Il primo bando in Mozambico e Swaziland

Il primo bando in Mozambico e Swaziland

La Sede dell’AICS di Maputo ha comunicato recentemente l’apertura del bando per l’affidamento della realizzazione dell’iniziativa “Sviluppo rurale in Mozambico e Swaziland” (Componente A del programma “Mitigazione degli effetti della siccità causati da El Niño nei paesi dell’Africa Australe per rafforzare la resilienza delle comunità beneficiarie AID 10862”) ad organizzazioni e a soggetti iscritti all’elenco OSC dell’Agenzia. Si tratta del primo bando che viene lanciato sulla base delle disposizioni contenute nella nuova legge di cooperazione e delle procedure approvate dal Comitato Congiunto lo scorso mese di febbraio. Dotazione 5 milioni di euro. Scadenza per l’invio delle domande 11 giugno 2017.
Obiettivo generale dell’iniziativa è mitigare gli effetti causati sulla sicurezza alimentare e la malnutrizione dalla prolungata siccità di El Niño nella regione dell’Africa Australe. L’iniziativa mira a rafforzare la resilienza delle popolazioni attraverso l’assistenza all’agricoltura e all’allevamento, la promozione dell’irrigazione e della commercializzazione dei prodotti agricoli, il rafforzamento delle competenze tecniche e gestionali dei produttori e dei servizi tecnici, la mitigazione degli effetti della siccità sulle fasce più vulnerabili della popolazione.
L’iniziativa è suddivisa in due distinti progetti di importo massimo pari a 2.500.000 euro ciascuno, in base alle caratteristiche economiche, geografiche e sociali dell’area d’intervento.
Quattro elementi caratterizzano l’Iniziativa:
a) interviene in due regioni contigue di Mozambico e Swaziland promuovendo le azioni sinergiche e l’efficacia delle attività e gli scambi fra attori coinvolti;
b) costruisce su quanto realizzato nei decenni precedenti dalla Cooperazione Italiana nel settore dello sviluppo rurale fra Moamba, Boane e Namaacha;
c) capitalizza la presenza di importanti strutture locali di formazione nel settore agricolo;
d) adatta le azioni possibili alle risorse e alle caratteristiche del territorio con un approccio flessibile, modulare e concertato con gli attori e i partner locali, grazie anche alla sua suddivisione in due progetti

Sicurezza alimentare e nutrizione in Mozambico, Malawi e Zimbawe

Sicurezza alimentare e nutrizione in Mozambico, Malawi e Zimbawe

L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) ha pubblicato due bandi per la raccolta di proposte progettuali su nuove iniziative di emergenza da attuarsi in Mozambico, Malawi e Zimbawe, con un budget complessivo di 3,5 milioni di euro.
L’obiettivo generale dell’iniziativa è quello di mitigare gli effetti negativi sulla sicurezza alimentare e sulla nutrizione causati dalla prolungata siccità provocata dal fenomeno El Niño nella regione dell’Africa australe, per alcuni paesi maggiormente colpiti (Mozambico, Swaziland, Zimbabwe e Malawi).
Possono presentare proposte progettuali, i soggetti non profit che alla data di pubblicazione, siano in possesso dei requisiti stabiliti dall’avviso. Le proposte progettuali potranno essere presentate da una o più organizzazioni in consorzio.
Mozambico
Temi: Sicurezza alimentare e nutrizione
Durata massima delle attività: 5 mesi
Dotazione: € 243.201
Finanziamento massimo per ogni progetto: € 150.000
Scadenza per la presentazione delle domande: 17 aprile 2017
Malawi e Zimbabwe
Malawi: sicurezza alimentare e sostegno ai servizi di base (acqua, salute, nutrizione)
Dotazione: € 1.700.000
Zimbabwe: sicurezza alimentare e sostegno ai servizi di base (acqua, salute, nutrizione)
Durata massima delle attività di progetto: 24 mesi
Dotazione: € 1.700.000
Finanziamento massimo per ogni progetto € 1.000.000
Scadenza per la presentazione delle domande: 4 maggio 2017