Amianto – Contributo per interventi di bonifica con rimozione di manufatti contenenti amianto su edifici ad uso scolastico ed ospedaliero di proprietà pubblica

Amianto - Contributo per interventi di bonifica con rimozione di manufatti contenenti amianto su edifici ad uso scolastico ed ospedaliero di proprietà pubblica

asbestos-hazard-1001056__340

Il bando è finalizzato all’assegnazione di contributi per la realizzazione di interventi di bonifica con rimozione di manufatti contenenti amianto su edifici ad uso scolastico ed ospedaliero di proprietà pubblica.

 

Il bando è rivolto ai Comuni, alle Province ed alla Città Metropolitana di Torino per la bonifica degli edifici scolastici e alle ASL ed alle Aziende Ospedaliere per la bonifica degli edifici ospedalieri.

La tipologia di progetti ammissibili a contributo consiste nella bonifica con rimozione, trasporto e smaltimento dei materiali contenenti amianto in matrice friabile e/o compatta.

 

I contributi per la realizzazione delle attività di bonifica sono destinati alla copertura dei seguenti costi:

  • 100% dei costi di rimozione, trasporto e smaltimento, IVA compresa;
  • 100% degli oneri per la sicurezza, IVA compresa.

 

L’importo massimo assegnabile per singola istanza è di 250.000 euro.

 

La rendicontazione degli interventi dovrà avere luogo entro il termine del 30 novembre 2022.

Possono partecipare Comuni (ad eccezione dei Comuni ricadenti all’interno del sito di interesse nazionale di Casale Monferrato), Province e Città Metropolitana di Torino, ASL e Aziende Ospedaliere.

Scadenza: 30/10/2020, ore 12.00

L.R. 30 del 14 ottobre 2008, art. 4 – Bando per l’attribuzione di contributi ai Comuni per la realizzazione di interventi di bonifica di edifici di proprietà pubblica, mediante rimozione, di manufatti contenenti amianto

L.R. 30 del 14 ottobre 2008, art. 4 - Bando per l'attribuzione di contributi ai Comuni per la realizzazione di interventi di bonifica di edifici di proprietà pubblica, mediante rimozione, di manufatti contenenti amianto

asbestos-hazard-1001056__340

Il bando è destinato ai Comuni piemontesi – ad eccezione di quelli ricadenti all’interno del sito di interesse nazionale di Casale Monferrato, perimetrato con decreto del Ministero dell’Ambiente del 10 gennaio 2000 – ed ha per oggetto l’assegnazione di contributi per le operazioni di bonifica, mediante rimozione, di manufatti contenenti amianto su edifici di proprietà.

I costi ammissibili a contributo regionale sono il 100% dell’importo netto dei costi di bonifica e di ripristino, strettamente conseguenti alla rimozione dei manufatti contenenti amianto, oltre agli oneri per la sicurezza. Sono esclusi dal contributo regionale il costo dell’IVA di tali voci e tutte le spese tecniche ed amministrative per la progettazione, autorizzazione, affidamento, direzione lavori, realizzazione e collaudo degli interventi.

L’importo massimo del contributo regionale assegnabile per singola istanza è pari ad € 250.000,00.

Costituisce requisito per l’ammissione a contributo regionale l’adempimento, al momento della presentazione delle istanze, alle comunicazioni previste dall’art. 9 della L.R. 30/2008 e dalla D.G.R. n. 58-4532 del 29 dicembre 2016, da parte dei Comuni, per gli edifici e le strutture oggetto di richiesta di finanziamento.  La scheda da utilizzare per la comunicazione è scaricabile sul sito web nella sezione Amianto e bonifiche.

Soggetti beneficiari: Comuni piemontesi, ad eccezione dei Comuni ricadenti all’interno del sito di interesse nazionale di Casale Monferrato

Scadenza: 15 maggio 2019