PSR FEASR, Pagamento per il benessere degli animali – settore ovi-caprino

PSR FEASR, Pagamento per il benessere degli animali – settore ovi-caprino

 

Incrementare il benessere psicofisico degli animali attraverso specifici interventi zootecnici: è questa la finalità dell’avviso pubblico PSR 2014-2020, a valere sulla misura 14 “Benessere degli animali”, attraverso il quale la Regione Lazio premia gli allevatori che si impegnano a superare le norme minime prescritte dalla normativa vigente e che sostengono costi aggiuntivi e mancati redditi.

L’Avviso, quali destinatari degli interventi promossi dalla Sottomisura 14.1 “Pagamento per il benessere degli animali” e 14.1A “Pagamento per il Benessere degli animali” settore ovi-caprino è rivolto agli agricoltori.

Beneficiari: agricoltori attivi singoli o associati.

La tipologia d’intervento prevista è:

  • 14.1.1 “pagamenti per il benessere degli animali”
  • 14.1.1A “pagamenti per il benessere degli animali” – settore Ovi-caprino

Gli impegni richiesti, in materia di benessere degli animali, introducono criteri superiori nei diversi settori/aspetti previsti dalla normativa di riferimento suddivisi nelle quattro macroaree di intervento:

  1. Somministrazione acqua e mangimi e cura degli animali
  2. Condizioni di stabulazione, maggiore spazio disponibile, pavimentazioni, materiali di arricchimento, luce naturale
  3. Accesso all’esterno
  4. Pratiche che evitano la mutilazione e/o la castrazione degli animali oppure l’utilizzo di anestetici, di analgesici e di antiinfiammatori nei casi in di mutilazione o castrazione degli animali

Le categorie di animali eleggibili a premio sono bovini da latte e bufalini, bovini da carne, ovini e caprini.

Impegni della durata pari a:

  • 3 anni dalla domanda di sostegno (1° anno) raccolta con riferimento all’Avviso pubblico domande di sostegno (1° anno) – determinazione n. G02360 del 05/03/2021)
  • 5 anni dalla domanda sostegno (1° anno) raccolta con riferimento all’Avviso pubblico domande di sostegno (1° anno) – determinazione n. G03836 del 01/04/2019.

Vengono concessi premi per UBA (unità bestiame adulta). Gli importi sono dettagliati nell’avviso pubblico.

Scadenza: 16 maggio 2022.

Malattie che si trasmettono dagli animali all’uomo: nuovo bando europeo per progetti di ricerca

Malattie che si trasmettono dagli animali all'uomo: nuovo bando europeo per progetti di ricerca

 

L’International Coordination of Research on Infectious Animal Diseases (ICRAD) ha lanciato la open call “One Health Approach to Zoonoses Research and Innovation” per progetti di ricerca collaborativa sulle zoonosi.

L’obiettivo generale del bando è di sostenere la ricerca trasversale e l’innovazione per comprendere meglio le zoonosi, concentrandosi sul rapporto animale-uomo-ambiente e sviluppando nuove piattaforme tecnologiche di vaccini e diagnostica per migliorare la salute degli animali e di conseguenza il loro benessere.

Inoltre, il bando mira ad aumentare la preparazione e migliorare la capacità di rispondere alle minacce zoonotiche (ri)emergenti e contribuire a migliorare la salute pubblica e degli animali.

In particolare, le proposte preliminari dovrebbero affrontare una delle seguenti aree di ricerca:

Area di ricerca 1: Migliore comprensione del rapporto animale-uomo-ambiente

Area di ricerca 2: Rilevamento e prevenzione

In generale, il bando si rivolge a istituti d’istruzione superiore, organizzazioni pubbliche di ricerca, organizzazioni di ricerca e tecnologia private e semi-private, PMI e grandi aziende. Potranno partecipare consorzi transnazionali composti da membri di almeno tre diversi paesi con un massimo di otto.

Il bando prevede due fasi per la candidatura con le seguenti scadenze:

Pre-poposal: 15 dicembre 2021.

Full proposal: 30 giugno 2022.

I progetti dovrebbero iniziare al più tardi a partire da aprile 2023.

L’Italia parteciperà e finanzierà il bando tramite il Ministero della Salute.