POR FESR Lazio 2014 – 2020 – Teatri, librerie e cinema verdi e digitali

movie-918655_1280

Obiettivo del bando è quello di rafforzare la competitività dei teatri, delle librerie indipendenti e dei cinema del Lazio, favorendo un’attività più rispettosa dell’ambiente e l’adozione di tecnologie digitali anche in grado di ampliare la customer experience degli spettatori e fruitori.

Sono agevolabili Progetti che prevedono una o entrambe le seguenti tipologie di interventi:

  1. Investimenti per l’adozione di tecnologie digitali (inclusi i canoni iniziali di nuovi servizi erogati in modalità “Software as a Service”), eventuali Servizi connessi;
  2. Investimenti per l’efficienza energetica come risultanti da una Diagnosi Energetica Semplificata (DESE) o relativi ad uno o più Investimenti Standardizzati, il costo della Diagnosi Energetica stessa.

È ammissibile un solo Progetto con riferimento al medesimo teatro, libreria indipendente o sala cinematografica. Un unico Progetto può riguardare interventi da realizzarsi in più di un teatro, libreria indipendente o sala cinematografica riferiti alla medesima MPMI. Ogni MPMI può presentare un’unica domanda.

Tutti i Progetti devono:

  • essere realizzati in un teatro, libreria indipendente o sala cinematografica localizzata nel Lazio, nella disponibilità della MPMI beneficiaria e in possesso di tutte le autorizzazioni necessarie per operare;
  • presentare un importo complessivo non inferiore a 15.000 Euro se riferiti a teatri o sale cinematografiche e non inferiore a 10.000 Euro se riferiti a librerie indipendenti;
  • essere realizzati, pagati e rendicontati successivamente entro 12 mesi dalla concessione del contributo.

Oltre alle Spese Ammissibili da rendicontare relative alle tipologie A e B sono riconosciuti:

  • Costi del Personale a forfait pari al 10% del totale degli altri costi
  • Costi Indiretti a forfait pari al 5% del totale delle Spese Ammissibili da rendicontare relative alla tipologia A
  • Costi Indiretti a forfait pari all’1% del totale delle Spese Ammissibili da rendicontare relative alla tipologia B

L’Aiuto è concesso in regime De Minimis, sotto forma di contributo a fondo perduto, nella misura massima di 100.000 Euro per ogni MPMI, così calcolato:

80% fino all’importo di 50.000 euro del Progetto (fino, quindi, a 40.000 Euro di contributo)

30% per l’importo eccedente tale limite di 50.000 Euro fino al raggiungimento dell’importo massimo complessivo del contributo di Euro 100.000.

I destinatari degli Aiuti previsti dal presente Avviso sono le MPMI, inclusi i Liberi Professionisti, che alla data di presentazione della domanda:

  • siano “titolari” o “gestori” di teatri o sale cinematografiche, in relazione alla titolarità degli investimenti previsti nel Progetto, oppure svolgano attività di libreria indipendente;
  • abbiano nel territorio del Lazio una o più sedi operative in cui realizzare il Progetto, adibite a sala cinematografica e/o teatro e/o libreria, tutte dotate delle autorizzazioni previste dalla normativa vigente; qualora una o più Sedi Operative non siano nella disponibilità della MPMI alla data di presentazione della Domanda, è comunque consentito presentare Domanda, purché tali Sedi Operative siano già individuate, al fine di verificare che siano tutte dotata delle autorizzazioni previste dalla normativa vigente; in tal caso la MPMI dovrà disporre di tali Sedi Operative entro la data della prima erogazione.

Per Libreria Indipendente si intende un esercizio specializzato nella vendita al dettaglio di libri, che non abbia più di due punti vendita al dettaglio, il cui fatturato complessivo non superi i 2 milioni di Euro e il cui fatturato derivante dalla vendita di libri nuovi sia almeno pari al 60% o, nel caso di Librerie localizzate fuori da Roma Capitale, almeno pari al 50%. Rientrano nella definizione di Libreria anche le piccole case editrici che abbiano almeno un punto vendita al dettaglio su strada, ferme le altre limitazioni sopra indicate.

Le richieste di contributo devono essere presentate esclusivamente via PEC, dalle ore 12:00 del 15 gennaio 2020 e fino alle ore 18:00 del 5 marzo 2020 successivamente alla finalizzazione del Formulario GeCoWEB, utilizzando la modulistica in parte prodotta automaticamente da GeCoWEB stesso dalle ore 12:00 del 8 gennaio 2020 e fino alle ore 12:00 del 27 febbraio 2020.

Scadenza: 05/03/2020