Europa Creativa – MEDIA: Bando EACEA 18/2017 – Sostegno all’accesso ai mercati

video-camera-273750_1280

Il sostegno all’accesso ai mercati, a cui è dedicato il bando EACEA/18/2017 pubblicato nell’ambito del Sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa, è mirato a facilitare gli scambi Business to Business nel settore audiovisivo con l’obiettivo di migliorare la dimensione europea/internazionale dell’industria di settore, accrescere la visibilità dei professionisti e delle opere provenienti da Paesi europei con una bassa capacità di produzione audiovisiva, aumentare le co-produzioni europee e ampliare la diversificazione dei talenti e delle risorse di finanziamento, migliorare la competitività e la circolazione delle opere audiovisive europee nei mercati internazionali.

Il bando sostiene pertanto tre tipologie di azioni:

  • Azione 1 – Mercati (fisici) tra imprese (B2B) per i professionisti europei

Attività B2B volte a migliorare le condizioni che regolano l’accesso dei professionisti, dei progetti e delle opere europei ai mercati professionali dell’audiovisivo, sia all’interno che al di fuori dei Paesi ammissibili a MEDIA. Può trattarsi di attività quali iniziative di co-produzione e finanziamento, eventi e/o manifestazioni commerciali e mercati per opere completate.

  • Azione 2 – Strumenti online che incoraggiano gli scambi tra imprese

– Creazione e sviluppo di una banca dati e/o di una rete di banche dati sui programmi e/o i professionisti europei dell’audiovisivo destinate ai professionisti del settore;

– Creazione e sviluppo di strumenti online innovativi per l’industria audiovisiva europea basati sulle più recenti tecnologie digitali e destinati ai professionisti di tale industria.

  • Azione 3 – Attività promozionali tra imprese per opere europee

– Attività promozionali B2B, sia all’interno che al di fuori dei Paesi ammissibili a MEDIA, organizzate da reti paneuropee o organizzazioni rappresentative di almeno 15 Paesi MEDIA, finalizzate a facilitare la promozione e la circolazione di opere audiovisive e/o cinematografiche europee e la creazione di reti tra professionisti europei;

–  Iniziative promozionali e piattaforme B2B volte a creare forme innovative e/o ad utilizzare nuovi modelli di business per la distribuzione di opere audiovisive europee, incoraggiando anche la messa in rete e lo scambio di informazioni e di buone pratiche tra i professionisti. Queste attività devono essere organizzate da un gruppo di almeno 3 partner provenienti da 3 diversi Paesi ammissibili a MEDIA.

I progetti devono avere inizio tra l’1/06/2018 e il 30/06/2019, con durata massima di 12 mesi.

Il bando si rivolge a persone giuridiche (imprese private, organizzazioni senza scopo di lucro, associazioni, organizzazioni di volontariato, fondazioni, comuni/consigli comunali) stabilite in uno dei Paesi ammissibili al Sottoprogramma MEDIA. Attualmente tali Paesi sono (per i Paesi non UE l’elenco è aggiornato al 28/09/2017):

– Stati UE (In considerazione della Brexit, si ricorda che se il Regno Unito esce dall’UE durante il periodo di concessione della sovvenzione senza concludere un accordo che garantisca che i candidati britannici continuano ad essere ammissibili, eventuali proponenti/partner del Regno Unito potranno non ricevere più i finanziamenti UE oppure essere invitati a lasciare il progetto);

– Paesi EFTA/SEE (solo Islanda e Norvegia);

– Paesi candidati effettivi e potenziali (solo Albania, Bosnia-Erzegovina, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia);

– Paesi PEV (solo Georgia, Moldova, Ucraina, Tunisia).

Lo stanziamento complessivo a disposizione del bando è pari a € 7.500.000; i progetti selezionati potranno essere cofinanziati fino al 60% dei loro costi totali ammissibili nel caso di azioni realizzate nei Paesi ammissibili al Sottoprogramma MEDIA, oppure fino all’80% in caso di azioni realizzate al di fuori dei Paesi ammissibili a MEDIA.

La scadenza per la presentazione delle proposte è il 15/02/2018, ore 12.00 (ora di Bruxelles).

Per la presentazione dei progetti è necessario registrarsi al Portale dei partecipanti al fine di ottenere un Participant Identification Code (PIC). La registrazione è richiesta per tutti i soggetti coinvolti nel progetto (capofila e partner). Il PIC sarà richiesto per generare l`eForm (formulario elettronico) e presentare la candidatura online.