Meccanismo per collegare l’Europa – Telecomunicazioni: Bando CEF-TC-2020-2

Meccanismo per collegare l’Europa – Telecomunicazioni: Bando CEF-TC-2020-2

 

La Commissione europea, DG delle Reti di comunicazione, dei contenuti e delle tecnologie attraverso l’Agenzia esecutiva per le reti e l’innovazione (INEA), ha lanciato otto inviti a presentare proposte per sovvenzioni a progetti in materia di reti transeuropee di telecomunicazione nel quadro del Meccanismo per collegare l’Europa (Connecting Europe Facility, CEF), per un ammontare di 36 milioni di euro.

Saranno finanziati progetti di interesse comune che migliorano la vita quotidiana dei cittadini, delle imprese e delle amministrazioni pubbliche e contribuiscono allo sviluppo di un mercato unico digitale mediante l’utilizzo di infrastrutture digitali europee in tutta l’UE. Le tipologie di proponenti ammissibili e il partenariato richiesto sono specificate nei singoli bandi.

I finanziamenti del bando supportano progetti di interesse comune per la diffusione di infrastrutture di servizi digitali (DSI) in tutta l’UE. Si basano su soluzioni tecniche e organizzative mature per supportare gli scambi e la collaborazione tra cittadini, imprese e autorità pubbliche nell’ottica di creare reti europee di servizi digitali che consentano il funzionamento pratico del mercato unico digitale.

Il Meccanismo per collegare l’Europa supporta servizi digitali di base e riutilizzabili, noti come building blocks (mattoni), nonché servizi digitali più complessi. I mattoni possono essere combinati tra loro e integrati all’interno di servizi più complessi.

I bandi aperti sono i seguenti:

CEF-TC-2020-2: BRIS (Business Register Interconnection System)

Obiettivo: facilitare l’accesso alle informazioni sulle società dell’UE e garantire che tutti i registri delle imprese dell’UE possano comunicare tra loro in modo elettronico, in modo sicuro e rapido;

Budget: 2 milioni di euro

CEF-TC-2020-2: Cybersecurity

Obiettivo: aumentare la cooperazione e le capacità degli attori che sono fondamentali per la strategia dell’UE in materia di cybersecurity in una varietà di settori, ad esempio: la risposta coordinata agli incidenti di cybersecurity in linea con la raccomandazione relativa alla risposta coordinata agli incidenti e alle crisi di cybersecurity su vasta scala; la certificazione di cybersecurity ai sensi del Regolamento sulla cybersecurity; il rafforzamento delle capacità, il settore pubblico-privato e la cooperazione istituzionale ai sensi della direttiva NIS.

Budget: 10,5 milioni di euro

CEF-TC-2020-2: eArchiving

Obiettivo: facilitare l’archiviazione e la conservazione delle informazioni digitali a lungo termine in modo sostenibile e interoperabile

Budget: 1milione di euro

CEF-TC-2020-2: eHealth – Sanità elettronica

Obiettivo: facilitare l’accesso a conoscenze e cure altamente specializzate per i pazienti che soffrono di malattie rare e complesse utilizzando le tecnologie dell’informazione e della comunicazione

Budget: 5 milioni di euro

CEF-TC-2020-2: eProcurement – Appalti elettronici

per i servizi che consentono alle imprese dell’UE di rispondere alle procedure di appalto pubblico di enti aggiudicatori in qualsiasi Stato membro utilizzando norme minime armonizzate in materia di appalti pubblici;

Budget: 3 milione di euro

CEF-TC-2020-2 European Digital Media Observatory

Obiettivo: sostenere la creazione di centri di ricerca nazionali e multinazionali per rilevare, analizzare, svelare campagne di disinformazione dannose e valutare il loro impatto sulla società e sulla democrazia;

Budget: 9 milioni di euro

CEF-TC-2020-2 – European Platform for Digital Skills and Jobs – Piattaforma europea per le competenze e i lavori digitali

Obiettivo: garantire che i cittadini europei siano dotati di adeguate competenze digitali;

Budget: 2,5 milioni di euro

 

CEF-TC-2020-2 – Public Open Data

Obiettivo: ottenere servizi migliori per i cittadini, le pubbliche amministrazioni e le imprese, in particolare le PMI, grazie al riutilizzo delle informazioni del settore pubblico che utilizzano soluzioni innovative

Budget: 3 milioni di euro

La scadenza per presentare le proposte, per tutti gli inviti, è il 5 novembre 2020.

Tecnologie per lo Sviluppo Sostenibile

Tecnologie per lo Sviluppo Sostenibile

business-561387__340

E’ rivolta interamente alle Organizzazioni della Società Civile la call Tecnologie per lo Sviluppo Sostenibile, una delle attività 2020-2021 del programma Innovazione per lo Sviluppo di Fondazione Cariplo e Compagnia di San Paolo interamente dedicate al continente africano.

Questa opportunità vuole supportare soluzioni esistenti, concrete, inclusive e sostenibili, con l’obiettivo di potenziarle e/o replicarne l’applicabilità in altri contesti o Paesi. Le soluzioni esistenti possono essere di due tipi:

–          Prodotti e servizi basati su tecnologie mature, frutto di innovazione frugale, low-tech e low-cost, progettate nell’ambito di relazioni virtuose con il mondo dell’innovazione locale (startup, università, fablab, designer, creativi);

–          Prodotti e servizi data driven, come applicazioni, piattaforme e soluzioni ICT, mobile e cash transfer, blockchain, intelligenza artificiale, Internet of Things (IoT), machine learning, soluzioni open source.

Sono inclusi anche prodotti e servizi essenziali nel contenimento del contagio e degli impatti negativi da Covid-19.

La call si rivolge sia a singole Organizzazioni della Società Civile attive nella cooperazione internazionale allo sviluppo, sia a partenariati composti da diversi soggetti (OSC, associazioni delle diaspore e delle nuove generazioni, dipartimenti universitari, imprese sociali).

Le organizzazioni dovranno dimostrare di poter operare in Burkina Faso, Etiopia, Kenya, Mozambico, Niger, Tunisia, Senegal, Sudan (Paesi prioritari per la cooperazione italiana allo sviluppo), Costa d’Avorio, Madagascar, Marocco, Repubblica Democratica del Congo, Rwanda, Tanzania, Uganda, Zimbabwe (Paesi non prioritari ma dove le OSC operano all’interno di relazioni consolidate).

La richiesta di contributo dovrà essere compresa tra 15.000 e 45.000 euro e non dovrà essere superiore al 90% dei costi totali del progetto. I progetti dovranno avere una durata tra i 6 e i 18 mesi.

Per questa prima edizione della call Tecnologie per lo Sviluppo Sostenibile è previsto un budget complessivo di 500.000 euro.

La Call Tecnologie per lo Sviluppo Sostenibile resterà aperta dall’1 al 31 luglio 2020. Il modulo online sarà disponibile nell’area riservata del portale di Fondazione Cariplo a partire da lunedì 6 luglio 2020. Le organizzazioni dovranno registrarsi sul portale di Fondazione Cariplo, compilare la sezione di anagrafica e il modulo progetto dedicato alla call.

Fondi agli enti locali con meno di 5000 abitanti

Fondi agli enti locali con meno di 5000 abitanti


Il Governo Italiano – Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica, ha pubblicato il bando per il rafforzamento della capacità amministrativa, rivolto ai Comuni italiani con meno di 5000 abitanti.

Il bando rientra nell’ambito del Programma Operativo Nazionale (PON) “Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020” – progetto “Rafforzamento della capacità amministrativa dei piccoli comuni”.

 Il PON Governance finanzia gli interventi volti a promuovere la modernizzazione del sistema amministrativo con riferimento agli aspetti gestionali, organizzativi, di semplificazione e digitalizzazione dei processi e dei servizi verso i cittadini e le imprese.

 Obiettivo del bando è quello di investire risorse nel rafforzamento delle capacità organizzative e del personale, sia per l’adeguamento alle dinamiche di innovazione e di trasformazione digitale sia per migliorare la gestione dell’amministrazione del territorio e dello sviluppo locale.

 Sono finanziabili le seguenti azioni:

Piani di intervento relativi ad attività di miglioramento della capacità amministrativa dello smart working anche attraverso la costruzione di azioni di formazione rivolte ai dipendenti dell’amministrazione, senza trascurare anche l’opportunità di sviluppare dei modelli di gestione delle politiche territoriali per il miglioramento dell’efficienza organizzativa.

 Inoltre, sono finanziabili le seguenti specifiche attività:

– potenziamento della qualità dei servizi rivolti a cittadini e imprese

– gestione del personale e organizzazione delle strutture amministrative

– potenziamento dello smart working

– sviluppo delle competenze

– sviluppo di modelli di gestione delle politiche territoriali

 Le attività dovranno terminare entro e non oltre il 30 giugno 2023.

Scadenza: 30/09/2022

Digital Technology and heritage

ballet-1376250_1280

Il 29 e 30 settembre 2020 a Parigi si terrà il seminario Digital Technology and heritage, organizzato dall’Agence Nationale de la Recherche (ANR) e dalla Joint Programming Initiative on Cultural Heritage and Global Change (JPI CH) in collaborazione con il Ministero francese della Cultura.

L’obiettivo di questo evento sará quello di creare le condizioni per uno scambio scientifico sulle attuali sfide della digitalizzazione del patrimonio e sull’esplorazione di nuove possibilità offerte dagli strumenti digitali per la produzione e la diffusione della conoscenza.

Verranno presentati progressi fatti fin’ora, in un campo ad alto impatto sociale, e saranno affrontate nuove sfide attraverso la presentazione degli obiettivi e dei risultati della ricerca recente o in corso, e delle sfide e delle problematiche che i ricercatori devono affrontare, siano essi etici, tecnici, metodologici o concettuale.

L’evento si concentrerà sulle attuali sfide della digitalizzazione del patrimonio culturale, esplorando le nuove possibilità offerte dagli strumenti digitali per la produzione e disseminazione della conoscenza.

Per avere maggiori informazioni, si prega di far riferimento al sito dell’evento.

FIWARE Energy Day

capture

Nel contesto della Settimana Europea per l’Energia Sostenibile, si terrá il 22 giugno l’evento FIWARE energy day dedicato al tema “How Open Source Solutions Boost Best Practices for a Smarter Energy World“.

Come annunciato l’evento è parte degli EU Energy Days, dedicati quest’anno al tema “Beyond the crisis: clean energy for green recovery and growth“.

L’evento FIWARE energy day fará parte delle discussioni su energie rinnovabili, efficienza energetica, mitigazione dei cambiamenti climatici e l’esplorazione di nuove idee per rendere la società e l’economia più verdi. Nello specifico il FIWARE Energy Day è incentrato sullo sviluppo e integrazione di soluzioni e piattaforme di Smart Energy, e verrá presentato come un’esperienza virtuale gratuita che riunisce aziende private e pubbliche, università e sviluppatori per affrontare questi temi.

Per saperne di piú ed effettuare la registrazione, si prega di far riferimento al sito dell’evento.

Digital Business Speed-Dating

capture

Si terrá il 16 giugno 2020 il Digital Business Speed-Dating, un evento di networking organizzato da EIT-Digital e dal network Innoloft rivolto a startup, imprese e investitori per trovare il partner giusto per progetti e investimenti futuri.

Per partecipare è necessario registrarsi entro il 15 giugno 2020. Il sistema individuerà automaticamente i match più rilevanti e organizzerà un programma di incontri virtuali della durata di 12 minuti in cui i soggetti potranno entrare in contatto e discutere eventuali possibilità di collaborazione.

I settori trattati riguardano l’internazionalizzazione, il business to business, l’ambito tecnologico e l’innovazione.

Open Innovation: candidature aperte per la call #Open2TheFuture dedicata a nuovi servizi digitali

Open Innovation: candidature aperte per la call #Open2TheFuture dedicata a nuovi servizi digitali

Al via il bando #Open2TheFuture, lanciato da Open Innovation di Fastweb insieme a Cariplo Factory, per selezionare idee innovative che possano generare servizi e soluzioni concrete in risposta alle necessità di famiglie e imprese sfruttando le opportunità offerte dal digitale.

Il bando si rivolge a tutti i dipendenti di Fastweb, coinvolgendoli nella proposta di idee, e a startup, PMI, Centri di Ricerca e Università.

Le proposte devono rientrare nelle seguenti due aree di interesse:

  • Nuovi servizi digitali – Soluzioni sviluppate prevalentemente, nell’ambito del divertimento e il tempo libero, della Smart Home, della salute e del benessere e della sicurezza (principalmente rivolte a famiglie e /o PMI) che siano volte a migliorare la qualità della vita dei clienti risolvendo i loro bisogni e/o difficoltà
  • Soluzioni data driven – Soluzioni per supportare la trasformazione e il miglioramento delle decisioni strategiche, dell’efficienza operativa aziendale e dell’esperienza del cliente attraverso l’utilizzo dei big data, dell’intelligenza artificiale e di strumenti avanzati di automazione

Verranno selezionati fino ad un massimo di 8 progetti che verranno presentati durante il Concept Selection Event a giugno 2020.

La scadenza per la presentazione delle candidature è il 28 maggio 2020.

Tecnologie digitali per l’educazione: al via il primo bando Impact EdTech per startup e PMI

Tecnologie digitali per l'educazione: al via il primo bando Impact EdTech per startup e PMI

school-3980940_640

Il progetto IMPACT EdTech ha aperto la prima call per soluzioni all’avanguardia in materia di Education Technology (EdTech) a sostegno dell’educazione inclusiva, dell’apprendimento personalizzato e dello sviluppo delle competenze.

Il bando è rivolto a startup e piccole e medie imprese impegnate nell’affrontare, attraverso le tecnologie digitali, una delle seguenti sfide dei sistemi educativi:

Educazione inclusiva dedicata a gruppi vulnerabili o scarsamente serviti, giovani che hanno abbandonato precocemente gli studi o per il miglioramento dei risultati di apprendimento per tutti

Apprendimento personalizzato (basato su tecnologie come Intelligenza Artificiale, learning analytics, ecc.) con un focus sugli approcci nuovi e basati sulla ricerca per l’educazione in classe e l’apprendimento permanente

Sviluppo delle capacità di bambini, insegnanti e altri discenti con un focus sulle materie STEM, Computational Thinking, pensiero critico, creatività, collaborazione, ecc.

Il bando selezionerà 21 startup / PMI che parteciperanno a un percorso di incubazione e accelerazione e che potranno ricevere fino a 195.300 euro in fondi equity.

La scadenza per partecipare al bando è il 30 giugno 2020.

EuroHPC Summit Week 2020

capture

La EuroHPC Summit Week 2020 riunirà dal 23 al 27 marzo le principali parti interessate europee della comunità HPC (High Performance Computing): dai fornitori di tecnologia e infrastrutture agli utenti scientifici e industriali.

La EuroHPC Summit Week 2020 offrirà un’ampia varietà di seminari che coprono una serie di aree applicative in cui le tecnologie e le infrastrutture HPC sono fondamentali. Un’attenzione specifica sarà riservata alla EuroHPC Joint Undertaking (EuroHPC JU), che organizzerà una serie di sessioni aperte, fornendo al pubblico informazioni sulle attività delle JU. La conferenza offrirà inoltre una grande opportunità per fare rete con tutte le parti interessate europee dell’HPC.

L’evento è organizzato dalla European Extreme Data & Computing Initiative (EXDCI-2), dalla Partnership for Advanced Computing in Europe (PRACE) e dalla European Technology Platform for High-Performance Computing (ETP4HPC) con il supporto di EuroHPC JU.

Come negli anni precedenti, PRACE organizza la sua conferenza scientifica e industriale (PRACEdays20) all’interno dell’EHPCSW. PRACEdays20 riunirà esperti del mondo accademico e industriale che presenteranno i loro progressi nella scienza e ingegneria supportate da HPC.

Per maggiori informazioni, si prega di visitare la pagina dell’evento.

Al via il progetto Made.IT del Ministero per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione

Al via il progetto Made.IT del Ministero per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione

Il progetto Made.IT è una delle azioni di “Italia 2025”, la strategia per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione in Italia. Made.IT è un marchio per contraddistinguere le aziende tech e digitali italiane, che include un programma di sostegno e promozione per le startup e le piccole e medie imprese.

L’obiettivo del progetto è rendere più semplice l’innovazione in Italia, aiutando le aziende che si occupano di innovazione e tecnologia a trovare terreno fertile per trasformare le proprie idee in imprese di successo. Questo vuol dire selezionare idee valide, in ambiti strategici come intelligenza artificiale, cyber security, robotica, mobilità autonoma, e sostenerle con un programma di crescita e promozione.

Made.IT è rivolto alle startup e alle piccole e medie imprese che si occupano di tecnologia e innovazione, valutate sulla base di criteri oggettivi di performance e di potenziale di crescita. A questi soggetti innovatori, il progetto mette a disposizione:

  • un programma di accompagnamento, per rendere più facile il passaggio da un’idea innovativa a un progetto di impresa nel settore tech, attraverso l’accesso ai fondi per l’innovazione e al know how;
  • un programma di comunicazione e distribuzione, basato sul brand Made.IT, che garantisca a queste iniziative un valore aggiunto e un affaccio sul mercato nazionale e internazionale.

L’accesso al programma è subordinato ad alcune condizioni:

  • la proprietà intellettuale delle idee supportate deve essere in Italia;
  • la società proponente deve avere sede in Italia, e non può essere ceduta ad aziende esterne alla comunità europea;
  • la tecnologia deve essere sviluppata con un approccio etico, e deve avere un impatto sociale e ambientale positivo.

Il progetto Made.IT è un’iniziativa del Ministro per l’innovazione e la trasformazione digitale, in collaborazione con il Ministero per lo sviluppo economico, il Ministero degli affari esteri e l’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Il Ministro per l’innovazione, nel dettaglio, si occupa di coordinare e promuovere il progetto Made.IT:

  • coordinando la selezione delle idee e delle imprese innovative che potranno aderire al programma;
  • creando un logo e un sito dedicato al programma, e una serie di eventi e iniziative di marketing per la promozione del marchio Made.IT e delle aziende aderenti;
  • mettendo a disposizione un team di esperti a supporto delle startup che aderiscono, per garantire le competenze tecniche necessarie per lo sviluppo delle idee di impresa;
  • facilitando l’accesso ai fondi per l’innovazione nazionali e europei;
  • creando un ambiente favorevole all’innovazione (es. diritto a innovare; innovazione bene comune);
  • coordinandosi con altri soggetti istituzionali per l’attuazione di alcune attività speciali legate al progetto (es. “ambasciatori del Made.IT presso gli altri ministeri, o la procedura di Visa semplificata per esigenze di innovazione, in accordo con il Ministero per lo sviluppo economico”).
1 2 3 4