Primo bando per il volontariato culturale 2021

Primo bando per il volontariato culturale 2021

hand-1917895_640

La Fondazione CARITRO stimola la produzione, la diffusione e la valorizzazione di attività culturali in quanto viene ritenuta un’azione strategica per favorire e promuovere la crescita e lo sviluppo della società. In particolare, la capacità del sistema locale di programmare e realizzare progetti culturali favorisce in modo diffuso la creatività, la conoscenza, la partecipazione attiva, il confronto e il dialogo tra idee e visioni diverse.

Obiettivo del bando:

  • Favorire la ripartenza e la vivacità dell’offerta dei sistema culturale sostenendo progetti di divulgazione culturale sviluppati con logiche di rete da relatà di volontariato;
  • Favorire nuovi format e modalità di offerta e fruizione culturale, anche con logiche di prossimità, riscoprendo nuovi luoghi della città e dei territori ed eventualmente prevedendo modalità di fruizione a distanza tramite l’uso di tecnologie digitali.

Il bando è destinato a reti composte da almeno 2 realtà di volontariato culturale che collaborano per programmare e realizzare un progetto. Per realtà di volontariato culturale si intendono: associazioni, fondazioni, cooperative sociali, comitati, organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale.

Il bando scade 10 febbraio 2021 ore 17.00.

Bando reti scuola-territorio 2021

Bando reti scuola-territorio 2021

poverta

La Fondazione CARITRO sostiene la qualità del sistema scolastico e formativo in quanto azione strategica per permettere ai giovani di crescere e sviluppare le proprie potenzialità.

In particolare, intende contribuire alla crescita qualitativa dell’offerta formativa del territorio promuovendo l’apertura e la collaborazione con le realtà locali.

Sostenere progetti realizzati in rete con l’obiettivo di:

– Stimolare le realtà scolastiche a co-progettare con le realtà del contesto territoriale che le circonda

– Offrire opportunità di affrontare temi di attualità e problematiche giovanili anche in linea con l’insegnamento dell’educazione civica

– Sviluppare nei giovani competenze trasversali concretamente spendibili in qualità di cittadini attivi

Il bando è destinato a reti composte da almeno 3 realtà. La rete deve essere composta da:

– almeno una realtà scolastica (si intendono le istituzioni scolastiche e formative provinciali ed istituzioni paritarie del Primo e Secondo ciclo con sede nella Provicia autonoma di Trento)

– almeno una una realtà del contesto territoriale (si intendono tutte le organizzazioni senza scopo di lucro pubbliche o private). Tali realtà possono anche non avere sede in Provincia autonoma di Trento

Bando scade 4  marzo 2021.

Bando annuale produzioni culturali 2021

Bando annuale produzioni culturali 2021

ballet-1376250_1280

La Fondazione CARITRO stimola la produzione, la diffusione e la valorizzazione di attività culturali in quanto viene ritenuta un’azione strategica per favorire e promuovere la crescita e lo sviluppo della società.

In particolare, la capacità del sistema locale di programmare e realizzare progetti culturali favorisce in modo diffuso la creatività, la conoscenza, la partecipazione attiva, il confronto e il dialogo tra idee e visioni diverse.

Obiettivo del bando:

Favorire la vivacità dell’offerta del sistema culturale trentino sostenendo l’ideazione e la distribuzione di produzioni culturali originali con finalità divulgative che prevedano anche il coinvolgimento di giovani operatori culturali.

Il bando è destinato a realtà culturali senza scopo di lucro che agiscano con esperienza e con elevato grado di professionalità. Il bando scade 26 febbraio 2021.

#RipartiTrentino con il “bando montagna”

#RipartiTrentino con il “bando montagna”

matterhorn-1516733_1280-e1527078248457

Interventi a favore delle piccole e medie imprese per progetti di sviluppo imprenditoriale in aree montane: è questo il titolo integrale dell’Avviso n. 3/2020 con cui la Provincia autonoma di Trento interviene a sostegno della ripresa economica e dello sviluppo produttivo delle aree montane e periferiche del Trentino, duramente colpite delle diverse misure di contenimento della pandemia.

Il bando, gestito da Trentino Sviluppo, mette a disposizione fino a 200 mila euro in contributi o partecipazione al capitale sociale da parte di Trentino Sviluppo, dando seguito alle numerose manifestazioni di interesse raccolte dall’agenzia per lo sviluppo territoriale nel corso del 2019 attraverso l’iniziativa denominata “Progetti d’impresa nel cuore delle Alpi”.

Il bando è gestito da Trentino Sviluppo, con uno budget complessivo di 5 milioni di euro messo a disposizione dalla Giunta provinciale. Lo scopo dell’iniziativa è quello di stimolare e favorire uno sviluppo economico armonico e diffuso nelle aree montane del Trentino, prerequisito fondamentale per tenere vive queste zone stimolandone la crescita sia a livello economico che sociale.

All’iniziativa possono aderire le imprese che operano nei comuni trentini al di sopra dei 400 metri di altitudine e con una popolazione non superiore ai 7 mila abitanti. L’avviso coniuga due diverse modalità di intervento e cioè la concessione di contributi alle aziende che effettuino investimenti o acquisiscano servizi di consulenza nell’ambito di progetti di crescita e di innovazione e la partecipazione di Trentino Sviluppo al capitale dell’impresa richiedente con la logica dell’investitore privato. In entrambi i casi lo stanziamento pubblico potrà arrivare fino a un massimo di 200 mila euro per ciascuna impresa selezionata.

A quali aziende si rivolge il “Bando Montagna”

Il bando si articola in 2 categorie:

  • La categoria A) che prevede la concessione di un contributo di massimo 200 mila euro – 100 mila per i beneficiari del regime “de minimis” – alle imprese montane che effettuino investimenti fissi o acquisiscano servizi di consulenza volti a introdurre sul mercato prodotti e servizi nuovi o innovativi.
  • La categoria B) riservata, invece, alle imprese che – sempre con questa finalità – richiedano la partecipazione di Trentino Sviluppo nel loro capitale d’impresa con la logica dell’investitore privato. La partecipazione – di minoranza – dovrà essere tra i 50 e i 200 mila euro e l’importo dovrà andare a sommarsi a un investimento di almeno pari valore effettuato dall’investitore privato, secondo la logica del cosiddetto “pari passu”.

Saranno ammesse al bando iniziative nell’ambito delle produzioni manifatturiere che utilizzino materiali locali, sostenibili e attenti alla filiera del riciclo, della bioedilizia e dell’edilizia in legno, della meccanica, robotica e automazione, del riuso e dell’economia circolare, della trasformazione di prodotti agricoli e alimentari, della produzione di tecnologie per l’agricoltura di montagna e di monitoraggio del territorio tramite ICT e telecomunicazioni, della protezione ambientale e prevenzione del dissesto idrogeologico. “Disco verde” anche per le iniziative che aiutino a contrastare gli effetti negativi della pandemia, con particolare riferimento alla telemedicina, al monitoraggio delle distanze e al tracciamento tra persone, ai controlli degli accessi, alla verifica biometrica e di sicurezza.

Le domande per la partecipazione al bando devono essere presentate entro le ore 12:00 del giorno 25 gennaio 2021

Trentino Startup Valley: lanciato il programma dedicato a startupper, aspiranti e neo-imprenditori

Trentino Startup Valley: lanciato il programma dedicato a startupper, aspiranti e neo-imprenditori

startup-1018514_1280

Trentino Startup Valley ha lanciato un programma di accompagnamento per startupper, aspiranti e neo-imprenditori che consiste in appuntamenti formativi, coaching, supporto economico, accesso a spazi e laboratori di ricerca e network di imprenditori e investitori.

Il programma è a numero chiuso e si articola in 3 fasi: Bootstrap, Validation, Go-to-market. Per essere ammessi allo step successivo è necessario superare con successo il precedente. Sono ora aperte le candidature alla 1° fase fino al 16 dicembre 2019.

Possono partecipare singoli e gruppi non ancora costituiti in impresa oppure imprese costituite nei 12 mesi precedenti la data di emissione del bando.

I candidati devono presentare un valido progetto di impresa, innovativo e originale, frutto del proprio ingegno. Verrà riconosciuto un valore aggiunto alle proposte relative a una delle specializzazioni intelligenti della Provincia autonoma di Trento, ovvero Agrifood, Energia e Ambiente, Meccatronica e Qualità della Vita.

Scadenza: 16/12/2019