Lanciato il bando per partecipare al programma di accelerazione “Carbon Removal ClimAccelerator”

Lanciato il bando per partecipare al programma di accelerazione “Carbon Removal ClimAccelerator”

ict

È aperto il bando per partecipare al programma di accelerazione “Carbon Removal ClimAccelerator” di Eit Climate-KIC. Il programma è incentrato esclusivamente sulla CDR, e ha lo scopo di realizzare le idee e tecnologie dei vincitori, così da permettere loro di accedere a opportunità di impatto e-business.

In particolare, il programma si concentra sulla cattura diretta del carbonio atmosferico attraverso la tecnologia e la natura.

Per essere ammissibili, i candidati devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • tutti i team devono essere situate in Europa;
  • tutti i team devono essere imprese formalmente registrate entro la fine della fase 1 e non devono essere costituiti da più di 5 anni;
  • tutti i team devono lavorare sul CDR, sia sviluppando soluzioni che alla fine saranno in grado di realizzare crediti CDR, sia soluzioni che risolvono problemi di mercato nello spazio CDR;
  • i team non possono essere ex partecipanti ai programmi EIT Climate-iC Accelerator o ClimAccelerator

Scadenza: 5 settembre 2022

Programma per il mercato unico: prevenzione dello spreco alimentare

Programma per il mercato unico: prevenzione dello spreco alimentare

ja-ma-goux23dnks-unsplash

Nel quadro del Programma per il Mercato Unico (SMP) è stato aperto un invito a presentare proposte finalizzato alla prevenzione dello spreco alimentare.

Il bando è rivolto ai settori dell’ospitalità e della ristorazione, in particolare PMI, ed erogherà sovvenzioni a progetti pilota e dimostrativi che sviluppano, testano e dimostrano approcci innovativi nella prevenzione e riduzione degli sprechi alimentari (relativi, ad esempio, all’organizzazione, alla gestione, alla cooperazione intersettoriale, ecc.), comprese innovazioni, sia sociali che tecnologiche.

Il settore dell’ospitalità e dei servizi di ristorazione comprende tutti gli operatori del settore alimentare che servono cibo e/o bevande per il consumo immediato fuori casa e presenta diversi sottodomini chiave, come ristoranti, hotel e servizi di ristorazione (assistenza sanitaria, istruzione, mense, trasporti ecc.), sia nel settore pubblico che privato.

Con questo bando la Commissione è alla ricerca di soluzioni e tecnologie pronte per essere implementate dalle PMI in condizioni prossime al mercato, su scala industriale o commerciale.

Le sovvenzioni copriranno attività tese ad integrare la prevenzione dello spreco alimentare in operazioni commerciali quali:

  • previsione della domanda per abbinare domanda e offerta, compreso il coordinamento tra operazioni/dipartimenti (ad es. prenotazioni, acquisti, cucina, trasporti…)
  • approvvigionamento alimentare e pianificazione degli acquisti
  • operazioni di ristorazione: cottura, servizio, presentazione del pasto, consumo (rifiuti cucina, scarti di servizio, avanzi di piatti)
  • manipolazione e conservazione degli alimenti, gestione dell’inventario
  • design del menu, dimensioni delle porzioni, strategia dei prezzi
  • promuovere la consapevolezza dei consumatori (es. poster, schede informative sui tavoli, menu…) e il cambiamento comportamentale (es. dimensioni stoviglie, doggy bag…)
  • formazione del personale
  • ridistribuzione delle eccedenze alimentari
  • monitoraggio e rendicontazione dei rifiuti alimentari

Le sovvenzioni potrebbero coprire anche altri tipi di azioni come l’elaborazione e l’attuazione di linee guida per la prevenzione dei rifiuti alimentari, programmi di monitoraggio dei rifiuti alimentari, materiali di comunicazione, sviluppo di nuovi modelli di business, ecc.

Il budget del bando ammonta a 2.250.000 euro; il contributo per progetto coprirà fino al 50% dei costi ammissibili di progetto.

Scadenza: 20 settembre 2022