Culture Moves Europe: bando per la mobilità di artisti e professionisti della cultura

Culture Moves Europe: bando per la mobilità di artisti e professionisti della cultura

earthquake-2790855_960_720

La Commissione europea ha pubblicato il primo bando nell’ambito di Culture Moves Europe, il nuovo programma per la mobilità degli artisti e dei professionisti della cultura, formalmente varato a luglio, finanziato dal programma Europa Creativa e gestito da Goethe-Institut per conto della Commissione.

Per il periodo 2022-2025 Culture Moves Europe dispone infatti di 21 milioni di euro nell’ambito del programma Europa Creativa per sostenere la mobilità di artisti e professionisti dei Paesi e dei settori coperti dalla sezione Cultura di Europa Creativa. Culture Moves Europe è strutturato su due linee di azione: Mobilità individuale per artisti e professionisti della cultura; Residenze per organizzazioni ospitanti. Promuove la mobilità sostenibile e inclusiva e presterà particolare attenzione agli artisti emergenti.

Questo primo bando riguarda esclusivamente la mobilità individuale e si rivolge ad artisti e professionisti che operano nei seguenti settori della cultura: architettura, patrimonio culturale, design, moda, traduzione letteraria, musica, arti visive e arti dello spettacolo. I candidati devono avere età superiore ai 18 anni, qualsiasi tipo di titolo di studio e livello di esperienza ed essere residenti in uno dei Paesi ammissibili a Europa Creativa.

Il bando sostiene la mobilità di artisti e professionisti finalizzata ad almeno uno dei seguenti obiettivi:

  • esplorare il ricco patrimonio culturale europeo per informarsi, guidare la propria creatività o trarre ispirazione,
  • co-creare o co-produrre forme d’arte con artisti e professionisti di altri Paesi,
  • imparare partecipando all’apprendimento non formale,
  • sviluppare o consolidare relazioni professionali internazionali.

La mobilità non può essere utilizzata per finanziare meramente viaggi per presentare le proprie opere in un contesto professionale (vernissage, mostre, concerti, performance).

Le candidature possono essere presentate da singoli artisti/professionisti oppure da un gruppo (da 2 a 5 persone).

La mobilità deve di norma svolgersi in uno dei Paesi ammissibili a Europa Creativa diverso da quello di residenza, per una durata compresa tra 7 e 60 giorni per i singoli artisti e tra 7 e 21 giorni per i gruppi. La mobilità può essere effettuata in qualsiasi momento purché entro un anno a partire dalla firma dell’accordo di sovvenzione.

La sovvenzione consentirà di coprire parzialmente le spese per la mobilità e comprende: spese di viaggio standard (350 € per i viaggi a/r per distanze inferiori a 5.000 km e 700 € per distanze superiori) e un’indennità giornaliera di 75 € per spese di soggiorno e alloggio. Sono previste inoltre diverse integrazioni, in linea con le priorità orizzontali del programma, quali l’inclusione e la sostenibilità, ovvero:

  • integrazione “verde” (350 € in più) per incoraggiare gli artisti e i professionisti a non utilizzare il trasporto aereo;
  • sostegno agli artisti e agli operatori culturali con esigenze particolari legate alla disabilità;
  • sostegno ai richiedenti provenienti da Paesi, territori e regioni ultraperiferici o che viaggiano verso tali destinazioni;
  • integrazione familiare per artisti che hanno un figlio di età inferiore a 10 anni;
  • integrazione per il rilascio di un visto.

La Commissione ha anche previsto la possibilità di richiedere, in via eccezionale, una mobilità virtuale per gli artisti ucraini che non possono lasciare il Paese a causa del conflitto in atto, per la quale verrà corrisposta un’indennità di 35 € al giorno.

Vengono stabilite “cut-off date” per la valutazione mensile delle candidature pervenute: 31/10/2022; 31/12/2022; 31/01/2023; 28/02/2023; 31/03/2023; 30/04/2023; 31/05/2023 (le candidature ricevute entro il termine mensile fissato saranno valutate nell’arco di 2 settimane da tale termine).

Scadenza: 31 maggio 2023

European Week of Regions and Cities 2022

europe-week

L’European Week of Regions and Cities 2022 si svolge dal 10 al 13 ottobre ed è co-organizzata dalla Commissione europea e dal Comitato europeo delle Regioni.

Sotto il motto “New Challenges for Europe’s Cohesion”, questa edizione si concentra su 4 temi principali: Transizione verde, Coesione territoriale, Transizione digitale ed Empowerment dei giovani (in virtù dell’Anno europeo della Gioventù 2022). L’evento include diversi side events, networking e on line workshops. Nel programma sono incluse le celebrazioni per il 20° anniversario della #EURegionsWeek.

A breve saranno rese pubbliche le modalità di partecipazione.

Synergies in the Research and Innovation funding in Europe

synergies

Il 7 e l’8 luglio la Presidenza Ceca del Consiglio dell’UE organizza una conferenza dal titolo “Synergies in the Research and Innovation funding in Europe”.

La Conferenza affronta il tema delle sinergie nel finanziamento della ricerca e dell’innovazione nella sua ampia prospettiva. Gli Stati membri e la Commissione europea hanno già compiuto molti sforzi per sfruttare appieno il potenziale delle sinergie e aumentare l’intensità dei finanziamenti per la ricerca e l’innovazione nell’UE. Questa conferenza, faro della Presidenza Ceca, si basa sugli esempi di buone pratiche esistenti e sulla condivisione di esperienze, oltre a fornire un forum di alto livello per i dibattiti sulle carenze nell’impostazione delle sinergie e sulla loro messa in pratica.

L’evento si svolge in presenza e on line ed è necessaria la registrazione.