Metrologia: uscita la EMPIR Call “Researcher Mobility Grants”

Metrologia: uscita la EMPIR Call “Researcher Mobility Grants”

health-2082630_960_720

Pubblicata la call “Researcher Mobility Grants” (RMG) dell’European Metrology Programme for Innovation and Research (EMPIR), il programma europeo dedicato a ricerca e innovazione nell’ambito della metrologia.

Il bando mira ad aumentare la capacità e le competenze dei singoli ricercatori e, in generale, della comunità europea di ricerca attiva nell’ambito della metrologia.

Il bando prevede i seguenti avvisi:

  • 18SIB04-RMG01: Research in piezo-electric materials in the pressure measurement
  • 18SIB10-RMG01: Research in Predictable Quantum Efficient Detectors (PQEDs) and dual-mode detectors
  • 19ENG03-RMG0: Research in impurity assessment of hydrogen
  • 19ENG07-RMG02: Research in holistic gear evaluation 2
  • 19NRM01-RMG01: Research in patient dosimetry
  • 19RPT02-RMG01: Research in influence of temperature on mass measurements 1
  • 19RPT02-RMG02: Research in influence of temperature on mass measurements 2
  • 20FUN06-RMG01: Research in memristive devices fabrication and characterisation 1
  • 20FUN06-RMG02: Research in memristive devices fabrication and characterisation 2
  • 20FUN08-RMG01: Research in ultra-stable lasers
  • 20IND03-RMG01: Research in High Frequency & Radio Frequency
  • 20IND11-RMG01: Research in design of ATEX gas flow calibration facility based on sonic nozzle technology

La scadenza per presentare domanda è prevista per il 7 settembre 2021.

EU4Health – Primo bando 2021

EU4Health - Primo bando 2021

media-2082641_640

Hadea – l’Agenzia esecutiva europea per la salute e il digitale, ha pubblicato il primo bando sul nuovo programma europeo per la salute EU4Health (ID: EU4H-2021-PJ). Il bando riguarda 5 topic distinti, ciascuno con obiettivi e azioni specifiche, un budget dedicato e documentazione specifica per la preparazione della proposta progettuale. Il tema prevalente dei topic è il cancro, ma anche la disponibilità delle sostanze di origine umana (Soho)

EU4H-2021-PJ-01 – Raccolta dati per l’aggiornamento del Sistema europeo di informazione sul cancro per monitorare e valutare i programmi di screening del cancro

Il Sistema europeo di informazione sul cancro (ECIS) gestito dal Centro comune di ricerca (CCR) fornisce le informazioni più recenti sugli indicatori che quantificano l’onere del cancro in Europa e consente l’esplorazione di modelli geografici e tendenze temporali dei dati di incidenza, mortalità e sopravvivenza in tutta Europa per le principali entità tumorali. Al fine di consentire il monitoraggio e la valutazione dei programmi di screening del cancro è necessario svilupparlo ulteriormente raccogliendo e facendo confluire nell’ECIS i dati dei programmi di screening degli Stati membri, sviluppando una sperimentazione della nuova funzionalità ECIS nonché una nuova sezione separata per garantire una raccolta e un monitoraggio permanenti della copertura e degli indicatori di prestazione dello screening oncologico.

Attività:

  1. Lavoro preparatorio attraverso riunioni (5) e workshop (5) per creare una piattaforma in cui i dati e gli indicatori sui programmi di screening del cancro basati sulla popolazione siano raccolti, messi a confronto e ulteriormente valutati nell’ambito dell’ECIS
  2. Azioni a sostegno della prima sperimentazione della piattaforma sviluppata, compresa la raccolta di set di dati disponibili relativi ai programmi di screening del cancro al seno, al colon-retto e alla cervice uterina.

Possibili proponenti: Centri/enti/istituzioni riconosciuti come rilevanti per la salute pubblica e in grado di avere accesso e/o raccogliere dati sullo screening del cancro. Reti nel campo della sanità pubblica (responsabili dello screening dei tumori); autorità degli Stati membri; istituti accademici e di istruzione; istituti di ricerca e organizzazioni della società civile (associazioni, fondazioni, ONG ed enti simili).

Budget: 2.000.000 euro; saranno finanziate una o più proposte progettuali

EU4H-2021-PJ-02 – Programmi di formazione interspecialistica sul cancro

Obiettivo: aggiornare le competenze degli operatori sanitari e favorire lo sviluppo di personale di alta qualità attraverso un programma di formazione interspecialistico sul cancro incentrato sulle specialità di oncologia clinica, chirurgia e radiologia, compresi i loro servizi infermieristici, nonché sulla qualità della vita e sul benessere dei pazienti, compreso il supporto mentale, psicosociale e nutrizionale, insieme a responsabilizzazione del paziente.

Azioni preparatorie attraverso riunioni (5) e workshop (5) per fornire quanto segue:

– sviluppo del primo set di curricula da erogare per l’avvio della prima formazione in oncologia interspecialistica, mirata all’oncologia clinica, alla chirurgia e alla radiologia, compresi i rispettivi servizi infermieristici

– messa a punto delle valutazioni dei bisogni, ovvero stima dei costi necessari al supporto per centro coinvolto e per persona formata, tenendo conto del numero di partecipanti al consorzio proponente

– selezione e preparazione della prima coorte di tirocinanti che parteciperanno alla formazione oncologica interspecialistica

– selezione e preparazione dei centri oncologici che supporteranno e ospiteranno la prima coorte di tirocinanti.

Possibili proponenti: Istituti accademici e di istruzione, istituti di ricerca, ospedali, reti di esperti comprese le reti di riferimento europee (ERN), autorità degli Stati membri e reti consolidate nel campo della sanità pubblica con capacità cliniche nella diagnosi del cancro, nel trattamento e nel follow-up dei malati di cancro. Il consorzio proponente deve essere costituito da almeno 15 organismi partner stabiliti in almeno 7 diversi paesi ammissibili

Budget: 5.000.000 euro; saranno finanziate una o più proposte progettuali

EU4H-2021-PJ-03 – Progetto sulla qualità e la sicurezza della tecnologia delle radiazioni nella diagnosi e nel trattamento del cancro

La maggioranza delle attuali tecnologie di radiazione utilizzate in medicina riguarda la diagnosi e il trattamento del cancro; la qualità e la sicurezza di queste applicazioni mediche devono essere armonizzate in tutta l’Unione, mentre al momento esistono disparità nel livello di standard applicati. Inoltre, la fornitura di radioisotopi utilizzati per la diagnosi e la cura del cancro non è ancora costante ed è soggetta a interruzioni, pertanto dovrebbero essere sviluppate misure per garantire la loro fornitura sostenibile, in particolare a lungo termine. Obiettivo dell’azione è di migliorare la qualità e la sicurezza e ottimizzare la tecnologia delle radiazioni in medicina.

I proponenti devono indirizzare la loro proposta a uno o più dei seguenti filoni di azione:

  1. a) Qualità e sicurezza delle applicazioni mediche delle radiazioni

Attività di accompagnamento per:

1) costruire cooperazioni, supportare e monitorare le applicazioni mediche delle radiazioni

2) sviluppare una guida basata sull’evidenza e strumenti pratici per la qualità e la sicurezza delle applicazioni mediche di radiazioni ionizzanti

3) creare un registro UE della dose per i pazienti sottoposti a medicina per immagini radiologica e nucleare

4) sostegno per allineare l’azione Euratom/UE sulle apparecchiature mediche radiologiche diagnostiche e terapeutiche, compresi i test di accettazione e delle prestazioni, gli standard tecnici e la segnalazione armonizzata degli eventi avversi; per allineare l’azione Euratom/UE sui radiofarmaci e sostenere azioni per l’audit clinico della radiologia, le pratiche di medicina nucleare e radioterapia

  1. b) Istruzione e formazione della forza lavoro

1) monitoraggio a livello UE della disponibilità di personale, istruzione e formazione

2) sviluppo di capacità nella moderna diagnosi, terapia e teragnostica del cancro al radionuclide

3) sviluppo di curricola e sistemi di certificazione UE in materia di qualità e sicurezza della radiologia, della medicina nucleare e della radioterapia.

  1. c) Parità di accesso alla moderna tecnologia e agli interventi medici delle radiazioni

1) monitoraggio della base di apparecchiature di imaging e radioterapia dell’Ue e della disponibilità di moderne caratteristiche di qualità e sicurezza

2) sviluppare criteri di qualità e sicurezza e protocolli ottimizzati di imaging per l’imaging medico avanzato

3) nei piani nazionali contro il cancro, coprire la tecnologia medica delle radiazioni, comprese le applicazioni diagnostiche e terapeutiche

4) migliorare le prove dell’efficacia clinica di nuovi interventi sul cancro che coinvolgono le radiazioni ionizzanti.

Questa azione sarà attuata in stretta collaborazione con l’Agenda strategica per le applicazioni mediche delle radiazioni ionizzanti della tecnologia nucleare e delle radiazioni (SAMIRA).

Possibili proponenti: Università e istituti di istruzione, istituti di ricerca, ospedali, reti di esperti (comprese le ERN), imprese nel settore della sanità pubblica, autorità degli Stati membri e reti istituite nel settore della sanità pubblica con esperienza in almeno uno dei principali settori di applicazione clinica delle radiazioni ionizzanti, tra cui radiologia, medicina nucleare e radioterapia.

Budget: 3.500.000 euro; saranno finanziate fino a 5 proposte progettuali

EU4H-2021-PJ-04 — Rete UE dei giovani sopravvissuti al cancro

Basandosi sulle esperienze maturate da diverse organizzazioni, ONG e istituzioni di cura del cancro attive nei tumori dell’infanzia, dell’adolescenza e dei giovani adulti, questa azione intende istituire la nuova “Rete europea dei giovani sopravvissuti al cancro” federando detti organismi, per creare una piattaforma UE per la promozione di azioni e iniziative mirate, che coprano i principali settori di comprovato beneficio nel migliorare la qualità della vita dei giovani sopravvissuti al cancro.

– Attività preparatorie (primi 6 mesi dell’iniziativa): riunioni e consultazioni parallele per definire/concordare struttura, modus operandi, segreteria, programma annuale e altre esigenze operative e organizzative, compreso un esercizio di determinazione dei costi della rete UE

– Lancio della rete (febbraio 2022): da organizzare al Parlamento europeo in modo paragonabile al lancio del piano europeo per combattere il cancro del febbraio 2021

– Avvio delle attività: missioni ad hoc/webinar/workshop, con il coinvolgimento diretto dei delegati della Rete UE e degli “Ambasciatori”

– Prima assemblea generale: (Terzo quadrimestre 2022)

Possibili proponenti: Organizzazioni della società civile (associazioni, fondazioni, ONG ed enti simili), enti privati (profit o no profit), autorità degli Stati membri e reti stabilite nel campo della salute pubblica

Budget: 5.000.000 euro; saranno finanziate una o più proposte progettuali

EU4H-2021-PJ-05 — Azioni sulle sostanze di origine umana (Soho) – aumentare la resilienza, garantire la continuità dell’approvvigionamento e l’accesso a terapie sicure e di alta qualità, in particolare in tempi di crisi

Questa azione mira a consentire alle organizzazioni mediche/professionali e alle autorità degli Stati membri nei sottosettori Soho di sviluppare e scambiare buone prassi per i professionisti e le autorità al fine di ottimizzare l’offerta e aumentare l’accesso alla qualità e all’uso sicuro delle terapie critiche basate sulle sostanze di origine umana donate da concittadini.

Le misure e le azioni proposte possono essere mirate a livello locale/ospedaliero oppure regionale/nazionale e sovranazionale/unionale e possono essere attuate da professionisti, in collaborazione con le rispettive autorità nazionali. Il lavoro mirerà a identificare, condividere, valutare e perfezionare le misure e le azioni intraprese e pianificate per mitigare l’impatto della pandemia di COVID-19 sulla sicurezza, la qualità e l’accessibilità di queste terapie.

Sottosettori specifici (elenco non esaustivo):

– sangue e componenti del sangue (globuli rossi, plasma)

– organi (es. reni, fegato, cuore)

– cellule staminali emopoietiche (midollo osseo, sangue cordonale)

– gameti ed embrioni (per la medicina riproduttiva)

– tessuti (cornea, valvole cardiache).

Possibili proponenti: società mediche professionali (che hanno come membri professionisti provenienti da ospedali, centri di trapianto e istituti ematologici/tissutali dell’Ue) e autorità degli Stati membri, che rappresentano esperti in una o più specialità sanitarie che lavorano con sostanze di origine umana (Soho – organi solidi, cellule staminali ematopoietiche, tessuti, gameti, sangue e componenti del sangue), che rappresentano professionisti in più Stati membri UE, con un forte rapporto/collaborazione con le autorità di livello nazionale/UE nel settore Soho

Budget: 3.500.000 euro; saranno finanziate fino a 5 proposte progettuali

La scadenza per tutte le azioni del bando è il 15 settembre 2021.

Italia-Russia: pubblicato un nuovo bando per progetti di ricerca congiunti

Italia-Russia: pubblicato un nuovo bando per progetti di ricerca congiunti

health-2082630_960_720

La Federazione Russa e il Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) hanno pubblicato un nuovo bando per progetti di ricerca congiunti nell’ambito del Programma di Cooperazione Scientifica e Tecnologica tra Italia e Russia per il periodo 2021-2023.

In particolare, i candidati sono invitati a presentare proposte di progetti bilaterali di ricerca tecnico-scientifica nelle seguenti aree prioritarie:

  • Aerospace
  • Life Sciences
  • Energy and Environment
  • Astrophysics, Physics and Applied Physics
  • Chemistry
  • Mathematics
  • Geoscience

Possono partecipare al bando organizzazioni di ricerca pubbliche o private no-profit, con residenza legale in Italia. Per la parte della Federazione Russa il bando è aperto alle organizzazioni scientifiche russe e alle organizzazioni educative di istruzione superiore.

Le attività di ricerca saranno co-finanziate da entrambe le Parti. Per l’ente di ricerca italiano richiedente è obbligatoria una significativa partecipazione al cofinanziamento (costi del personale di ruolo), mentre gli altri costi del personale (scienziati non di ruolo coinvolti nel progetto) possono essere coperti dalla sovvenzione.

Il finanziamento sarà concesso nei limiti delle risorse annuali disponibili e in conformità con le linee generali della politica estera di entrambe le Parti.

La scadenza per partecipare è il 2 agosto 2021.

Digitale, Industria e Spazio: pubblicati i bandi “A digitised, resource-efficient and resilient industry 2021” di Horizon Europe

Digitale, Industria e Spazio: pubblicati i bandi “A digitised, resource-efficient and resilient industry 2021” di Horizon Europe

health-2082630_960_720

Si è aperto il 22 giugno il bando A digitised, resource-efficient and resilient industry (HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01) del Programma di lavoro 2021-2022 del Cluster Digital, Industry and Space di Horizon Europe, mentre si aprirà il 16 settembre prossimo il bando HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-02.

Il bando HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01 contiene 21 topic (4 Innovation Action, 10 RIA e 7 CSA) con un budget complessivo pari a 355.2 milioni di € con scadenza 23 settembre 2021:

  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-01: Ensuring circularity of composite materials (Processes4Planet Partnership) (RIA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-03: Identifying future availability of secondary raw materials (RIA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-04: Developing climate-neutral and circular raw materials (IA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-05: Building EU-Africa partnerships on sustainable raw materials value chains (CSA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-06: Innovation for responsible EU sourcing of primary raw materials, the foundation of the Green Deal (RIA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-07: Building innovative value chains from raw materials to sustainable products (IA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-08: Establishing EU led international community on safe- and sustainable-by-design materials to support embedding sustainability criteria over the life cycle of products and processes (CSA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-09: Promote Europe’s availability, affordability, sustainability and security of supply of essential chemicals and materials (IA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-10: Paving the way to an increased share of recycled plastics in added value products (RIA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-11: Safe- and sustainable-by-design polymeric materials (RIA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-12: Safe- and sustainable-by-design metallic coatings and engineered surfaces (RIA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-14: Development of more energy efficient electrically heated catalytic reactors (IA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-16: Creation of an innovation community for solar fuels and chemicals (CSA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-17: Advanced materials for hydrogen storage (RIA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-20: Antimicrobial, Antiviral, and Antifungal Nanocoatings (RIA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-25: Biomaterials database for Health Applications (CSA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-26: Sustainable Industry Commons (RIA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-27: Innovation Radar, Tech Due Diligence and Venture Building for strategic digital technologies (CSA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-28: Re-opening industrial sites preparatory action – Promoting a sustainable strategy for Europe’s industrial future (CSA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-29: ‘Innovate to transform’ support for SME’s sustainability transition (CSA)
  • HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-01-31: European Technological and Social Innovation Factory (RIA)

Il bando HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-02: Social and affordable housing district demonstrator (IA) contiene invece il topic HORIZON-CL4-2021-RESILIENCE-02-32 (RIA), con un budget di 10 milioni di € con scadenza 25 gennaio 2022.

I 2 bandi rientrano nella Destination 2 – Increased autonomy in key strategic value chains for resilient industry, che sostiene la leadership industriale e una maggiore autonomia nelle principali catene di valore strategico con sicurezza di approvvigionamento nelle materie prime, raggiunte attraverso tecnologie innovative in aree di alleanze industriali, ecosistemi dinamici di innovazione industriale e soluzioni avanzate per la sostituzione e l’efficienza delle risorse e dell’energia, il riutilizzo e il riciclaggio efficaci e la produzione primaria pulita di materie prime, comprese le materie prime critiche e la leadership nell’economia circolare.

Il cluster 4 Digital, Industry and Space di Horizon Europe affronta il tema delle tecnologie digitali e industriali, anche nel settore spaziale, che hanno un impatto su tutti i settori dell’economia e della società, trasformano il modo in cui l’industria si sviluppa, produce nuovi prodotti e servizi e sono centrali per qualsiasi futuro sostenibile. La crisi COVID-19 del 2020 ha dimostrato la necessità di rafforzare la base industriale europea, migliorando la sua resilienza e flessibilità sia in termini di tecnologie e catene di approvvigionamento per ridurre la dipendenza dell’UE dai paesi terzi. La pandemia ha anche creato una nuova urgenza nell’affrontare sfide sociali chiave come la sostenibilità o l’inclusione. In un mondo globalizzato, caratterizzato da maggiori incertezze e interessi geopolitici volatili, la posta in gioco non è solo la prosperità e la competitività economica dell’Europa, ma anche la sua capacità di procurarsi e fornire autonomamente materie prime, tecnologie e servizi sicuri per l’industria nel suo complesso.

 

Developing, consolidating and optimising the European research infrastructures landscape, maintaining global leadership: pubblicati due bandi di Horizon Europe

Developing, consolidating and optimising the European research infrastructures landscape, maintaining global leadership: pubblicati due bandi di Horizon Europe

health-2082630_960_720

Il 22 giugno 2021 sono state pubblicate due call Developing, consolidating and optimising the European research infrastructures landscape, maintaining global leadership contenute nel Programma di lavoro 2021-2022 Research Infrastructures di Horizon Europe.

Complessivamente i due bandi contengono 7 topics per un budget complessivo indicativo pari a 41,3 milioni di €. Di seguito il dettaglio delle due call:

  • “Developing, consolidating and optimising the European research infrastructures landscape, maintaining global leadership 2021” (HORIZON-INFRA-2021-DEV-01)

Il bando contiene 5 topic (tutti CSA) per un budget complessivo ad essi destinato pari a 7.8 milioni di €:

  • HORIZON-INFRA-2021-DEV-01-01: Support to the European Strategy Forum on Research Infrastructures
  • HORIZON-INFRA-2021-DEV-01-02: Strengthen the bilateral cooperation on research infrastructures with Africa: improving the knowledge base on climate change in Africa
  • HORIZON-INFRA-2021-DEV-01-03: Transition to digital/remote research infrastructure service provision: lessons learnt, needs and best practices
  • HORIZON-INFRA-2021-DEV-01-04: Support to National Contact Points (NCPs) for Research Infrastructures
  • HORIZON-INFRA-2021-DEV-01-05: Support to the e-Infrastructure Reflection Group (e- IRG)

I topic si sono aperti il 22 giugno 2021 e si chiuderanno il 23 settembre 2021.

  • “Developing and consolidating the European research infrastructures landscape, maintaining global leadership 2021” (HORIZON-INFRA-2021-DEV-02)

Il bando contiene 2 topic (tutti CSA) per un budget complessivo ad essi destinato pari a 33.5 milioni di €:

  • HORIZON-INFRA-2021-DEV-02-01: Preparatory phase of new ESFRI research infrastructure projects
  • HORIZON-INFRA-2021-DEV-02-02: Consolidation of the research infrastructure landscape – Individual support for ESFRI projects

I topic si aprono il 30 settembre 2021 e si chiudono il 20 gennaio 2022.

Ampliare la partecipazione e rafforzare lo Spazio Europeo della Ricerca: pubblicato il bando European Research Area di Horizon Europe

Ampliare la partecipazione e rafforzare lo Spazio Europeo della Ricerca: pubblicato il bando European Research Area di Horizon Europe

health-2082630_960_720Pubblicato il bando European Research Area (HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01) contenuto nel Programma di lavoro 2021-2022 del sottoprogramma trasversale di Horizon Europe “Widening participation and strengthening the European Research Area”.

    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-09: Support for policy makers – Programme level collaboration between national R&I programmes
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-20: Towards a Europe-wide training and networking scheme for research managers
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-30: Implementation of a new macro-economic modelling concept
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-32: Standardisation Booster for fostering exploitation of FP-funded research results
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-33: R&I intensive IP management: Scenarios for the future
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-40: Modelling and quantifying the impacts of open science practice
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-41: Global cooperation on FAIR data policy and practice
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-43: Capacity-building for institutional open access publishing across Europe
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-44: Societal trust in science, research and innovation
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-45: Support to changes in the assessment of research and researchers to reward the practice of open science
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-50: Protection of Higher Education Institutions and research organisations against conventional and non-conventional threats
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-60: A capacity-building and brokering network to make citizen science an integral part of the European Research Area
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-61: Supporting and giving recognition to citizen science in the European Research Area
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-70: Developing a STE(A)M roadmap for Science Education in Horizon Europe
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-80: Centre of excellence on inclusive gender equality in Research & Innovation
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-81: Policy coordination to advance the implementation of the ERA gender equality and inclusiveness objectives within Member States
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-90: The challenges of research ethics and integrity in response to crisis: the coronavirus pandemic and beyond
    • HORIZON-WIDERA-2021-ERA-01-91: Ensuring reliability and trust in quality of Research Ethics expertise in the context of new/emerging technologies.

Il bando contiene 18 topics (di cui 5 RIA e 13 CSA), per un budget complessivo indicativo pari a 61.5 milioni di €, tutti con scadenza 23 settembre 2021:

Il bando rientra nella Destination 3 – Reforming and enhancing the EU research and innovation system e si basa su quattro obiettivi dello Spazio Europeo della Ricerca (SER), ovvero dare priorità a investimenti e riforme, migliorare l’accesso all’eccellenza, trasferire i risultati di R&I nell’economia e approfondire il SER.

L’obiettivo generale del programma Widening participation and strengthening the European Research Area è volta ad espandere la diversità geografica e le capacità necessarie per consentire una partecipazione di successo al processo di R&I, promuove il networking e l’accesso all’eccellenza. Inoltre, essa ha l’obiettivo di far progredire la diffusione e lo sfruttamento dei risultati della ricerca rafforzando l’interazione tra ricerca e istruzione e i legami di collaborazione in tutta Europa, favorendo le reti europee di R&I. Infine, contribuisce a migliorare le capacità di gestione della ricerca nei paesi in via di allargamento e nelle regioni ultraperiferiche, a sostenere le riforme politiche nazionali e a valorizzare il potenziale dei talenti dell’Unione attraverso azioni mirate.

Infrastrutture di ricerca: pubblicato il bando Next generation of scientific instrumentation, tools and methods (2021) di Horizon Europe

Infrastrutture di ricerca: pubblicato il bando Next generation of scientific instrumentation, tools and methods (2021) di Horizon Europe

health-2082630_960_720Il 22 giugno 2021 se è aperto il bando Next generation of scientific instrumentation, tools and methods 2021 (HORIZON-INFRA-2021-TECH-01) contenuto nel Programma di lavoro 2021-2022 Research Infrastructures di Horizon Europe.

Il bando contiene 1 topic (RIA) con un budget pari a 28 milioni di € e con scadenza 23 settembre 2021:

  • HORIZON-INFRA-2021-TECH-01-01: Interdisciplinary digital twins for modelling and simulating complex phenomena at the service of research infrastructure communities

Ci si attende un contributo per progetto pari a 9-12 milioni di €, per un numero massimo di progetti finanziabili pari a 4.

Il bando rientra nella Destination 4 – Next generation of scientific instrumentation, tools and methods and advanced digital solutions (INFRATECH) e sono dedicati alla prossima generazione di strumentazione scientifica, per consentire nuove scoperte e mantenere le infrastrutture di ricerca europee al massimo livello di eccellenza, aprendo la strada a soluzioni innovative per le sfide della società e nuove applicazioni industriali, prodotti e servizi.

L’obiettivo generale del programma Research Infrastructures è potenziare l’Europa attraverso infrastrutture di ricerca accessibili e di livello mondiale, come parte di un panorama europeo integrato di infrastrutture tecnologiche e di ricerca.

Infrastrutture di ricerca: pubblicato il bando Research infrastructure services to support health research, accelerate the green and digital transformation, and advance frontier knowledge (2021) di Horizon Europe

Infrastrutture di ricerca: pubblicato il bando Research infrastructure services to support health research, accelerate the green and digital transformation, and advance frontier knowledge (2021) di Horizon Europe

health-2082630_960_720Il 22 giugno 2021 se è aperto il bando Research infrastructure services to support health research, accelerate the green and digital transformation, and advance frontier knowledge 2021 (HORIZON-INFRA-2021-SERV-01) contenuto nel Programma di lavoro 2021-2022 Research Infrastructures di Horizon Europe.

Il bando contiene 7 topics (tutti RIA), per un budget complessivo indicativo pari a 112 milioni di €, tutti con scadenza 23 settembre 2021:

  • HORIZON-INFRA-2021-SERV-01-01: Research infrastructures services to support research addressing cancer
  • HORIZON-INFRA-2021-SERV-01-02: Research infrastructures services for a sustainable and resilient agriculture and agro-ecological transitions
  • HORIZON-INFRA-2021-SERV-01-03: Research infrastructures services for responding to climate-related risks on the environment
  • HORIZON-INFRA-2021-SERV-01-04: Research infrastructures services enabling the development of materials for a circular economy
  • HORIZON-INFRA-2021-SERV-01-05: Research infrastructures services for sustainable and inclusive Global Value Chain and Europe recovery from socio-economic crises
  • HORIZON-INFRA-2021-SERV-01-06: Enabling research infrastructure services for better use of imaging data to address challenges in thematic research areas
  • HORIZON-INFRA-2021-SERV-01-07: Research infrastructures services advancing frontier knowledge

Il bando rientra nella Destination 3 – RI services to support health research, accelerate the green and digital transformation, and advance frontier knowledge (INFRASERV) e pongono particolare attenzione alla fornitura di servizi integrati per consentire alla R&I di affrontare le principali sfide della società, in particolare nel settore sanitario, a sostegno del trasformazione verde e digitale e garantire la resilienza alle crisi, nonché sostenere la ricerca guidata dalla curiosità e il progresso delle conoscenze di frontiera in ampi domini scientifici.

L’obiettivo generale del programma Research Infrastructures è potenziare l’Europa attraverso infrastrutture di ricerca accessibili e di livello mondiale, come parte di un panorama europeo integrato di infrastrutture tecnologiche e di ricerca.

Infrastrutture di ricerca: pubblicato il bando Enabling an operational, open and FAIR EOSC ecosystem (2021) di Horizon Europe

Infrastrutture di ricerca: pubblicato il bando Enabling an operational, open and FAIR EOSC ecosystem (2021) di Horizon Europe

health-2082630_960_720Il 22 giugno 2021 se è aperto il bando Enabling an operational, open and FAIR EOSC ecosystem 2021 (HORIZON-INFRA-2021-EOSC-01) contenuto nel Programma di lavoro 2021-2022 Research Infrastructures di Horizon Europe.

Il bando contiene 6 topics (di cui 3 RIA e 3 CSA), per un budget complessivo indicativo pari a 59 milioni di €, tutti con scadenza 23 settembre 2021:

  • HORIZON-INFRA-2021-EOSC-01-01: Supporting an EOSC-ready digitally skilled workforce
  • HORIZON-INFRA-2021-EOSC-01-02: Supporting the development and coordination of activities of the EOSC Partnership
  • HORIZON-INFRA-2021-EOSC-01-03: Deploying EOSC-Core components for FAIR
  • HORIZON-INFRA-2021-EOSC-01-04: Innovative and customizable services for EOSC
  • HORIZON-INFRA-2021-EOSC-01-05: Enabling discovery and interoperability of federated research objects across scientific communities
  • HORIZON-INFRA-2021-EOSC-01-06: FAIR and open data sharing in support of cancer research

Il bando rientra nella Destination 2 – Enabling an operational, open and FAIR EOSC ecosystem (INFRAEOSC) che vuole contribuire alla realizzazione di uno Spazio europeo della ricerca forte, eccellente e di forte impatto, rafforzando le capacità delle infrastrutture di ricerca in Europa, il loro ruolo a livello globale e il processo decisionale in questo campo.

L’obiettivo generale del programma Research Infrastructures è potenziare l’Europa attraverso infrastrutture di ricerca accessibili e di livello mondiale, come parte di un panorama europeo integrato di infrastrutture tecnologiche e di ricerca.

Infrastrutture di ricerca: pubblicato il bando Network connectivity in Research and Education – Enabling collaboration without boundaries (2021) di Horizon Europe

Infrastrutture di ricerca: pubblicato il bando Network connectivity in Research and Education – Enabling collaboration without boundaries (2021) di Horizon Europe

health-2082630_960_720

Il 22 giugno 2021 se è aperto il bando Network connectivity in Research and Education – Enabling collaboration without boundaries 2021 (HORIZON-INFRA-2021-NET-01-FPA) contenuto nel Programma di lavoro 2021-2022 Research Infrastructures di Horizon Europe.

Il bando contiene 1 topic (FPA – Framework Partnership Agreement) con scadenza 2 settembre 2021:

  • HORIZON-INFRA-2021-NET-01-01-FPA: Framework Partnership Agreement (FPA) for Research and Education Networks

Il bando rientra nella Destination 5 – Network connectivity in Research and Education – Enabling collaboration without boundaries (INFRANET) e punta a fornire reti e servizi di rete ad alta larghezza di banda per interconnettere ricercatori, dati e risorse informatiche in modo non discriminatorio indipendentemente dalla posizione degli utenti e dalle risorse per consentire agli scienziati di condurre ricerche eccellenti.

L’obiettivo generale del programma Research Infrastructures è potenziare l’Europa attraverso infrastrutture di ricerca accessibili e di livello mondiale, come parte di un panorama europeo integrato di infrastrutture tecnologiche e di ricerca.

1 2 3 11