Voucher di viaggio per le PMI – Digital Innovation in the Food Industry -S3FOOD

Voucher di viaggio per le PMI – Digital Innovation in the Food Industry -S3FOOD

connect-20333_1280

I voucher di viaggio intendono sostenere finanziariamente le piccole e medie imprese (PMI) della catena di produzione e trasformazione alimentare, i fornitori di soluzioni digitali o i fornitori di tecnologie di processo per stimolare e sostenere la loro partecipazione a eventi transfrontalieri organizzati nel corso del progetto, S3Food come eventi di matchmaking e visite di studio.

Lo schema del voucher di viaggio mira a coinvolgere attivamente le PMI nelle attività e nel sistema di supporto forniti dal progetto S3FOOD. I voucher di viaggio possono essere utilizzati come primo passo per raccogliere le conoscenze e impostare le connessioni necessarie per altre domande di voucher nell’ambito del progetto S3FOOD.

Scadenza: 30/10/2020

Bando REC-CONS-RPPI-AG-2019: limitare la doppia qualità dei prodotti e rafforzare le organizzazioni dei consumatori nell’UE

Bando REC-CONS-RPPI-AG-2019: limitare la doppia qualità dei prodotti e rafforzare le organizzazioni dei consumatori nell'UE

customer-1253483_1280

Bando nell’ambito del programma “Diritti, uguaglianza, cittadinanza””: sostegno ad azioni volte a limitare la doppia qualità dei prodotti e a rafforzare le organizzazioni dei consumatori nell’UE. Obiettivo è di rafforzare il ruolo delle organizzazioni dei consumatori nel testare e comparare i prodotti di consumo di base, sia nel contesto nazionale che transfrontaliero, e nell’identificare strategie di marchio potenzialmente ingannevoli o informazioni ingannevoli riportate sulla confezione dei prodotti, anche relativamente alla doppia qualità.

Sostegno a progetti orientati ai seguenti obiettivi specifici:

– consentire alle organizzazioni dei consumatori di:

(i) testare e comparare i prodotti di consumo di base, sia alimentari che non alimentari, riguardo alla doppia qualità, seguendo solide pratiche metodologiche;

(ii) divulgare i risultati dei test sia nel contesto nazionale che transnazionale;

– conseguire un’attuazione efficace a livello nazionale del “Framework for selecting and testing of food products to assess quality related characteristics: EU harmonised testing methodology”, presentato dal Centro Comune di Ricerca della Commissione Ue il 25 aprile 2018;

– sviluppare e implementare metodi validi per testare e comparare i prodotti non alimentari;

– individuare strategie di marchio o informazioni riportate sulla confezione dei prodotti potenzialmente ingannevoli e creare strumenti per la loro segnalazione, al fine di massimizzare la protezione dei consumatori;

– scambiare migliori pratiche e facilitare la cooperazione transfrontaliera tra le organizzazioni dei consumatori e/o le autorità competenti e i soggetti privati ​​pertinenti e migliorare le politiche di advocacy delle organizzazioni dei consumatori nelle aree prioritarie menzionate;

Attività finanziabili:

– formazione delle organizzazioni dei consumatori mirata a sviluppare o migliorare le competenze/conoscenze per testare i prodotti;

– scambi di buone pratiche ed eventi e/o seminari di condivisione delle conoscenze;

– creazione o potenziamento di reti di organizzazioni di consumatori coinvolte nel controllo dei prodotti e/o altre misure;

– sviluppo e lancio di progetti pilota per testare e compare i prodotti in linea con solidi principi metodologici, come la metodologia sviluppata dal Centro Comune di Ricerca per testare i prodotti alimentari;

– attività di sensibilizzazione e/o di advocacy fra le organizzazioni dei consumatori, le autorità pubbliche, le parti interessate e/o il pubblico in generale;

– sviluppo di strumenti informatici per la segnalazione di prodotti di doppia qualità o informazioni ingannevoli;

– attività di supporto all’attuazione a livello nazionale del ” Framework for selecting and testing of food products to assess quality related characteristics: EU harmonised testing methodology”.

Beneficiari:

  • Proponenti di progetto (lead applicant) di progetto possono essere solo le organizzazioni dei consumatori che siano non governative, senza scopo di lucro, indipendenti e operanti per la promozione e la tutela della salute, della sicurezza e degli interessi economici dei consumatori a livello nazionale o regionale.

 

  • Partner di progetto (co-applicant) possono essere enti pubblici, organizzazioni private non-profit o organizzazioni internazionali.

Questi soggetti devono essere stabiliti in uno degli Stati membri UE.

Il contributo UE può coprire fino al 90% dei costi totali ammissibili del progetto. La sovvenzione richiesta deve essere compresa tra € 150.000 e € 250.000.

I progetti proposti devono essere realizzati da una partnership che coinvolga almeno due soggetti (proponente di progetto + 1 partner) di due diversi Paesi UE. I progetti proposti devono prevedere una durata massima 12.

Il bando scade il 06/11/2019, ore 17

HORIZON 2020 – Pilastro Sfide della società: bandi 2018-2020 “Sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile, ricerca marittima e bioeconomia” (scadenze 2020)

HORIZON 2020 – Pilastro Sfide della società: bandi 2018-2020 “Sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile, ricerca marittima e bioeconomia” (scadenze 2020)

Training

All’inizio di luglio 2019 la Commissione europea ha pubblicato gli aggiornamenti ai programmi di lavoro tematici di Horizon 2020, fornendo indicazioni sui nuovi bandi per progetti di ricerca e innovazione con scadenza nel corso del 2020. Si tratta degli ultimi bandi che vengono lanciati nel quadro di Horizon 2020.

Sulla base degli aggiornamenti del Work Programme 2018-2020 relativo alla Sfida per la Società Food security, sustainable agriculture and forestry, marine, maritime and inland water research and the bioeconomy, vengono di seguito riportate le nuove opportunità legate ai quattro bandi:

  • Bando Blue Growth (H2020-BG-2018-2020)

Il 15/10/2019 vengono aperti i tre topic seguenti. Sarà possibile presentare proposte fino al 22/01/2020 per:

– BG-07-2019-2020: The Future of Seas and Oceans Flagship Initiative

Vige, invece, una procedura di presentazione delle proposte a 2 fasi con due scadenze, 22/01/2020 (1° fase) e 8/09/2020 (2° fase), per:

– BG-10-2020: Fisheries in the full ecosystem context

– BG-11-2020: Towards a productive, healthy, resilient, sustainable and highly-valued Black Sea

  • Bando Sustainable Food Security (H2020-SFS-2018-2020)

L’apertura di tutti i topic del bando è prevista il 15/10/2019. La scadenza per presentare proposte è fissata al 22/01/2020 per:

– SFS-04-2019-2020: Integrated health approaches and alternatives to pesticide use

– SFS-06-2018-2020: Stepping up integrated pest management

– SFS-28-2018-2019-2020: Genetic resources and pre-breeding communities

Mentre è stabilita una procedura di presentazione delle proposte a 2 fasi con due scadenze, 22/01/2020 (1° fase) e 8/09/2020 (2° fase), per:

– CE-SFS-36-2020: Diversifying revenue in rural Africa through bio-based solutions

– LC-SFS-22-2020: Forest soils Research and Innovation Action

– SFS-01-2018-2019-2020: Biodiversity in action: across farmland and the value chain

– SFS-02-2020: Healthy terrestrial livestock microbial ecosystems for sustainable production

– SFS-05-2018-2019-2020: New and emerging risks to plant health

– SFS-10-2020: Epidemiology of non-EU-regulated contagious animal diseases: from integrated data collection to prioritization

– SFS-13-2020: Genome and epigenome enabled breeding in terrestrial livestock

– SFS-21-2020: Emerging challenges for soil management

– SFS-30-2018-2019-2020: Agri-Aqua Labs

– SFS-35-2019-2020: Sustainable Intensification in Africa

– SFS-40-2020: Healthy soils for healthy food production

  • Bando Food and Natural Resources (H2020-FNR-2020)

Tutti i topic del bando vengono aperti il 15/10/2019. Le proposte possono essere presentate fino al 22/01/2020 per i seguenti:

– CE-FNR-07-2020: FOOD 2030 – Empowering cities as agents of food system transformation

– CE-FNR-09-2020: Pilot action for the removal of marine plastics and litter

– CE-FNR-14-2020: Innovative textiles – reinventing fashion

– CE-FNR-15-2020: A network of European bioeconomy clusters to advance bio-based solutions in the primary production sector

– CE-FNR-17-2020: Pilot circular bio-based cities – sustainable production of bio-based products from urban biowaste and wastewater

– FNR-01-2020: Strengthening the European agro-ecological research and innovation ecosystem

– FNR-02-2020: Developing long-term monitoring and evaluation frameworks for the Common Agricultural Policy

– FNR-03-2020: A comprehensive vision for urban agriculture

– FNR-04-2020: Towards a European research and innovation roadmap on soils and land management

– FNR-08-2020: Supporting the food safety systems of the future

– FNR-10-2020: Public engagement for the Bioeconomy

– FNR-18-2020: Sustainability of bio-based products – international governance aspects and market update

– LC-FNR-06-2020: Defossilising agriculture – solutions and pathways for fossil-energy-free farming

Vige, invece, una procedura di presentazione delle proposte a 2 fasi con due scadenze, 22/01/2020 (1° fase) e 8/09/2020 (2° fase), per i topic:

– FNR-05-2020: Husbandry for quality and sustainability

– FNR-11-2020: Prospecting aquatic and terrestrial natural biological resources for biologically active compounds

– FNR-12-2020: Industrial microbiomes – learning from nature

– FNR-16-2020: Enzymes for more environment-friendly consumer products

– LC-FNR-13-2020: Bio-based industries leading the way in turning carbon dioxide emissions into chemicals

  • Bando Rural Renaissance (H2020-RUR-2018-2020)

Dal 15/10/2019 vengono aperti anche i topic seguenti. Le proposte possono essere presentate fino al 22/01/2020 per:

– CE-RUR-08-2018-2019-2020 (IA): Closing nutrient cycles

– RUR-05-2020: Connecting consumers and producers in innovative agri-food supply chains

– RUR-06-2020: Innovative agri-food value chains: boosting sustainability-oriented competitiveness

– RUR-07-2020: Reducing food losses and waste along the agri-food value chain

– RUR-15-2018-2019-2020: Thematic networks compiling knowledge ready for practice

Mentre è stabilita una procedura di presentazione delle proposte a 2 fasi con due scadenze, 22/01/2020 (1° fase) e 8/09/2020 (2° fase), per:

– CE-RUR-08-2018-2019-2020 (RIA): Closing nutrient cycles

– LC-RUR-11-2019-2020: Sustainable wood value chains

– RUR-21-2020: Agricultural markets and international trade in the context of sustainability objectives

World Food Day 2019

capture

Quest’anno, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, la Commissione europea, il Comitato Economico e Sociale Europeo e il Comitato delle Regioni hanno organizzato insieme il World Food Day 2019 per discutere il ruolo intersettoriale dell’alimentazione, con particolare attenzione all’obesità a livello locale, nazionale, europeo e globale.

L’evento si terrá a Bruxelles il 16 Ottobre 2019 con il tema Nourishing people and nurturing the planet through sustainable healthy diets for all.

Il World Food Day 2019 si collegherá a FOOD 2030, unendo cosí la campagna globale al contesto di ricerca e innovazione dell’UE. Lo scopo sará di fornire una base di prova all’elaborazione delle politiche e fornire soluzioni con co-benefici per catalizzare il cambiamento dei sistemi. Il World Food Day si celebrerá il 16 ottobre in oltre 150 paesi in tutto il mondo, rendendolo uno dei giorni più celebrati nel calendario delle Nazioni Unite.

Le prioritá dell’iniziativa, nonché punti salienti dell’evento, sono:

  • NUTRITION for sustainable and healthy diets
  • CLIMATE smart and environmentally sustainable food systems
  • CIRCULARITY and resource efficiency of food systems
  • INNOVATION and empowerment of communities

Maggiori informazioni possono essere trovate sul sito dell’iniziativa UE EIT-Food o sul sito della FAO.

GAL Valle della Cupa: bando Az. 3 Intervento 3.2 “Progetto di cooperazione per l’educazione alimentare, ambientale nel rispetto dei luoghi e delle tradizioni locali”

GAL Valle della Cupa: bando Az. 3 Intervento 3.2 "Progetto di cooperazione per l'educazione alimentare, ambientale nel rispetto dei luoghi e delle tradizioni locali"

bread-1281053_1280

Il presente Avviso Pubblico ha la finalità di sostenere investimenti di Cooperazione per il rafforzamento di un’idea condivisa del territorio, valorizzandone le specificità e condividendo le identità e i valori territoriali, attraverso il coinvolgimento e confronto tra saperi, esperienze ed interessi diversi. Nello specifico, il GAL intende finanziare una cooperazione tra soggetti pubblico/privati finalizzata a favorire interventi di sensibilizzazione ed educazione alimentare, ambientale nel rispetto dei luoghi e delle tradizioni locali e utilizzo delle produzioni agricole locali. La cooperazione tra soggetti pubblico/privati dovrà generare, sulla base di una programmazione di 24 mesi, in maniera diffusa sul territorio buone pratiche per la diffusione dell’educazione alimentare, dei prodotti enogastronomici, artigianali, artistici e culturali, in chiave sostenibile.

Il soggetto beneficiario è il raggruppamento già costituito o che si costituirà in rete o forme associate, con la presenza di almeno due aziende agricole e la presenza di altri soggetti, quali Enti, Fondazioni, aziende agricole e non agricole, altri operatori pubblici e privati.

Le risorse finanziarie attribuite al presente Avviso Pubblico sono pari a Euro 200.000,00; sarà concesso un contributo in conto capitale a fondo perduto con intensità di aiuto pari al 100% delle spese ammissibili . Nel caso di ammissione a finanziamento di progetti il cui importo per la realizzazione sia superiore ad Euro 200.000,00, la spesa eccedente tale importo sarà a totale carico del beneficiario.

SCADENZA: 15.10.2019

Horizon 2020: pubblicato il bando Sustainable Food Security

Horizon 2020: pubblicato il bando Sustainable Food Security
fruit-428082_960_720

Pubblicata ufficialmente la call Sustainable Food Security nell’ambito del Programma di lavoro Food security, sustainable agriculture and forestry, marine, maritime and inland water research and the bioeconomy di Horizon 2020.

Il bando è il principale contributo di Horizon 2020 alla ricerca e all’innovazione in relazione alla sicurezza alimentare e nutrizionale in Europa e oltre.
Al momento sono stati pubblicati i seguenti topic:

CE-SFS-25-2018: Integrated system innovation in valorising urban biowaste
DT-SFS-14-2018: Personalized Nutrition
LC-SFS-03-2018: Microbiome applications for sustainable food systems
LC-SFS-15-2018: Future proofing our plants
LC-SFS-19-2018-2019: Climate-smart and resilient farming
SFS-01-2018-2019-2020: Biodiversity in action: across farmland and the value chain
SFS-05-2018-2019-2020: New and emerging risks to plant health
SFS-06-2018-2020: Stepping up integrated pest management
SFS-07-2018: Making European beekeeping healthy and sustainable
SFS-08-2018-2019: Improving animal welfare
SFS-11-2018-2019: Anti-microbials and animal production
SFS-16-2018: Towards healthier and sustainable food
SFS-27-2018: Monitoring food R&I investments and impacts
SFS-28-2018-2019-2020: Genetic resources and pre-breeding communities
SFS-29-2018: Innovations in plant variety testing
SFS-30-2018-2019-2020: Agri-Aqua Labs
SFS-32-2018: Supporting microbiome coordination and the International Bioeconomy Forum
SFS-33-2018: Support to the implementation of the EU-Africa Research and Innovation Partnership on Food and Nutrition Security & Sustainable Agriculture (FNSSA)
SFS-38-2018: Highly efficient management of soil quality and land resources
Data chiusura: 13 febbraio 2018

Data apertura: 16 ottobre 2018
CE-SFS-24-2019: Innovative and citizen-driven food system approaches in cities
CE-SFS-39-2019: High-quality organic fertilisers from biogas digestate
DT-SFS-26-2019: Food Cloud demonstrators
LC-SFS-17-2019: Alternative proteins for food and feed
LC-SFS-19-2018-2019: Climate-smart and resilient farming
LC-SFS-20-2019: European Joint Programme on agricultural soil management
LC-SFS-34-2019: Food Systems Africa
SFS-01-2018-2019-2020: Biodiversity in action: across farmland and the value chain
SFS-04-2019-2020: Integrated health approaches and alternatives to pesticide use
SFS-05-2018-2019-2020: New and emerging risks to plant health
SFS-08-2018-2019: Improving animal welfare
SFS-11-2018-2019: Anti-microbials and animal production
SFS-12-2019: A vaccine against African swine fever
SFS-23-2019: Integrated water management in small agricultural catchments
SFS-28-2018-2019-2020: Genetic resources and pre-breeding communities
SFS-30-2018-2019-2020: Agri-Aqua Labs
SFS-31-2019: ERANETs in agri-food
SFS-35-2019-2020: Sustainable Intensification in Africa
SFS-37-2019: Integrated approaches to food safety controls across the food chain
Data chiusura: 23 gennaio 2019

Harnessing Research and Innovation for FOOD 2030

La conferenza Harnessing Research and Innovation for FOOD 2030: A Science Policy Dialogue servirà a diffondere alcune delle iniziative europee di successo nel campo della ricerca e innovazione e contribuire al dialogo tra la scienza e la politica sul settore della nutrizione e della sicurezza.

La conferenza fornirà una piattaforma di stakeholder per dialogare in materia di politica scientifica per valutare lo stato attuale della ricerca europea, dell’innovazione, degli investimenti ed esplorare le esigenze di future pertinenti a:

  • Nutrizione sostenibile e sana
  • Resilienza del clima e sostenibilità ambientale
  • Circolarità e efficienza delle risorse
  • Innovazione del sistema alimentare e potenziamento delle comunità

La conferenza è gratuita e sarà aperta a ricercatori, politici, finanziatori e investitori, autorità pubbliche, industria e imprenditori, studenti e rappresentanti della società civile.
La conferenza trova le sue fondamenta sull’evento FOOD2030 dell’ottobre 2016 e agirà come una pietra miliare importante nella preparazione del secondo evento che si svolgerà sotto la presidenza bulgara del Consiglio UE nella prima metà del 2018.

Per maggiori informazioni ed effettuare le iscrizioni, si prega di fare riferimento al seguente link.

 

Bando OSC 2017

Bando OSC 2017

L’Africa resta il focus geografico principale del bando con un sostanzioso aumento delle risorse per progetti nei paesi non prioritari. Possono presentare proposte progettuali tutte le organizzazioni iscritte all’elenco dell’art. 26 della legge 125 (massimo due proposte come proponenti e quattro come partner). La scadenza per l’invio dei concept note è fissata per il 29 giugno 2017. Ecco di seguito gli elementi principali del bando.
Nell’ambito delle risorse disponibili, sono individuati i seguenti lotti:
a) 18.000.000,00 euro (45 % del totale) per i Paesi prioritari dell’Africa Sub-Sahariana;
b) 10.000.000,00 euro (25 % del totale) per i Paesi prioritari del Bacino del Mediterraneo e del Medio Oriente;
c) 5.000.000,00 euro (12,5 % del totale) per i Paesi prioritari dei Balcani, dell’America Latina e Caraibi e dell’Asia;
d) 7.000.000,00 euro (17,5 % del totale) per i Paesi non prioritari, con particolare riferimento ai Least Developed Countries.
Tematiche:
a) migrazione e sviluppo, con interventi che contribuiscano a migliorare le condizioni di vita nei Paesi di provenienza, al fine di migliorare la gestione dei flussi migratori, e interventi di contrasto alla tratta di esseri umani (in riferimento, ad esempio all’SDG 10 T 7);
b) innovazione sociale, con riferimento alla sperimentazione di pratiche che promuovano una crescita sostenibile e inclusiva in coerenza con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 (in settori quali: salute, occupazione con particolare riferimento all’occupazione giovanile, istruzione, protezione sociale e servizi sociali, tutela dell’ambiente, valorizzazione del patrimonio culturale, etc.), anche favorendo lo sviluppo di tecnologie, soluzioni e componenti ICT;
c) sviluppo rurale, sicurezza alimentare e corretta e sana nutrizione delle popolazioni (in riferimento, ad esempio all’SDG 2);
d) tutela e corretta gestione delle risorse naturali, anche attraverso approcci ecosistemici e l’utilizzo di energie rinnovabili e sostenibili (in riferimento, ad esempio agli SDGs 13, 14, 15);
e) rafforzamento della società civile locale e tutela e promozione dei diritti umani, in particolar modo promuovendo il ruolo delle organizzazioni della società civile come attori dei processi di sviluppo e la loro capacità di influire sui processi di policy making e di contribuire al dialogo interetnico e interreligioso (in riferimento, ad esempio all’SDG 16).
Il termine per la presentazione delle concept note all’AICS è stabilito alle ore 12:00 del trentesimo giorno successivo alla pubblicazione del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (GURI).

Sicurezza alimentare e nutrizione in Mozambico, Malawi e Zimbawe

Sicurezza alimentare e nutrizione in Mozambico, Malawi e Zimbawe

L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) ha pubblicato due bandi per la raccolta di proposte progettuali su nuove iniziative di emergenza da attuarsi in Mozambico, Malawi e Zimbawe, con un budget complessivo di 3,5 milioni di euro.
L’obiettivo generale dell’iniziativa è quello di mitigare gli effetti negativi sulla sicurezza alimentare e sulla nutrizione causati dalla prolungata siccità provocata dal fenomeno El Niño nella regione dell’Africa australe, per alcuni paesi maggiormente colpiti (Mozambico, Swaziland, Zimbabwe e Malawi).
Possono presentare proposte progettuali, i soggetti non profit che alla data di pubblicazione, siano in possesso dei requisiti stabiliti dall’avviso. Le proposte progettuali potranno essere presentate da una o più organizzazioni in consorzio.
Mozambico
Temi: Sicurezza alimentare e nutrizione
Durata massima delle attività: 5 mesi
Dotazione: € 243.201
Finanziamento massimo per ogni progetto: € 150.000
Scadenza per la presentazione delle domande: 17 aprile 2017
Malawi e Zimbabwe
Malawi: sicurezza alimentare e sostegno ai servizi di base (acqua, salute, nutrizione)
Dotazione: € 1.700.000
Zimbabwe: sicurezza alimentare e sostegno ai servizi di base (acqua, salute, nutrizione)
Durata massima delle attività di progetto: 24 mesi
Dotazione: € 1.700.000
Finanziamento massimo per ogni progetto € 1.000.000
Scadenza per la presentazione delle domande: 4 maggio 2017