Progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale

Friuli-Venezia Giulia: nuovo bando per progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale

Training

Pubblicato dalla Regione Friulia-Venezia Giulia un nuovo bando POR FESR per progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.

In particolare il bando mira a finanziare le imprese con un contributo a fondo perduto per la realizzazione di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nelle aree di specializzazione agroalimentare e filiere produttive strategiche (Metalmeccanica e Sistema casa). I progetti devono essere realizzati in forma collaborativa e possono avere una durata massima di 21 mesi; sono ammissibili le spese strettamente connesse al progetto di R&S.

I termini per la presentazione delle domande si aprono alle ore 10 del 18 settembre 2017 e si chiudono alle ore 12 del 19 ottobre 2017.

PRIMI BANDI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI STANDARD

PRIMI BANDI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI STANDARD

Sono stati pubblicati sulla pagina web del programma www.ita-slo.eu i quattro bandi n. 1/2016 1b, 2/2016 4e, 3/2016 6c, 6d, 6f e 4/2016 11 ETC per la presentazione di progetti standard. La procedura di presentazione delle domande sarà esclusivamente in formato elettronico ed opererà sulla base del sistema Front End Generalizzato – FEG predisposto dalla Regione Autonoma Friuli – Venezia Giulia, previo ottenimento di login e password per il tramite del sistema Login FVG. I link per accedere ad entrambi i sistemi verranno attivati sulla pagina web del programma www.ita-slo.eu al momento della pubblicazione dei Bandi. A conclusione dell’inserimento dei dati nel sistema FEG i Lead partner (LP) ed i Project partner (PP) dovranno obbligatoriamente sottoscrivere la domanda di finanziamento e la documentazione richiesta a mezzo firma digitale. Per cui si invitano sin d’ora i LP ed i PP, se non già in possesso, di dotarsi di firma digitale forte presso i fornitori autorizzati: in Italia presso le Camere di Commercio, Poste italiane nonché presso gli altri fornitori autorizzati, in Slovenia ci sono 4 i fornitori autorizzati: il Ministero per la pubblica amministrazione, una posta, una banca e un’azienda specializzata. Il costo per l’acquisizione di firma digitale rappresenta spesa ammissibile ai fini del finanziamento.

Per i beneficiari sloveni: si avvisa che per la firma elettronica dei documenti è possibile utilizzare sia gli standard qualified digital certificates che gli adavanced qualified digital certificates.