Azioni di informazione sulla PAC – Bando 2020

Azioni di informazione sulla PAC – Bando 2020

agriculture

Invito a presentare proposte per il sostegno a favore di misure di informazione riguardanti la politica agricola comune (PAC) per il 2020

Obiettivo del bando è creare fiducia all’interno dell’UE e fra tutti cittadini, agricoltori e non, rispetto al fatto che la PAC è una politica per tutti i cittadini, che fornisce benefici a tutta l’UE.

Il bando finanzia azioni di informazione che illustrano i benefici della PAC per l’UE, gli agricoltori europei e i cittadini europei, e il contributo della PAC alla realizzazione delle priorità politiche della Commissione europea, ponendo l’accento sulla percezione (talvolta scorretta) dell’agricoltura europea e della PAC, sul ruolo dell’agricoltura nella società e sulla necessità di una maggior comprensione dell’enorme contributo che il settore agroalimentare dell’UE dà all’economia dell’UE nel suo complesso

I progetti devono mostrare il ruolo dell’agricoltura nella società e promuovere la comprensione dell’enorme contributo che il settore agroalimentare fornisce alla più ampia economia dell’UE; devono trattare inoltre il tema della sostenibilità dell’agricoltura, concentrandosi sulle dimensioni economica, ambientale e sociale della PAC.

Una azione di informazione è un insieme autonomo e coerente di attività di informazione, organizzato sulla base di un unico bilancio.

Attività possibili (elenco esemplificativo):

– produzione e distribuzione di materiale multimediale o audiovisivo;

– campagne su internet e sui social media;

– eventi mediatici;

– conferenze, seminari, workshop e studi su temi collegati alla PAC.

Le azioni proposte devono fornire informazioni coerenti, obiettive e complete, sia all’interno che all’esterno dell’UE, al fine di fornire un quadro complessivo accurato della PAC

Le azioni di informazione devono essere attuate in uno Stato membro (a livello multiregionale o nazionale) oppure a livello europeo (in almeno due Stati membri), essere destinate al pubblico in generale (in particolare i giovani nelle aree urbane) e/o agli agricoltori e agli altri soggetti attivi nel mondo rurale.

Più specificamente:

– per studenti, insegnanti e studenti universitari dovranno essere utilizzati nuovi approcci per coinvolgere i giovani e sensibilizzarli sulla PAC e sul suo contributo a diversi settori, quali la sfida al cambiamento climatico, il cibo, un’alimentazione salutare e di qualità come scelta di vita, da mettere in relazione anche all’appello di Tartu per uno stile di vita sano.

– gli stakeholder dovranno invece essere maggiormente sensibilizzati sul contributo che la PAC fornisce alla sostenibilità dell’agricoltura.

Beneficiari sono soggetti in possesso di personalità giuridica costituiti in uno Stato membro dell’UE.

Il contributo finanziario per progetto potrà coprire fino al 60% dei costi diretti ammissibili, più un importo pari al 7% di tali costi a titolo di copertura forfetaria dei costi indiretti.

Il contributo per progetto non può superare complessivamente i 500.000 euro (e non può essere inferiore a 75.000 euro).

Una proposta progettuale deve essere presentata da un soggetto in possesso di personalità giuridica costituito in uno Stato membro dell’UE (si tratta di azioni mono-beneficiario). I soggetti (giuridici) privi di personalità giuridica in base al proprio diritto nazionale possono essere richiedenti ammissibili se i loro rappresentanti hanno la capacità di assumere impegni giuridici in loro nome e offrono garanzie per la tutela degli interessi finanziari dell’UE equivalenti a quelle offerte dalle persone giuridiche.

L’attuazione di una azione di informazione deve avere una durata massima di 12 mesi.

Le proposte progettuali devono essere inviate in formato elettronico.

Scadenza: 21/01/2020

Politica Agricola Comune (PAC) 2019 – Azioni di informazione

Politica Agricola Comune (PAC) 2019 – Azioni di informazione

agriculture

Invito a presentare proposte della Direzione Generale Agricoltura  e Sviluppo rurale della Commissione europea rivolto alle organizzazioni senza scopo di lucro private e pubbliche, alle autorità nazionali, regionali e locali, alle associazioni senza scopo di lucro, alle università, agli istituti d’istruzione, ai centri di ricerca e alle società di comunicazione. Obiettivo della call è creare una relazione di fiducia all’interno dell’UE tra tutti i cittadini, siano essi agricoltori o no, attraverso attività di informazione, per illustrare in che modo la PAC debba continuare a contribuire alla realizzazione delle priorità politiche della Commissione europea.

Possono partecipare le organizzazioni senza scopo di lucro private e pubbliche, le autorità nazionali, regionali e locali, le associazioni senza scopo di lucro, le università, gli istituti d’istruzione, i centri di ricerca e le società di comunicazione. Attività finanziabili: – produzione e distribuzione di materiale multimediale o audiovisivo; – realizzazione di campagne via web anche attraverso i social media; – organizzazione di eventi mediatici; – organizzazione di conferenze, seminari, gruppi di lavoro e studi su questioni inerenti alla PAC.

La dotazione di bilancio è pari a 4.000.000 di euro. L’importo minimo della sovvenzione è di 75.000 euro e quello massimo è di 500.000 euro.

Finanziamento massimo dell’UE: 60% dei costi ammissibili. Finanziamento minimo richiesto ai beneficiari: 40% dei costi ammissibili. Le attività devono avere una durata di 12 mesi.

Scadenza: 14/12/2018