GlitchZone: call per startup della cybersicurezza

GlitchZone: call per startup della cybersicurezza

L’iniziativa GlitchZone intende sostenere le start-up con contributi finanziari e con appositi percorsi di sviluppo per la crescita imprenditoriale. Le candidature scadono il 31 luglio.

Glitchzone punta ad avvicinare il mondo della ricerca scientifica alle necessità del mercato, individuando e selezionando start-up che possano avere un impatto a livello industriale e commerciale. Il programma è rivolto ad iniziative in ambito cybersecurity che possano valorizzare tecnologie applicative specifiche dei seguenti ambiti di applicazione:

  • Scienza dei Dati: include l’analisi di grandi volumi di dati per individuare pattern e anomalie che possono indicare attività malevole
  • Intelligenza Artificiale: potenzia le capacità di rilevamento e risposta alle minacce attraverso l’automazione e l’apprendimento continuo
  • Robotica: comprende l’uso di robot per monitorare, rilevare e rispondere a minacce fisiche e digitali
  • Internet of Things: introduce numerose sfide di sicurezza a causa della vasta rete di dispositivi connessi
  • Blockchain: offre soluzioni sicure e trasparenti per la gestione delle informazioni e delle transazioni
  • Computazione Quantistica: ha il potenziale di rivoluzionare la cybersicurezza attraverso capacità computazionali avanzate
  • Crittografia: è fondamentale per proteggere i dati sensibili e le comunicazioni

I progetti selezionati verranno inseriti in un percorso a 2 fasi:

Fase 1) Validazione tecnologica
Fase 2) Sviluppo imprenditoriale

L’Agenzia per la cybersicurezza nazionale potrà erogare, nel rispetto della disciplina in materia di aiuti di Stato, un contributo a fondo perduto pari a €50.000 per le start-up selezionate per il percorso di validazione e a €150.000 per quelle selezionate per il percorso di sviluppo.

Possono candidarsi le startup, gli spinoff di ricerca costituiti sotto forma di start-up e i team non ancora costituiti ma che sono disponibili a costituirsi in società al momento dell’avvio del programma, con sede in Italia.

La scadenza per presentare le candidature è il 31 luglio 2024.

Scadenza: 31 luglio 2024

Spoke 7 – Smart sector integration – Università degli Studi di Napoli Federico II

Spoke 7 - Smart sector integration - Università degli Studi di Napoli Federico II

technologies

Destinatari: Organismi di ricerca pubblici e privati; Micro, Piccole e Medie imprese (MPMI); Grandi imprese (GI)

Dotazione finanziaria complessiva: 2.350.000 euro

Distribuita secondo le seguenti tematiche:

  • Tematica 1 – Sviluppo di soluzioni hardware/software per la simulazione e il digital twinning di sistemi energetici multi-commodity complessi
  • Tematica 2 – Sviluppo di strumenti e dispositivi per lo smart coupling in contesti energetici multi-carrier
  • Tematica 3 – Sviluppo di strumenti a supporto delle analisi tecnico-economiche, regolatorie e di impatto ambientale di sistemi energetici in contesti multi-commodity

Una quota pari ad almeno l’80% della dotazione finanziaria è destinata al Mezzogiorno

La domanda di agevolazione può essere presentata a partire dalle ore 14:00 del 24 giugno 2024 ed entro e non oltre le ore 14:00 del 24 luglio 2024.

Scadenza: 24 luglio 2024

EIT Digital: lanciato il bando Disruptive AI 2024

EIT Digital: lanciato il bando Disruptive AI 2024

technologies

Nell’ambito del programma EIT Digital, è stato pubblicato il bando Disruptive AI 2024, con scadenza per partecipare fissata al 20 agosto 2024.

L’obiettivo del bando è quello di supportare startup che sviluppano soluzioni innovative dirompenti attraverso l’Intelligenza Artificiale, offrendo una mentorship personalizzata per lo sviluppo e lo scale-up di tecnologie innovative.

Nello specifico, il bando offre l’opportunità di:

  • ricevere assistenza e orientamento da esperti per definire la business strategy;
  • accedere ad una rete di investitori, partner e leader industriali;
  • ottenere visibilità nell’ecosistema dell’IA;
  • beneficiare di supporto tecnico per accelerare lo sviluppo e la commercializzazione delle tecnologie.

Il programma è rivolto a startup europee che devono avere da 1 a 3 anni di attività.

Scadenza: 20 agosto 2024

STARTS: al via la call per affrontare le sfide legate all’acqua attraverso l’arte e il digitale

STARTS: al via la call per affrontare le sfide legate all'acqua attraverso l'arte e il digitale

success-2917048_1280

La Commissione europea ha lanciato un nuovo bando (Art and the digital: Unleashing creativity for European water management), in scadenza il 15 settembre 2024, nel contesto del programma STARTS (Science, Technology and the Arts), invitando i consorzi a presentare idee progettuali che coniughino artetecnologia digitale e gestione delle risorse idriche.

L’obiettivo principale è coinvolgere un’ampia gamma di esperti digitaliartisti e parti interessate nel settore dell’acqua, affrontando la questione della scarsità d’acqua in modo interdisciplinare, introducendo nuove tecnologie digitali nel settore idrico europeo. In particolare, la call si articola su tre obiettivi principali:

  • STARTS residencies: le residenze artistiche si concentreranno sull’integrazione degli artisti con stakeholder locali, come aziende tecnologiche, utility e compagnie di sviluppo regionale, per lavorare su sfide concrete legate all’acqua. Il digitale sarà il fulcro di queste sperimentazioni artistiche, che potranno spaziare dalla scienza dei dati ai media digitali, fino alla realtà aumentata (AR) e virtuale (VR).
  • STARTS Sylloge: l’iniziativa mira a creare un corpus di discorsi, installazioni, video e performance che raccontino storie legate all’acqua. Temi come la biodiversità negli ecosistemi acquatici, l’importanza dell’acqua per le comunità locali e nuove modalità di interazione con gli oceani saranno esplorati.
  • STARTS water community: l’obiettivo è sviluppare una comunità dinamica che unisca arte, digitale e acqua, capace di influenzare le politiche, il business e la società verso un uso sostenibile delle risorse idriche. Questo sarà realizzato attraverso conferenze, workshop, attività online, seminari educativi ed esposizioni.

Le proposte dovranno basarsi sui risultati raggiunti sulle precedenti STARTS Water calls. Inoltre, le proposte devono essere presentate da un consorzio composto da almeno sei richiedenti provenienti da almeno quattro diversi paesi ammissibili, ossia Stati membri dell’UE (compresi i paesi e territori d’oltremare, PTOM).

Il budget disponibile per il bando è di € 2.500.000.

Scadenza: 15 settembre 2024

Europa Digitale: annunciati nuovi bandi per attuare la strategia digitale

Europa Digitale: annunciati nuovi bandi per attuare la strategia digitale

Nell’ambito del Programma Europa Digitale la Commissione europea ha annunciato per il prossimo 4 luglio 2024 l’apertura di nuovi bandi.

topic differiscono per contenuti e presentano scadenze differenti.

Accelerating the best use of technologies

Support to the implementation of Multi-Country Projects (MCPs)

Nell’ambito del bando DIGITAL-2024-BESTUSE-07 – Accelerating the best use of technologies, si aprirà il topic:

  • DIGITAL-2024-BESTUSE-07-MULTICOUNTRY – Support to the implementation of Multi-Country Projects (MCPs)

La scadenza singola per le candidature è prevista per il 21 novembre 2024. Il budget previsto è di 25.000.000 EUR.

Il topic mira a facilitare l’attuazione di Progetti multi-Paese (MCP) previsti dalla Strategia Digitale europea, anche quando vengono scelti come meccanismo di attuazione i Consorzi europei per le infrastrutture digitali (EDIC). I progetti selezionati dovranno essere realizzati da un EDIC o da un consorzio che comprenda almeno tre Stati membri.

Le proposte possono essere presentate da un EDIC, anche in via di costituzione, o altro meccanismo consortile di implementazione di MCP ammesso dal programma (ad esempio Joint Undertaking, Consorzi per un’infrastruttura europea di ricerca (ERIC), etc.).

European Digital Media Observatory

Per la call DIGITAL-2024-BESTUSE-TECH-07 — Accelerating the best use of technologies il topic ha un budget di 8.000.000 EUR e scadenza fissata al 21 novembre 2024:

  • DIGITAL-2024-BESTUSE-TECH-07-EDMO – European Digital Media Observatory

L’Osservatorio europeo dei media digitali (EDMO) è stato creato con l’obiettivo di sostenere una comunità multidisciplinare indipendente per contribuire alla lotta contro la disinformazione ed è composto da hub nazionali o regionali e da una piattaforma centrale, con una struttura di governance di sostegno e coordinamento.

L’obiettivo del topic è finanziare il lavoro di hub nazionali o regionali indipendenti per l’analisi degli ecosistemi dei media digitali.

Le proposte devono essere presentate da:

  • almeno 2 soggetti candidati indipendenti;
  • il coordinatore del consorzio deve avere sede in uno Stato membro dell’Unione europea, coperto dall’hub.

Deployment Actions in the area of Cybersecurity

Per il bando DIGITAL-ECCC-2024-DEPLOY-CYBER-07 – Deployment Actions in the area of Cybersecurity i topic previsti hanno un budget di 102.000.000 EUR complessivi, sono dedicati al sostegno di azioni per implementare la cybersecurity ed hanno scadenza fissata al 21 gennaio 2025:

  • DIGITAL-ECCC-2024-DEPLOY-CYBER-07-SOC – National SOCs
  • DIGITAL-ECCC-2024-DEPLOY-CYBER-07-SOCPLAT – Enlarging existing or Launching New Cross-Border SOC Platforms
  • DIGITAL-ECCC-2024-DEPLOY-CYBER-07-LARGEOPER – Preparedness Support and Mutual Assistance, Targeting Larger Industrial Operations and Installations
  • DIGITAL-ECCC-2024-DEPLOY-CYBER-07-CYBERSEC-02 – Support for Implementation of EU Legislation on Cybersecurity and National Cybersecurity Strategies (2024)
  • DIGITAL-ECCC-2024-DEPLOY-CYBER-07-KEYTECH – Development and Deployment of Advanced Key Technologies
  • DIGITAL-ECCC-2024-DEPLOY-CYBER-07-SOCSYS – Strengthening the SOC Ecosystem

topic finanziano attività di supporto ai Security Operation Center (SOC) nazionali, il lancio di piattaforme SOC transfrontaliere, il rafforzamento dell’ecosistema SOC, lo sviluppo di tecnologie chiave avanzate e il sostegno all’attuazione della legislazione dell’Unione europea sulla sicurezza informatica e delle strategie nazionali di cybersecurity.

I progetti finanziati da questo bando saranno gestiti dal Centro europeo di competenza per la sicurezza informatica (ECCC).

Il bando DIGITAL-ECCC-2024-DEPLOY-CYBER-07 è aperto a imprese, PMI, amministrazioni pubbliche altri enti degli Stati membri dell’Unione europea e dei Paesi EFTA/SEE.

Advanced Digital Skills

Per la call DIGITAL-2024-ADVANCED-DIGITAL-07 – Advanced Digital Skills il topic ha un budget di 55.000.000 EUR e scadenza fissata al 21 novembre 2024:

  • DIGITAL-2024-ADVANCED-DIGITAL-07-KEYCAPACITY – Specialised Education Programmes in Key Capacity Areas

Il topic intende sostenere l’eccellenza degli istituti di istruzione superiore nella formazione degli specialisti digitali del futuro e aumentare la capacità dell’offerta formativa nel settore delle competenze digitali avanzate.

La proposta deve essere presentata da un ​​​​​​consorzio composto da un minimo di 6 soggettiprovenienti da 4 diversi Paesi ammissibili.

Cloud, data and artificial intelligence

Per il bando DIGITAL-2024-CLOUD-DATA-AI-07 – Cloud, data and artificial intelligence, il budget del topic è di 20.000.000 EUR e la scadenza per candidarsi al topic è prevista per il 21 novembre 2024

  • DIGITAL-2024-CLOUD-DATA-AI-07-DIGITALTWIN – Towards networked Local Digital Twins in the EU

Il topic intende consolidare i risultati esistenti e passare a un ecosistema di infrastrutture e servizi maturi basati su Local Digital Twins (gemelli digitali locali) in tutta l’Unione europea, per aiutare le città e le comunità a realizzare economie di scala per l’accesso e la distribuzione di piattaforme di dati e servizi basati su LDT. L’azione si inserisce nel contesto di implementazione dell’EDIC CitiVerse.

Le proposte dovranno pervenire da consorzi di almeno 3 soggetti candidati indipendenti con minimo 3 entità indipendenti di 3 diversi Paesi ammissibili. Nella call, sono previsti specifici requisiti legati alla sicurezza per i candidati.

Scadenza: 21 novembre 2024, 21 gennaio 2025

Aperto il bando di gara per una piattaforma digitale europea per l’osservazione oceanica

Aperto il bando di gara per una piattaforma digitale europea per l'osservazione oceanica

La Commissione europea ha aperto un nuovo bando di gara per la costruzione e gestione di una piattaforma digitale dedicata all’osservazione oceanica, con scadenza il 16 settembre 2024.

Gestito dall’Agenzia esecutiva per il clima, l’infrastruttura e l’ambiente (CINEA), il bando mira a supportare l’implementazione delle politiche europee nel settore della “blue economy“.

In particolare, si prevede la creazione, manutenzione, aggiornamento e gestione di una piattaforma digitale che consenta il caricamento, la visualizzazione, l’elaborazione e l’estrazione di piani sull’osservazione oceanica.

La nuova piattaforma digitale sosterrà la promozione dello sviluppo sostenibile dei settori legati agli oceani, facilitando la raccolta e la gestione dei dati sull’osservazione oceanica e migliorando così la capacità di monitorare e analizzare gli impatti ambientali e promuovere pratiche sostenibili.

Il budget complessivo è di € 1.500.000 e include attività di supporto.

Scadenza: 16 settembre 2024

Bando ‘EU digital reporting’

Bando 'EU digital reporting'

Rimane aperto fino al 19 settembre 2024 il bando ‘EU digital reporting’, lanciato dalla Commissione europea per il settore dei media.

La Call mette a disposizione 5 milioni di euro per finanziare progetti che favoriscano l’offerta di contenuti informativi digitali multilingue in tutta l’UE e migliorino l’accesso dei cittadini a informazioni digitali affidabili sulle tematiche dell’UE.

In particolare, i progetti dovranno riguardare:

  • la produzione di format digitalioriginaliinnovativi e multilingue sui temi UE. I format possono includere contenuti digitali giornalieri/settimanali (audiovisivi, dibattiti, notizie…), copertura in diretta, notizie sul lavoro e le decisioni delle istituzioni dell’UE, contenuti multimediali (immagini, video, infografiche, visualizzazioni di dati, animazioni, contenuti interattivi..), pubblicazione sui social media, contenuti generati dagli utenti, coinvolgimento della comunità.
  • la creazione di piattaforme online per garantire l’accesso gratuito, la rintracciabilità, la facilità d’uso e la diffusione dei contenuti in almeno 6 lingue dell’UE. Si incoraggia lo sviluppo di media distributivi (portali web, app, newsletter, social media..), nonché l’uso di tecnologie digitali innovative (Intelligenza artificiale, elaborazione dati, realtà aumentata, blockchain).

I progetti dovrebbero mirare al pubblico più vasto possibile, raggiungendo almeno 100.000 visitatori digitali unici dell’UE al mese attraverso le piattaforme.

I progetti proposti devono avere una durata compresa tra 18 e 24 mesi, con inizio entro la fine di giugno 2025.

Il bando è rivolto ad organismi di informazione, organizzazioni del settore dei media, sviluppatori di tecnologia stabiliti negli Stati UE.

Le candidature possono essere presentate da singoli soggetti oppure da un consorzio costituito da almeno due soggetti.

La Commissione prevede di finanziare due progetti. La sovvenzione UE potrà coprire fino al 95% dei costi totali ammissibili, per un massimo di 2,7 milioni di euro per progetto.

Scadenza: 19 settembre 2024

Al via le candidature per progetti strategici nell’ambito del Critical Raw Materials Act

Al via le candidature per progetti strategici nell'ambito del Critical Raw Materials Act

ecosostenibile

Fino al 22 agosto 2024 è possibile presentare progetti strategici per ridurre il rischio di interruzioni dell’approvvigionamento nell’ambito del Critical Raw Materials Act (CRMA), entrato in vigore il 23 maggio 2024.

Il bando finanzia progetti per l’estrazione, la lavorazione, il riciclaggio o la sostituzione delle materie prime strategiche, che abbiano come obiettivo quello di aumentare le capacità dell’UE e di diversificare le importazioni.

I progetti saranno fondamentali per applicazioni strategiche in settori come l’industria a zero emissioni, l’industria digitale, l’aerospaziale e la difesa. In particolare, le materie prime che contribuiscono in modo significativo alla sicurezza dell’approvvigionamento dell’UE sono:

  • bauxite/allumina/alluminio
  • bismuto
  • boro – grado metallurgico
  • cobalto
  • rame
  • gallio
  • germanio
  • litio – grado batteria
  • metallo di magnesio
  • manganese – grado batteria
  • grafite – grado batteria
  • nichel – grado batteria
  • metalli del gruppo del platino
  • elementi delle terre rare per magneti permanenti (Nd, Pr, Tb, Dy, Gd, Sm e Ce)
  • metallo di silicio
  • metallo di titanio
  • tungsteno

Possono presentare le loro candidature i promotori di progetti con sede in uno degli Stati dell’UE o in uno dei Paesi Terzi o Territori d’Oltremare (OCT).

Scadenza: 22 agosto 2024 

BANDO “POLARIS – INIZIATIVE PER L’ORIENTAMENTO E LA FORMAZIONE DI STUDENTI E STUDENTESSE IN AMBITO STEM”

BANDO “POLARIS – INIZIATIVE PER L’ORIENTAMENTO E LA FORMAZIONE DI STUDENTI E STUDENTESSE IN AMBITO STEM”

Il Fondo per la Repubblica Digitale, nell’ambito degli obiettivi di digitalizzazione previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e del Fondo Nazionale Complementare (FNC), è destinato al sostegno di progetti rivolti alla formazione e all’inclusione digitale, con la finalità di accrescere le competenze digitali.

Il bando “Polaris” ha l’obiettivo di sostenere progetti rivolti alla formazione e all’orientamento di studenti e studentesse della scuola secondaria in modo da aumentare la consapevolezza delle opportunità formative e professionali nell’ambito STEM.

Il bando intende finanziare progetti che siano rivolti in maniera esclusiva a un target tra i seguenti due:

  • studenti e studentesse iscritti al secondo e al terzo anno della scuola secondaria di primo grado

oppure

  • studenti e studentesse iscritti al terzo, quarto e quinto anno della scuola secondaria di secondo grado.

Gli interventi proposti potranno prevedere azioni di:

  • formazione per studenti e studentesse volta ad avvicinarli al mondo STEM in modo graduale;
  • orientamento, curato da professionisti del settore, volto a fornire la migliore panoramica delle opportunità offerte in ambito STEM, anche prevedendo il coinvolgimento diretto delle imprese e delle pubbliche amministrazioni, affinché i beneficiari possano fare esperienza diretta del mondo del lavoro in determinati ambiti (per esempio attraverso la realizzazione di tirocini e PCTO in ambito STEM);
  • formazione dei docenti e sensibilizzazione delle famiglie.

La durata complessiva dei progetti deve essere non superiore ai 18 mesi.

Le proposte possono essere presentate da un soggetto singolo o da partenariati costituiti da massimo cinque soggetti, che assumeranno un ruolo attivo nella co-progettazione e nella realizzazione della proposta.

Il Soggetto responsabile deve essere un soggetto privato senza scopo di lucro.

La proposta progettuale deve prevedere il coinvolgimento di almeno una scuola in qualità di partner scolastico, che non rientra nel computo del numero massimo dei “soggetti del partenariato”.

Il bando mette a disposizione un ammontare complessivo di 20 milioni di euro.

Il contributo richiesto deve essere compreso tra 400 mila e 1 milione di euro.

Scadenza: 7 giugno 2024

BANDO “DIGITALE SOCIALE”

BANDO “DIGITALE SOCIALE”

Il Fondo per la Repubblica Digitale, nell’ambito degli obiettivi di digitalizzazione previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e del Fondo Nazionale Complementare (FNC), è destinato al sostegno di progetti rivolti alla formazione e all’inclusione digitale, con la finalità di accrescere le competenze digitali.

Il bando “Digitale sociale” ha l’obiettivo di sostenere progetti rivolti all’empowerment di conoscenze e competenze digitali di dipendenti, collaboratori stabili e volontari (“beneficiari”) degli enti che operano in uno o più settori di interesse generale dell’economia sociale. Inoltre, al fine di favorire la trasformazione digitale di tali organizzazioni, viene data loro la possibilità di implementare una soluzione digitale in grado di generare un’evoluzione tangibile dei processi interni e/o dei servizi offerti alla collettività.

Gli interventi proposti potranno prevedere azioni di:

  • formazione digitale, di base e/o avanzata, per dipendenti, collaboratori stabili e volontari;
  • coerente integrazione di sessioni formative per lo sviluppo e/o miglioramento delle soft o life skills (ad es. creatività, ragionamento critico ed empatia, capacità relazionali e sociali);
  • implementazione di una soluzione digitale volta al miglioramento dell’efficienza interna (organizzazione e processi interni) e/o esterna (servizi offerti alla collettività);
  • attivazione, sostegno e accompagnamento dei beneficiari al fine di coinvolgerli efficacemente nei percorsi formativi, attraverso la proposta di attività pratiche ed esperienziali (es. role modelling, tutoring, coaching, mentoring);
  • messa a disposizione di sessioni di orientamento per far emergere le conoscenze e abilità dei beneficiari (reskilling e/o upskilling digitale)

La durata complessiva dei progetti deve essere non superiore ai 15 mesi.

Le proposte possono essere presentate da partnership composte da almeno due soggetti:

  • una rete formale o un raggruppamento (non formalizzato) di enti privati non profit che presentano un bisogno comune di empowerment delle competenze digitali dei propri dipendenti e/o collaboratori stabili, inclusi i volontari;
  • un soggetto pubblico o privato non profit con comprovata esperienza nella realizzazione di progetti in ambito digitale, che costruisca insieme all’organizzazione/i di cui sopra il percorso formativo più adatto alle esigenze manifestate ed eventualmente in grado di sviluppare la soluzione digitale funzionale alle necessità dei suddetti enti. Ove ritenuto necessario, tale ente potrà essere coadiuvato da un fornitore for profit esterno al partenariato.

Il bando mette a disposizione un ammontare complessivo di 15 milioni di euro.

Il contributo richiesto deve essere compreso tra 500 mila e 1 milione di euro.

Scadenza: 19 luglio 2024

1 2 3 13