Misson Soil Health and Food di Horizon Europe

dylan-de-jonge-9sjcxuq_qse-unsplash
Il 24 febbraio 2021 si terrà l’evento italiano di presentazione della Mission Soil Health and Food. Con l’inizio del nuovo programma quadro Horizon Europe, il tema delle Mission viene posto al centro dell’agenda europea con lo scopo di finanziare missioni di ricerca e innovazione che perseguono grandi obiettivi, come la salute del suolo.

L’evento “Caring for soil is caring for life – Suolo sano, opportunità per un futuro sostenibile”, organizzato dal Ministero dell’Università e della Ricerca, in collaborazione con APRE – Agenzia della Promozione della Ricerca Europea, Santa Chiara Lab – Università di Siena e Fondazione Re Soil, nasce con l’obiettivo di creare una maggiore consapevolezza tra tutti gli attori italiani riguardo gli obiettivi della Mission e alle sue azioni future, attraverso il dialogo e il confronto diretto.

È noto che il suolo è minacciato a causa delle cattive pratiche di gestione, dell’inquinamento, dell’urbanizzazione e degli effetti del cambiamento climatico. La Missione si pone l’obiettivo di garantire almeno il 75% dei suoli europei siano sani e in grado di svolgere le funzioni essenziali entro il 2030.
L’evento sarà dedicato a ricercatori, imprese, policy maker, associazioni e cittadini, che sono invitati a prender parte attivamente all’evento per raggiungere gli ambiziosi obiettivi della Mission Soil Health and Food contribuendo ad un’azione sinergica e condivisa da tutti gli operatori del settori.
La partecipazione all’evento è gratuita, previa registrazione sul sito dell’evento.

Promozione Prodotti agricoli nel mercato interno e nei Paesi terzi: bando 2021 per programmi semplici

Promozione Prodotti agricoli nel mercato interno e nei Paesi terzi: bando 2021 per programmi semplici

fruit-428082_960_720

Obiettivo del bando è quello di rafforzare la competitività del settore agricolo dell’Unione e in particolare:

  1. migliorare il grado di conoscenza dei meriti dei prodotti agricoli dell’Ue e degli elevati standard applicabili ai metodi di produzione nell’Ue;
  2. aumentare la competitività e il consumo dei prodotti agricoli e di determinati prodotti alimentari dell’Ue e ottimizzarne l’immagine tanto all’interno quanto all’esterno dell’Unione;
  3. rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento dei regimi di qualità dell’Ue;
  4. aumentare la quota di mercato dei prodotti agricoli e di determinati prodotti alimentari dell’Ue, prestando particolare attenzione ai mercati di paesi terzi che presentano il maggior potenziale di crescita;
  5. ripristinare condizioni normali di mercato in caso di turbative gravi dello stesso, perdita di fiducia dei consumatori o altri problemi specifici.

I programmi di informazione e di promozione consistono in un insieme coerente di azioni come attività promozionali e campagne di informazione, in particolare in forma di relazioni pubbliche, pubblicità, attività di vendita, partecipazione a eventi e fiere di importanza nazionale, europea e internazionale, attività sui social media, campagne promozionali online, ecc.

Il bando riguarda l’esecuzione di programmi semplici (che possono essere presentati da una organizzazione proponente o da più organizzazioni riunite in un partenariato, tutte dello stesso Stato membro) relativi ad azioni nel mercato interno o nei Paesi terzi nell’ambito dei seguenti temi:

MERCATO INTERNO

Tema 1: AGRIP-SIMPLE-2021-IM-EU QS

Programmi di informazione e di promozione destinati a rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento dei regimi di qualità dell’Unione, ossia:

  1. a) regimi di qualità: denominazione di origine protetta (DOP), indicazione geografica protetta (IGP), specialità tradizionale garantita (STG) e indicazioni facoltative di qualità;
  2. b) il simbolo grafico (logo) dei prodotti agricoli di qualità caratteristici delle regioni ultraperiferiche dell’Unione.

Budget indicativo: 5.000.000 euro

Tema 2: AGRIP-SIMPLE-2021-IM-ORGANIC

Programmi di informazione e di promozione destinati a rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento del regime di qualità dell’Unione relativo al metodo di produzione biologica. Uno dei risultati attesi è l’ulteriore aumento dei livelli di riconoscimento del logo biologico dell’Ue da parte dei consumatori europei.

Budget indicativo: 6.000.000 euro

Tema 3: AGRIP-SIMPLE-2021-IM-SUSTAINABLE

Programmi di sensibilizzazione in merito all’agricoltura sostenibile dell’Ue e al ruolo del settore agroalimentare per l’azione per il clima e l’ambiente. In particolare dovrebbero mettere in evidenza la sostenibilità ambientale dell’agricoltura dell’Ue, sottolineandone l’apporto benefico all’azione per il clima e all’ambiente affrontando i modi in cui i prodotti sono promossi e come  i loro metodi di produzione contribuiscono:

  1. a) alla mitigazione dei cambiamenti climatici (riduzione delle emissioni di gas serra, ecc.) e/o all’adattamento agli stessi (risparmio idrico, colture e varietà resistenti al clima, ecc.) e
  2. b) ad almeno uno dei seguenti fattori: conservazione della biodiversità e uso sostenibile delle risorse naturali (fauna selvatica, paesaggio, risorse genetiche, ecc.); gestione sostenibile delle risorse idriche (uso efficiente dell’acqua, riduzione del carico di nutrienti o pesticidi, ecc.); gestione sostenibile del suolo (monitoraggio dell’erosione, equilibrio dei nutrienti, prevenzione dell’acidificazione e della salinizzazione, riduzione dei pesticidi, ecc.); metodi di produzione animale sostenibili ed efficienti sotto il profilo delle emissioni di carbonio; riduzione dell’uso di antimicrobici; riduzione delle perdite e degli sprechi alimentari; consumo sostenibile; benessere degli animali.

Budget indicativo: 6.000.000 euro

Tema 4: AGRIP-SIMPLE-2021-IM-PROPER-DIET

Programmi di informazione e di promozione che mirano ad aumentare il consumo di di frutta e verdura fresca nel mercato interno nel contesto di abitudini alimentari corrette ed equilibrate (in linea con il libro bianco concernente una strategia sugli aspetti sanitari connessi all’alimentazione, al sovrappeso e all’obesità).

I programmi devono evidenziare i benefici del consumo di frutta e verdura fresca nell’ambito di un’alimentazione equilibrata, concentrandosi in particolare sui seguenti aspetti: mirare al consumo quotidiano di almeno cinque porzioni di vari tipi di frutta e verdura; la posizione della frutta e della verdura nella piramide alimentare, i loro effetti benefici sulla salute ecc.

Budget indicativo: 9.100.000 euro

Tema 5: AGRIP-SIMPLE-2021-IM-CHARACTERISTICS

Programmi di informazione e di promozione destinati a mettere in evidenza le specificità dei metodi di produzione agricola nell’Unione e le caratteristiche dei prodotti agroalimentari dell’UE e dei regimi di qualità.

Deve essere messa in evidenza almeno una delle specificità dei metodi di produzione agricola nell’Ue, in particolare sul piano della sicurezza alimentare, della tracciabilità, dell’autenticità, dell’etichettatura, degli aspetti nutrizionali e sanitari (comprese abitudini alimentari corrette e consumo responsabile delle bevande alcoliche ammissibili), del benessere degli animali, del rispetto dell’ambiente e della sostenibilità (compresi i benefici climatici), come pure delle caratteristiche intrinseche dei prodotti agricoli e alimentari, specialmente in termini di qualità, sapore, diversità o tradizioni.

Budget indicativo: 6.000.000 euro

PAESI TERZI

Programmi di informazione e promozione che evidenzino le caratteristiche specifiche dei metodi agricoli nell’Ue e le caratteristiche dei prodotti agroalimentari dell’Ue e dei sistemi di qualità e/o programmi di informazione volti ad accrescere la consapevolezza e il riconoscimento dei sistemi di qualità dell’Ue

Da queste azioni ci si attende che migliorino la competitività e il consumo dei prodotti agroalimentari UE e la loro immagine e che facciano aumentare la loro quota di mercato nei paesi destinatari.

Tema 6: AGRIP-SIMPLE-2021-TC-ASIA

Programmi di informazione e di promozione destinati a uno o più dei seguenti paesi: Cina (compresi Hong Kong e Macao), Giappone, Corea del Sud, Taiwan, Asia sudorientale o Asia meridionale

Budget indicativo: 16.300.000 euro

Tema 7: AGRIP-SIMPLE-2021-TC-AMERICAS

Programmi di informazione e di promozione destinati a uno o più dei seguenti paesi: Canada, Stati Uniti o Messico

Budget indicativo: 8.300.000 euro

Tema 8: AGRIP-SIMPLE-2021-TC- OTHERS

Programmi di informazione e di promozione destinati ad altre aree geografiche

Budget indicativo: 12.300.000 euro

Tema 9: AGRIP-SIMPLE-2021-TC- ORGANIC

Programmi di informazione e di promozione riguardanti i prodotti biologici nell’ambito del regime di qualità dell’Ue al fine di di rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento dei regimi di qualità relativi alla produzione biologica nei paesi terzi.

Budget indicativo: 12.000.000 euro

Attività ammissibili:

  • Relazioni pubbliche: azioni di PR, eventi stampa.
  • Sito web, social media: configurazione, manutenzione, aggiornamento del sito web; social media (configurazione degli account, pubblicazione regolare di post), applicazioni per dispositivi mobili, piattaforme di e-learning, seminari online, ecc.
  • Pubblicità: stampa, TV, radio, servizi online, attività in ambienti esterni, cinema
  • Strumenti di comunicazione: pubblicazioni, kit mediatici, gadget promozionali; video promozionali
  • Eventi: stand in fiere; seminari, workshop, incontri tra imprese, formazioni commerciali/corsi di cucina, attività nelle scuole; settimane dei ristoranti; sponsorizzazione di eventi; viaggi di studio in Europa
  • Promozione presso i punti vendita: giornate di degustazione; promozione nelle pubblicazioni destinate ai dettaglianti, pubblicità presso i punti vendita

I richiedenti devono essere in possesso di personalità giuridica, essere stabiliti in uno Stato membri UE – compresi i paesi e territori d’oltremare (PTOM) – e rientrare in una delle seguenti categorie:

  1. organizzazioni professionali o interprofessionali, stabilite in uno Stato membro e rappresentative del settore o dei settori interessati in tale Stato membro, in particolare le organizzazioni interprofessionali di cui ai regolamenti 1308/2013 (art. 157) e 1151/2012 (art. 3, punto 2) purché siano rappresentative di un nome protetto ai sensi di quest’ultimo regolamento;
  2. organizzazioni di produttori o associazioni di organizzazioni di produttori di cui al regolamento 1308/2013 (artt. 152 e 156) e che sono state riconosciute da uno Stato membro;
  3. organismi del settore agroalimentare il cui obiettivo e la cui attività consistano nel promuovere i prodotti agricoli e nel fornire informazioni sugli stessi e che siano stati investiti dallo Stato membro interessato di attribuzioni di servizio pubblico chiaramente definite in questo ambito (devono essere stati legalmente costituiti almeno due anni prima del bando al quale intendono candidarsi).

Il proponente deve essere rappresentativo del settore/prodotto interessato (tale rappresentatività deve rispondere a requisiti specifici precisati nel testo del bando).

Entità Contributo:

– programmi semplici nel mercato interno: fino al 70% dei costi ammissibili

– programmi semplici nei Paesi terzi: fino all’80% dei costi ammissibili

Le proposte di progetto possono essere presentate da una organizzazione proponente o da più organizzazioni in partnership, tutte del medesimo Stato membro e devono avere una durata prevista compresa fra 12 e 36 mesi (le proposte devono specificare la durata dell’azione).

Per l’esecuzione dei programmi gli organismi ai quali è stata approvata la proposta progettuale, devono selezionare gli organismi di esecuzione attraverso una procedura di gara. Gli organismi selezionati devono dar prova di efficienza e di non trovarsi in condizioni di conflitto di interessi. È possibile per il proponente dare esecuzione esso stesso ad alcune parti del programma, a condizione che i suoi costi siano pari a quelli di mercato e che possieda un’esperienza di almeno tre anni nell’attuazione di azioni di informazione e promozione. La selezione dell’organismo di esecuzione, se prevista, dovrebbe essere fatta prima della firma del contratto di sovvenzione con la Commissione.

Scadenza: 28/04/2021

Promozione Prodotti agricoli nel mercato interno e nei Paesi terzi: bando 2021 per programmi multipli

Promozione Prodotti agricoli nel mercato interno e nei Paesi terzi: bando 2021 per programmi multipli

fruit-428082_960_720

Obiettivo del bando è quello di rafforzare la competitività del settore agricolo dell’Unione e in particolare:

  1. migliorare il grado di conoscenza dei meriti dei prodotti agricoli dell’Ue e degli elevati standard applicabili ai metodi di produzione nell’Ue;
  2. aumentare la competitività e il consumo dei prodotti agricoli e di determinati prodotti alimentari dell’Unione e ottimizzarne l’immagine, tanto all’interno quanto all’esterno dell’Ue;
  3. rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento dei regimi di qualità dell’Ue;
  4. aumentare la quota di mercato dei prodotti agricoli e di determinati prodotti alimentari dell’Unione, prestando particolare attenzione ai mercati di paesi terzi che presentano il maggior potenziale di crescita;
  5. ripristinare condizioni normali di mercato in caso di turbative gravi del mercato, perdita di fiducia dei consumatori o altri problemi specifici.

I programmi di informazione e di promozione consistono in un insieme coerente di operazioni come attività promozionali e campagne di informazione, in particolare in forma di relazioni pubbliche, pubblicità, attività di vendita, partecipazione a eventi e fiere di importanza nazionale, europea e internazionale, ecc.

Il bando riguarda l’esecuzione di programmi multipli, (che possono essere presentati da una organizzazione proponente o da più organizzazioni riunite in un partenariato, tutte dello stesso Stato membro) relativi ad azioni nel mercato interno o nei Paesi terzi nell’ambito dei seguenti temi:

MERCATO INTERNO

Tema 1. AGRIP-MULTI-2021-IM

– Programmi di informazione e di promozione destinati a rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento dei regimi di qualità dell’Ue:

  1. a) regimi di qualità: denominazione di origine protetta (DOP), indicazione geografica protetta (IGP), specialità tradizionale garantita (STG) e indicazioni facoltative di qualità;
  2. b) il simbolo grafico (logo) dei prodotti agricoli di qualità caratteristici delle regioni ultraperiferiche dell’Unione.

OPPURE

– Programmi di informazione e di promozione destinati a mettere in evidenza le specificità dei metodi di produzione agricola nell’Ue e le caratteristiche dei relativi prodotti agroalimentari nonché dei regimi di qualità: devono mettere in evidenza almeno una delle specificità dei metodi di produzione agricola nell’Ue, in particolare sul piano della sicurezza alimentare, della tracciabilità, dell’autenticità, dell’etichettatura, degli aspetti nutrizionali e sanitari (comprese abitudini alimentari corrette e consumo responsabile delle bevande alcoliche ammissibili), del benessere degli animali, come pure delle caratteristiche intrinseche dei prodotti agricoli e alimentari, specialmente in termini di qualità, sapore, diversità o tradizioni.

Budget: 4.200.000 euro

Tema 2. AGRIP-MULTI-2021-IM- ORGAN

Programmi di informazione e di promozione destinati a rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento del regime di qualità dell’Ue relativo al metodo di produzione biologica; tale regime fornisce ai consumatori garanzie sulla sostenibilità, sulla qualità e sulle caratteristiche del prodotto o del processo di produzione utilizzato, nonché sui benefici ambientali che essi generano

Budget: 17.000.000 euro

Tema 3. AGRIP-MULTI-2021-IM-SUSTAINABLE

Programmi di sensibilizzazione in merito all’agricoltura sostenibile dell’Ue e al ruolo del settore agroalimentare per l’azione per il clima e l’ambiente. In particolare dovrebbero mettere in evidenza la sostenibilità ambientale dell’agricoltura dell’Ue, sottolineandone l’apporto benefico all’azione per il clima e all’ambiente affrontando i modi in cui i prodotti sono promossi e i loro metodi di produzione contribuiscono:

  1. a) alla mitigazione dei cambiamenti climatici (riduzione delle emissioni di gas serra, ecc.) e/o all’adattamento agli stessi (risparmio idrico, colture e varietà resistenti al clima, ecc.)

e

  1. b) ad almeno uno dei seguenti fattori: conservazione della biodiversità e uso sostenibile delle risorse naturali (fauna selvatica, paesaggio, risorse genetiche, ecc.); gestione sostenibile delle risorse idriche (uso efficiente dell’acqua, riduzione del carico di nutrienti o pesticidi, ecc.); gestione sostenibile del suolo (monitoraggio dell’erosione, equilibrio dei nutrienti, prevenzione dell’acidificazione e della salinizzazione, riduzione dei pesticidi, ecc.); metodi di produzione animale sostenibili ed efficienti sotto il profilo delle emissioni di carbonio; riduzione dell’uso di antimicrobici; riduzione delle perdite e degli sprechi alimentari; consumo sostenibile; benessere degli animali.

Budget indicativo: 12.000.000 euro

Tema 4. AGRIP-MULTI-2021-IM-PROPER DIET

Programmi di informazione e di promozione che mirano ad aumentare il consumo di di frutta e verdura fresca nel mercato interno nel contesto di abitudini alimentari corrette ed equilibrate (in linea con il libro bianco concernente una strategia sugli aspetti sanitari connessi all’alimentazione, al sovrappeso e all’obesità).

I programmi devono evidenziare i benefici del consumo di frutta e verdura fresca nell’ambito di un’alimentazione equilibrata, concentrandosi in particolare sui seguenti aspetti: mirare al consumo quotidiano di almeno cinque porzioni di vari tipi di frutta e verdura; la posizione della frutta e della verdura nella piramide alimentare, i loro effetti benefici sulla salute ecc.

Budget indicativo: 10.000.000 euro

PAESI TERZI

Tema 5. AGRIP-MULTI-2021-TC-ALL

Programmi di informazione e di promozione destinati a qualsiasi paese terzo evidenziando in particolare le specificità dei metodi di produzione agricola nell’Ue (sul piano della sicurezza alimentare, della tracciabilità, dell’autenticità, dell’etichettatura, degli aspetti nutrizionali e sanitari, del benessere degli animali, del rispetto dell’ambiente e della sostenibilità, ecc.) come pure delle caratteristiche intrinseche dei prodotti agricoli e alimentari, in particolare in termini di qualità, sapore, diversità o tradizioni.

Budget indicativo: 25.200.000 euro

Tema 6. AGRIP-MULTI-2021-TC-ORGANIC

Programmi di informazione e di promozione riguardanti i prodotti biologici nell’ambito del regime di qualità dell’Ue tesi a rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento dei regimi di qualità dell’Ue relativi alla produzione biologica in qualsiasi paese terzo, fornendo ai consumatori garanzie sulla sostenibilità, sulla qualità e sulle caratteristiche del prodotto o del processo di produzione utilizzato, nonché sui benefici ambientali che essi generano, aggiungendo così valore ai prodotti interessati e ampliandone gli sbocchi di mercato.

Budget indicativo: 14.000.000 euro

Attività ammissibili:

  • Relazioni pubbliche: azioni di PR, eventi stampa.
  • Sito web, social media: configurazione, manutenzione, aggiornamento del sito web; social media (configurazione degli account, pubblicazione regolare di post), applicazioni per dispositivi mobili, piattaforme di e-learning, seminari online, ecc.
  • Pubblicità: stampa, TV, radio, servizi online, attività in ambienti esterni, cinema
  • Strumenti di comunicazione: pubblicazioni, kit mediatici, gadget promozionali; video promozionali
  • Eventi: stand in fiere; seminari, workshop, incontri tra imprese, formazioni commerciali/corsi di cucina, attività nelle scuole; settimane dei ristoranti; sponsorizzazione di eventi; viaggi di studio in Europa
  • Promozione presso i punti vendita: giornate di degustazione; promozione nelle pubblicazioni destinate ai dettaglianti, pubblicità presso i punti vendita

I richiedenti devono rientrare in una delle seguenti categorie:

  1. organizzazioni professionali o interprofessionali, stabilite in uno Stato membro e rappresentative del settore o dei settori interessati in tale Stato membro, in particolare le organizzazioni interprofessionali di cui ai regolamenti 1308/2013 (art. 157) e 1151/2012 (art. 3, punto 2) purché siano rappresentative di un nome protetto ai sensi di quest’ultimo regolamento;
  2. organizzazioni professionali o interprofessionali dell’Unione rappresentative del settore interessato o dei settori interessati a livello di Unione;
  3. organizzazioni di produttori o associazioni di organizzazioni di produttori di cui al regolamento 1308/2013 (artt. 152 e 157) e che sono state riconosciute da uno Stato membro;
  4. organismi del settore agroalimentare il cui obiettivo e la cui attività consistano nel promuovere i prodotti agricoli e nel fornire informazioni sugli stessi, e che siano stati investiti dallo Stato membro interessato di attribuzioni di servizio pubblico chiaramente definite in questo ambito (devono essere legalmente costituiti almeno due anni prima del bando al quale intendono candidarsi).

Il proponente deve essere rappresentativo del settore o del prodotto interessato (tale rappresentatività deve rispondere a requisiti specifici precisati nel testo de bando).

Non sono ammissibili a presentare proposte soggetti che già ricevono finanziamenti per le stesse azioni di informazione e di promozione, già finanziate da un bando precedente.

Il contributo comunitario può coprire fino all’80% dei costi ammissibili.

Le proposte di progetto possono essere scritte in una lingua qualsiasi dell’UE (di preferenza l’inglese) e avere una durata prevista compresa fra 12 e 36 mesi. Devono essere presentate da un partenariato di almeno due soggetti ammissibili dello stesso Stato membro oppure da una o più organizzazioni europee rappresentative di un prodotto a livello di Unione.

Scadenza: 28/04/2021

Agricoltura biologica: pubblicato il nuovo bando MIPAAF per progetti di ricerca

Agricoltura biologica: pubblicato il nuovo bando MIPAAF per progetti di ricerca

agriculture

Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MIPAAF) ha indetto l’apertura di un bando per progetti di ricerca in tema di agricoltura biologica, per il quale è stato stanziato un budget di 4.200.000 euro.

Il bando vuole incentivare la ricerca in un settore che in Italia ha sperimentato negli ultimi 10 anni un aumento del 79% delle terre coltivate secondo il metodo bio, dato che pone il paese al 1° posto in Europa per numero di agricoltori biologici. Inoltre, il bando contribuisce alla Strategia Farm to Fork dell’UE che pone come obiettivo, entro il 2030, il 25% delle superfici agricole condotte in regime biologico e la riduzione dei fitofarmaci di sintesi e degli antibiotici come fertilizzanti chimici.

I progetti dovranno perseguire il miglioramento delle produzioni, l’innovazione dei processi produttivi, il trasferimento tecnologico, la fruizione e diffusione dei risultati della ricerca e la diffusione dei benefici e vantaggi dell’agricoltura biologica. Tra i requisiti vi è anche il coinvolgimento diretto di almeno un’azienda agricola biologica o biodinamica per sperimentare l’applicazione dei risultati.

Le tematiche di ricerca previste riguardano:

  • Miglioramento genetico in Agricoltura Biologica
  • Riduzione degli input esterni nella Produzione Biologica
  • Trasformazione dei prodotti biologici
  • Florovivaismo biologico
  • Piante officinali biologiche e piante aromatiche biologiche
  • Agroecologia nell’azienda biologica
  • Meccanizzazione
  • Sviluppo sostenibile del territorio e tutela ambientale, forestale e paesaggistica.

Il contributo massimo per proposta sarà di 300.000 euro, per un cofinanziamento massimo del 90%. Possono partecipare Università ed Enti pubblici in qualità di soggetti proponenti. La partecipazione in qualità di partner è estesa anche agli Enti privati che hanno tra gli scopi statutari la ricerca e la sperimentazione e senza fini di lucro.

È fortemente incoraggiato il conferimento di borse di studio nell’ambito dell’attività progettuale e il coinvolgimento di studenti delle scuole superiori ad indirizzo agrario, di aziende biologiche con sede nelle isole, in territori montani o nei biodistretti e di aziende biologiche gestite da giovani imprenditori.

Le candidature sono aperte fino al 22 febbraio 2021.

Agricoltura biologica: a gennaio nuovo bando europeo per progetti di ricerca

Agricoltura biologica: a gennaio nuovo bando europeo per progetti di ricerca

agriculture

L’11 gennaio 2021 CORE Organic Cofund lancerà il terzo bando transnazionale dal titolo “Organic farming systems for improved mixed plant and animal production”, con l’obiettivo di finanziare progetti di ricerca volti a promuovere lo sviluppo del settore del biologico in Europa.

Il bando prevede tre topic:

  • Robust and resilient mixed animal farming systems
  • Support for robust and resilient crop production systems
  • Eco-efficient production and use of animal feed at local level

Sono invitate a presentare domanda enti e istituzioni, compresi agricoltori e aziende agricole, coinvolti in attività di ricerca e/o innovazione e che operano in conformità con le norme nazionali. I partenariati di ricerca devono essere composti da un minimo di tre entità giuridiche indipendenti provenienti da un minimo di tre diversi paesi partner CORE Organic. L’Italia partecipa tramite il MIPAAF e finanzia tuttie e tre i topic con un budget complessivo pari a 600.000€.

La scadenza per la presentazione delle candidature sarà l’8 marzo 2021.

6.1.01 “Insediamento dei giovani agricoltori” e 4.1.02 “Ammodernamento di aziende agricole dei giovani agricoltori”

6.1.01 "Insediamento dei giovani agricoltori" e 4.1.02 "Ammodernamento di aziende agricole dei giovani agricoltori”

agriculture

Risorse a bando: 6.072.426 euro

– 4.072.426 euro (6.1.01)

– 2.000.000 euro (4.1.02)

Beneficiari: giovani (maggiorenni che non abbiano compiuto ancora 41 anni) che assumono la responsabilità civile e fiscale di una azienda agricola per la prima volta

Sostegno: 50.000 euro per gli insediamenti in zona con vincoli naturali o altri vincoli specifici (per i quali è previsto anche un criterio di priorità per la concessione dell’aiuto), 30.000 euro nelle altre zone

Termini presentazione domande di sostegno: dal 3 dicembre alle ore 13.00 del 18 marzo 2021

Modalità presentazione domande di sostegno: on line compilando la specifica modulistica prodotta dal SIAG – Sistema Informativo Agricolo di AGREA e presentate ai Servizi Territoriali Agricoltura Caccia e Pesca. Per poter compilare la domanda on line è necessario farsi accreditare alla piattaforma con procedura Agrea.

PSR 2014-2020, Operazione 4.1.3 – Riduzione delle emissioni di gas serra e ammoniaca in atmosfera

PSR 2014-2020, Operazione 4.1.3 - Riduzione delle emissioni di gas serra e ammoniaca in atmosfera

climate-change-2063240_960_720

La sottomisura 4.1 si propone di sostenere e promuovere investimenti nelle aziende agricole per migliorarne le prestazioni economiche e ambientali. L’operazione 4.1.3 è specificamente volta a migliorare la sostenibilità ambientale delle attività agricole e di allevamento, comparto da cui si libera in atmosfera una quota significativa dell’ammoniaca di origine agricola, e dà inoltre attuazione agli impegni previsti dal Nuovo Accordo di programma 2017 per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel Bacino Padano.

Sono agevolabili:

  • la realizzazione di coperture, anche antipioggia, sopra le strutture di stoccaggio di effluenti zootecnici e digestati,
  • l’acquisto di macchine ed attrezzature per la distribuzione in campo con tecniche a bassa emissività (interratori, rasoterra, sottocotico)
  • la realizzazione di vasche di stoccaggio aggiuntive rispetto alle capacità minime prescritte dalla normativa vigente.

Inoltre, ai giovani agricoltori insediati da non più di 24 mesi e alle aziende agricole che devono effettuare adeguamenti strutturali a seguito dell’ampliamento delle Zone Vulnerabili Nitrati (ZVN) nel 2019/2020 sono cofinanziabili anche interventi necessari al rispetto di norme obbligatorie.

Possono partecipare al bando imprenditori agricoli, giovani agricoltori che si insediano per la prima volta in azienda, soggetti collettivi che effettuano investimenti ad uso comune tra i propri associati.

Il bando ha scadenza 15/02/2021.

PSR 2014-2020, Misura 21 – Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e PMI colpiti dalla crisi di COVID-19

PSR 2014-2020, Misura 21 – Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e PMI colpiti dalla crisi di COVID-19

agriculture

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 del Piemonte (PSR) – Misura 21 “Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e PMI particolarmente colpiti dalla crisi di COVID-19”- Operazione 21.1.1 “Sostegno alle aziende agricole che allevano bovini da carne, alle aziende floricole e florovivaistiche e alle aziende apistiche”.

Il Reg. (UE) 1305/2013, così come modificato dal Reg. (UE) 872/2020, all’art. 39 ter prevede la possibilità di inserire nei PSR una nuova Misura denominata “Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e PMI particolarmente colpiti dalla crisi di COVID-19”, codificata come Misura 21 dal Reg. (UE) 1009/2020 che modifica il Reg. (UE) 808, allo scopo di fornire un’assistenza di emergenza agli agricoltori e alle PMI particolarmente colpiti dalla crisi di COVID-19 e garantire la continuità delle loro attività economiche.

La Misura 21 “Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e PMI del settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli particolarmente colpiti dalla crisi di COVID-19”, ha lo scopo di fornire in tempi rapidi un’assistenza di emergenza alle aziende agricole dei settori selezionati particolarmente colpite dalla crisi di COVID-19, e garantire la continuità delle loro attività economiche mettendo a disposizione una certa liquidità, come previsto dall’art. 39 ter del Reg. (UE) 1305/2013.

La misura prevede un unico tipo di operazione:

  • Operazione 21.1.1 “Sostegno alle aziende agricole che allevano bovini da carne, alle aziende floricole e florovivaistiche e alle aziende apistiche”, articolata in tre azioni:
    • Azione 1 – Sostegno alle aziende agricole che allevano bovini da carne;
    • Azione 2 – Sostegno alle aziende floricole e florovivaistiche;
    • Azione 3 – Sostegno alle aziende apistiche che allevano almeno 52 alveari.
  1. a) Agricoltori ai sensi dell’articolo 2135 c.c., iscritti alla gestione previdenziale agricola INPS in qualità di coltivatori diretti o di imprenditori agricoli professionali (indipendentemente dalla natura giuridica), con allevamenti da carne
  2. b) Cooperative agricole di produzione che svolgono come attività principale l’allevamento di animali da carne
  3. c) Apicoltori singoli o associati con sede legale in Piemonte che allevano almeno 52 alveari. Il limite relativo al numero di alveari è stabilito dalla Regione Piemonte in considerazione del fatto che da quel valore si stima che la produzione media annua di miele non rientri più nel cosiddetto autoconsumo ma debba essere commercializzata, pertanto si tratta di aziende che da questa attività ricavano un reddito.

Scadenza: 11/11/2020

Agenzia Spaziale europea: nuovo bando per applicazioni innovative nel settore agri-tech

Agenzia Spaziale europea: nuovo bando per applicazioni innovative nel settore agri-tech

agriculture

L’Agenzia Spaziale europea lancia Kick-Start Call e offre fino a 60.000 euro per finanziare applicazioni innovative del settore agri-tech che sfruttano dati e tecnologie spaziali (comunicazioni satellitari, navigazione satellitare, osservazione della Terra, tecnologia di volo spaziale umano).

Il bando risponde a tre obiettivi chiave, in linea con la nuova politica agricola comune dell’UE:

Sostenibilità: applicazioni agri-tech che mitighino gli impatti sul clima e sull’ambiente, sui paesaggi, sulla biodiversità e producono cibo sicuro e sano;

Equità: garantire un reddito dignitoso agli agricoltori (soprattutto a quelli con maggiori difficoltà), riequilibrare il potere nella catena alimentare, promuovere le aree rurali e attrarre i giovani agricoltori;

Competitività: sviluppare il settore agri-tech attraverso l’innovazione, la digitalizzazione, le nuove tecnologie, lo sviluppo rurale e le infrastrutture, sistemi di consulenza efficienti e formazione continua.

Le proposte dovranno affrontare uno tra i seguenti topic: Climate change, Biodiversity and landscapes, Soils, Water, Healthy and nutritious food, Disease prevention, Difficult living conditions, Path towards fairness, Revitalizing rural areas, Competitiveness, Automation, Forecasting, Systems Interoperability, Data standards, Training / E-learning.

Gli interessati devono inoltre informare la Delegazione Nazionale del proprio Paese al fine di ottenere una lettera di supporto e autorizzazione per ottenere il finanziamento richiesto.

Le candidature potranno essere inviate tra il 12 ottobre e il 27 novembre 2020.

PSR 2014-2020 (FEASR): bando 2020 – Operazione 21.1.01, disposizioni attuative Agricoltura ai tempi del COVID 21 MISURA 21 SOSTEGNO TEMPORANEO CRISI COVID-19

PSR 2014-2020 (FEASR): bando 2020 – Operazione 21.1.01, disposizioni attuative Agricoltura ai tempi del COVID 21 MISURA 21 SOSTEGNO TEMPORANEO CRISI COVID-19

agriculture

La DG Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi, con decreto n. 11322 del 29 settembre 2020, ha approvato le disposizioni attuative per la presentazione delle domande da parte degli agricoltori appartenenti ai comparti produttivi dell’agriturismo, del florovivaismo e dell’allevamento vitelli macellati entro 8 mesi di vita relative all’Operazione 21.1.01 «Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e PMI particolarmente colpiti dalla crisi di COVID-19 (articolo 39b)» del Programma di Sviluppo Rurale 2014 – 2020 della Lombardia di cui all’Allegato A, parte integrante e sostanziale del decreto.

Il Bando prevede l’erogazione di un aiuto massimo di 7.000 euro per sostenere le imprese agricole maggiormente in difficoltà a seguito della pandemia Covid-19.

Possono partecipare le imprese agricole che appartengono ai comparti produttivi dell’agriturismo, del florovivaismo e dell’allevamento vitelli macellati entro 8 mesi di vita.

È possibile presentare una domanda, esclusivamente per via telematica tramite la compilazione della domanda informatizzata presente nel Sistema Informativo delle Conoscenze della Regione Lombardia (Sis.Co.), previa apertura e/o aggiornamento del fascicolo aziendale informatizzato.

Apertura domande in data 2 ottobre 2020.

Chiusura domande alle ore 16:00:00 di martedì 3 novembre 2020.

1 2 3 8