Connecting Europe Facility (CEF) Telecom: pubblicati 3 nuovi bandi

Connecting Europe Facility (CEF) Telecom: pubblicati 3 nuovi bandi

work-731198_1280

La Commissione europea ha pubblicato 3 nuovi bandi relativi al Work Programme 2018 del programma Connecting Europe Facility, settore telecomunicazioni (CEF TELECOM).

In particolare, i bandi e i relativi topic aperti sono:

Bando CEF-2018-2:

  • CEF-TC-2018-2: Traduzione automatica (Automated Translation)
  • CEF-TC-2018-2: Emissione elettronica di documenti (eDelivery)
  • CEF-TC-2018-2: Fatturazione elettronica (eInvoicing)

Il bilancio indicativo totale disponibile è di 10,5 milioni di euro. Il termine ultimo per presentare le proposte per questi tre inviti è il 18 settembre 2018.

Bando CEF-2018-3:

CEF-TC-2018-3: Cibersicurezza

Il bilancio indicativo totale disponibile è di 13 milioni di euro. Il termine ultimo per presentare le proposte è il 22 novembre 2018.

Bando CEF-2018-5:

CEF-TC-2018-5: Dati pubblici aperti (Public Open Data)

Il bilancio indicativo totale disponibile è di 18,5 milioni di euro. Il termine ultimo per presentare le proposte è il 15 novembre 2018.

Europa Creativa – CULTURA: Bando EACEA 13/2018 per progetti di traduzione letteraria

Europa Creativa – CULTURA: Bando EACEA 13/2018 per progetti di traduzione letteraria

books-21849_1280

Obiettivi del bando sono:

– promuovere la diversità culturale e linguistica nell’UE e negli altri Paesi ammissibili ad Europa creativa;

– accrescere la circolazione transnazionale e la diversità di opere letterarie di alta qualità;

– migliorare l’accesso a opere letterarie di alta qualità sia all’interno che all’esterno dell’UE;

– raggiungere nuovo pubblico per le opere letterarie tradotte.

Priorità:

– sostenere la promozione della letteratura europea tradotta;

– incoraggiare la traduzione dalle lingue meno parlate verso l’inglese, il tedesco, il francese, lo spagnolo (castigliano), per garantire un’ampia circolazione delle opere letterarie;

– incoraggiare la traduzione dei generi meno rappresentati come le opere per i giovani (bambini, adolescenti, giovai adulti), i fumetti, graphic novel, racconti e poesia;

– incoraggiare l’uso appropriato delle tecnologie digitali sia nella distribuzione che nella promozione delle opere;

– incoraggiare la traduzione e la promozione dei libri che hanno vinto il Premio Europeo per la Letteratura;

– dare spessore al profilo dei traduttori.

Sostegno a due categorie di progetti (una candidatura deve riguardare una sola delle due categorie):

Categoria 1 – Progetti biennali

Progetti di durata massima di due anni riguardanti la traduzione e la promozione di un pacchetto di 3-10 opere letterarie, basati su una strategia per la traduzione, la pubblicazione, la distribuzione e la promozione delle opere.

Categoria 2 – Accordi quadro di partenariato

Progetti, supportati da un accordo quadro di partenariato della durata massima di tre anni, riguardanti la traduzione e la promozione di un pacchetto di 3-10 opere letterarie per ciascun anno. Questi progetti dovranno comprendere un piano d’azione basato su una strategia per la traduzione, la pubblicazione, la distribuzione e la promozione delle opere che copra l’intera durata dell’accordo quadro.

I progetti devono avere inizio tra gennaio e marzo 2019.

Beneficiari del bando sono editori o case editrici legalmente costituiti con personalità giuridica da almeno 2 anni in uno dei Paesi ammissibili al Sottoprogramma Cultura. Tali Paesi sono (per i Paesi non-UE l’elenco è aggiornato al 22/03/2018): i 28 Stati UE, i Paesi EFTA/SEE (solo Islanda e Norvegia), i Paesi candidati e potenziali candidati (Albania, Bosnia-Erzegovina, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia), i Paesi PEV (solo Georgia, Moldavia, Ucraina, Tunisia).

Entità Contributo

– Progetti Categoria 1: contributo UE fino al 50% dei costi totali ammissibili del progetto per un massimo di € 100.000.

– Progetti Categoria 2: contributo UE fino al 50% dei costi totali ammissibili del progetto per un massimo di € 100.000 all’anno.

Per la presentazione dei progetti è necessario registrarsi al Portale dei partecipanti al fine di ottenere un Participant Identification Code (PIC). Il PIC sarà richiesto per generare l`eForm (formulario elettronico) e presentare la candidatura online.

Scadenza: 23/05/2018, ore 12

Bando EACEA 15/2017 per progetti di traduzione letteraria

Europa Creativa – CULTURA: bando EACEA 15/2017 per progetti di traduzione letteraria

books-21849_1280

Obiettivo
– promuovere la diversità culturale e linguistica nell’UE e negli altri Paesi ammissibili ad Europa creativa;
– accrescere la circolazione transnazionale e la diversità di opere letterarie di alta qualità;
– migliorare l’accesso a opere letterarie di alta qualità sia all’interno che all’esterno dell’UE;
– raggiungere nuovo pubblico per le opere letterarie tradotte.
Priorità:
– sostenere la promozione della letteratura europea tradotta;
– incoraggiare la traduzione dalle lingue meno parlate verso l’inglese, il tedesco, il francese, lo spagnolo (castigliano), per garantire un’ampia circolazione delle opere letterarie;
– incoraggiare la traduzione dei generi meno rappresentati, come opere per i giovani (bambini, adolescenti, giovai adulti), fumetti, graphic novel, racconti e poesia;
– incoraggiare l’uso appropriato delle tecnologie digitali sia nella distribuzione che nella promozione delle opere;
– incoraggiare la traduzione e la promozione dei libri che hanno vinto il Premio Europeo per la Letteratura;
– dare spessore al profilo dei traduttori.
Il bando prevede il sostegno a progetti biennali di traduzione di opere letterarie. I progetti devono riguardare la traduzione e la promozione di un pacchetto di 3-10 opere letterarie e ed essere basati su una strategia per la traduzione, la pubblicazione e la distribuzione delle opere.
Sono ammissibili opere in tutte le lingue ufficiali dei Paesi ammissibili al Sottoprogramma Cultura, compreso Latino e Greco antico, a condizione che o la lingua di origine dell’opera o la lingua scelta per la traduzione siano lingue ufficiali di un Paese UE o EFTA/SEE.
La lingua di traduzione deve essere la madrelingua del traduttore (eccetto i casi di lingue meno parlate) e la traduzione deve avere una dimensione transnazionale.
Le opere da tradurre possono essere sia in formato cartaceo che digitale (e-book). Inoltre, devono:
– essere esclusivamente opere di narrativa di alto valore letterario indipendentemente dal genere, come romanzi, racconti, opere teatrali, poesia, fumetti e narrativa per ragazzi;
– essere state scritte da autori aventi cittadinanza o residenza in uno dei Paesi ammissibili al Sottoprogramma Cultura (escluso per le opere in Greco antico o Latino);
– essere già state pubblicate e mai tradotte in precedenza nella lingua scelta per la traduzione.
Attività ammissibili:
– traduzione, pubblicazione, distribuzione e promozione di un pacchetto di opere di narrativa di alto valore letterario; può essere prevista anche la traduzione di estratti di opere di narrativa dei cataloghi degli editori (non comprese nel pacchetto), per promuoverne la vendita dei diritti sia all’interno che al di fuori dell’Europa
– eventi speciali e attività di marketing/distribuzione organizzati per la promozione delle opere tradotte sia all’interno che al di fuori dell’UE, compresi gli strumenti di promozione digitale e la promozione di autori nell’ambito di Fiere del libro e Festival letterari.
Beneficiari del bando sono editori o case editrici legalmente costituiti con personalità giuridica da almeno 2 anni in uno dei Paesi ammissibili al Sottoprogramma Cultura. Tali Paesi sono: i 28 Stati UE, i Paesi EFTA/SEE (solo Islanda e Norvegia), i Paesi candidati e potenziali candidati (Albania, Bosnia-Erzegovina, ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia), i Paesi PEV (solo Georgia, Moldavia, Ucraina).
Il contributo UE può coprire fino al 50% dei costi totali ammissibili del progetto per un massimo di € 100.000.
I progetti devono avere durata massima di 2 anni con inizio tra gennaio e marzo 2018.
Per la presentazione dei progetti è necessario registrarsi al Portale dei partecipanti al fine di ottenere un Participant Identification Code (PIC). Il PIC sarà richiesto per generare l`eForm (formulario elettronico) e presentare la candidatura online.
Scadenza: 25/07/2017, ore 12 (ora di Bruxelles)