Gestione del traffico aereo: pubblicato il nuovo bando SESAR

Gestione del traffico aereo: pubblicato il nuovo bando SESAR

air-traffic-2430600_960_720

Il bando H2020-SESAR-2020-1 della Joint Undertaking SESAR comprende i seguenti quattro topic:
SESAR-VLD2-01-2020 – Optimised use of Airspace
SESAR-VLD2-02-2020 – Integrated Trajectory Management
SESAR-VLD2-03-2020 – U-space capabilities and services to enable Urban Air Mobility
SESAR-VLD2-04-2020 – Environmental sustainability
Complessivamente il budget a disposizione del bando è pari a 19.551.361€; la scadenza per presentare le proposte progettuali è fissata per tutti i topi al 29 aprile 2020.
L’impresa comune di ricerca dedicata alla gestione del traffico aereo nel cielo unico europeo è un partenariato pubblico-privato istituito nel 2007 e costituisce lo strumento per la realizzazione del pilastro tecnologico del cielo unico europeo (SES).
Con il completamento delle attività SESAR 1 e il lancio della sua seconda fase, denominata SESAR 2020, prosegue il lavoro coordinato di Ricerca & Sviluppo per l’ammodernamento del sistema ATM europeo in accordo agli obiettivi del Single European Sky (SES).
Il Programma SESAR 2020, gestito sotto l’egida della SESAR Joint Undertaking, rappresenta l’evoluzione di SESAR 1 e ha l’obiettivo di proseguirne il lavoro continuando gli sviluppi tecnico-operativi secondo le priorità europee dettate dall’European ATM Master Plan, riducendo sempre più il gap fra la fase R&D e quella di Deployment.

Bando sulla priorità cielo unico europeo -SESAR

Meccanismo per collegare l’Europa – Trasporti: Bando sulla priorità cielo unico europeo -SESAR

air-traffic-2430600_960_720

Il budget del bando ammonta a 290 milioni di euro che andranno a finanziare azioni di promozione di iniziative “first mover” volte al dispiegamento di tecnologie e pratiche nuove e mature a supporto di sistemi e standard di gestione del traffico aereo armonizzata.

Le proposte di progetto devono riguardare lavori o studi una loro combinazione.

Per “lavori” si intende: l’acquisto, la fornitura e la diffusione di componenti, sistemi e servizi, compresi i software, la realizzazione delle attività di sviluppo, la costruzione e l’installazione relative ad un progetto, il collaudo degli impianti e la messa in servizio di un progetto;

Per “studi” si intendono le attività necessarie alla preparazione dell’attuazione di un progetto, quali studi preparatori, di mappatura, di fattibilità, di valutazione, di prova e di convalida, anche sotto forma di software, e ogni altra misura di sostegno tecnico, comprese le azioni preliminari ai lavori effettuate per definire e sviluppare un progetto e per la decisione in merito al suo finanziamento, quali le azioni di ricognizione sui siti interessati e la preparazione dell’organizzazione finanziaria;

Una proposta progettuale può essere presentata direttamente da uno Stato membro oppure, con il suo consenso, da organizzazioni internazionali, imprese comuni, imprese pubbliche o private o enti stabiliti in uno Stato UE.

La scadenza per la presentazione delle proposte di progetto è il 12 aprile 2018.