finalizzate a generare flussi turistici e ricadute economiche sul territorio interessato.

In particolare, le iniziative finanziabili sono classificate secondo due macro-categorie:

  • macro-categoria A: iniziative turistiche strategiche ed attrattori, di livello internazionale;
  • macro-categoria B: iniziative turistiche ed attrattori di livello nazionale, regionale e locale.

Possono accedere ai contributi:

  • gli enti pubblici o di diritto pubblico del Piemonte;
  • le associazioni senza scopo di lucro, con sede legale in Piemonte.

Scadenza: 15 dicembre 2022

Dall’università all’impresa: la ricerca è innovazione – Bari, 5 dicembre 2022

Dall’università all’impresa: la ricerca è innovazione - Bari, 5 dicembre 2022

std-512

 

Il 5 dicembre 2022 a Bari, dalle 11.00 alle 18:00, il PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 ha organizzato il consueto incontro annuale dal titolo “Dall’università all’impresa: la ricerca è innovazione”.

Il tema centrale della giornata è il rapporto tra impresa e università, un legame fondamentale per agevolare la ricerca di base e lo sviluppo industriale.

In particolare, verranno analizzati i risultati e le principali innovazioni nell’ambito del PON Ricerca e Innovazione 2014-2020, e saranno presentate le possibilità di crescita messe a disposizione dalla nuova programmazione React-Eu.

Horizon Europe Info days | WIDERA Work Programme 2023-2024

Horizon Europe Info days | WIDERA Work Programme 2023-2024

ec_rtd_widera-thumbnail-info-day

 

Il 12 dicembre la Commissione europea organizza l’Info day WIDERA Work Programme 2023-2024. Questo Info day ha lo scopo di informare i (potenziali) candidati sui nuovi temi inclusi nel programma di lavoro WIDERA del 2023-2024.

Le azioni Widening di Horizon Europe sostengono i Paesi dell’UE in ritardo nella ricerca e nell’innovazione per aumentare le loro prestazioni, mentre le azioni ERA mirano a riformare e migliorare il sistema europeo di ricerca e innovazione nel suo complesso. La giornata informativa si concentrerà sui nuovi bandi e argomenti del programma di lavoro 2023-2024.

Gli Info days sono disponibili in live streaming. L’evento si svolge on line ed è possibile registrarsi.

Capacity building: aperto il nuovo bando CEI Cooperation Fund

Capacity building: aperto il nuovo bando CEI Cooperation Fund

marketing-board-strategy

È stato pubblicato il nuovo bando nell’ambito del CEI Cooperation Fund per finanziare azioni innovative a favore della mobilità e del networking. Le proposte devono concentrarsi sullo sviluppo di capacità mediante il trasferimento e la condivisione di know-how.

La call sosterrà attività delineate in convegni, seminari, workshop e corsi di formazione nei seguenti ambiti:

  • implementazione del piano d’azione: le progettualità candidate dovranno fare riferimento al CEI Plan of Action, spiegando in che modo le attività proposte contribuiranno al raggiungimento degli obiettivi stabiliti da CEI;
  • attività volte a mitigare l’attuale situazione in Ucraina: le attività dovranno concentrarsi sulla attenuazione delle conseguenze provocate dall’invasione russa in Ucraina, sostenendo la popolazione in loco e gli sfollati che fuggono negli Stati membri del CEI.

Possono candidarsi le istituzioni pubbliche e private registrate in uno Stato membro del CEI, le ONG, le OSC e le organizzazioni internazionali.

L’importo indicativo complessivo messo a disposizione nell’ambito del presente invito è di 360.000 €; nello specifico il budget è così suddiviso:

  • fino a 180.000 € per proposte finalizzate all’attuazione del Piano d’azione CEI;
  • fino a 180.000 € per proposte volte a mitigare le conseguenze dell’attuale situazione in Ucraina.

Il tetto del potenziale Contributo CEI è di 15.000 euro (massimo il 75% del costo totale del progetto).

Scadenza: 20 gennaio 2023

Erasmus+ (2021-2027): bando 2023

Erasmus+ (2021-2027): bando 2023

Il bando offre sostegno a progetti riguardanti:

Azione chiave 1 – Mobilità individuale ai fini dell’apprendimento

  • Mobilità individuale nei settori dell’istruzione, della formazione e della gioventù
  • Attività di partecipazione dei giovani
  • DiscoverEU – Azione a favore dell’inclusione
  • Scambi virtuali nel settore dell’istruzione superiore e della gioventù
  • Mobilità del personale nel settore dello sport

Azione chiave 2 – Cooperazione tra organizzazioni e istituzioni

  • Partenariati per la cooperazione:
  • Partenariati di cooperazione
  • Partenariati su scala ridotta
  • Partenariati per l’eccellenza:
  • Centri di eccellenza professionale
  • Azione Erasmus Mundus
  • Partenariati per l’innovazione:
  • Alleanze per l’innovazione
  • Progetti lungimiranti
  • Sviluppo delle capacità nei settori dell’istruzione superiore, dell’istruzione e formazione professionale, della gioventù e dello sport
  • Eventi sportivi senza scopo di lucro

Azione chiave 3 – Sostegno allo sviluppo delle politiche e alla cooperazione

  • European Youth Together

Azioni Jean Monnet

  • Jean Monnet nel settore dell’istruzione superiore
  • Jean Monnet in altri ambiti dell’istruzione e della formazione

Beneficiari:

In generale, il bando è rivolto a qualsiasi organismo pubblico o privato attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport. Tuttavia, per ogni singola azione sopra indicata sono ammissibili organismi ben definiti come dettagliato nella “Guida al programma”.

Inoltre, i gruppi di giovani che operano nell’animazione socio-educativa, ma non necessariamente nel contesto di un’organizzazione giovanile, possono presentare candidature per la mobilità ai fini dell’apprendimento dei giovani e degli animatori socio-educativi, per le attività di partecipazione dei giovani e per l’azione DiscoverEU.

Risorse finanziarie disponibili

3.393,17 milioni € , così ripartiti:

  • Istruzione e formazione: 2.980,70 milioni €
  • Gioventù: 321,12 milioni €
  • Sport: 65,13 milioni €
  • Jean Monnet: 26,22 milioni €

Scadenze:

Azione chiave 1

  • Mobilità individuale nel settore dell`istruzione superiore: 23 febbraio 2023
  • Mobilità individuale nei settori dell’IFP, dell’istruzione scolastica e per adulti: 23 febbraio 2023
  • Mobilità individuale nel settore della gioventù: 23 febbraio 2023; 4 ottobre 2023
  • Mobilità internazionale con Paesi terzi non associati al programma: 23 febbraio 2023
  • Mobilità del personale nel settore dello sport: 23 febbraio 2023
  • Accreditamenti Erasmus: 19 ottobre 2023
  • Discover EU a favore dell’inclusione: 4 ottobre 2023
  • Scambi virtuali nel settore dell’istruzione superiore e della gioventù: 26 aprile 2023

Azione chiave 2

  • Partenariati per la cooperazione nei settori dell’istruzione, formazione e gioventù presentati da ONG europee: 22 marzo 2023
  • Partenariati per la cooperazione nei settori dell’istruzione, formazione e gioventù, esclusi quelli presentati da ONG europee: 22 marzo 2023; 4 ottobre 2023 (la seconda scadenza è solo per settore gioventù).
  • Partenariati per la cooperazione nel settore dello sport: 22 marzo 2023
  • Partenariati su scala ridotta nei settori istruzione scolastica, IFP, istruzione degli adulti e gioventù: 22 marzo 2023; 4 ottobre 2023
  • Partenariati su scala ridotta nel settore dello sport: 22 marzo 2023
  • Centri di eccellenza professionale: 8 giugno 2023
  • Azione Erasmus Mundus: 16 febbraio 2023
  • Alleanze per l’innovazione: 3 maggio 2023
  • Progetti lungimiranti: 15 marzo 2023
  • Sviluppo delle capacità nel settore dell’istruzione superiore: 16 febbraio 2023
  • Sviluppo delle capacità nel settore dell’IFP: 28 febbraio 2023
  • Sviluppo delle capacità nel settore della gioventù: 8 marzo 2023
  • Sviluppo delle capacità nel settore dello sport: 22 marzo 2023
  • Eventi sportivi senza scopo di lucro: 22 marzo 2023

Azione chiave 3

European Youth Together: 9 marzo 2023

Azioni Jean Monnet

Per tutte le azioni: 14 febbraio 2023

Corpo europeo di solidarietà 2021-2027: bando 2023

Corpo europeo di solidarietà 2021-2027: bando 2023

Il bando finanzia le seguenti azioni:

  • Progetti di volontariato
    Progetti che offrono ai giovani (18-30 anni) l’opportunità di partecipare ad attività di solidarietà. Le attività di volontariato possono svolgersi nel Paese di residenza del partecipante (attività nazionali) o in un Paese diverso da quello di residenza (attività transfrontaliere). Il volontariato può essere individuale, per una durata compresa tra 2 e 12 mesi (o tra 2 settimane e 2 mesi, se coinvolge giovani con minori opportunità), oppure di gruppo, con il coinvolgimento di 10-40 giovani provenienti da almeno 2 Paesi diversi, per un periodo compreso tra 2 settimane e 2 mesi.
  • Gruppi di volontariato in settori ad alta priorità
    Progetti su larga scala e ad alto impatto inerenti attività di volontariato svolte da gruppi di giovani (almeno 5 partecipanti, di età 18-30 anni) di almeno due Paesi diversi, che attuano interventi di breve durata (da 2 settimane a 2 mesi) in risposta a sfide comuni europee in settori prioritari definiti annualmente a livello UE. Per il 2023 i progetti devono concentrarsi sulle due seguenti priorità:

    • soccorso alle persone in fuga da conflitti armati e altre vittime di calamità naturali o provocate dall’uomo;
    • prevenzione, promozione e sostegno nel settore della salute.
  • Progetti di solidarietà
    Progetti sviluppati e realizzati da gruppi di almeno 5 giovani (18-30 anni) di uno stesso Paese registrati al Corpo europeo di solidarietà, al fine di affrontare le principali sfide della loro comunità locale. I progetti possono durare da 2 a 12 mesi. Oltre all’impatto locale, un progetto di solidarietà dovrebbe anche presentare un chiaro valore aggiunto europeo.
  • Attività di volontariato nell’ambito del Corpo volontario europeo di aiuto umanitario
    Progetti che si svolgono in Paesi terzi in cui sono in corso operazioni di aiuto umanitario e che offrono l’opportunità ai giovani di età tra i 18-35 anni di svolgere attività di volontariato a breve o lungo termine, contribuendo a fornire assistenza, soccorso e protezione laddove più necessario. Questi progetti devono essere in linea con i principi di umanità, neutralità, imparzialità e indipendenza, nonché con il principio del “non nuocere”. Il volontariato può essere individuale, per una durata compresa tra 2 e 12 mesi, oppure di gruppo, con il coinvolgimento di 5-40 giovani provenienti da almeno 2 Paesi diversi, per un periodo compreso tra 2 settimane e 2 mesi.
  • Marchio di qualità
    Le organizzazioni che intendono partecipare a progetti di volontariato, anche nel settore dell’aiuto umanitario, devono previamente ottenere il Marchio di qualità (Quality Label). Il Marchio certifica che un’organizzazione è in grado di svolgere attività di solidarietà di alta qualità nel rispetto dei principi, degli obiettivi e dei requisiti del Corpo europeo di solidarietà. E’ possibile presentare domande per ottenere:

    • Marchio di qualità per le attività di volontariato legate alla solidarietà;
    • Marchio di qualità per il volontariato nel settore degli aiuti umanitari.

Beneficiari:

I giovani sono i soggetti target del Corpo europeo di solidarietà. Il loro coinvolgimento avviene principalmente attraverso organizzazioni e enti, pubblici o privati, che organizzano le attività di solidarietà.

Qualsiasi organizzazione o ente che abbia ottenuto il Marchio di qualità può presentare progetti o parteciparvi come partner.

I giovani che intendono partecipare al Corpo europeo di solidarietà devono registrarsi nel Portale del Corpo europeo di solidarietà. Ci si può registrare a partire dai 17 anni, ma per prendere parte a un progetto occorre avere almeno 18 anni. Più precisamente, i giovani di età compresa tra 18-30 anni registrati nel Portale possono partecipare a progetti di volontariato o presentare candidature per progetti di solidarietà. Ai progetti di volontariato nell’ambito dell’aiuto umanitario possono partecipare giovani registrati che abbiano fino a 35 anni.

Il bando è aperto a organizzazioni stabilite o giovani residenti nei Paesi UE, compresi i PTOM e nei Paesi terzi associati al programma, quali Paesi EFTA/SEE (solo Islanda, Liechtenstein), Paesi candidati all’adesione all’UE (solo Turchia, Macedonia del Nord). La partecipazione ad alcune azioni è inoltre aperta anche a organizzazioni e giovani di Paesi terzi non associati al programma (si veda la Guida al programma).

L’entità del contributo è variabile a seconda della tipologia di progetto.

Scadenze:

  • Progetti di volontariato: 23 febbraio 2023; 4 ottobre 2023 (tornata facoltativa)
  • Progetti di solidarietà: 23 febbraio 2023; 4 maggio 2023 (tornata facoltativa); 4 ottobre 2023
  • Gruppi di volontariato in settori ad alta priorità: 8 febbraio 2023
  • Attività di volontariato nell’ambito del corpo di aiuto umanitario: 3 maggio 2023
  • Marchio di qualità: le domande possono essere presentate in qualsiasi momento

Attivazione di piani di welfare aziendale e territoriale nel tessuto imprenditoriale piemontese

Attivazione di piani di welfare aziendale e territoriale nel tessuto imprenditoriale piemontese

health-2082630_960_720

 

Obiettivo del bando è favorire l’implementazione di esperienze virtuose di welfare aziendale di secondo livello, da parte di aziende private, in risposta alla domanda di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, sviluppare e/o ottimizzare i servizi per il benessere delle lavoratrici e dei lavoratori, dei loro familiari nonché della cittadinanza in generale.

L’intervento si rivolge prioritariamente alle Piccole e Medie imprese, anche incoraggiando la collaborazione inter-aziendale, ed è finalizzata all’attivazione e implementazione, soprattutto condivisa, di servizi di welfare aziendale. Le grandi imprese possono presentare proposte progettuali purché fortemente condivise con il territorio, anche in ATI con PMI del territorio stesso.

L’intervento finanzierà, con obbligo di cofinanziamento, progetti di Imprese singole o di Associazioni Temporanee di Imprese – ATI che sviluppino sistemi di welfare destinati al loro personale dipendente ed, eventualmente, ad altri/e lavoratori o lavoratrici del territorio di riferimento.

In particolare, saranno finanziate le attività inerenti la definizione e l’avvio dei Piani di welfare finalizzati all’erogazione di servizi nelle macro-aree “conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”, “politiche per le pari opportunità”, “sostegno alla cultura di benessere globale delle lavoratrici e dei lavoratori” e “sviluppo sostenibile”, nonché azioni di volontariato aziendale.

Possono partecipare:

  • Piccole e medie imprese, singole o raggruppate in Associazioni Temporanee di Imprese costituende o già costituite;
  • Grandi imprese, a condizione che venga adottato un nuovo Piano di welfare territoriale oppure che un Piano di welfare aziendale esistente venga ampliato e messo a disposizione del territorio di riferimento. In entrambi i casi dovrà avere una forte condivisione con Enti o altri soggetti locali, e/o si dovrà configurare come forma di integrazione/sinergia con iniziative di welfare locale e di comunità già esistenti o fase di definizione.

Scadenza: 29 dicembre 2022

1 2 3 4 151