Meccanismo per collegare l’Europa – Telecomunicazioni: bando CEF-TC-2018-1

international-154119_1280

Saranno finanziati progetti di interesse comune presentati da uno o più Stati membri/Paesi EFTA/SEE, oppure da organizzazioni internazionali, enti pubblici o privati, compresi enti comuni, con l’assenso degli Stati coinvolti.

Gli inviti, pubblicati sul sito dell’INEA (Agenzia esecutiva per l’innovazione e le reti) sono:

CEF-TC-2018-1: eIdentification (eID) & eSignature – Identificazione e firme elettroniche

Obiettivo: creare un ecosistema per tutta l’UE basato sul regolamento eIDAS (identificazione elettronica e servizi fiduciari per le transazioni elettroniche) in grado di migliorare i servizi forniti ai cittadini.

Saranno finanziati progetti tesi a un maggiore utilizzo di eIDAS ed eID e le firme elettroniche (in particolare, firme elettroniche qualificate).

Budget: 8 milioni di euro (7.5 milioni di euro per eID e 500.000 euro per eSignature)

CEF-TC-2018-1 – Europeana

Obiettivo: fornire supporto alle istituzioni culturali e ad altri partner pubblici e privati per aumentare la quantità di contenuti e metadati accessibili attraverso Europeana, che siano di alta qualità e adatti al riutilizzo, e per aumentare la consapevolezza e l’uso di Europeana

Saranno supportati progetti che incrementano la quantità di dati accessibili attraverso Europeana, che aumentano la consapevolezza e l’utilizzo di Europeana e che migliorano l’esperienza dell’utente.

Budget: 4 milioni di euro

CEF-TC-2018-1 – Internet più sicuro (Safer internet)

Obiettivo: supportare i servizi che aiutano a rendere Internet un ambiente affidabile per i bambini fornendo un’infrastruttura che consente di condividere risorse, servizi e pratiche tra i centri nazionali Safer Internet (SICs) e di fornire servizi ai propri utenti, compresa l’industria.

Attraverso le azioni supportate con questo bando i cittadini, in primis i bambini, avranno la possibilità di migliorare le proprie competenze digitali e di partecipare attivamente a un ambiente digitale più sicuro grazie a una maggiore consapevolezza e a strategie di empowerment. Genitori, assistenti, insegnanti e professionisti che lavorano con bambini a rischio potranno comprendere meglio come i contenuti e i servizi sono accessibili e utilizzati dai bambini e averne più fiducia. Le autorità pubbliche, soprattutto le forze dell’ordine, dovrebbero essere in grado di sviluppare migliori misure preventive e proattive che garantiscano il benessere dei bambini. L’industria trarrà vantaggio dalle maggiori opportunità di mercato per i contenuti e l’impatto delle campagne di sensibilizzazione e dalla fornitura transfrontaliera di servizi associati (linee di assistenza, hotline). Saranno inoltre create sinergie riunendo le insieme gli stakeholder per condividere le risorse e operare in modo collaborativo per promuovere la sicurezza online dei minori in tutta Europa

Budget: 18 milioni di euro

La scadenza per presentare le proposte, per tutti i tre inviti, è il 15 maggio 2018.