PSR 2014-2020, Operazione 5.1.2. Bando n. 3/2019 per il finanziamento di impianti di protezione con reti antigrandine

PSR 2014-2020, Operazione 5.1.2. Bando n. 3/2019 per il finanziamento di impianti di protezione con reti antigrandine

solco_per_irrigazione_-_risaia_vercelli

L’azione ha lo scopo di sostenere la redditività e la competitività delle aziende agricole di fronte alle avversità atmosferiche e alle calamità naturali di tipo abiotico operando sulla prevenzione dei rischi. Il bando n. 2/2017, destinato ad agricoltori attivi, prevede finanziamenti fino al 50% della spesa ammissibile per la realizzazione di  impianti di protezione con reti antigrandine.

Il bando è riservato a richiedenti in possesso dei requisiti di agricoltore in attività di cui all’articolo 9 del Regolamento (UE) n. 1307/2013, sia persone fisiche che persone giuridiche, singoli o associati.

La domanda di sostegno è predisposta e presentata esclusivamente in formato digitale entro 15.05.2019.

“Union Civil Protection Mechanism Full Scale Exercises”

“Union Civil Protection Mechanism Full Scale Exercises”

floodwaters-2210270_960_720

Nell’ambito del Programma europeo Union Civil Protection Mechanism (UCPM) è stato aperto il bando “Union Civil Protection Mechanism Full Scale Exercises” che sostiene progetti di esercitazione su vasta scala che mirano a progettare, pianificare, condurre e valutare esercizi con scenari che simulano la situazione e le condizioni di tutti i tipi di disastri che richiedono l’attivazione del meccanismo.

L’obiettivo generale di UCPM è rafforzare la cooperazione tra gli Stati membri e facilitare il coordinamento nel settore della protezione civile al fine di migliorare l’efficacia del sistema di prevenzione, preparazione e risposta alle catastrofi naturali e provocate dall’uomo.

Scopo di questo bando è finanziare progetti di esercizio di protezione civile finalizzati alla pianificazione, preparazione, attuazione e svolgimento di diverse attività di protezione civile, compresa un’esercitazione su vasta scala in uno scenario multinazionale come evento principale del progetto. L’obiettivo generale è migliorare la preparazione e la risposta della protezione civile a tutti i tipi di disastri all’interno o all’esterno degli Stati partecipanti al Meccanismo.

Le proposte devono includere i seguenti elementi: scenari realistici e stimolanti; strutture di gestione e controllo per il progetto e per lo svolgimento degli esercizi; attivazione del meccanismo; squadre di protezione civile dell’UE; distribuzione di beni e gruppi di capacità europea di risposta alle emergenze (EERC); uso del sistema comune di comunicazione e informazione di emergenza (CECIS); scambio di informazioni tra i paesi interessati, gli Stati partecipanti e l’ERCC; comunicazione di crisi; il coinvolgimento delle strutture operative nazionali pertinenti; linee guida per il supporto alla nazione ospitante dell’UE; osservatori dell’UE; valutazione e lezioni apprese; visibilità dell’UE.

SOGGETTI AMMISSIBILI: Soggetti privati, pubblici, entità o organizzazioni internazionali.

BUDGET: Euro 4.000.000 (co-finanziamento dell’85% – Contributo UE di max 1.000.000 di euro per progetto).

Scadenza: 15 maggio 2019

Sottomisura 5.1 del PSR Sicilia “Sostegno a investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze di probabili calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici”

Sottomisura 5.1 del PSR Sicilia “Sostegno a investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre le conseguenze di probabili calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici”

flood-989081_640

 

Il presente bando mira a sostenere investimenti in azioni di prevenzione volte a ridurre il rischio di calamità naturali, avversità atmosferiche ed eventi catastrofici. La sottomisura 5.1 quindi intende sostenere investimenti di miglioramento delle condizioni ambientali del territorio agricolo regionale, investimenti che contribuiscono alla mitigazione dei problemi legati al dissesto idrogeologico ed all’erosione dei suoli, con tutte le conseguenze che ne derivano in termini di mantenimento del potenziale produttivo agricolo, nonché di accessibilità e fruibilità del territorio e di elevati costi di manutenzione e/o ripristino.

I beneficiari delle sottomisura sono:

  • gli imprenditori agricoli singoli o loro associazioni,
  • Enti pubblici delegati a norma di legge in materia di bonifica, per investimenti in azioni di prevenzione da rischi di inondazioni/alluvioni, a condizione che sia stabilito un nesso tra l’investimento intrapreso e il potenziale produttivo agricolo

La sottomisura prevede il sostegno di interventi di prevenzione per la gestione del rischio climatico, con impianti di reti antigrandine, e del rischio idrogeologico, mediante la realizzazione di opere di ingegneria naturalistica e/o realizzazione e riefficientamento di canali di scolo in aree classificate a pericolosità geomorfologica e idraulica elevata o molto elevata. Si prevede, inoltre, di sostenere gli investimenti per il miglioramento delle infrastrutture destinate alla regimazione dei deflussi superficiali ed al controllo dei livelli di falda freatica, finalizzato ad evitare i rischi di inondazione, alluvioni ed esondazioni che possono determinare la perdita del potenziale produttivo agricolo.

Il bando che gode di una dotazione finanziaria di 5.000.000 € prevede un’intensità del sostegno, concesso sotto forma di contributo in conto capitale, del:

  • 80% del costo dell’investimento ammissibile per interventi di prevenzione realizzati da singoli agricoltori e, in generale, per gli investimenti non riguardanti infrastrutture
  • 100% del costo dell’investimento ammissibile solo per gli investimenti in infrastrutture per interventi di prevenzione realizzati collettivamente da più beneficiari o da Enti pubblici a condizione che vi sia un nesso con la produzione agricola

L’importo massimo concedibile è pari ad € 150.000,00 per beneficiario, mentre l’importo minimo ammissibile è pari ad € 10.000,00 per beneficiario.

Le domande di sostegno per la partecipazione al bando potranno essere caricate sul portale SIAN di AGEA dal 24 gennaio al 9 maggio 2019