5.1.04 – Prevenzione danni al potenziale produttivo frutticolo da gelate primaverili

5.1.04 - Prevenzione danni al potenziale produttivo frutticolo da gelate primaverili

agriculture

Beneficiari del bando sono le imprese agricole.

Il sostegno ammissibile è pari al 70% del costo ammissibile dell’investimento.

I termini di presentazione delle domande di sostegno sono i seguenti: dal 30 luglio 2021 al 19 novembre 2021– ore 13:00.

Le spese ammissibili per investimenti realizzati sul territorio regionale sono le seguenti:

  • l’acquisto e messa in opera di ventilatori e/o bruciatori fissi e /o mobili con funzione
  • antibrina; in relazione ai bruciatori si precisa che non risultano ammissibili tipologie il cui utilizzo prefiguri la possibile violazione delle normative/disposizioni inerenti alla tutela della qualità dell’aria;
  • l’adeguamento di impianti irrigui esistenti al momento della domanda, limitatamente all’inserimento di linee di adduzione ed ugelli/erogatori specificamente dedicati ad espletare la sola funzione antibrina;
  • spese tecniche generali, come onorari di professionisti o consulenti, in misura non
  • superiore al 3% dell’importo ammissibile di cui ai precedenti punti

Brokerage event Horizon Europe Cluster 6

cl6_infodays_twitter

La rete dei punti di contatto nazionali Bridge2HE organizza per il 9 luglio organizza un Brokerage event dedicato al Cluster 6 di Horizon Europe.

L’obiettivo sarà quello di fornire uno spazio di condivisione di informazioni sui bandi 2021 e favorire il networking con potenziali partner per costruire consorzi e consolidare la scrittura dei progetti.

L’evento si concentrerà sui seguenti temi:

  • Biodiversità e servizi ecosistemici
  • Sistemi alimentari equi, sani e rispettosi dell’ambiente, dalla produzione primaria al consumo
  • Economia circolare e settori della bioeconomia
  • Ambiente pulito e inquinamento zero
  • Terra, oceano e acqua per l’azione sul clima
  • Comunità rurali, costiere e urbane resilienti, inclusive, sane e verdi
  • Governance innovativa, osservazioni ambientali e soluzioni digitali a sostegno del Green Deal

Per partecipare all’evento è necessario registrarsi entro il 6 luglio 2021 sul sito dell’evento.

Horizon Europe – bando Biodiversity and ecosystem services 2021-01

Horizon Europe – bando Biodiversity and ecosystem services 2021-01

agriculture

Si è aperto il 22 giugno il bando Biodiversity and ecosystem services 2021 (HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01) contenuto nel Programma di lavoro 2021-2022 del Cluster “Food, bioeconomy, natural resources, agriculture and environment”

Il bando contiene 21 topics, per un budget complessivo indicativo pari a 194.5 milioni di €:

  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-01: European participation in global biodiversity genomics endeavours aimed at identifying all biodiversity on Earth (RIA), con un budget pari a 20 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 10-20 milioni di €, per un numero massimo di progetti finanziabili pari a 2
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-02: Data and technologies for the inventory, fast identification and monitoring of endangered wildlife and other species groups (RIA), con un budget pari a 10 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 3-5 milioni di €, per un numero massimo di progetti finanziabili pari a 2.
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-03: Understanding and valuing coastal and marine biodiversity and ecosystems services (RIA), con un budget pari a 16 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 16 milioni di €, con massimo un progetto finanziabile
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-04: Assess and predict integrated impacts of cumulative direct and indirect stressors on coastal and marine biodiversity, ecosystems and their services (RIA), con un budget pari a 10 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 10 milioni di €, con massimo un progetto finanziabile
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-05: The economics of nature-based solutions: costbenefit analysis, market development and funding (RIA), con un budget pari a 5 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 5 milioni di €, con massimo un progetto finanziabile
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-06: Nature-based solutions, prevention and reduction of risks and the insurance sector (CSA), con un budget pari a 4 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 4 milioni di €, con massimo un progetto finanziabile
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-07: Ecosystems and their services for an evidencebased policy and decision-making (RIA), con un budget pari a 13 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 13 milioni di €, con massimo un progetto finanziabile
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-08: Supporting the development of a coherent and resilient Trans-European Nature Network (IA), con un budget pari a 10 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 10 milioni di €, con massimo un progetto finanziabile
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-09: Assessing and consolidating recent scientific advances on freshwater ecosystem restoration (CSA), con un budget pari a 0.5 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 500.000 €, con massimo un progetto finanziabile
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-10: Demonstration of measures and management for coastal and marine ecosystems restoration and resilience in simplified socio-ecological systems (IA), con un budget pari a 10 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 10 milioni di €, con massimo un progetto finanziabile
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-11: What else is out there? Exploring the connection between biodiversity, ecosystems services, pandemics and epidemic risk (RIA), con un budget pari a 12 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 4-6 milioni di €, per un numero massimo di progetti finanziabili pari a 2
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-12: Improved science based maritime spatial planning and identification of marine protected areas (RIA), con un budget pari a 7 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 3-4 milioni di €, per un numero massimo di progetti finanziabili pari a 2
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-13: Breeding for resilience: focus on root-based traits (RIA), con un budget pari a 16 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 8 milioni di €, per un numero massimo di progetti finanziabili pari a 2
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-14: Fostering organic crop breeding (IA), con un budget pari a 10 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 5 milioni di €, per un numero massimo di progetti finanziabili pari a 2
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-15: Quantify impacts of the trade in raw and processed biomass on ecosystems, for offering new leverage points for biodiversity conservation, along supply chains, to reduce leakage effects (RIA), con un budget pari a 10 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 2-3 milioni di €, per un numero massimo di progetti finanziabili pari a 4
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-16: Biodiversity, water, food, energy, transport, climate and health nexus in the context of transformative change (RIA), con un budget pari a 5 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 5 milioni di €, con massimo un progetto finanziabile
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-17: Policy mixes, governance (including financing) and decision-making tools for transformative action on biodiversity (RIA), con un budget pari a 8 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 2-3 milioni di €, per un numero massimo di progetti finanziabili pari a 3
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-18: Understanding the impacts of and the opportunities offered by digital transformation, new emerging technologies and social innovation on biodiversity (RIA), con un budget pari a 5 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 2-3 milioni di €, per un numero massimo di progetti finanziabili pari a 2
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-19: A mechanism for science to inform implementation, monitoring, review and ratcheting up of the new EU biodiversity strategy for 2030 (‘Science Service’) (CSA), con un budget pari a 13 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 11-13 milioni di €, con massimo un progetto finanziabile
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-20: Support to processes triggered by IPBES and IPCC (CSA), con un budget pari a 5 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 5 milioni di €, con massimo un progetto finanziabile
  • HORIZON-CL6-2021-BIODIV-01-21: Impact and dependence of business on biodiversity (RIA), con un budget pari a 5 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 2-3 milioni di €, per un numero massimo di progetti finanziabili pari a 2

Tutti i topic hanno scadenza 6 ottobre 2021.

Il bando rientra nella Destination 1 – Biodiversity and Ecosystem Services che ha l’obiettivo di sostenere la ripresa e il ripristino degli ecosistemi tramite la gestione sostenibile del suolo, delle acque interne e del mare.

L’obiettivo generale del cluster “Food, bioeconomy, natural resources, agriculture and environment” è proteggere l’ambiente, ripristinare, gestire e utilizzare in modo sostenibile le risorse naturali e biologiche della terra, del mare e delle acque interne per fermare l’erosione del suolo, garantire la sicurezza alimentare per tutti e la transizione verso un’economia circolare, a basse emissioni, efficiente dal punto di vista delle risorse e verso una bioeconomia sostenibile.

Horizon Europe – bando Biodiversity and ecosystem services 2021-02

Horizon Europe – bando Biodiversity and ecosystem services 2021-02

agriculture

Si è aperto il 22 giugno il bando Biodiversity and ecosystem services 2021 (HORIZON-CL6-2021-BIODIV-02) contenuto nel Programma di lavoro 2021-2022 del Cluster “Food, bioeconomy, natural resources, agriculture and environment”

Il bando contiene il seguente topic:

HORIZON-CL6-2021-BIODIV-02-01: European partnership rescuing biodiversity to safeguard life on Earth (COFUND), con un budget pari a 20 milioni di €. Ci si attende un contributo per progetto pari a 20 milioni di €, per massimo un progetto finanziabile

Tutti i topic hanno scadenza 22 luglio 2021.

Il bando rientra nella Destination 1 – Biodiversity and Ecosystem Services che ha l’obiettivo di sostenere la ripresa e il ripristino degli ecosistemi tramite la gestione sostenibile del suolo, delle acque interne e del mare.

L’obiettivo generale del cluster “Food, bioeconomy, natural resources, agriculture and environment” è proteggere l’ambiente, ripristinare, gestire e utilizzare in modo sostenibile le risorse naturali e biologiche della terra, del mare e delle acque interne per fermare l’erosione del suolo, garantire la sicurezza alimentare per tutti e la transizione verso un’economia circolare, a basse emissioni, efficiente dal punto di vista delle risorse e verso una bioeconomia sostenibile.

Sustainable Agricultural and Food Systems: bando Ocse per finanziamento 2022

Sustainable Agricultural and Food Systems: bando Ocse per finanziamento 2022

agriculture

Ai fini delle decisioni su uso sostenibile delle risorse naturali in agricoltura, alimentazione, pesca e foreste.

Il Programma di ricerca cooperativa dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) “Sustainable Agricultural and Food Systems (CRP)” è stato creato per rafforzare le conoscenze scientifiche e fornire informazioni e consigli scientifici pertinenti che aiuteranno le decisioni politiche future relative all’uso sostenibile delle risorse naturali nei settori dell’agricoltura, dell’alimentazione, della pesca e delle foreste.

L’OCSE ha lanciato il bando per le domande di finanziamento relative al 2022. Le linee guida, le condizioni, i criteri di selezione e i temi di ricerca per il finanziamento di borse di studio e la sponsorizzazione di conferenze sono disponibili sul seguente sito. I candidati dovranno essere residenti in Italia o uno dei paesi che partecipano al Programma.

Saranno particolarmente apprezzate le domande relative al lavoro del Comitato per l’agricoltura dell’OCSE e di altri organismi, ad esempio:

–    Malattie emergenti e zoonosi, in particolare COVID-19, compresa la loro possibile trasmissione attraverso il cibo;

–    Resilienza e gestione dei rischi;

–    Cambiamento climatico, compreso il sequestro del carbonio in agricoltura, silvicoltura e uso del suolo;

–    Tecnologie digitali;

–    Allevamento di piante e animali per migliorare la crescita sostenibile della produttività e la resilienza agli eventi climatici;

–    Produttività, sostenibilità e resilienza della pesca e dell’acquacoltura;

–    Ecosistemi e biodiversità, anche nell’acquacoltura e nei terreni agricoli, e risorse naturali;

–    Sviluppo di alternative agli antibiotici per l’uso nel bestiame e di prodotti chimici per la protezione delle piante meno dannosi e di fertilizzanti migliori;

–    Sistemi alimentari sostenibili e resilienti.

Scadenza: 10 settembre 2021.

Aperto il 1° bando EJP Soil sulla gestione sostenibile dei suoli agricoli

Aperto il 1° bando EJP Soil sulla gestione sostenibile dei suoli agricoli

agriculture

Il programma EJP SOIL – Towards climate-smart sustainable management of agricultural soils ha aperto le candidature alla 1° External Call per progetti di ricerca transnazionale.

Il bando promuove pratiche di gestione olistica del suolo agricolo per contribuire a diversificare l’agricoltura e includere una varietà di pratiche ambientali sostenibili.

I progetti di ricerca dovranno affrontare uno dei seguenti topic:

A – Understanding SOC sequestration (stabilization, storage and persistence)

B – Soil biodiversity: status, and role in ecosystem services provided by soils

C – Site-specific or landscape-scale approaches to improve sustainability, resilience, health, and productivity of soils

Il bando ha un budget complessivo di 12.120.000 euro, a cui contribuiscono enti finanziatori di 24 paesi. Per l’Italia, il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF) ha stanziato 400.000 euro.

Ogni organizzazione partecipante dovrà quindi riferirsi ai criteri di eleggibilità e finanziamento dell’ente nazionale del proprio paese.

Il MIPAAF ammette richieste di finanziamento soltanto nell’ambito dei topic B e C della call, per un massimo di 200.000 euro per progetto, presentate da università pubbliche e private ed enti nazionali di ricerca pubblici e privati.

I progetti devono coinvolgere almeno 3 partner di 3 paesi diversi.

La scadenza per inviare le proposte progettuali è il 7 settembre 2021, tuttavia i soggetti proponenti sono tenuti a registrarsi sul portale del bando e a inviare un summary di progetto entro il 25 giugno 2021.

PSR 2014-2020 – Operazione 13.1.1 – Indennità compensativa per gli agricoltori in attività delle zone montane

PSR 2014-2020 - Operazione 13.1.1 - Indennità compensativa per gli agricoltori in attività delle zone montane

bosco

La Regione Piemonte, con l’attuazione della misura M13 – operazione 13.1.1 “Indennità compensativa”, si propone di incentivare l’uso continuativo delle superfici agricole, la cura dello spazio naturale, il mantenimento e la promozione di sistemi di produzione agricola sostenibili e, di conseguenza, di contrastare l’abbandono del territorio montano. Le indennità a favore degli agricoltori operanti nelle zone montane sono erogate annualmente per ettaro di superficie agricola per compensare, in tutto o in parte, i costi aggiuntivi e il mancato guadagno dovuti ai vincoli cui è soggetta la produzione agricola nella zona interessata.

Le indennità sono concesse agli agricoltori che si impegnano a proseguire l’attività agricola nelle zone classificate montane della Regione Piemonte e che sono agricoltori in attività ai sensi dell’articolo 9 del Reg. (UE) n. 1307/2013 e s.m.i.

Le domande di contributo devono essere presentate tramite il SIAP (Sistema informativo agricolo piemontese) utilizzando l’apposita procedura entro il 17/05/2021.

Gal del Ducato 19.2.01 – “Azione ordinaria 4.1.01 – Investimenti in aziende agricole in approccio individuale e di sistema – Bando A.2.4.c Buone prassi e percorsi metodologici indirizzati all’aggregazione degli operatori del sottobosco: operatori che coltivano piccoli frutti, castagne, noci e nocciole

Gal del Ducato 19.2.01 - “Azione ordinaria 4.1.01 – Investimenti in aziende agricole in approccio individuale e di sistema – Bando A.2.4.c Buone prassi e percorsi metodologici indirizzati all’aggregazione degli operatori del sottobosco: operatori che coltivano piccoli frutti, castagne, noci e nocciole

agriculture

Le imprese agricole che rispettino le condizioni di ammissibilità del tipo di operazione e che presentino un Piano di Investimenti (PI) coerente con le finalità della stessa. Per imprese agricole sono da intendersi sia quelle in forma singola, che quelle in forma aggregata quale quella cooperativa, nonché le imprese agricole costituenti “Comunioni a scopo di godimento” di cui all’art. 1100 e seguenti del Codice civile che potranno aderire per la realizzazione di investimenti di interesse comune. Le imprese agricole che si configurino anche quali “Proprietà collettive” potranno accedere al presente bando esclusivamente per investimenti realizzati per la gestione diretta dei terreni non sottoposti ad assegnazione.

Tempistica raccolta domande: dal 1/04/2021 al 30/07/2021 ore 13,00

Risorse: 120.000,00 euro

Sostegno:

  • 45% della spesa ammissibile se imprese condotte da giovani agricoltori e/o in zona con vincoli naturali o altri vincoli specifici;
  • 35% della spesa ammissibile negli altri casi e in caso di investimenti finalizzati alla lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti aziendali.

Spese ammissibili:

  • costruzione/ristrutturazione di immobili produttivi;
  • miglioramenti fondiari;
  • macchinari, attrezzature, piccoli manufatti a scopo produttivo funzionali al processo di miglioramento aziendale;
  • piccoli impianti di lavorazione/trasformazione (compresi laboratori mobili) dei prodotti aziendali;
  • investimenti funzionali alla vendita diretta delle produzioni aziendali;
  • investimenti immateriali connessi alle precedenti voci di spesa quali onorari di professionisti/consulenti, entro il limite massimo del 10% delle stesse.
  • investimenti immateriali quali: acquisizione/sviluppo programmi informatici, acquisizione di brevetti/licenze.

Le domande di sostegno, pagamento, variante e le rettifiche vanno presentate utilizzando il Sistema Informativo Agrea (SIAG), secondo le procedure, le modalità e la modulistica indicate dall’Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l’Emilia-Romagna, disponibili sul sito.

Non saranno ammesse domande presentate con altre modalità.

Misura 11 «Agricoltura biologica» per l’anno 2021

Misura 11 «Agricoltura biologica» per l’anno 2021

agriculture

Possono presentare domanda gli imprenditori agricoli che risultano essere “agricoltore in attività” così come definito dall’art. 9 del Reg. (UE) n. 1307/2013 (recepite le modifiche dell’art. 3 del Reg. (UE) n. 2393/2017), dagli artt. 10 e ss. del Reg. (UE) n. 639/2014. A livello nazionale è disciplinata dall’art. 3 del DM del 7 giugno 2018 n. 5465, dall’art. 1 del DM 9 agosto 2018 n. 7839 e dalla Circolare AGEA Coordinamento prot. n. 99157 del 20.12.2018.

I beneficiari devono essere iscritti all’elenco nazionale operatori biologici alla data del 1/1/2021.

È concesso un aiuto a compensazione dei maggiori costi e dei minori ricavi connessi all’adozione e al mantenimento del metodo di produzione biologico ai sensi dei reg. (CE) n. 834/2007 e reg. (CE) n. 889/2008 e dalla normativa nazionale relativa alla produzione agricola biologica.

La domanda deve essere presentata esclusivamente in via telematica tramite la compilazione della domanda informatizzata presente nel Sistema Informatico delle Conoscenze della Regione Lombardia (Sis.Co.) entro le ore 24.00 del 17 maggio 2021, previa apertura e aggiornamento del fascicolo aziendale informatizzato.

Agricoltura e allevamento: nuovo bando per la sostenibilità e la circolarità

Agricoltura e allevamento: nuovo bando per la sostenibilità e la circolarità

agriculture

Sono aperte le candidature a una nuova Joint Call 2021 per progetti di ricerca volti a migliorare la sostenibilità del sistema agricolo e degli allevamenti, dal titolo “Circularity in mixed crop and livestock farming systems, with emphasis on greenhouse gas mitigation”.

La call è lanciata congiuntamente dagli ERA-NET Cofund SusAn (Sustainable Animal Production Systems), FACCE ERA-GAS (Monitoring & Mitigation of Greenhouse Gases from Agri- and Silvi-culture), ICT-AGRI-FOOD (ICT-enabled agri-food systems) e SusCrop (Sustainable Crop Production).

L’obiettivo del bando è di sostenere progetti transnazionali di ricerca interdisciplinare sulla (re)integrazione dei sistemi di coltivazione e di allevamento con l’obiettivo di migliorare la circolarità tra questi sistemi e quindi la sostenibilità delle aziende agricole.

Il budget a disposizione del bando ammonta a un totale di 16 milioni di euro stanziati da 30 enti finanziatori di 23 paesi. Per l’Italia partecipa il MIPAAF con 600.000 euro. Possono partecipare al bando enti di ricerca pubblici e privati no-profit e università. Ogni progetto potrà ricevere un contributo massimo di 200.000 euro.

I consorzi devono essere composti da almeno 3 soggetti indipendenti provenienti da 3 diversi Stati membri dell’UE o paesi associati, che ricevono finanziamento da un minimo di 3 diversi enti finanziatori. Si raccomanda un numero massimo di 10 partner.

La scadenza del bando è il 26 maggio 2021.

1 2 3 7