Bando Arte e Cultura 2020.3

Bando Arte e Cultura 2020.3

eyes-1283163_640

Fondazione Comunitaria del VCO, nell’ambito dei programmi d’intervento previsti per l’anno 2021, sostiene enti ed organizzazioni senza finalità di lucro che intendono candidare iniziative di carattere artistico-culturale da realizzarsi nel territorio della Provincia del VCO nel corso dell’anno 2021.

Particolare rilevanza verrà conferita a quei progetti che possano concorrere alla promozione dello sviluppo economico e sociale del territorio del Verbano Cusio Ossola, al coinvolgimento di pubblico locale ed extra provinciale, al coinvolgimento attivo di soggetti svantaggiati di diversa natura, al consolidamento e/o nascita di reti tra enti e operatori del territorio al fine di meglio qualificare l’offerta artistico culturale del territorio.

Il contributo massimo erogabile non potrà superare il 60% del costo totale del progetto e non potrà essere maggiore di € 15.000.

Doppia scadenza consegna progetto:

1°-   26 febbraio 2021 per iniziative il cui programma avrà data di inizio tra gennaio e luglio 2021

2°-   11 giugno 2021 per iniziative il cui programma avrà data di inizio tra agosto e dicembre 2021

FOUNDAMENTA#11

FOUNDAMENTA#11

dylan-gillis-kdeqa3atnby-unsplash

FOUNDAMENTA#11 è la nuova call per accelerare imprese e startup a impatto sociale in grado di offrire risposte innovative alle sfide sociali contemporanee. Supportiamo i migliori team imprenditoriali capaci di futuro nello sviluppo di prodotti, servizi e modelli innovativi offrendo un programma di accelerazione unico di consulenza esperta e investimento in equity fino a 100mila euro per la generazione di imprenditorialià impact.

Incubatore certificato MISE, SocialFare ha all’attivo 10 programmi di accelerazione e un ammontare di 4 milioni di euro di funding raccolto complessivamente dalle startup accelerate ad oggi.

L’offerta:

4 mesi di accelerazione intensiva

Seed fund fino a 100mila euro cash per ogni startup selezionata

Acceleration Team dedicato, mentor e advisor di eccellenza

Accesso al network di 50+ social impact investor

Desk gratuito in Rinascimenti Sociali, hub di innovazione sociale nel cuore di Torino

Il programma si conclude con il Social Impact Investor Day e l’opportunità di presentarsi ad un prestigioso panel di enti privati, business angel, private investor e family office.

Deadline 10 gennaio 2021

A.T.L Domanda di contributo anno 2020 – 2021

A.T.L Domanda di contributo anno 2020 - 2021

tourist-information-11284477779im1c

Concessione di contributi per la promozione e la commercializzazione dei prodotti turistici regionali art. 21

Apertura dei termini per la presentazione di domanda di contributo per la promozione e la commercializzazione dei prodotti turistici piemontesi per l’anno 2020 – 2021 a favore delle A.T.L.

Possono partecipare al bando Agenzie Turistiche Locali (ATL).

La domanda di contributo e i relativi allegati devono obbligatoriamente essere inviati mediante casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) al seguente indirizzo di PEC regionale: culturcom@cert.regione.piemonte.it entro il 28/12/2020.

PSR 2014-2020, Operazione 4.1.3 – Riduzione delle emissioni di gas serra e ammoniaca in atmosfera

PSR 2014-2020, Operazione 4.1.3 - Riduzione delle emissioni di gas serra e ammoniaca in atmosfera

climate-change-2063240_960_720

La sottomisura 4.1 si propone di sostenere e promuovere investimenti nelle aziende agricole per migliorarne le prestazioni economiche e ambientali. L’operazione 4.1.3 è specificamente volta a migliorare la sostenibilità ambientale delle attività agricole e di allevamento, comparto da cui si libera in atmosfera una quota significativa dell’ammoniaca di origine agricola, e dà inoltre attuazione agli impegni previsti dal Nuovo Accordo di programma 2017 per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel Bacino Padano.

Sono agevolabili:

  • la realizzazione di coperture, anche antipioggia, sopra le strutture di stoccaggio di effluenti zootecnici e digestati,
  • l’acquisto di macchine ed attrezzature per la distribuzione in campo con tecniche a bassa emissività (interratori, rasoterra, sottocotico)
  • la realizzazione di vasche di stoccaggio aggiuntive rispetto alle capacità minime prescritte dalla normativa vigente.

Inoltre, ai giovani agricoltori insediati da non più di 24 mesi e alle aziende agricole che devono effettuare adeguamenti strutturali a seguito dell’ampliamento delle Zone Vulnerabili Nitrati (ZVN) nel 2019/2020 sono cofinanziabili anche interventi necessari al rispetto di norme obbligatorie.

Possono partecipare al bando imprenditori agricoli, giovani agricoltori che si insediano per la prima volta in azienda, soggetti collettivi che effettuano investimenti ad uso comune tra i propri associati.

Il bando ha scadenza 15/02/2021.

Green Donors – Crowdfunding per progetti ambientali

Green Donors – Crowdfunding per progetti ambientali

 

La Compagnia di San Paolo con questo bando intende avviare un dialogo e uno scambio con enti e associazioni del Terzo Settore attivi in campo ambientale in Piemonte e Liguria al fine di:

  • promuovere la responsabilizzazione delle comunità su tematiche ambientali;
  • conoscere quali sono le priorità e le criticità in campo ambientale avvertite dai cittadini e dal Terzo Settore;
  • sostenere la realizzazione di progetti a beneficio dell’ambiente;
  • sostenere la ripresa delle attività e progettualità degli enti nel periodo covid, anche supportandoli nel segno della trasformazione digitale promossa dalla Commissione Europea;
  • promuovere l’utilizzo dello strumento del crowdfunding, all’interno di strategie di fundrasing già delineate, in particolare nella modalità “Keep It All” che consente all’ente di utilizzare tutti gli importi raccolti anche se inferiori al target complessivo di raccolta;
  • sostenere direttamente alcuni costi di realizzazione delle campagne di crowdfunding e la campagna stessa attraverso meccanismi di matching funds;
  • trasferire competenze ad elevato valore aggiunto (fundraising, progettazione strategica, gestione dei dati, comunicazione) ai soggetti vincitori del bando.

Il bando è articolato in quattro fasi:

  • Apertura bando (3 novembre – 30 dicembre 2020)
  • Valutazione e selezione delle proposte (entro il 28 febbraio 2021)
  • Avvio attività soggetti vincitori: percorso di accompagnamento per la progettazione operativa di una campagna di crowdfunding su progetto specifico
  • Avvio delle campagne tra marzo e aprile 2021 con conclusione entro il 31 luglio

Il termine di presentazione delle domande è previsto tassativamente alle ore 17 del giorno 30 dicembre 2020.

Imprese editoriali e librerie indipendenti – Contributi 2020

Imprese editoriali e librerie indipendenti – Contributi 2020

books-1245690_1280

L.r. 11/2018 e 13/2020 – Assegnazione di contributi per l’anno 2020 a favore delle imprese editoriali e delle librerie indipendenti piemontesi.

L’Avviso è rivolto alle imprese editoriali e alle librerie indipendenti con sede legale e produttiva in Piemonte con l’obiettivo di offrire un contributo a fondo perduto per venire incontro alle attuali criticità del settore e ai danni subiti dal comparto al fine di predisporre le condizioni per la ripartenza delle attività in tale ambito.

Attraverso il presente Avviso, la Regione Piemonte intende sostenere il sistema culturale piemontese attraverso l’attivazione di una misura in grado di sostenere progetti di sviluppo e investimento, propedeutici alla ripartenza e volti a supportare, in particolare, le imprese editoriali piemontesi e le librerie indipendenti del Piemonte nella realizzazione di progetti finalizzati alla loro ricollocazione sul mercato, allo sviluppo della produzione editoriale, al potenziamento, all’innovazione e all’ammodernamento tecnologico, allo sviluppo e alla promozione delle imprese, della loro offerta culturale attraverso nuove e alternative modalità per fronteggiare l’emergenza sanitaria.

I progetti devono rientare nelle seguenti tipologie:

  • Investimenti finalizzati alla realizzazione e allo sviluppo della produzione editoriale anche in digitale, comprensiva dell’intero processo produttivo fino alla realizzazione del prodotto finito;
  • Investimenti finalizzati al potenziamento all’innovazione digitale e all’ammodernamento tecnologico;
  • Investimenti finalizzati allo sviluppo e alla promozione delle imprese e della loro offerta culturale anche attraverso nuove e alternative modalità per fronteggiare l’emergenza sanitaria.

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto pari all’80% delle spese complessive dell’intero progetto ritenute ammissibili e coerenti con gli interventi finanziabili, secondo i seguenti massimali:

  • Euro 10.000,00 per ciascuna impresa editoriale e per ciascuna libreria indipendente;
  • Euro 8.500,00 per ciascuna libreria che ha usufruito del bonus una tantum assegnato ai sensi dell’art 4 della legge regionale n.12/2020, (valore al netto del bonus).

Possono richiedere l’agevolazione:

1) Imprese editoriali così come meglio definite all’art. 56, comma 1 della L.r. n° 13/2020 che al momento della presentazione della domanda abbiano i seguenti requisiti:

  • siano iscritte regolarmente nel registro delle imprese della Regione Piemonte, presso la competente Camera di Commercio;
  • abbiano sede legale ed attività produttiva in un comune del Piemonte;
  • siano un’impresa editrice indipendente, non appartenente ad un grande gruppo editoriale;
  • abbiano come attività prevalente la progettazione e la pubblicazione di libri;
  • abbiano quali codici del settore d’impresa, l’ATECO 58.11.00 “Edizione di libri”.

2) Librerie indipendenti, cosi come meglio definite all’art. 28 comma 2 lettera a) della legge regionale n. 11/2018 che, al momento della presentazione della domanda abbiano i seguenti requisiti:

  • siano iscritte regolarmente nel registro delle imprese della Regione Piemonte, presso la competente Camera di Commercio;
  • abbiano sede legale ed attività produttiva in un comune del Piemonte;
  • non appartengano a gruppi aziendali o catene librarie;
  • abbiano come attività prevalente la vendita di nuovi libri al dettaglio;
  • abbiano quali codici del settore d’impresa, l’ATECO 47.61 “Commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati”.

Il bando ha scadenza 30/12/2020.

 

OCM vino – Promozione sui mercati dei paesi extra UE annualità 2020/2021

OCM vino – Promozione sui mercati dei paesi extra UE annualità 2020/2021

6-Agri-Food

Il bando sostiene, nell’ambito della OCM Vino – Misura promozione del vino sui mercati dei paesi extra UE, i progetti regionali e multiregionali di promozione dei vini di qualità per l’annualità 2020/2021.

La misura si propone di sostenere le attività di promozione del vino di qualità sui mercati dei paesi extra UE.

L’aiuto è concesso ha una percentuale massima del 60% per le attività promozionali.

Possono beneficiare i consorzi di tutela viticoli, le associazioni di produttori vitivinicoli, consorzi, società cooperative, ATI e ATS.

I Progetti multiregionali dovranno essere presentati alla Regione Piemonte individuata come Regione Capofila e dovranno pervenire, pena l’esclusione, entro e non oltre le ore 23:59:59 del 30 novembre 2020, secondo le modalità stabilite nel bando.

Piemonte & Africa sub-sahariana: Partenariati territoriali per un futuro sostenibile – Anno 2020

Piemonte & Africa sub-sahariana: Partenariati territoriali per un futuro sostenibile - Anno 2020

connect-20333_1280

Bando pubblico finalizzato a sostenere le iniziative di cooperazione decentrata delle Autonomie Locali piemontesi in Africa sub-sahariana, per consolidare e rafforzare i partenariati territoriali tra le comunità piemontesi e africane e accrescerne la consapevolezza sul ruolo e l’importanza della cooperazione decentrata come risorsa del territorio.

La Regione Piemonte e la Fondazione Compagnia di San Paolo intendono sostenere progetti di cooperazione decentrata promossi dalle Autorità Locali piemontesi impegnate nella cooperazione allo sviluppo nei seguenti Paesi e aree: Benin, Burkina Faso (ad eccezione delle località già partner del progetto AICS “Giovani al Centro”: Banfora, Boussou, Gourcy, Ouahigouya, Ziniaré), Capo Verde, Costa d’Avorio, Niger, Repubblica di Guinea Conakri.

Le iniziative cofinanziate sul presente Bando dovranno contribuire a:

  • promuovere lo sviluppo locale sostenibile dei contesti territoriali dei Paesi dell’Africa Sub –sahariana identificati e il miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni locali;
  • ridurre la povertà, le ineguaglianze e l’insicurezza alimentare.

Inoltre dovranno:

  • facilitare le relazioni tra le comunità partner, piemontesi e africane;
  • migliorare la reciproca percezione dei territori, favorendo in particolare una maggiore conoscenza delle realtà nelle quali si originano i flussi migratori.

Le domande di contributo potranno essere presentate esclusivamente dai seguenti soggetti pubblici del territorio piemontese: Province, Città Metropolitana, Comuni, Unioni montane del territorio piemontese e ogni forma associativa tra i medesimi prevista dal T.U.EE.LL. vigente o da sedi piemontesi delle Associazioni di Enti Locali di cui al punto 272 T.U.EE.LL.

Le risorse complessive messe a disposizione dal presente Bando ammontano attualmente a Euro 216.000,00 (CUP J69D20000670009). Quando si renderanno disponibili risorse aggiuntive, la dotazione complessiva del Bando potrà essere aumentata fino ad un massimo di Euro 350.000,00, come previsto dal Piano annuale 2020 degli interventi regionali per la promozione di una cultura ed educazione di pace, per la cooperazione e la solidarietà internazionale approvato con D.G.R. n. 41-2088 del 9/10/2020.

Scadenza: 26/11/2020

PSR 2014-2020 – Op. 16.7.1 Attuazione di strategie locali per le aree interne

PSR 2014-2020 – Op. 16.7.1 Attuazione di strategie locali per le aree interne

connect-20333_1280

Il bando sostiene azioni collettive realizzate da un partenariato pubblico-privato per l’attuazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI). Le iniziative sono circoscritte alle aree interne di cui alla Sez. 8.1 – “Partecipazione alla strategia nazionale per le aree interne” del PSR 2014-2020 (“Valli Maira e Grana”, “Valle Ossola”, “Valli di Lanzo” e “Valle Bormida”).

Il bando sostiene interventi da realizzare in due fasi:

– Fase 1 (Elaborazione delle strategie di sviluppo locale): costituzione di un partenariato fra operatori pubblici e privati per l’elaborazione e la presentazione di uno studio finalizzato a valutare fattibilità, costi e tempistiche di progetti di sviluppo locale per l’attuazione della strategia nazionale per le aree interne;

– Fase 2 (Attuazione della strategia di sviluppo locale): elaborazione e presentazione di un progetto di dettaglio degli interventi di sviluppo locale che si intendono realizzare e la relativa attuazione.

Le due fasi sopra descritte sono conseguenti l’una all’altra temporalmente.

Possono partecipare alla Fase 2 del Bando solo i partenariati rappresentati da un Capofila ammesso a finanziamento per la Fase 1.

Possono partecipare al bando gruppi di cooperazione composti da: a) enti pubblici territoriali o altri organismi di diritto pubblico; b) PMI che contribuiscono alla realizzazione degli obiettivi e delle priorità della politica di sviluppo rurale (comprese le loro associazioni e le organizzazioni interprofessionali); c) operatori delle filiere agricole e forestali, compresi i loro consorzi e le loro associazioni.

Il Gruppo di cooperazione deve necessariamente includere almeno una delle Unioni Montane o delle Unioni dei Comuni presenti nell’Area interna, che assume il ruolo di Capofila. Il Gruppo di cooperazione deve, inoltre, obbligatoriamente comprendere almeno un soggetto di cui alle lettere b) o c).

Sovvenzione dei costi sostenuti per la realizzazione di nuove forme di cooperazione tra partner pubblici e privati. In caso di attuazione di una strategia di sviluppo (seconda fase), il sostegno è erogato sotto forma di sovvenzione globale a copertura dei costi della cooperazione e dei costi dei progetti realizzati.

Nel caso in cui il progetto attuato rientri in un tipo di operazione contemplato da una misura del PSR diversa, si applica l’importo massimo o l’aliquota massima del sostegno prevista dal PSR per il corrispondente tipo di operazione. Il sostegno può essere concesso in conto capitale.

Il sostegno è limitato a un periodo massimo di 7 anni.

Costi ammissibili:

  • costo di elaborazione delle strategie di sviluppo locale;
  • costo dell’animazione della zona interessata al fine di rendere fattibile un progetto di sviluppo locale;
  • costi di esercizio della cooperazione;
  • costi diretti di specifici progetti legati all’attuazione della strategia di sviluppo locale.

Non è ammesso l’acquisto di attrezzature di seconda mano.

Scadenza: 30/11/2020

PSR 2014-2020, Misura 21 – Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e PMI colpiti dalla crisi di COVID-19

PSR 2014-2020, Misura 21 – Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e PMI colpiti dalla crisi di COVID-19

agriculture

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 del Piemonte (PSR) – Misura 21 “Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e PMI particolarmente colpiti dalla crisi di COVID-19”- Operazione 21.1.1 “Sostegno alle aziende agricole che allevano bovini da carne, alle aziende floricole e florovivaistiche e alle aziende apistiche”.

Il Reg. (UE) 1305/2013, così come modificato dal Reg. (UE) 872/2020, all’art. 39 ter prevede la possibilità di inserire nei PSR una nuova Misura denominata “Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e PMI particolarmente colpiti dalla crisi di COVID-19”, codificata come Misura 21 dal Reg. (UE) 1009/2020 che modifica il Reg. (UE) 808, allo scopo di fornire un’assistenza di emergenza agli agricoltori e alle PMI particolarmente colpiti dalla crisi di COVID-19 e garantire la continuità delle loro attività economiche.

La Misura 21 “Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e PMI del settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli particolarmente colpiti dalla crisi di COVID-19”, ha lo scopo di fornire in tempi rapidi un’assistenza di emergenza alle aziende agricole dei settori selezionati particolarmente colpite dalla crisi di COVID-19, e garantire la continuità delle loro attività economiche mettendo a disposizione una certa liquidità, come previsto dall’art. 39 ter del Reg. (UE) 1305/2013.

La misura prevede un unico tipo di operazione:

  • Operazione 21.1.1 “Sostegno alle aziende agricole che allevano bovini da carne, alle aziende floricole e florovivaistiche e alle aziende apistiche”, articolata in tre azioni:
    • Azione 1 – Sostegno alle aziende agricole che allevano bovini da carne;
    • Azione 2 – Sostegno alle aziende floricole e florovivaistiche;
    • Azione 3 – Sostegno alle aziende apistiche che allevano almeno 52 alveari.
  1. a) Agricoltori ai sensi dell’articolo 2135 c.c., iscritti alla gestione previdenziale agricola INPS in qualità di coltivatori diretti o di imprenditori agricoli professionali (indipendentemente dalla natura giuridica), con allevamenti da carne
  2. b) Cooperative agricole di produzione che svolgono come attività principale l’allevamento di animali da carne
  3. c) Apicoltori singoli o associati con sede legale in Piemonte che allevano almeno 52 alveari. Il limite relativo al numero di alveari è stabilito dalla Regione Piemonte in considerazione del fatto che da quel valore si stima che la produzione media annua di miele non rientri più nel cosiddetto autoconsumo ma debba essere commercializzata, pertanto si tratta di aziende che da questa attività ricavano un reddito.

Scadenza: 11/11/2020

1 2 3 16