Microcredito per start up e nuove imprese

Microcredito per start up e nuove imprese

startup-1018514_1280

È attivo il bando a sostegno della nascita di nuove imprese giovanili, femminili e dei destinatari di ammortizzatori sociali nei settori manifatturiero, commercio turismo e terziario. La misura intende sostenere l’avvio di piccole e micro iniziative imprenditoriali attraverso la concessione di finanziamenti agevolati a tasso zero – microcredito – fino al 70% del costo totale ammissibile. Il costo totale ammissibile deve essere non inferiore a 8000 euro e non superiore a 35.000 euro.

Il finanziamento ha durata di 7 anni, con rimborso in rate trimestrali posticipate costanti.

Possono presentare domanda:

  • Micro e Piccole Imprese, liberi professionisti in quanto equiparati alle imprese – delibera GR n. 240/2017 – definite giovanili, femminili oppure di destinatari di ammortizzatori sociali ai sensi della L.R. 35/2000 costituite nei due anni precedenti la data di presentazione della domanda di accesso all’agevolazione.
  • Persone fisiche che, entro sei mesi dalla data di presentazione della domanda, costituiranno un’attività imprenditoriale (MPI) – o un’attività di libero professionista – giovanile, femminile o di destinatari di ammortizzatori sociali.

Le imprese richiedenti devono avere sede legale o unità locale in Toscana.

La misura è attiva fino a esaurimento delle risorse.

Microcredito a tasso zero per investimenti in nuove tecnologie

Microcredito a tasso zero per investimenti in nuove tecnologie

Training

Il bando ha lo scopo di sostenere  e  incrementare in Toscana, attraverso il microcredito,  gli investimenti delle micro e piccole imprese artigiane, industriali manifatturiere, turistiche,  commerciali,  della cultura  e  del terziario, in macchinari,  impianti  e  beni intangibili   di accompagnamento  nei  processi  di  riorganizzazione  e  ristrutturazione,  in  linea  con  la  Strategia  della  specializzazione intelligente per la Toscana, declinata nelle priorità tecnologiche ICT e fotonica,  Fabbrica intelligente,  Chimica e nanotecnologie, e con le strategie nazionali e regionali di Industria 4.0.

Possono presentare domanda:

– le micro e piccole imprese, ivi comprese le società consortili di cui all’art. 26 comma 15 ter del C.C. così come definite dall’allegato 1 del Reg. (UE) n. 651/2014;

– i liberi professionisti in quanto equiparati alle imprese (delibera di G.R. n. 240/2017), aventi sede legale o unità locale destinatarie dell’intervento, nel territorio regionale.

l fondo supporta programmi innovativi di investimento in attivi materiali e/o immateriali finalizzati alle seguenti tipologie di cui al Reg. (UE) n. 651/2014:

  1. a) ampliamento di uno stabilimento esistente;
  2. b) diversificazione della produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi;
  3. c) trasformazione radicale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente.

Gli investimenti devono necessariamente riferirsi agli ambiti tecnologici della Strategia di specializzazione intelligente per la Toscana (RIS3) con le seguenti priorità tecnologiche:

– ICT e Fotonica

– Fabbrica Intelligente

– Chimica e Nanotecnologie.

L’agevolazione viene concessa nella forma di microcredito a tasso zero, non supportato da garanzie personali e patrimoniali, fino ad una misura massima del 55% del costo totale ammissibile sugli investimenti in RIS3.

La percentuale di copertura del costo ammissibile è elevata fino al:

– 65% in caso di progetti di investimento in linea con le strategie nazionali e regionali di Industria 4.0, che riguardino beni materiali strumentali nuovi;

– al 70% in caso di progetti di investimento in linea con le strategie nazionali e regionali di Industria 4.0, che riguardino beni materiali strumentali nuovi e beni strumentali immateriali.

Il finanziamento relativo al costo delle opere murarie è comunque pari al 55%.

Il limite massimo del finanziamento è comunque pari a 25 mila euro.

Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 9,00 del 18 settembre 2017 fino ad esaurimento delle risorse.