Il ruolo di ERC in Horizon Europe

michael-longmire-l9ev3ooglh0-unsplash

L’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea (APRE), insieme all’Agenzia Esecutiva dello European Research Council (ERCEA), organizzano un webinar per discutere il ruolo dello European Research Council in Horizon Europe, il prossimo Programma Quadro dell’Unione Europea dedicato alla Ricerca e Innovazione. L’evento si terrá il 16 luglio sulla piattaforma Webex.

Come menzionato da APRE, “la proposta della Commissione Europea sullo strumento non evidenzia cambiamenti evidenti rispetto alla formulazione classica dell’ERC. Dal regolamento si evince infatti una linea di continuità rispetto al passato, mantenendo ben salde le fondamenta classiche dell’ERC: eccellenza, indipendenza e approccio curiosity-driven”.

L’evento cercherá quindi di dare voce alla comunità italiana attiva nel campo della R&I e definire quale debba essere il ruolo dell’ERC secondo i ricercatori italiani.

Durante il webinar, sará presente il Direttore dell’Agenzia Esecutiva dell’ERC Waldemar Kutt che racconterà la sua visione dello strumento nella prossima programmazione in un’ottica di continuità e evoluzione.

La prospettiva dei ricercatori italiani servirà da traccia al dialogo tra mondo della ricerca e i policy maker. Lo scopo sará quello di focalizzare l’attenzione della comunità sui benefici portati da ERC alla ricerca italiana e sulle caratteristiche del nuovo programma Horizon Europe.

Per maggiori informazioni ed effettuare le iscrizioni, si prega di visitare la pagina web dell’evento sul sito APRE.

Covid-19: al via il bando per studi clinici sulla popolazione anziana a rischio durante l’emergenza

Covid-19: al via il bando per studi clinici sulla popolazione anziana a rischio durante l'emergenza

media-2082641_640

Il National Institutes of Health (NIH) e il National Institute on Aging americani lanciano il bando “NIA Multi-site COVID-19 Related Clinical Trial Implementation Grant on Aging-Related Topics in at-risk Older Adult Populations”, per discutere la tematica della popolazione anziana a rischio nell’ambito dell’emergenza sanitaria causata dal Covid-19.

l progetti dovranno concentrarsi su studi clinici volti ad affrontare le questioni legate all’invecchiamento, come la riduzione della trasmissione, del rischio, della morbilità, della mortalità, della gravità o delle complicanze da Covid-19.

Verrà data priorità alle proposte che discutono i seguenti topic:

  • Efficacy and safety of interventions that target aging-related biological mechanisms that may influence risk or severity of COVID-19 infection among at-risk older adults
  • Efficacy and safety of preventive and treatment interventions in older patients with differing comorbid conditions that make them especially vulnerable to adverse outcomes of COVID-19 infection
  • Effectiveness of health and/or custodial care practices to reduce transmission risk or improve outcomes of COVID-19 infection in nursing homes or other residential settings serving at-risk older persons, including the development and testing of infection control training procedures for healthcare workers
  • Rapid pragmatic trials in (at least two) health systems, nursing homes, or adult living facilities, ensuring replication across large pragmatic trial sites and leveraging electronic health records to promote quality improvement in physician, hospital, palliative care, and hospice practices to improve outcomes for older patients with COVID-19, especially those with cognitive impairment, Alzheimer’s disease or Alzheimer’s disease-related dementias (AD/ADRD), or underlying comorbidities
  • Trials in at-risk older adults age 65 and older for whom electronic medical records are available and long-term outcomes can be tracked, and in institutions serving those populations
  • Trials in older adults with AD/ADRD, older adults from populations with NIH-defined health disparities, and/or other vulnerable populations (e.g. incarcerated, homeless, living in institutions)

Possono partecipare al bando istituti di istruzione superiore, organizzazioni non-profit, organizzazioni a scopo di lucro, governi locali e federali, enti non statunitensi, componenti non statunitensi di organizzazioni statunitensi.

La scadenza per l’invio delle candidature è il 1° febbraio 2021.

Notte Europea dei Ricercatori 2020

capture

La Notte europea dei ricercatori, finanziata nell’ambito delle azioni Marie Skłodowska-Curie, è un evento pubblico su scala europea che avvicina i ricercatori al grande pubblico. L’evento metterá in mostra la diversità della scienza e il suo impatto sulla vita quotidiana dei cittadini, stimolando l’interesse per le carriere nella ricerca, in particolare tra i giovani. Nel 2019, ha attirato 1,6 milioni di visitatori in 400 cittá Europee.

Quest’anno l’evento era inizialmente previsto per venerdì 25 settembre 2020. A causa delle circostanze eccezionali della pandemia di COVID-19, si svolgerà ora venerdì 27 novembre 2020.

Nell’ambito della Notte europea dei ricercatori 2020, la Commissione europea finanzierà 51 progetti in 30 paesi europei, compresi i paesi associati al programma Horizon 2020.

I ricercatori incontreranno il pubblico e mostreranno il loro lavoro attraverso esperimenti pratici, spettacoli scientifici, giochi, quiz, competizioni, mostre e attività digitali. Bambini, giovani e famiglie scopriranno ricerca, scienza e innovazione attraverso l’intrattenimento. Questi spettacoli offriranno preziose informazioni su come i ricercatori studiano le malattie infettive e perché il loro compito è così importante per il futuro e il benessere delle nostre società, il progresso e la crescita economica.

Per maggiori informazioni, si prega di consultare il sito web dell’evento.

Covid-19: nuovo bando MIUR per proposte progettuali di ricerca

Covid-19: nuovo bando MIUR per proposte progettuali di ricerca

health-2082630_960_720

Pubblicato un nuovo avviso da parte del Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR) per la presentazione di proposte progettuali di ricerca a valere sul Fondo Integrativo Speciale per la Ricerca FISR.

Attraverso il bando il MUR intende acquisire e selezionare proposte progettuali di ricerca di particolare rilevanza strategica, finalizzate ad affrontare le nuove esigenze e questioni sollevate dalla diffusione del virus SARS-Cov-2 e dell’infezione Covid-19.

In particolare, le proposte dovranno avere come obiettivo la definizione di soluzioni di prodotto, metodologiche o di processo, relative al contesto sanitario, sociale, istituzionale, della formazione, giuridico, economico, della inclusione, o produttivo, rispetto ad almeno uno dei seguenti ambiti:

  • risposta all’emergenza, sviluppando soluzioni relative alla fase di espansione della pandemia
  • gestione della riorganizzazione delle attività e dei processi, sviluppando soluzioni relative alla fase di superamento della pandemia in condizioni di sicurezza
  • prevenzione del rischio, sviluppando soluzioni volte a contrastare e contenere gli effetti di eventuali future pandemie.

Le proposte candidate dovranno riguardare una o più delle seguenti aree:

  • Life Sciences
  • Physics and Engineering
  • Social Sciences and Humanities

Il bando prevede due fasi:

  • Fase I – i soggetti ammissibili vengono invitati a presentare idee progettuali di durata non superiore a 6 mesi, di costo non inferiore 20.000 euro e non superiore a 80.000 euro. Per tale fase il budget a disposizione è pari a 10.000.000 di euro.
  • Fase II – all’esito della verifica conclusiva delle idee progettuali approvate nella prima fase, i relativi soggetti proponenti vengono invitati a presentare proposte progettuali di sviluppo, di durata non superiore a 6 mesi, di costo non inferiore a 50.000 euro e non superiore a 150.000 euro. Per tale fase il MIUR riserva una disponibilità di risorse pari euro 11.000.000 di euro.

Il bando si rivolge a enti di ricerca pubblici e università statali e non statali italiane legalmente riconosciute; le idee progettuali dovranno essere presentate entro e non oltre le ore 12.00 del 30° giorno successivo alla pubblicazione dell’avviso sul sito web del MUR, avvenuta il 27 maggio 2020.

Scadenza: 26/06/2020

Bando FAST-TRACK COVID-19 per progetti di ricerca e innovazione di contrasto al coronavirus

Bando FAST-TRACK COVID-19 per progetti di ricerca e innovazione di contrasto al coronavirus

health-2082630_960_720

L’ente nazionale di ricerca e innovazione Area Science Park, nell’ambito del Sistema ARGO, ha aperto il bando FAST-TRACK COVID-19 per progetti di ricerca, sviluppo e innovazione in grado di potenziare la capacità di prevenzione, analisi e risposta alla pandemia da Covid-19, con un impatto sul sistema sanitario, sul sistema produttivo e sulla vita dei cittadini.

Il bando, in scadenza il 31 luglio 2020, metterà a disposizione la Piattaforma di Genomica di ultima generazione di Area Science Park, composta da un sequenziatore ad alta processività e dal Data Center “Orfeo” in grado di fornire servizi avanzati di calcolo e analisi di dati associati alla genomica e ad altri settori.

Possono partecipare al bando università, istituti di istruzione superiore, scuole superiori universitarie, enti pubblici di ricerca, IRCCS, aziende sanitarie, organizzazioni intergovernative di ricerca con sede in Italia, associazioni e fondazioni con attività di ricerca.

Le proposte devono riguardare:

l’ambito medico-sanitario, in particolare diagnostica e prognosi medica e strategie terapeutiche antivirali, inclusi vaccini
algoritmi di intelligenza artificiale e tecniche di machine Learning per modelli predittivi sull’evoluzione dell’emergenza epidemiologica
sistemi di accesso, estrazione e data mining per la condivisione e l’utilizzo delle informazioni scientifiche disponibili sulla malattia
I progetti selezionati riceveranno un contributo massimo di 30.000 euro erogati tramite la messa a disposizione di personale, l’accesso gratuito alle piattaforme tecnologiche e servizi accessori.

Nuovo bando per massimizzare la diffusione di interventi sanitari nell’Africa Subsahariana

Nuovo bando per massimizzare la diffusione di interventi sanitari nell'Africa Subsahariana

media-2082641_640

La European & Developing Countries Clinical Trials Partnership (EDCTP) ha pubblicato il nuovo bando per progetti di ricerca con l’obiettivo di massimizzare la diffusione di prodotti e interventi sulla salute nell’Africa sub-sahariana.

Il bando – Strategic actions to maximise the impact of research on reducing disease burden, in collaboration with development cooperation initiatives” – mira a sostenere azioni strategiche che facciano parte di un programma su larga scala di azioni di cooperazione allo sviluppo. I progetti possono quindi includere azioni volte a:

  • migliorare l’adozione dei risultati della ricerca o dei prodotti e degli interventi;
  • fornire evidenze per tradurre i risultati in linee guida politiche e pratiche cliniche;
  • migliorare l’attuazione, la realizzazione e la diffusione degli interventi per aumentare la copertura della popolazione;
  • migliorare il monitoraggio della sicurezza dei prodotti dopo la commercializzazione;
  • sperimentazioni cliniche pragmatiche che valutino gli interventi in contesti clinici reali.

I progetti dovranno essere implementati congiuntamente ad iniziative di cooperazione allo sviluppo nazionali e/o internazionali e/o da altri finanziatori, comprese le iniziative dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

A causa della straordinaria crisi globale di COVID-19 che sta colpendo anche i paesi africani, anche questo argomento dovrà essere considerato dai candidati.

Sono particolarmente incoraggiate le candidature di partnenariati multidisciplinari che coinvolgano enti pubblici e/o privati.

Scadenza: 13/08/2020

Lanciato il primo bando NGIatlantic.eu per attività di R&I in collaborazione tra UE e Stati Uniti

Lanciato il primo bando NGIatlantic.eu per attività di R&I in collaborazione tra UE e Stati Uniti

connect-20333_1280

Al via il 1° bando per attività di ricerca e innovazione in collaborazione tra UE e USA promosso dall’iniziativa della Commissione europea NGIatlantic.eu.

Nel corso di 30 mesi, l’iniziativa prevede di lanciare 5 bandi per un budget totale di 2.8 milioni di euro da destinare a organizzazioni europee che vogliano intraprendere attività di R&I sulle piattaforme sperimentali NGI con un partner negli Stati Uniti.

Il primo bando verte sullo sviluppo di collaborazioni tra team di ricerca dei due continenti sulle sfide tecniche poste dalla necessità di un Internet più human-centric.

I topic del bando sono:

  • Privacy and Trust enhancing technologies
  • Decentralised data governance
  • Discovery and identification technologies

Possono essere presentate due tipologie di proposte:

  • LT – Long Term contributions: la durata massima del contratto è di 6 mesi ed è possibile richiedere un contributo da 50.000 a 150.000 euro;
  • ST – Short Term contributions: la durata massima del contratto è di 3 mesi e il contributo può variare da 25.000 a 75.000 euro.

Scadenze: 29/05/2020

Brokerage event: boosting technology transfer in Central Europe

pexels-photo-1068523

Il 7 maggio 2020 si terrá in modalitá virtuale il brokerage event “Boosting technology transfer in Central Europe.” L’evento é organizzato dall’Enterprise Europe Network e dal programma Interreg Central Europe

La giornata é organizzata in occasione del lancio ufficiale della rete KETGATE, per la quale vengono invitate tutte le piccole e medie imprese e le organizzazioni di ricerca e tecnologia alla ricerca del giusto partner di ricerca e/o industria per esplorare le opportunità di cooperazione.

L’obiettivo di KETGATE è quello di mettere in contatto la scienza con il mondo aziendale. In questo modo, le imprese potranno guadagnare in competitività o persino entrare in nuovi mercati mentre le organizzazioni di ricerca e tecnologia potranno generare entrate (sia finanziarie, di prestigio accademico o di ricerca) grazie alle conoscenze in loro possesso.

A tal fine, KETGATE ed Enterprise Europe Network (EEN) hanno unito le forze per organizzare questo evento di brokerage completamente virtuale. L’obiettivo sará quello di stimolare la creaizone di partnership tra il mondo aziendale e quello scientifico.

Si terranno diverse sessioni di incontri prestabiliti, in cui i rappresentanti delle PMI e delle RTO avranno 30 minuti per presentarsi e discutere le opportunità di trasferimento di tecnologia in un campo relativo alle tecnologie abilitanti fondamentali.

Per maggiori informazioni, si prega di far riferimento alla pagina web dell’evento.

Innovare con gli Enti di Ricerca CNR ed ENEA

success-2917048_1280

Il 28 aprile 2020 alle ore 16 si terrá il webinar “Innovare con gli Enti di Ricerca: catalogo dei brevetti e opportunità per le imprese”. L’obiettivo dell’evento sará quello di illustrare brevetti e tecnologie selezionati sulla base dei cataloghi CNR ed ENEA e le loro possibili applicazioni in ambito industriale.

Il webinar è promosso dalla CCIAA di Reggio Emilia e da Fondazione REI. I brevetti che saranno presentati sono stati selezionati sulla base delle principali caratteristiche del tessuto economico provinciale.

Durante l’evento saranno approfondite le modalità ed i vantaggi della collaborazione con gli Enti di ricerca e le imprese interessate potranno prenotare una consulenza personalizzata per individuare brevetti ed opportunità più adatte alle proprie esigenze.

Per avere maggiori informazioni, si prega di far riferimento alla pagina web dell’evento.

Nuovo bando PRACE per soluzioni che contribuiscano a mitigare l’impatto della pandemia Covid-19

Nuovo bando PRACE per soluzioni che contribuiscano a mitigare l’impatto della pandemia Covid-19

health-2082630_960_720

PRACE – Partnership for Advanced Computing in Europe ha aperto un bando per la ricerca di soluzioni che contribuiscano a mitigare l’impatto dell’emergenza Covid-19.

Il bando è rivolto a ricercatori appartenenti a organismi di ricerca, università e industrie con sede nell’Unione Europea.

I topic affrontati sono i seguenti:

  • Biomolecular research to understand the mechanisms of the virus infection
  • Bioinformatics research to understand mutations, evolution, etc.
  • Bio-simulations to develop therapeutics and/or vaccines
  • Epidemiologic analysis to understand and forecast the spread of the disease
  • Other analyses to understand and mitigate the impact of the pandemic

Il bando è aperto fino a data da definirsi. Le candidature verranno valutate nell’arco di una settimana e i progetti selezionati dovranno iniziare il prima possibile.

1 2 3 15