EU – Webinar: IP for Future and Emerging Technologies

technologies

Il 22 Novembre la  Commissione europea organizza un webinar dal titolo “IP for Future and Emerging Technologies”. Le tecnologie future ed emergenti (FET) sono quelle che si trovano in una fase iniziale di commercializzazione e che hanno da poco lasciato il laboratorio.

Questo webinar si concentra sulle tecnologie future ed emergenti (FET) e sulla comprensione che l’analisi dell’attività brevettuale può apportare all’evoluzione di queste tecnologie. Gli esempi sono scelti tra le iniziative dell’UE, come i progetti Flagship.

L’evento si svolge on line ed è necessaria la registrazione.

Tecnologie digitali per la produzione e la costruzione: secondo bando del progetto VOJEXT

Tecnologie digitali per la produzione e la costruzione: secondo bando del progetto VOJEXT

technology-3190200_640

Sono aperte le candidature per il secondo bando aperto del progetto Vojext, nel settore della robotica e tecnologie digitali.

Il bando mira ad estendere la capacità e la diffusione dell’infrastruttura di Vojext, nonché permettere l’implementazione o la crescita di progetti pilota su piccola scala per laboratori di hub di innovazione digitale (DIH) e servizi di PMI o mid-cap, in modo da favorire la digitalizzazione e il rafforzamento dell’industria europea.

Le sfide tecniche sulle quali le imprese sono chiamate a realizzare proposte progettuali hardware e software sono principalmente:

  • gestione di deposito
  • robot per il supporto alla logistica e per il dispiegamento delle capacità in ambienti operativi reali
  • design di sovrapposizione grafica per interfaccia utente principale
  • stanze e ambienti puliti
  • metrologia e ricostruzione
  • caratterizzazione materiale fondata sull’apprendimento automatizzato

La call offre alle imprese vincitrici (tra 5 e 8) la possibilità di ricevere fino a 80.000 euro di finanziamenti per un periodo di 6-7 mesi rivolto a implementare e valutare l’integrazione delle soluzioni ideate nell’infrastruttura Vojext, beneficiando di opportunità per fare rete e di contatto con un ecosistema sostenibile attivo in vari settori produttivi.

Il bando è aperto a singole PMI e mid-cap degli Stati membri UE, dei Paesi e Territori d’Oltremare e dei Paesi associati a Horizon 2020, compreso il Regno Unito in base alle disposizioni vigenti della Commissione in merito.

Scadenza: 7 dicembre 2022

Next Generation Internet: nuovo bando NGI0 Entrust per l’affidabilità e la sovranità dei dati

Next Generation Internet: nuovo bando NGI0 Entrust per l'affidabilità e la sovranità dei dati

riccardo-annandale-7e2pe9wjl9m-unsplash

Il Consorzio NGI0 Entrust lancia un bando dal valore di 9,6 milioni di euro per progetti di ricerca e sviluppo di piccole e medie dimensioni a favore di tecnologie che favoriscano l’affidabilità e la sovranità dei dati nel campo dell’Internet di prossima generazione.

In particolare, il bando mira a sovvenzionare ricercatori indipendenti nel periodo compreso tra il 1° agosto 2022 e il 31 luglio 2025, per permettere loro di apportare un contributo nella creazione di una rete Internet aperta e affidabile per tutti.

I risultati dei progetti saranno disponibili attraverso una licenza open source, così da consentire a tutti di leggere, validare ed utilizzare il codice sorgente per creare tecnologie adatte ai propri scopi.

I progetti vengono valutati in base ai loro meriti tecnici, alla rilevanza strategica per l’Internet di prossima generazione e al rapporto qualità-prezzo complessivo.

Le proposte di progetto verranno sottoposte ad una prima fase di valutazione in termini di allineamento con gli obiettivi e i criteri del bando. Successivamente, verranno valutati non solo in base ai criteri minimi rispettati, ma verrà considerato anche il potenziale impatto sulla società.

Una prima proposta può richiedere una sovvenzione massima compresa tra 0 e 50.000 euro. In altre parole, una proposta superiore a 50.000 euro deve essere preceduta da uno o più progetti di minori dimensioni all’interno di NGI0, che devono essersi conclusi con successo. L’importo massimo per ciascun beneficiario nell’arco di vita di NGI0 Entrust è di 500.000 euro.

Potrà partecipare al bando qualsiasi categoria di persone, dando priorità agli abitanti dell’UE e dei Paesi associati a Horizon Europe.

Scadenza: 1° ottobre 2022

Applicazioni IoT: pubblicato il primo bando VEDLIoT-Open

Applicazioni IoT: pubblicato il primo bando VEDLIoT-Open

adi-goldstein-eusvweosble-unsplash

I progetti dell’open call sfrutteranno le tecnologie per i loro casi d’uso IoT legati all’intelligenza artificiale, contribuendo a rendere il concetto generale più solido.

I candidati per VEDLIoT-Open possono essere piccoli consorzi o singoli partecipanti (persone giuridiche, ad esempio, università, istituti di ricerca, PMI, startup o aziende più grandi).

Le organizzazioni devono portare casi d’uso che coinvolgono AIoT, Edge o tecnologie correlate, coprendo aree di applicazione come wearables, trasporti, agricoltura, case intelligenti, salute, energia e produzione.

Il budget equivale indicativamente a 120.000€ per ogni proposta e saranno finanziati 10 esperimenti di ricerca che incorporino ulteriori casi d’uso del progetto, utilizzando le tecnologie sviluppate.

Il bando è aperto fino all’8 maggio 2022.

Scadenza: 8 maggio 2022

Brokerage Event: Technology & Business Cooperation Days

hannovermesse_art-er

Dal 30 maggio al 2 giugno si terranno in modalità ibrida i Technology and Business Cooperation Days 2022.

L’iniziativa internazionale di brokerage, organizzata dalla rete Enterprise Europe Network nell’ambito della fiera tedesca Hannover Messe, intende favorire incontri bilaterali tra attori industriali e della ricerca. I temi principali di questa edizione sono:

  • Industria 4.0 e soluzioni Smart Factory
  • Risorse e tecnologie per la manifattura ad efficienza energetica
  • Energia sostenibile e mobilità
  • Strumenti di misurazione

L’evento internazionale prevede già 197 partecipanti da 36 Paesi, con la possibilità di organizzare incontri in presenza presso la fiera oppure online. L’iniziativa è gratuita ed è richiesta la registrazione sulla piattaforma dell’evento entro il 24 maggio 2022, indicando la modalità di partecipazione al momento dell’iscrizione.

Nuovo bando 2022 EIC Pathfinder di Horizon Europe: supporto per la ricerca o lo sviluppo di tecnologie emergenti rivoluzionarie

Nuovo bando 2022 EIC Pathfinder di Horizon Europe: supporto per la ricerca o lo sviluppo di tecnologie emergenti rivoluzionarie

riccardo-annandale-7e2pe9wjl9m-unsplash

La Commissione europea ha aperto il bando EIC Pathfinder 2022 per lo sviluppo di tecnologie innovative emergenti.

Il bando, del valore di 350 milioni di €, è destinato a gruppi di ricerca multidisciplinari per ricerche futuristiche con potenzialità tecnologiche rivoluzionarie.

I team di ricerca potranno richiedere 3 o 4 milioni di € in grant. Il bando Pathfinder Open si è aperto il 1° marzo mentre il 15 giugno prossimo si aprirà il bando Pathfinder Challenges.

La maggior parte dei finanziamenti sarà erogata attraverso la open call senza priorità tematiche predefinite, mentre 167 milioni di € saranno destinati a 6 Challenges:

  • Carbon dioxide & nitrogen management and valorisation
  • Mid-long term, systems-integrated energy storage
  • Cardiogenomics
  • Healthcare continuum technologies
  • DNA-based digital data storage
  • Alternative quantum information processing, communication, and sensing.

Il bando offre sostegno ai team di ricerca per l’esplorazione di idee audaci e ad alto rischio per tecnologie radicalmente nuove, in grado di aprire nuovi mercati e affrontare sfide globali. L’EIC Pathfinder sostiene le prime fasi dello sviluppo tecnologico (Technology Readiness Level 1-4).

I potenziali candidati di progetti EIC Pathfinder sono ad esempio università, scienziati, organizzazioni di ricerca, start-up, PMI high-tech e soggetti industriali interessati alla ricerca tecnologica e all’innovazione.

I progetti possono coinvolgere consorzi di almeno 3 soggetti di almeno 3 Stati membri UE o paesi associati a Horizon Europe.

Scadenze:

  • Pathfinder open: 04 maggio 2022
  • EIC Pathfinder Challenges: 19 ottobre 2022

EU IP Helpdesk Webinar: IP for Future and Emerging Technologies – Evento online, 29 marzo 2022

webinar

 

Il 29 marzo 2022 si terrà in modalità streaming il webinar “IP for Future and Emerging Technologies”, organizzato dallo European IP Helpdesk.

L’evento si concentrerà sulle tecnologie future ed emergenti (FETs) e presenterà il contributo che l’applicazione dell’analisi dei brevetti può portare all’evoluzione di queste tecnologie, portando ad esempio progetti scelti da iniziative dell’UE e le loro relazioni con pubblicazioni scientifiche.

Durante la sessione i partecipanti potranno approfondire i concetti relativi alle FETs e come identificarle, ricevere le basi sull’analisi dei brevetti e le loro risorse ed esplorare in dettaglio alcune tecnologie selezionate.

Il webinar è soprattutto rivolto a laboratori di ricerca, spin out, start up e PMI tecnologiche. Al termine vi sarà l’opportunità di partecipare a una sessione di domande e risposte.

Per partecipare all’evento è necessario registrarsi qui.

PNRR: pubblicato il bando per finanziare 5 centri nazionali specializzati nella ricerca tecnologica

PNRR: pubblicato il bando per finanziare 5 centri nazionali specializzati nella ricerca tecnologica

 

Il Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR) ha aperto un bando per proposte di intervento per il potenziamento di strutture di ricerca e creazione di “campioni nazionali” di ricerca e sviluppo su alcune key enabling technologies.

In particolare, il bando, con 1,6 miliardi di euro a disposizione, finanzierà l’istituzione di 5 Centri nazionali specializzati nella ricerca tecnologica negli ambiti che seguono:

  • Simulazioni, calcolo e analisi dei dati ad alte prestazioni
  • Tecnologie dell’Agricoltura (Agritech)
  • Sviluppo di terapia genica e farmaci con tecnologia a RNA
  • Mobilità sostenibile
  • Bio-diversità

Ogni centro, denominato come “Campione nazionale”, beneficierà tra i 200 e i 400 milioni di euro e dovrà focalizzarsi sulla creazione e/o del rinnovamento di infrastrutture e laboratori di ricerca, della realizzazione e sviluppo di programmi e attività di ricerca, di facilitare la nascita e crescita di iniziative imprenditoriali a elevato contenuto tecnologico come start-up e spin off da ricerca e della valorizzazione dei risultati della ricerca.

I centri dovranno essere composti da Fondazioni o Consorzi di università statali ed enti di ricerca e potranno comprendere enti pubblici e privati.

Le proposte, inoltre, dovranno prevedere che almeno il 40% delle risorse finanziarie sia destinato ad attività realizzate nelle regioni del Mezzogiorno e che almeno il 40% del personale assunto o destinatario di borse di studio di ricerca sia di genere femminile.

Scadenza: 15 febbraio 2022

Fondo europeo per l’Innovazione – secondo bando per progetti su larga scala

Fondo europeo per l'Innovazione - secondo bando per progetti su larga scala

 

Secondo bando relativo al Fondo per l’Innovazione, un programma per la dimostrazione di tecnologie innovative a basse emissioni di carbonio finanziato con i proventi della vendita all’asta di quote del sistema di scambio delle quote di emissione dell’UE (Sistema ETS).

Il bando finanzia progetti su larga scala nel quadro del Fondo per l’Innovazione ovvero progetti relativi a tecnologie innovative per le energie rinnovabili, le industrie ad alta intensità energetica, lo stoccaggio di energia e la cattura, l’uso e lo stoccaggio del carbonio.

Attività finanziabili:

  • attività a sostegno dell’innovazione nelle tecnologie e nei processi a basse emissioni di carbonio nei settori elencati nell’allegato I della direttiva ETS (Direttiva 2003/87) dell’UE (compresa la cattura e l’utilizzazione del carbonio ecocompatibili) che contribuiscono a mitigare i cambiamenti climatici in modo significativo; attività a sostegno di prodotti che sostituiscono quelli ad alta intensità di carbonio emesso nei settori elencati nell’allegato I della stessa direttiva;
  • attività che aiutano a stimolare la costruzione e il funzionamento di progetti che mirano alla cattura e allo stoccaggio geologico ecologici di CO2 (CCS);
  • attività che contribuiscono a stimolare la costruzione e il funzionamento di tecnologie innovative riguardanti le energie rinnovabili e lo stoccaggio di energia.

La cattura e l’utilizzazione del carbonio possono essere finanziate se la cattura di CO2 avviene all’interno di una delle attività elencate nell’allegato I della direttiva ETS o se l’utilizzo di CO2 ha come risultato prodotti che sostituiscono quelli ad alta intensità di carbonio nei settori elencati nell’allegato I della Direttiva ETS anche se il carbonio viene catturato al di fuori delle attività dell’allegato I.

Beneficiari: Soggetti in possesso di personalità giuridica classificabili come enti privati, enti pubblici o organizzazioni internazionali.

Entità Contributo: Il contributo può coprire fino al 60% dei costi supplementari sostenuti dal promotore del progetto in conseguenza dell’applicazione della tecnologia innovativa per la riduzione o prevenzione di emissioni di gas a effetto serra. Sono finanziabili solo progetti con una spesa in conto capitale superiore a 7.500.000 EUR.

Scadenza: 3 marzo 2022.

Bando “Facciamola facile”: cultura e tecnologia

Bando “Facciamola facile”: cultura e tecnologia

business-561387__340

 

Il bando è destinato ai soggetti pubblici e privati che intendano realizzare un progetto finalizzato ad individuare soluzioni innovative, con il supporto della tecnologia, per aiutare chi, nel contesto attuale, ha difficoltà a sostenere costi per lo sviluppo di idee e progetti. Obiettivo del bando è individuare progetti che rendano più semplice la fruizione della cultura nei musei, nei teatri, negli auditori per tutte le persone.

Le proposte per il bando si avvarranno del supporto della tecnologia, ma anche dei servizi alla persona e dovranno sempre essere in sintonia con la filosofia e con lo spirito innovativo di FTIM, considerando le tecnologie più innovative, quali ad esempio:

  • Intelligenza artificiale
  • App
  • Realtà aumentata
  • Soluzione web based
  • Computer programs
  • Piattaforma informatizzata di fruizione virtuale
  • I progetti devono avere una durata di massimo 12 mesi.

Possono presentare una proposta di progetto, in qualità di soggetto responsabile, organizzazioni che non abbiano finalità di lucro, ovvero non esercitino attività d’impresa:

Fondazioni museali di diritto privato e pubblico

  • Associazioni riconosciute
  • Onlus iscritte all’anagrafe unica di cui al d.lgs. 460/97
  • Organizzazioni di volontariato iscritte ai registri di cui alla L. 266/91
  • Associazioni di Promozione Sociale iscritte ai registri di cui alla Legge 383/2000
  • Cooperative Sociali senza scopo di lucro
  • Università
  • Enti di ricerca
  • Enti religiosi
  • Enti Pubblici.

Fondazione TIM accetterà proposte provenienti da un solo soggetto o da team composti da un soggetto proponente e un partner. In ogni caso l’ente proponente potrà avvalersi di prestazioni terze per la realizzazione del progetto che non dovranno superare la percentuale del 49%.

Il fondo erogativo totale stanziato per il bando è pari 100.000,00 euro.

In caso di esito positivo della selezione, Fondazione TIM accorderà un contributo economico di 100.000,00 euro ciascuno, corrispondenti a non oltre l’80% del costo complessivo del progetto/dei progetti.

Le proposte di progetto, corredate di tutta la documentazione richiesta, devono essere compilate e inviate esclusivamente online, previa registrazione.

Scadenza: 25 ottobre 2021

1 2 3 8