Sistema di allerta incidenti in mare: bando FEAMPA

Sistema di allerta incidenti in mare: bando FEAMPA

environmental-protection-886669_640

L’Agenzia esecutiva per il clima, le infrastrutture e l’ambiente (CINEA) ha pubblicato il primo bando nel quadro del neo-istituito FEAMPA, il Fondo europeo per gli affari marittimi, la pesca e l’acquacoltura, con l’obiettivo di istituire un servizio di allerta incidenti pre-operativo nella rete CISE marittimo (il sistema comune per la condivisione delle informazioni sul settore marittimo dell’UE), in cui scambiare le informazioni relative agli incidenti a bordo delle navi o qualsiasi tipo di beni marittimi.

Il bando intende rafforzare la cooperazione fra le autorità marittime pubbliche degli Stati membri (compresi i servizi della Commissione europea e le agenzie dell’UE) promuovendo lo sviluppo di almeno 2 servizi nella fase pre-operativa e favorire l’adozione del CISE marittimo, in vista della sua operatività in linea con la Comunicazione della Commissione Rafforzare la cooperazione tra le autorità di sorveglianza marittima per un’azione più consapevole ed efficace: le prossime tappe nell’ambito del sistema comune per la condivisione delle informazioni sul settore marittimo dell’UE – COM(2014)451.

I servizi in fase pre-operativa sviluppati dovrebbero riguardare l’allerta per rischi e incidenti che utilizzano il CISE per lo scambio di informazioni; questi servizi devono essere complementari rispetto alle informazioni scambiate attraverso i sistemi esistenti e in nessun modo sostituiranno detti sistemi e gli obblighi legali ad essi connessi ai sensi del diritto europeo e/o internazionale.

Le proposte dovrebbero incentrarsi sull’introduzione di servizi d’informazione in grado di sostenere il lavoro delle autorità competenti, affrontando almeno tre casi d’uso nell’ambiente pre-operativo e coinvolgere le autorità del maggior numero possibile di settori tra quelli individuati nella Comunicazione CISE – COM(2010)584.

I servizi proposti dovrebbero facilitare il lavoro degli operatori nello svolgimento dei loro compiti nel contesto dei casi d’uso identificati, condividendo tempestivamente le informazioni necessarie all’interno del loro sistema. La condivisione automatica delle informazioni sui servizi selezionati dovrebbe comportare la riduzione del carico di lavoro a livello operativo e l’ulteriore rafforzamento del processo decisionale a livello tattico; pertanto, lo scambio di informazioni deve essere automatizzato, collegando i sistemi delle autorità coinvolte (nessun simulatore o client dedicato) e deve essere dimostrato l’uso effettivo delle informazioni ricevute da parte del sistema ricevente.

Possono presentare una proposta di progetto autorità pubbliche a livello nazionale, regionale o locale stabilite negli Stati UE riuniti in consorzi di almeno 6 partner (non affiliati) di almeno 6 Stati diversi, che rappresentino almeno 3 dei 7 settori identificati nella Comunicazione CISE.

Il bando beneficia di un budget di 2.437.500 euro che andrà a finanziare una (sola) proposta progettuale.

La scadenza per la presentazione di una proposta progettuale è il 18 gennaio 2022.