International Symposium on Transportation Data & Modelling – Evento, Ispra, 19-22 giugno 2023

International Symposium on Transportation Data & Modelling – Evento, Ispra, 19-22 giugno 2023


submission-of-contributions

 

Dal 19 al 22 giugno 2023, a Ispra, si terrà l’ “International Symposium on Transportation Data & Modelling“, un evento in cui gli esperti del settore dei trasporti potranno discutere dei progressi e delle sfide per gestire correttamente i futuri sistemi di spostamento.

Le nuove tendenze tecnologiche, sociali e politiche, infatti, offrono un’opportunità unica per ripensare il sistema di trasporto rendendolo più sicuro, più sostenibile, più efficiente e più accessibile nei prossimi decenni a venire attraverso la connettività, l’automazione, l’elettrificazione, la blockchain, nuove modalità di consumo e azioni politiche innovative per contrastare il cambiamento climatico.

È possibile contribuire al dibattito attraverso l’invio di abstract sui seguenti argomenti:

  1. raccolta ed elaborazione dei dati

approcci innovativi alla raccolta dei dati

iniziative Big Data e Open Data

machine learning e intelligenza artificiale

  1. metodologie di ricerca innovative

utilizzare robot e veicoli in scala ridotta per progettare il futuro sistema di trasporto

metodi di test virtuali per la validazione di nuove soluzioni di mobilità

  1. sfide nella modellazione della mobilità urbana

mobility as a Service e micromobilità

il futuro della mobilità

migliore gestione della domanda e del traffico

elettrificazione dei trasporti

logistica urbana

evoluzione dell’impatto dei trasporti sul consumo energetico

  1. sfide nella modellazione del trasporto extraurbano

teoria dei flussi di traffico in presenza di diversi livelli di connettività e automazione dei veicoli

sicurezza del trasporto e requisiti per i sistemi futuri

trasporto merci

evoluzione dell’impatto dei trasporti sul consumo energetico

integrazione veicolo-infrastruttura.

Meccanismo per collegare l’Europa – Trasporti: invito a presentare proposte 2022

Meccanismo per collegare l'Europa - Trasporti: invito a presentare proposte 2022

progetto_trasporti_2

Il 13 settembre si sono aperti 9 bandi, per complessivi 41 topic per progetti finalizzati a nuove infrastrutture di trasporto europee potenziate e migliorate nel quadro del Meccanismo per collegare l’Europa – settore Trasporti, il sotto-programma che costituisce lo strumento di finanziamento chiave dell’UE per lo sviluppo di reti di trasporto transeuropee ad alte prestazioni, sostenibili e interconnesse (con particolare attenzione ai nove corridoi della rete centrale), che sostiene progetti che migliorano la multimodalità e le infrastrutture e che promuovono l’innovazione e nuove tecnologie.

I progetti finanziati nell’ambito di questi nuovi bandi contribuiranno ad aumentare la sostenibilità della rete di trasporto, e quindi al raggiungimento degli obiettivi del Green Deal europeo di ridurre le emissioni dei trasporti del 90% entro il 2050.

Il budget del bando ammonta a 5,12 miliardi di euro e contribuirà alla realizzazione di progetti infrastrutturali sulle reti Core e Comprehensive TEN-T nei seguenti settori:

  • ferrovie
  • vie navigabili interne
  • porti marittimi e interni
  • sicurezza stradale
  • terminali strada-ferrovia
  • piattaforme logistiche multimodali
  • hub multimodali per i passeggeri
  • applicazioni intelligenti e interoperabili per i trasporti
  • mobilità sicura e protetta
  • resilienza delle infrastrutture

Nello specifico i bandi sono i seguenti:

  • CEF-T-2022-SIMOBGEN – Projects related to smart and interoperable mobility- General envelope

Comprende 13 topic e ha un budget complessivo di 400.000.000 euro

  • CEF-T-2022-COMPCOEN – Projects on the Comprehensive Network – Cohesion envelope

Comprende 4 topic e ha un budget complessivo di 350.000.000 euro

  • CEF-T-2022-COMPGEN – Projects on the Comprehensive Network – General envelope

Comprende 4 topic e ha un budget complessivo di 250.000.000 euro

  • CEF-T-2022-CORECOEN – Projects on the Core Network – Cohesion envelope

Comprende 4 topic e ha un budget complessivo di 2.000.000.000 euro

  • CEF-T-2022-COREGEN – Projects on the Core Network – General envelope

Comprende 4 topic e ha un budget complessivo di 1.620.000.000 euro

  • CEF-T-2022-SAFEMOBCOEN – Projects related to safe and secure mobility – Cohesion envelope

Comprende 4 topic e ha un budget complessivo di 150.000.000 euro

  • CEF-T-2022-SAFEMOBGEN – Projects related to safe and secure mobility – General envelope

Comprende 3 topic e ha un budget complessivo di 100.000.000 euro

  • CEF-T-2022-SUSTMOBGEN – Projects related to sustainable and multimodal mobility – General envelope

Comprende 3 topic e ha un budget complessivo di 100.000.000 euro

  • CEF-T-2022-SIMOBCOEN – Projects related to smart and interoperable mobility – Cohesion envelope

Comprende 2 topic e ha un budget complessivo di 150.000.000 euro

Per tutti i bandi: una proposta progettuale deve riguardare un solo topic del bando

Possono inviare candidature per progetti: uno o più Stati membri oppure organizzazioni internazionali o enti pubblici o privati con sede in uno Stato membro dell’UE, con l’accordo dello Stato membro o degli Stati membri interessati.

Scadenza (per tutti i topic): 18 gennaio 2023

Trasporti sostenibili: pubblicato il nuovo bando del Meccanismo per collegare l’Europa

Trasporti sostenibili: pubblicato il nuovo bando del Meccanismo per collegare l'Europa

sme

E’ stato pubblicato il bando per il programma sui Trasporti del Meccanismo per collegare l’Europa (CEF), per progetti volti accrescere la sostenibilità e l’innovazione della rete di infrastrutture europea.

Il bando sostiene la visione della Commissione europea per una mobilità resiliente, sostenibile e intelligente per porre il settore in linea con gli obiettivi di riduzione delle emissioni del Nuovo Green Deal europeo, nel contesto della ripresa post pandemica. L’UE necessita, infatti, di infrastrutture verdi e digitali che permetta la multimodalità, l’interconnessione e l’efficienza delle infrastrutture dei trasporti, sia per i passeggeri che per le imprese.

Le proposte di progetti dovranno prevedere progetti infrastrutturali sulle reti TEN-T nelle seguenti aree di intervento:

  • ferrovie
  • vie navigabili interne
  • porti marittimi e interni
  • sicurezza stradale
  • terminal ferrovia-strada
  • piattaforma per la logistica multimodale
  • hub multimodali per i passeggeri
  • applicazioni intelligenti e interoperative per il trasporto
  • mobilità sicura e protetta
  • resilienza delle infrastrutture

Possono partecipare i singoli Stati membri, le organizzazioni internazionali e i soggetti giuridici pubblici o privati stabiliti in uno dei Paesi UE, con il consenso degli Stati interessati.

Il budget a disposizione della call è complessivamente pari a 5.12 miliardi di euro, erogati in forma di accordi di sovvenzione.

Il 5 ottobre si terrà un info day sulla call.

Scadenza: 18 gennaio 2023

2022 CEF Transport call Info Day – Evento online, 5 ottobre 2022

cef

Il 5 ottobre dalle 10 alle 14.30 si terrà online l’info day sul bando sui Trasporti 2022 del Meccanismo per collegare l’Europa (CEF).

L’evento affronterà tutti gli aspetti principali e le priorità del bando, del processo di valutazione e di selezione, e fornirà suggerimenti su come preparare e candidare una proposta di successo.

In seguito alla presentazione del contesto politico e delle priorità per ogni cluster del bando, verranno esposti i criteri di giudizio delle candidature e le modalità di funzionamento dell’applicativo eGrants. Le presentazioni saranno altresì intervallate da numerose sessioni di domande e risposte a disposizione dei partecipanti.

La sessione si terrà in streaming online e occorre registrarsi entro il 3 ottobre per poter partecipare.

Meccanismo per collegare l’Europa – Trasporti: adattamento della TEN-T al duplice uso civile e militare

Meccanismo per collegare l'Europa - Trasporti: adattamento della TEN-T al duplice uso civile e militare

progetto_trasporti_2

Nel quadro del Meccanismo per collegare l’Europa, sezione Trasporti, CINEA ha lanciato un invito a presentare proposte che attinge al budget della dotazione della mobilità militare per cofinanziare progetti che affrontano esigenze sia civili che di difesa al fine di adattare le infrastrutture di trasporto a un duplice uso civile e della difesa.
Il bando è in linea con il piano d’azione sulla mobilità militare e mira ad adeguare sezioni della rete TEN-T ai requisiti tecnici in termini di dimensioni e capacità allo scopo di far fronte alle esigenze sia civili che di difesa, tenendo conto in particolare della nuova situazione creata dall’invasione russa dell’Ucraina.
Con un budget di 330 milioni di euro il bando finanzierà studi (topic 1) e lavori oppure progetti misti che comprendono studi e lavori (topic 2) per tutti i modi di trasporto (una proposta progettuale deve riguardare un solo topic).
I progetti devono essere ubicati sulla rete TEN-T e sulla rete di trasporto militare dell’UE e devono tenere conto dei requisiti infrastrutturali applicabili a determinate categorie di progetti infrastrutturali a duplice uso(come stabilito nel regolamento di esecuzione (UE) 2021/1328)
Possono presentare una proposta progettuale due categorie di candidati: uno o più Stati membri oppure – con l’accordo dello Stato membro o degli Stati membri interessati – organizzazioni internazionali o organismi pubblici o privati stabiliti in uno Stato membro dell’UE.
La scadenza per l’invio delle proposte progettuali è il 29/09/2022.

Scadenza: 29 settembre 2022

PNRR: Incentivi per produrre autobus elettrici

PNRR: Incentivi per produrre autobus elettrici

Training

Incentivare con 300 milioni di euro del PNRR lo sviluppo in Italia di una filiera industriale autonoma nel settore degli autobus, rafforzando la competitività delle imprese nella produzione di veicoli elettrici e promuovendo investimenti in ricerca e sviluppo di componentistica tecnologicamente innovativa da impiegare nella costruzione e assemblaggio di mezzi di trasporto su gomma moderni, sicuri e ecologicamente sostenibili.

È quanto stabilisce il decreto del Ministero dello sviluppo economico che, a partire dalle ore 12 del 26 aprile, apre i termini per la presentazione delle domande di agevolazione previste per il settore nell’ambito dei nuovi Contratti di sviluppo che supportano le filiere industriali strategiche del paese.

Le agevolazioni verranno concesse alle imprese che presenteranno programmi d’investimento finalizzati a realizzare prodotti innovativi e altamente tecnologici. Dai sensori ai sistemi digitali, anche integrati nei singoli componenti del veicolo, per il monitoraggio continuo e la manutenzione predittiva, la guida assistita, la gestione delle flotte, la sicurezza dei trasporti e il dialogo bus-terra, nonché lo sviluppo, la standardizzazione e l’industrializzazione di sistemi di ricarica finalizzati alla produzione e diffusione di autobus elettrici.

I progetti dovranno inoltre rafforzare lo sviluppo dell’intera filiera produttiva di autobus, comprendendo anche quelle imprese, di piccole e medie e dimensioni, che pur non facendo parte direttamente del programma d’investimento agevolato concorreranno alla sua realizzazione.

Si rende così operativo l’intervento previsto nel PNRR a sostegno della trasformazione verde e digitale dell’industria degli autobus, secondo quanto previsto dal decreto del MIMS del 29 novembre 2021.

Lo sportello online per la presentazione delle domande verrà gestito da Invitalia per conto del Ministero dello sviluppo economico.

Rete ferroviaria europea: al via il nuovo bando Europe’s Rail

Rete ferroviaria europea: al via il nuovo bando Europe's Rail

jk-gjhev0yguce-unsplash

 

È aperta la prima call 2022 di Europe’s Rail per attività di ricerca e innovazione nell’ambito del sistema ferroviario europeo.

In particolare, il bando mira a stimolare la diffusione di soluzioni operative e tecnologie innovative nei settori che riguardano la gestione della rete ferroviaria europea, l’automazione e la digitalizzazione delle operazioni ferroviarie, i sistemi sostenibili e resilienti, il trasporto merci su rotaia nella prospettiva della catena di approvvigionamento e linee regionali e capillari.

I progetti finanziati devono inoltre contribuire agli obiettivi del Green Deal europeo, della Strategia per una mobilità sostenibile e intelligente e del pacchetto “Fit for 55”, in un contesto di ripresa dalla pandemia.

I 6 topic previsti dalla Call sono i seguenti:

  • A sustainable and green rail system
  • Sustainable Competitive Digital Green Rail Freight Services
  • Regional rail services / Innovative rail services to revitalise capillary lines
  • Intelligent & Integrated asset management
  • Digital & Automated up to Autonomous Train Operations
  • Network management planning and control & Mobility Management in a multimodal environment and Digital Enablers

Il co-finanziamento indicativo di Horizon Europe messo a disposizione da Europe’s Rail per questa Call è pari a 234 milioni di euro, per un valore stimato dei progetti di circa 390 milioni di euro.

La scadenza per presentare le proposte in tutti i topic è il 23 giugno 2022.

Scadenza: 23 giugno 2022

European conference H2020RTR – results from road transport research in H2020 projects

 

La 5a edizione della Conferenza Europea H2020RTR si svolge dal 29 al 30 marzo 2022 a Bruxelles. Questa conferenza annuale è organizzata in collaborazione dalla Commissione europea, insieme al Consiglio consultivo per la ricerca sul trasporto stradale europeo (ERTRAC), l’Associazione europea per l’iniziativa sui veicoli verdi per la partnership 2Zero (EGVIAfor2Zero) e l’Associazione per la mobilità connessa, di cooperazione e automatizzata (CCAM).

Durante la conferenza, 65 progetti H2020 hanno la possibilità di presentare le loro nuove scoperte e risultati, come hanno affrontato gli ostacoli e risolto le sfide e quali sono i prossimi passi della ricerca in diverse aree essenziali per il trasporto su strada: veicoli ecologici, mobilità urbana, logistica, sistemi di trasporto intelligenti, sicurezza etc.

Come l’edizione precedente, questa conferenza mira a raccogliere progetti selezionati finanziati da Horizon2020 nelle aree del trasporto su strada per fornire ai partecipanti un quadro generale dei risultati della ricerca e dell’innovazione finanziati dall’UE e identificare i prossimi passi necessari per raggiungere gli obiettivi generali della politica dei trasporti dell’UE.

Manifestazioni d’interesse rivolta ai piccoli Comuni per finanziamenti destinati all’acquisto di scuolabus elettrici

Manifestazioni d’interesse rivolta ai piccoli Comuni per finanziamenti destinati all’acquisto di scuolabus elettrici

 

Con l’obiettivo di realizzare forme di mobilità maggiormente sostenibili e ridurre le emissioni climalteranti e l’inquinamento ambientale, nonché di promuovere e favorire il sostenibile sviluppo economico, sociale, ambientale e culturale dei piccoli Comuni, la Regione Lazio ha promosso un avviso pubblico per la manifestazione di interesse finalizzata all’acquisto di scuolabus/mini-scuolabus elettrici con possibilità di utilizzo, al di fuori degli orari scolastici, anche per ulteriori scopi di servizio di trasporto scolastico e/o di trasporto pubblico locale.

La misura adottata è rivolta a tutti i piccoli Comuni e alle unioni di Comuni della Regione Lazio interessati a fruire del finanziamento i quali dovranno manifestare il loro interesse a partecipare al presente avviso.

Per piccoli Comuni si intendono i comuni con popolazione residente fino a 5.000 abitanti i quali possono partecipare all’avviso pubblico anche in forma associata/aggregata, a condizione che ciascun Comune della forma associativa non abbia una popolazione superiore a 5.000 abitanti.

Le unioni di Comuni possono partecipare all’avviso solamente se costituite da Comuni con popolazione residente fino a 5.000 abitanti. Ogni piccolo Comune può presentare una sola domanda, in forma singola o associata/aggregata o attraverso l’Unione dei comuni alla quale appartiene. In caso di presentazione di più domande, saranno escluse entrambe.

L’acquisizione della fornitura di mezzi, oggetto del presente avviso, trova copertura finanziaria nelle DGR n. 957/2021 e n. 157/2021 che prevedono rispettivamente uno stanziamento di € 1.500.00,00 e di € 1.566.866,58 per complessivi € 3.066.866,58. Il finanziamento destinato ad ogni piccolo Comune e/o aggregazione di piccoli Comuni o unioni di Comuni corrisponderà alla somma necessaria all’acquisto di uno scuolabus elettrico. La quantificazione delle risorse destinate ai piccoli Comuni, secondo l’ordine di graduatoria, verrà determinata in seguito all’esperimento da parte di ASTRAL della procedura di gara in quanto solo a seguito della suddetta procedura, potrà essere quantificato il finanziamento necessario per l’acquisto di uno scuolabus elettrico.

Scadenza: 7 aprile 2022, ore 13.00.

Bando per l’innovazione delle imprese di riparazione di mezzi sostenibili

Bando per l'innovazione delle imprese di riparazione di mezzi sostenibili

 

La Regione Piemonte, con la Deliberazione della Giunta Regionale n. 70-4438 del 22 dicembre 2021 , ha integrato per l’importo di euro 1.135.000 la dotazione finanziaria del Fondo Unico dell’Artigianato – Misura “Sostegno agli investimenti per lo sviluppo delle imprese e per l’ammodernamento e innovazione dei processi produttivi”, individuando come prioritari e strategici delle politiche regionali gli investimenti innovativi e il miglioramento tecnologico delle imprese artigiane nel comparto dell’autoriparazione, volti all’uso e alla manutenzione dei mezzi di trasporto sostenibili.

La diffusione delle nuove tecnologie di trazione e di connessione dati richiederà infatti competenze e attrezzature diverse, rispetto alle attuali, per poter intervenire sulle nuove motorizzazioni (elettrico, ibrido ed idrogeno) e su mezzi di trasporto sempre più interconnessi. Con questa specifica operazione, sperimentale fino al 31 dicembre 2023, la Regione Piemonte vuole pertanto incentivare la realizzazione di piani di miglioramento tecnologico, attraverso l’acquisto di nuove attrezzature/strumentazioni e l’acquisizione di nuove competenze specifiche, come piani di formazione e misure di sicurezza.

Bando a sportello

1 2 3 5