OCM vino – Promozione sui mercati dei paesi extra UE annualità 2020/2021

OCM vino – Promozione sui mercati dei paesi extra UE annualità 2020/2021

6-Agri-Food

Il bando sostiene, nell’ambito della OCM Vino – Misura promozione del vino sui mercati dei paesi extra UE, i progetti regionali e multiregionali di promozione dei vini di qualità per l’annualità 2020/2021.

La misura si propone di sostenere le attività di promozione del vino di qualità sui mercati dei paesi extra UE.

L’aiuto è concesso ha una percentuale massima del 60% per le attività promozionali.

Possono beneficiare i consorzi di tutela viticoli, le associazioni di produttori vitivinicoli, consorzi, società cooperative, ATI e ATS.

I Progetti multiregionali dovranno essere presentati alla Regione Piemonte individuata come Regione Capofila e dovranno pervenire, pena l’esclusione, entro e non oltre le ore 23:59:59 del 30 novembre 2020, secondo le modalità stabilite nel bando.

Progetti di promozione sui mercati esteri europei ed extra-europei

Progetti di promozione sui mercati esteri europei ed extra-europei

 

Il bando intende promuovere il sistema produttivo regionale, sostenendo ed espandendo le opportunità commerciali, di collaborazione industriale e di investimento delle PMI dell’Emilia-Romagna sui mercati internazionali.

Possono partecipare al bando associazioni imprenditoriali, Camere di Commercio Italiane e Unione delle Camere di Commercio con sede in Emilia-Romagna, Camere di Commercio italiane all’estero (ufficialmente riconosciute dallo Stato italiano ai sensi della legge n. 518/1970) e Fondazioni aventi fra i propri scopi sociali la promozione dell’economia o delle relazioni economiche con paesi esteri. I destinatari delle attività realizzate tramite i progetti presentati devono essere prevalentemente PMI con sede o unità operativa in Emilia-Romagna.

I progetti presentati dovranno definire chiaramente un percorso strutturato di internazionalizzazione delle imprese in forma collettiva finalizzato allo sviluppo di iniziative rivolete alla promozione, penetrazione commerciale e industriale che preveda un insieme articolato e finalizzato di azioni di natura imprenditoriale e istituzionale, con ricadute sul sistema produttivo regionale e dovranno concludersi inderogabilmente entro il 31/12/2020.

La Regione agevolerà la realizzazione dei progetti approvati con un contributo massimo del 50% del valore delle spese ammissibili e, comunque, non superiore a € 80.000. I contributi concessi costituiscono aiuti “de minimis”.

Il presente è aperto dalle ore 12.00 del 13 maggio 2019 fino alle ore 16.00 del 31 luglio 2019.

 

Finanziamenti agevolati per programmi di inserimento sui mercati extra UE

Finanziamenti agevolati per programmi di inserimento sui mercati extra UE

progetto_trasporti_2

Il finanziamento agevolato è finalizzato a sostenere progetti di inserimento in mercati extra UE, attraverso l’apertura di strutture (ufficio – show room – negozio – corner) per la diffusione o il lancio dei prodotti/servizi ovvero il potenziamento di strutture già esistenti.

Beneficiari del bando sono tutte le imprese con sede legale in Italia, in forma singola o aggregata.

Il finanziamento copre il 100% delle spese preventivate, fino ad un massimo di € 2.500.000,00 e comunque nei limiti previsti dal Regolamento UE n.1407/2013, relativo agli aiuti di importanza minore “de minimis”.

Il tasso agevolato è pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria vigente alla data della delibera di concessione del finanziamento (consultabile sul sito www.simest.it).

Sono ammissibili al finanziamento le spese sostenute dalla data di presentazione della domanda sino a 24 mesi dopo la stipula del contratto di finanziamento.

Spese ammissibili:

  • spese di funzionamento della struttura estera (affitto, allestimento, gestione, etc), compreso il personale in loco;
  • spese per attività promozionali (partecipazione a fiere/mostre, pubblicità, etc), comprese quelle sostenute anche in area U.E., purché risultino collegate alla realizzazione del progetto.

È riconosciuta una quota forfettaria del 30% sul totale delle spese ammesse, per spese generali non documentabili.

Il finanziamento agevolato deve essere garantito in tutto o in parte. Le PMI e le MID CAP (imprese con un numero di dipendenti compreso tra 250 e 3000) possono ottenere riduzioni di garanzia in funzione della classe di valutazione “scoring” dell’impresa fino a un massimo dell’80% (questa percentuale può anche essere superiore nel caso di intervento del Fondo Crescita Sostenibile. Per info www.simest.it).

Il finanziamento è concesso secondo le seguenti modalità:

  • la prima erogazione, per un importo minimo del 10% del finanziamento, deve essere richiesta entro 3 mesi dalla data di stipula del contratto, previa presentazione della distinta delle spese sostenute e da sostenere per un periodo di 6 mesi dalla data di stipula del contratto.
  • erogazioni successive possono essere richieste, con gli stessi limiti e modalità. Complessivamente la prima erogazione e le successive, salvo l’ultima a saldo, non devono superare il 70% del finanziamento;
  • l’importo a saldo è erogato, a condizione che le spese sostenute superino l’importo già erogato, sulla base della rendicontazione finale dell’impresa.

La domanda di finanziamento deve essere presentata alla Simest SpA.