L’UE per i Comuni albanesi: sostegno di IPA II per aiutare i comuni albanesi a sviluppare le loro potenzialità

L'UE per i Comuni albanesi: sostegno di IPA II per aiutare i comuni albanesi a sviluppare le loro potenzialità

connect-20333_1280

La Commissione europea, servizio EuropeAid, ha pubblicato un bando nel quadro di IPA II per sostenere lo sviluppo delle potenzialità dei comuni albanesi e migliorare l’ambiente e le condizioni socio-economiche delle loro comunità locali.

Una proposta progettuale deve essere volta a realizzare (entrambi) i seguenti obiettivi:

– Aumentare gli standard delle infrastrutture municipali per consentire servizi pubblici di qualità e sviluppare il potenziale economico locale,

– Supportare i comuni nell’attuazione dei loro obiettivi di sviluppo strategico e dei loro piani strategici, compreso l’assorbimento dei fondi dell’UE e nel rispetto delle norme dell’UE.

Settori/temi di intervento:

  1. a) decentramento e rafforzamento delle capacità dei governi locali,
  2. b) sviluppo economico locale e creazione di posti di lavoro,
  3. c) accesso e qualità di servizi pubblici come istruzione, ambiente, cultura, sport,
  4. d) responsabilizzazione dei giovani,

Priorità: sostenere i comuni nei seguenti settori: creazione di posti di lavoro e sviluppo economico locale, empowertment dei giovani, istruzione, sport, ambiente, cultura e altre infrastrutture municipali di base.

Il soggetto proponente deve aver sede in uno Stato UE e rientrare in una delle seguenti categorie: ONG, associazioni regionali o locali di autorità locali, enti pubblici o enti delegati competenti di un dipartimento governativo di uno Stato membro UE. Il proponente deve presentare la proposta progettuale assieme a almeno un co-proponente con sede in Albania (i co-proponenti possono essere al massimo due ed è richiesto che almeno uno dei due sia stabilito in Albania).

Il progetto deve avere una durata prevista compresa fra i 30 e i 42 mesi; le azioni del progetto devono realizzarsi in Albania.

Il bando finanzierà un solo progetto. Il contribuito potrà coprire fino al 95% dei costi ammissibili per un massimo di 2,5 milioni di euro; non saranno presi in considerazione progetti che richiedano un contributo inferiore a 2 milioni di euro (il contributo richiesto deve in ogni caso essere superiore o pari ad almeno il 75% dei costi ammissibili di progetto).

La scadenza per la presentazione delle proposte progettuali è il 7 gennaio 2020.

Interreg IPA CBC Italia-Albania-Montenegro

Interreg IPA CBC Italia-Albania-Montenegro


Lanciata la prima Call for Project Proposals, il bando che finanzierà progetti di cooperazione in Italia (Puglia e Molise), Albania e Montenegro con un budget di 25 milioni di euro.
Resterà aperta fino al 30 maggio 2017 la prima Call for proposals per progetti standard lanciata nell’ambito del Programma Interreg IPA CBC Italia-Albania-Montenegro.
Il Programma, co-finanziato dall’Unione Europea attraverso lo Strumento di Assistenza Pre-Adesione (IPA), ha allocato ben 25 dei 92 milioni di euro di dotazione finanziaria complessiva su questa prima Call. Il contributo UE, sul quale può essere concesso un prefinanziamento del 20%, può coprire fino all’85% delle spese ammissibili.
Le proposte progettuali dovranno focalizzarsi su uno dei quattro assi prioritari del Programma: Asse 1: Sostegno alla cooperazione transfrontaliera e alla competitività delle PMI; Asse 2: Gestione intelligente del patrimonio naturale e culturale per la valorizzazione del turismo transfrontaliero sostenibile e per l’attrattività dei territori; Asse 3: Protezione dell’ambiente, gestione del rischio e strategie per ridurre le emissioni di carbonio; Asse 4: Incremento dell’accessibilità transfrontaliera, promozione dei servizi di trasporto sostenibili, miglioramento delle infrastrutture pubbliche.
Puglia, Molise, Albania e Montenegro sono i territori eleggibili, con il coinvolgimento di almeno un partner per ogni Paese partecipante, ovvero almeno 1 partner da uno Stato Membro UE (territori eleggibili dell’Italia) e almeno 1 partner da ogni Paese IPA (1 partner dall’Albania e 1 partner dal Montenegro).
Il numero totale dei partner non deve superare i sei compreso il Lead Partner. I progetti possono avere anche partner associati, che non ricevono finanziamenti, per un massimo di uno per ogni partner. Sono ammissibili gli enti pubblici, gli organismi di diritto pubblico e le organizzazioni private non-profit. Il tempo di realizzazione del progetto non deve superare i 24 mesi, a partire dalla firma del Contratto di Sovvenzione.
Le proposte progettuali devono essere candidate attraverso il Sistema elettronico di Monitoraggio del Programma (eMS).