APULIA DEVELOPMENT FILM FUND 2019

APULIA DEVELOPMENT FILM FUND 2019

movie-918655_1280

Obiettivo generale del  presente Avviso è incoraggiare il potenziale creativo di autori e creativi al fine di accrescere l’attrattività del territorio pugliese quale set di produzioni audiovisive, innalzare il livello professionale di tecnici e maestranze e valorizzare il patrimonio storico artistico e paesaggistico della Puglia.

Nello specifico viene finanziata la fase di sviluppo e pre-produzione di opere o serie di opere audiovisive, cinematografiche, di finzione e animazione volte a valorizzare le location pugliesi.

L’avviso è rivolto a PMI operanti nel settore audiovisivo, con codice primario NACE 59.11 o ATECO 59.11, titolari della maggior parte dei diritti del lavoro audiovisivo presentato. I progetti dovranno essere esplicitamente ambientati, in tutto o prevalentemente, in Puglia almeno per il 50% degli elaborati finali.

Tra le tipologie di progetti ammissibili rientrano: Categoria CINEMA con lungometraggi di finzione con una durata minima di 52 minuti, a principale sfruttamento cinematografico; Categoria SERIE TV con opere audiovisive con una durata complessiva minima di 120 minuti, destinate principalmente alla trasmissione televisiva; Categoria DOC con documentari creativi con una durata minima di 52 minuti, a principale sfruttamento cinematografico; Categoria ANIMAZIONE con lungometraggi di animazione con una durata minima di 52 minuti, a principale sfruttamento cinematografico; opere di animazione (singole o serie) con una durata complessiva minima di 24 minuti destinate principalmente alla trasmissione televisiva.

Il sostegno è configurato quale sovvenzione diretta, erogata sotto forma di parziale rimborso, pari al 70% delle spese ammissibili e dettagliate nel bando. L’importo massimo concedibile è per il CINEMA, 22.000,00 euro; SERIE TV, 15.000,00 euro; DOC, 10.000,00 euro; ANIMAZIONE, 28.000,00 euro. La prossima sessione per invio delle domande sarà dal 01/12/2019 al 31/12/2019.

Europa Creativa – MEDIA: bandi 2020

Europa Creativa - MEDIA: bandi 2020

Cinema

L’Agenzia esecutiva EACEA ha pubblicato i bandi 2020 relativi al sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa. Si tratta complessivamente di 12 bandi che sostengono la realizzazione di progetti nel settore dell’audiovisivo, offrendo opportunità in diversi ambiti di intervento che spaziano dalla produzione e distribuzione di film e opere audiovisive all’alfabetizzazione cinematografica, dallo sviluppo di videogames alla promozione di opere online, ai festival cinematografici, alla programmazione televisiva, all’accesso ai mercati professionali.
Di seguito le call for proposals aperte.
Bando EACEA/17/2019 – Sostegno allo sviluppo di singoli progetti di produzione
Beneficiari: società di produzione audiovisiva indipendenti legalmente costituite da almeno 12 mesi
Budget: 5.400.000 €
Scadenza: 13 novembre 2019; 12 maggio 2020
Bando EACEA/26/2019 – Sostegno ai festival cinematografici
Beneficiari: persone giuridiche pertinenti (imprese private, organizzazioni no-profit, associazioni, fondazioni, comuni/consigli comunali, ecc)
Budget: 3.700.000 €
Scadenza: 21 novembre 2019; 23 aprile 2020
Bando EACEA 20/2019 – Sostegno alla programmazione TV di opere audiovisive europee
Beneficiari: società di produzione indipendenti
Budget: 13.500.000 €
Scadenza: 24 novembre 2019; 14 maggio 2020
Bando EACEA/21/2019 – Sostegno alla distribuzione di film non nazionali – Sostegno selettivo
Beneficiari: società che operano come agente di vendita, ossia società che fungono da intermediario per il produttore, specializzate nello sfruttamento commerciale di film mediante la commercializzazione e la concessione di licenze a distributori o altri acquirenti
Budget: 9.850.000 €
Scadenza: 10 dicembre 2019; 16 giugno 2020
Bando EACEA/29/2019 – Sostegno ai fondi di coproduzione internazionale
Beneficiari: fondi di coproduzione internazionale aventi come principale attività il sostegno a coproduzioni internazionali e che siano attivi da almeno 12 mesi
Budget: 500.000 €
Scadenza: 15 gennaio 2020
Bando EACEA/18/2019 – Sostegno allo sviluppo di un pacchetto di progetti di produzione (Slate funding)
Beneficiari: società di produzione audiovisiva indipendenti legalmente costituite da almeno 36 mesi
Budget: 15.500.000 €
Scadenza: 4 febbraio 2020
Bando EACEA/27/2019 – Sostegno all’accesso ai mercati
Beneficiari: persone giuridiche pertinenti (imprese private, organizzazioni no-profit, associazioni, fondazioni, comuni/consigli comunali, ecc)
Budget: 6.800.000 €
Scadenza: 6 febbraio 2020
Bando EACEA/19/2019 – Sostegno allo sviluppo di videogames
Beneficiari: società di produzione di videogiochi legalmente costituite da almeno 12 mesi
Budget: 3.780.000 €
Scadenza: 12 febbraio 2020
Bando EACEA/25/2019 – Sostegno all’alfabetizzazione cinematografica
Beneficiari: persone giuridiche pertinenti (imprese private, organizzazioni no-profit, associazioni, fondazioni, comuni/consigli comunali, ecc)
Budget: 1.900.000 €
Scadenza: 12 marzo 2020
Bando EACEA/23/2019 – Sostegno alla promozione di opere audiovisive online
Beneficiari: persone giuridiche pertinenti (imprese private, organizzazioni no-profit, associazioni, fondazioni, comuni/consigli comunali, ecc)
Budget: 10.100.000 €
Scadenza: 7 aprile 2020
Bando EACEA/24/2019 – Sostegno alle reti di sale cinematografiche
Beneficiari: network che rappresentano almeno 100 sale cinematografiche stabilite in almeno 20 Paesi ammissibili al sottoprogramma MEDIA
Budget: 10.900.000 €
Scadenza: 28 maggio 2020
Bando EACEA/22/2019 – Sostegno alla distribuzione di film non nazionali – Sostegno automatico alla distribuzione e agli agenti di vendita
Beneficiari Azione 1 – sostegno ai distributori: distributori cinematografici che svolgono come attività principale attività commerciali destinate a portare all’attenzione del pubblico film destinati alle sale cinematografiche.
Beneficiari Azione 2 – sostegno agli agenti di vendita: agenti di vendita che agiscono in qualità di intermediario per il produttore, specializzati nello sfruttamento commerciale di film mediante la commercializzazione e la concessione di licenze a distributori o altri acquirenti
Budget: 27.850.000 €
Scadenza Azione 1: 8 settembre 2020
Scadenza Azione 2: 29 ottobre 2020

Sviluppo di opere cinematografiche e audiovisive destinate alle imprese con sede in Emilia-Romagna

Progetti per lo sviluppo di opere cinematografiche e audiovisive destinate alle imprese con sede in Emilia-Romagna

video-camera-273750_1280

Con delibera di Giunta regionale n. 278 del 26 febbraio è stato pubblicato il bando per la concessione di contributi per opere cinematografiche ed audiovisive destinate ad imprese con sede in Emilia-Romagna.

Il bando intende sostenere le imprese regionali per:

  • la scrittura di sceneggiature originali ovvero tratte da altra opera non audiovisiva protetta ai sensi della legge sul diritto d’autore, e dalle quali sia possibile realizzare opere cinematografiche, televisive e web;
  • lo sviluppo di opere cinematografiche, televisive e web

Possono presentare i progetti e, conseguentemente, essere beneficiarie del contributo regionale, le imprese di produzione cinematografica e audiovisiva con sede legale in Emilia-Romagna, o con unità operativa attiva sul territorio regionale da almeno 12 mesi, con codice Ateco primario o secondario 59.11.00

Ciascuna impresa può presentare una sola domanda di contributo, a valere su questo bando.

I progetti ammissibili mirano allo sviluppo di:

  • opere cinematografiche;
  • opere televisive;
  • opere web;
  • documentari

Le risorse disponibili ammontano a 108.000 euro. L’agevolazione prevista consiste in un fino a 15.000 euro, e comunque non superiore all’80% delle spese di sviluppo sostenute, non coperte da altro finanziamento pubblico.

Le domande possono essere presentate fino al 30 aprile 2018.

Progetti di opere cinematografiche e audiovisive destinate alle imprese dell’Emilia-Romagna

Progetti di opere cinematografiche e audiovisive destinate alle imprese dell’Emilia-Romagna

video-camera-273750_1280

Con delibera di Giunta regionale n. 278 del 26 febbraio è stato pubblicato il bando per la concessione di contributi per opere cinematografiche ed audiovisive destinate ad imprese con sede in Emilia-Romagna.

La Regione Emilia-Romagna riconosce il settore cinematografico e audiovisivo come fattore strategico per lo sviluppo economico, culturale e turistico del territorio, in grado di generare ricadute economiche interne, stimolare la crescita occupazionale e valorizzare il territorio in termini di flussi turistici.

Possono presentare i progetti e, conseguentemente, essere beneficiarie del contributo regionale, le imprese di produzione cinematografica e audiovisiva con sede legale in Emilia-Romagna, o con unità operativa attiva sul territorio regionale da almeno 12 mesi, con codice Ateco primario o secondario 59.11.00

Ciascuna impresa può presentare al massimo due diverse domande di contributo per due diversi progetti, a valere sul bando.

L’intervento regionale è finalizzato alla concessione sul territorio dell’Emilia-Romagna delle seguenti opere audiovisive:

  • Opere cinematografiche di lungometraggio
  • Opere televisive
  • Opere web
  • Documentari
  • Cortometraggi

Non sono ammessi progetti con costi ammissibili inferiori a 15.000 euro.

Le risorse disponibili ammontano complessivamente a Euro 800.000.

L’entità del contributo sarà determinata sulla base del punteggio ottenuto dal progetto, nella misura compresa tra il 35% ed il 50% delle spese ammissibili.

Il presente è un bando valutativo a graduatoria con due sessioni temporali per la presentazione delle domande:

  • Prima sessione: entro le ore 16 dell’11 aprile 2018
  • Seconda sessione: dal 4 luglio 2018, fino alle ore 16 del 4 settembre 2018

Produzione di opere cinematografiche e audiovisive realizzate da imprese nazionali e internazionali

Produzione di opere cinematografiche e audiovisive realizzate da imprese nazionali e internazionali

movie-918655_1280

Con delibera di Giunta regionale n. 278 del 26 febbraio è stato pubblicato il bando per la concessione di contributi ad imprese nazionali ed internazionali che realizzano opere cinematografiche e audiovisive sul territorio regionale.

La Regione Emilia-Romagna riconosce il settore cinematografico e audiovisivo come fattore strategico per lo sviluppo economico, culturale e turistico del territorio, in grado di generare ricadute economiche interne, stimolare la crescita occupazionale e valorizzare il territorio in termini di flussi turistici. A tal fine, attraverso l’istituzione del Fondo per l’audiovisivo previsto dall’art. 10 della L.R. 23 luglio 2014, n.20, intende supportare la produzione di opere cinematografiche e audiovisive culturali realizzate in Emilia Romagna, in grado di contribuire allo sviluppo della filiera regionale e alla professionalizzazione dei suoi differenti attori.

Possono presentare i progetti le imprese di produzione cinematografica e audiovisiva italiane, europee o extraeuropee con codice Ateco primario 59.11.00.

Ciascuna impresa può presentare una sola domanda di contributo, in una sola delle due sessioni di valutazione previste per il 2018.

L’intervento regionale è finalizzato alla concessione sul territorio dell’Emilia-Romagna delle seguenti opere audiovisive:

  • Opere cinematografiche di lungometraggio
  • Opere televisive
  • Opere web
  • Documentari

Non sono ammessi progetti con costi ammissibili inferiori a 30.000 euro.

Le risorse disponibili ammontano complessivamente a Euro 1.500.000.

L’entità del contributo sarà determinata sulla base del punteggio ottenuto dal progetto, nella misura compresa tra il 35% ed il 50% delle spese ammissibili.

Il presente è un bando valutativo a graduatoria con due sessioni temporali per la presentazione delle domande:

  • Prima sessione: entro le ore 16 dell’11 aprile 2018
  • Seconda sessione: dal 4 luglio 2018, fino alle ore 16 del 4 settembre 2018

rogetti.

Europa Creativa – MEDIA: Bando EACEA/09/2018 – Sostegno alla formazione

Europa Creativa – MEDIA: Bando EACEA/09/2018 – Sostegno alla formazione

video-camera-273750_1280

Nel quadro del sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa è stato pubblicato il bando EACEA/09/2018 per il sostegno alla formazione. L’obiettivo della call è facilitare l’acquisizione e il miglioramento delle capacità e delle competenze dei professionisti dell’audiovisivo, compreso l’uso delle nuove tecnologie digitali, in modo da garantire l’adattamento agli sviluppi del mercato e la sperimentazione di nuovi modi di narrazione, nuovi approcci di audience development e nuovi modelli di business.

I progetti da candidare possono riguardare una delle seguenti categorie di azioni:

  1. azioni europee: azioni mirate all’acquisizione e al miglioramento di capacità e competenze che permettano ai professionisti di operare prevalentemente in Europa;
  2. azioni internazionali: azioni mirate allo sviluppo di competenze, conoscenze e capacità che consentano ai professionisti europei di operare fuori dall’Europa attraverso lo sviluppo di reti e la collaborazione con professionisti non europei;
  3. azioni regionali: azioni volte a rafforzare le capacità dei professionisti dei Paesi a bassa capacità di produzione.

Le azioni di formazione possono riguardare i seguenti campi:

– sviluppo del pubblico, marketing, nuove forme di distribuzione e sfruttamento, comprese quelle basate sulle tecnologie digitali più moderne, in particolare per intercettare il pubblico più giovane;

– gestione finanziaria e commerciale al fine di migliorare la capacità di accedere agli strumenti finanziari e a nuovi modelli di business;

– sviluppo e produzione di opere audiovisive, compresa l’innovazione nello sviluppo di contenuti (nuovo storytelling, nuovi formats per tutte le piattaforme), la condivisione delle conoscenze e la capacità di networking;

– capacità di integrare le opportunità offerte dalle tecnologie digitali per garantire l’adattamento agli sviluppi del mercato

Le azioni di formazione devono essere destinate a professionisti dell’industria audiovisiva quali: fornitori di contenuti nel settore dei nuovi media, professionisti del settore dell’animazione, professionisti della post-produzione, commissioning editors, produttori, registi, agenti di vendita, distributori, sceneggiatori, scrittori. Destinatari delle attività possono essere anche i professionisti del settore finanziario, bancario e legale che operano con l’industria audiovisiva.

La maggioranza dei partecipanti alle attività di formazione devono avere nazionalità diversa da quella del proponente di progetto.

Possono partecipare al bando organismi operanti nel settore audiovisivo (scuole di cinema e televisione, istituti specializzati di formazione, imprese private, associazioni e organizzazioni del settore audiovisivo.) che siano stabiliti in uno dei Paesi ammissibili al sottoprogramma MEDIA. Attualmente tali Paesi sono (per i Paesi non UE l’elenco è aggiornato al 28/09/2017):

– Stati UE (In considerazione della Brexit, si ricorda che se il Regno Unito esce dall’UE durante il periodo di concessione della sovvenzione senza concludere un accordo che garantisca che i candidati britannici continuano ad essere ammissibili, eventuali proponenti/partner del Regno Unito potranno non ricevere più i finanziamenti UE oppure essere invitati a lasciare il progetto);

– Paesi EFTA/SEE (solo Islanda e Norvegia);

– Paesi candidati effettivi e potenziali (solo Albania, Bosnia-Erzegovina, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia);

– Paesi PEV (solo Georgia, Moldova, Ucraina, Tunisia).

Il sostegno dell’UE previsto dal bando consisterà in un Accordo quadro di partenariato della durata di 3 anni (si tratta dell’ultimo bando per la formazione che viene pubblicato nell’ambito di Europa Creativa).

Il contributo finanziario potrà coprire fino al 60% dei costi totali ammissibili del progetto nel caso di azioni europee, oppure fino all’80% in caso di azioni internazionali e regionali.

Le risorse complessive a disposizione del bando ammontano a 7,5 milioni di euro con i quali si prevede di finanziare 55 progetti.

Le candidature devono essere presentate entro le ore 12 del 26/04/2018.

Sostegno all’accesso ai mercati

Europa Creativa – MEDIA: Bando EACEA 18/2017 – Sostegno all’accesso ai mercati

video-camera-273750_1280

Il sostegno all’accesso ai mercati, a cui è dedicato il bando EACEA/18/2017 pubblicato nell’ambito del Sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa, è mirato a facilitare gli scambi Business to Business nel settore audiovisivo con l’obiettivo di migliorare la dimensione europea/internazionale dell’industria di settore, accrescere la visibilità dei professionisti e delle opere provenienti da Paesi europei con una bassa capacità di produzione audiovisiva, aumentare le co-produzioni europee e ampliare la diversificazione dei talenti e delle risorse di finanziamento, migliorare la competitività e la circolazione delle opere audiovisive europee nei mercati internazionali.

Il bando sostiene pertanto tre tipologie di azioni:

  • Azione 1 – Mercati (fisici) tra imprese (B2B) per i professionisti europei

Attività B2B volte a migliorare le condizioni che regolano l’accesso dei professionisti, dei progetti e delle opere europei ai mercati professionali dell’audiovisivo, sia all’interno che al di fuori dei Paesi ammissibili a MEDIA. Può trattarsi di attività quali iniziative di co-produzione e finanziamento, eventi e/o manifestazioni commerciali e mercati per opere completate.

  • Azione 2 – Strumenti online che incoraggiano gli scambi tra imprese

– Creazione e sviluppo di una banca dati e/o di una rete di banche dati sui programmi e/o i professionisti europei dell’audiovisivo destinate ai professionisti del settore;

– Creazione e sviluppo di strumenti online innovativi per l’industria audiovisiva europea basati sulle più recenti tecnologie digitali e destinati ai professionisti di tale industria.

  • Azione 3 – Attività promozionali tra imprese per opere europee

– Attività promozionali B2B, sia all’interno che al di fuori dei Paesi ammissibili a MEDIA, organizzate da reti paneuropee o organizzazioni rappresentative di almeno 15 Paesi MEDIA, finalizzate a facilitare la promozione e la circolazione di opere audiovisive e/o cinematografiche europee e la creazione di reti tra professionisti europei;

–  Iniziative promozionali e piattaforme B2B volte a creare forme innovative e/o ad utilizzare nuovi modelli di business per la distribuzione di opere audiovisive europee, incoraggiando anche la messa in rete e lo scambio di informazioni e di buone pratiche tra i professionisti. Queste attività devono essere organizzate da un gruppo di almeno 3 partner provenienti da 3 diversi Paesi ammissibili a MEDIA.

I progetti devono avere inizio tra l’1/06/2018 e il 30/06/2019, con durata massima di 12 mesi.

Il bando si rivolge a persone giuridiche (imprese private, organizzazioni senza scopo di lucro, associazioni, organizzazioni di volontariato, fondazioni, comuni/consigli comunali) stabilite in uno dei Paesi ammissibili al Sottoprogramma MEDIA. Attualmente tali Paesi sono (per i Paesi non UE l’elenco è aggiornato al 28/09/2017):

– Stati UE (In considerazione della Brexit, si ricorda che se il Regno Unito esce dall’UE durante il periodo di concessione della sovvenzione senza concludere un accordo che garantisca che i candidati britannici continuano ad essere ammissibili, eventuali proponenti/partner del Regno Unito potranno non ricevere più i finanziamenti UE oppure essere invitati a lasciare il progetto);

– Paesi EFTA/SEE (solo Islanda e Norvegia);

– Paesi candidati effettivi e potenziali (solo Albania, Bosnia-Erzegovina, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia);

– Paesi PEV (solo Georgia, Moldova, Ucraina, Tunisia).

Lo stanziamento complessivo a disposizione del bando è pari a € 7.500.000; i progetti selezionati potranno essere cofinanziati fino al 60% dei loro costi totali ammissibili nel caso di azioni realizzate nei Paesi ammissibili al Sottoprogramma MEDIA, oppure fino all’80% in caso di azioni realizzate al di fuori dei Paesi ammissibili a MEDIA.

La scadenza per la presentazione delle proposte è il 15/02/2018, ore 12.00 (ora di Bruxelles).

Per la presentazione dei progetti è necessario registrarsi al Portale dei partecipanti al fine di ottenere un Participant Identification Code (PIC). La registrazione è richiesta per tutti i soggetti coinvolti nel progetto (capofila e partner). Il PIC sarà richiesto per generare l`eForm (formulario elettronico) e presentare la candidatura online.

POR FESR, bando “Creatività 2020”

POR FESR, bando “Creatività 2020”

world-1264062_1280

Favorire la riqualificazione settoriale e lo sviluppo delle filiere, e rafforzare la competitività del tessuto produttivo laziale, in coerenza con l’area di specializzazione della Smart Specialisation Strategy (S3) regionale, Industrie creative digitali.

È questo l’obiettivo del bando “Creatività 2020”, cofinanziato dal POR FESR Lazio 2014-2020, che finanzia progetti per sviluppo, produzione e distribuzione cross-mediale, post-produzione digitale, spettacolo digitale e dal vivo, sviluppo e utilizzo di tecnologie digitali per il restauro e la tutela del patrimonio culturale audiovisivo, nonché per lo sviluppo di applicazioni nei servizi digitali per medicina, salute e benessere personale.

La dotazione dell’Avviso pubblico è di 9.260.000 euro, di cui 5.290.000 euro destinati ai Progetti Semplici e 3.970.000 euro destinato ai Progetti Integrati. In aggiunta alle risorse inizialmente assegnate, sono disponibili ulteriori risorse, per un importo pari a circa il 50% di ogni singola dotazione, quale riserva utilizzabile per completare la finanziabilità di progetti che risultino solo parzialmente finanziabili.

La sovvenzione è un contributo a fondo perduto commisurato alle spese ritenute ammissibili, in coerenza e nel rispetto di quanto indicato nell’Avviso Pubblico e nel Disciplinare, ed è concessa ai sensi del Regolamento Generale di Esenzione (RGE) o del “de minimis”, applicando le intensità dell’aiuto rispetto alle spese ammissibili.

Destinatari

  • Micro, piccole, medie Imprese (PMI), i cui progetti imprenditoriali possono ottenere contributi per tutti i Piani di Investimento previsti, sia per i Progetti Semplici che per i Progetti Integrati.
  • Grandi Imprese, i cui progetti imprenditoriali possono ottenere contributi limitatamente alle Attività di Ricerca e Sviluppo (RSI).
  • Organismi di Ricerca e Diffusione della Conoscenza (OdR, come definiti al punto 2.83 del Reg. (UE) 651/14 – RGE), che possono beneficiare solo di contributi per l’Attività di RSI presentando richiesta in effettiva collaborazione con le imprese, nell’ambito di una Aggregazione Temporanea, cui partecipano in misura accessoria (compresa fra il 10% e il 30% delle spese) e senza svolgere il ruolo di Capofila.
  • Aggregazioni Temporanee fra i soggetti sopra indicati.

I beneficiari devono avere, al più tardi al momento della prima erogazione, una sede operativa nel territorio del Lazio.

Progetti Ammissibili:

PROGETTI SEMPLICI

Possono essere presentati da PMI e devono essere realizzati entro 12 mesi dalla concessione della sovvenzione.

I Progetti Semplici devono prevedere un Piano di Investimento Materiale e Immateriale, e/o, limitatamente agli ambiti a.1 e a.2, un Piano di Investimento Materiale e Immateriale e Servizi specialistici per il rafforzamento strutturale delle imprese della filiera dell’industria cinematografica (diretta e indiretta), che può essere completato da Attività per l’Internazionalizzazione e/o Attività per la Digitalizzazione.

L’importo complessivo delle spese ammissibili deve essere non inferiore a 50 mila euro e non superiore a 500 mila euro.

PROGETTI INTEGRATI

Possono essere presentati da: IMPRESE in forma singola; IMPRESE in accordo e in effettiva collaborazione con un solo Organismo di Ricerca e Diffusione della Conoscenza; AGGREGAZIONI TEMPORANEE composte da almeno due IMPRESE e non più di sei soggetti, quindi con eventuale presenza di uno o più Organismi di Ricerca e di Diffusione della Conoscenza. Le Aggregazioni Temporanee possono essere già costituite al momento della domanda ovvero da costituire, anche subordinatamente alla concessione della sovvenzione.

Per IMPRESE si intendono: le PMI, le Grandi Imprese, le Aggregazioni Stabili e i Liberi Professionisti (cui si applica la disciplina prevista per le Imprese, ove non diversamente disciplinato).

I Progetti Integrati devono essere realizzati entro 18 mesi dalla data di concessione della sovvenzione.

I Progetti Integrati possono essere composti da uno o più Piani di Investimento e/o Attività, come specificato in dettaglio nell’Avviso Pubblico.

L’importo complessivo delle spese ammissibili deve essere non inferiore a 500 mila euro, oppure, se il progetto è composto da sole attività RSI, non inferiore a 200 mila euro.

Ogni singolo Progetto Integrato non potrà complessivamente beneficiare di una sovvenzione superiore a 3 milioni di euro.

Presentazione delle domande

  • Progetti Semplici: a partire dalle ore 12 del 10 ottobre 2017 e fino alle ore 12 del 12 dicembre 2017, ovvero, se precedente, al superamento della soglia di euro 11.000.000 di contributi richiesti.
  • Progetti Integrati: a partire dalle ore 12 del 24 ottobre 2017 e fino alle ore 12 del 9 gennaio 2018, ovvero, se precedente, al superamento della soglia di euro 8.000.000 di contributi richiesti.

 

Europa Creativa – MEDIA: Bando EACEA/17/2019 – Sostegno allo sviluppo di singoli progetti di produzione

Europa Creativa – MEDIA: Bando EACEA/17/2019 – Sostegno allo sviluppo di singoli progetti di produzione

movie-918655_1280

Obiettivo del presente bando è quello di accrescere la capacità dei produttori del settore audiovisivo di sviluppare opere audiovisive europee con potenziale di circolazione sia all’interno che al di fuori dell’UE e agevolare le co-produzioni europee e internazionali.

Le azioni riguardano singoli progetti di produzione di opere audiovisive per il cinema, la televisione o per lo sfruttamento commerciale su piattaforme digitali. Il sostegno è destinato solo alle attività di sviluppo delle seguenti opere:

– lungometraggi, animazione e documentari creativi di durata non inferiore a 60 minuti destinati prevalentemente alla proiezione in sale cinematografiche;

– fiction (edizione unica o serie) della durata complessiva di almeno 90 minuti, animazione (edizione unica o serie) della durata complessiva di almeno 24 minuti e documentari creativi (edizione unica o serie) della durata di almeno 50 minuti, destinati prevalentemente alla televisione;

– fiction aventi durata complessiva, o un’esperienza dell’utente complessiva, di almeno 90 minuti, animazione di durata complessiva, o con esperienza dell’utente complessiva, di almeno 24 minuti, documentari creativi aventi durata complessiva, o un’esperienza dell’utente complessiva, di almeno 50 minuti, destinati prevalentemente alle piattaforme digitali. Questi limiti non si applicano quando sussiste un’esperienza dell’utente in formato non lineare (ad es. realtà virtuale).

Il progetto deve avere durata massima di 30 mesi.

Il contributo finanziario per un singolo progetto consisterà in una somma forfettaria di massimo:

  • € 60.000 nel caso di opera d’animazione
  • € 25.000 nel caso di documentario creativo
  • € 50.000 nel caso di fiction con budget stimato di produzione pari o superiore a € 1,5 milioni
  • € 30.000 nel caso di fiction con budget stimato di produzione inferiore a € 1,5 milioni.

Prima Scadenza: 13/11/2019, ore 17

Seconda Scadenza: 12/05/2020, ore 17