Bando “SMART&START

colosseum-mole

Il nuovo Smart&Start Italia sostiene la nascita e la crescita delle start-up innovative in tutto il territorio nazionale.

Si rivolge a start-up innovative di piccola dimensione già iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese. Per start-up innovative si intendono le imprese che rispondono a precisi requisiti di legge tra cui:

– società di capitali costituite da non più di 48 mesi;

– Che offrono prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico;

– con valore della produzione fino a 5 milioni di euro. (per i dettagli sui requisiti vedi Art. 25 del DL n.179/2012)

A team di persone fisiche che intendono costituire una start-up innovativa in Italia, anche se residenti all’estero o di nazionalità straniera.

L’agevolazione finanziaria è nella forma di mutuo senza interessi, il cui valore può arrivare:

– fino all’80% delle spese ammissibili (max € 1.200.000), nel caso in cui la start-up abbia una compagine costituita da giovani e/o donne o abbia tra i soci un dottore di ricerca che rientra dall’estero.

– fino al 70% delle spese ammissibili (max € 1.050.000) negli altri casi. Una quota a fondo perduto per le start-up localizzate in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia e nel territorio del Cratere Sismico Aquilano che restituiscono solo l’80% del mutuo agevolato ricevuto.

La procedura  per  l’accesso alle agevolazioni  è completamente informatizzata.
Dal 16 febbraio 2015 è possibile presentare la domanda.

Le start-up costituite da meno di 12 mesi beneficiano di servizi di tutoring tecnico-gestionale. I servizi di tutoring, individuati in base alle caratteristiche delle start-up, sono finalizzati a sostenere la fase di avvio. Si tratta di servizi specialistici (pianificazione finanziaria, marketing, organizzazione, gestione dell’innovazione, altro) che possono includere anche scambi con realtà di rilievo internazionale.