Blue Economy: al via due bandi del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca

Blue Economy: al via due bandi del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca

jellyfish-698521_640

In linea con il Green Deal dell’UE, il Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP) ha appena lanciato due bandi per promuovere un’economia blu pulita e circolare, preservando e proteggendo la biodiversità e gli habitat marini: “Cross-sectoral development of innovative port clusters in the Atlantic: Developing a blue accelerator scheme for Atlantic ports” e “Maritime Spatial Planning Projects”.

  1. EMFF-APC-2020 – Cross-sectoral development of innovative port clusters in the Atlantic: Developing a blue accelerator scheme for Atlantic ports

I porti sono il fulcro dell’attività economica marittima. Per mantenere tale ruolo, devono essere sostenibili e rimanere competitivi. In questo contesto, il bando intende stimolare l’imprenditorialità e promuovere un’economia blu sostenibile nell’area atlantica, aumentando la competitività e la resilienza dei porti atlantici.

Più specificamente, il bando mira a:

Creare una rete/partenariato tra almeno due porti atlantici dell’UE in due diversi Stati membri dell’UE; e

Sviluppare uno schema di acceleratore blu per i porti atlantici per stimolare le imprese innovative a promuovere un’economia blu sostenibile.

Le domande possono essere presentate dal 9 giugno al 10 settembre 2020.

  1. EMFF-MSP-2020 – Maritime Spatial Planning Projects

Le attività umane in mare stanno occupando una quantità sempre maggiore di spazio ed esercitano una pressione sugli ecosistemi marini e costieri. Ciò rende necessaria una gestione integrata dei nostri oceani e dei nostri mari. Il bando intende sostenere gli Stati membri nell’elaborazione di piani per lo spazio marittimo e garantire che i piani siano coerenti e coordinati tra le regioni marine interessate.

Il bando prevede due topic distinti:

EMFF-MSP-01-2020 – Riservato ai richiedenti provenienti da almeno due Stati membri costieri confinanti con i bacini marittimi/regioni marine interessati, ossia il Mare del Nord e/o il Mar Baltico

EMFF-MSP-02-2020 – Riservato ai richiedenti di almeno uno Stato membro costiero responsabile del PSM nella o nelle regioni ultraperiferiche dell’UE interessate

Le domande possono essere presentate dal 9 giugno al 10 settembre 2020.

Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP): Bando per le PMI del settore dell’economia blu

Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP): Bando per le PMI del settore dell’economia blu

sea-nature-sunny-beach

Invito a presentare proposte nel quadro del FEAMP (Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca) per progetti nel settore dell’economia blu volti ad accelerare lo sviluppo sostenibile delle PMI del settore dell’economia blu in tutta Europa.

Obiettivo

  1. a) Sostenere le tecnologie innovative e/o i servizi marittimi perchè si preparino al mercato e fare avanzamenti verso l’ingresso nel mercato
  2. b) Agevolare la crescita dei modelli di business e delle soluzioni di servizio nel settore dell’economia blu
  3. c) Ridurre il rischio degli investimenti in questi progetti e facilitare così il loro accesso ad altri meccanismi di finanziamento per le fasi successive delle loro attività.

Saranno finanziate proposte progettuali tese a:

– contribuire alla creazione di un prodotto e/o un servizio nell’economia blu;

– contribuire a uno o più obiettivi politici dell’UE, compresa la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, un’economia più circolare, la sicurezza energetica, l’adattamento ai cambiamenti climatici, l’inclusione delle comunità costiere, la creazione di posti di lavoro di elevato valore nell’economia blu, una migliore protezione, un uso sostenibile del capitale naturale o culturale;

– spostare le attività esistenti verso questi obiettivi.

 

I progetti dovrebbero avere il livello di maturità tecnologica 6-8. Il livello di maturità tecnologica (Technology Readiness Level – TRL) è una scala applicata da molti stakeholder del settore pubblico e dell’industria per valutare la maturità delle tecnologie/applicazioni in evoluzione in termini di fattibilità e potenziale commerciale. TRL 6 indica una tecnologia dimostrata in un ambiente pertinente; ambiente rilevante a livello industriale nel caso di tecnologie abilitanti fondamentali; TRL 8 indica una sistema completo e qualificato.

Settori di intervento (elenco non esaustivo):

– bioeconomia blu: coltivazione, allevamento o cattura di organismi viventi, di acqua dolce o salata, e attività basate sull’uso o sulla lavorazione di questi organismi;

– trasformazione digitale delle attività oceaniche e costiere;

– energia rinnovabile, compresa l’energia da vento, sole (galleggiante), dalle maree, delle onde e gradienti termici;

– tecnologie abilitanti quali sensori, materiali o rivestimenti resistenti alla corrosione o alle incrostazioni, digitalizzazione, apparecchiature di trasmissione dell’elettricità, piattaforme multiuso;

– produzione di nuovi prodotti da risorse viventi o non viventi che altrimenti verrebbero scartate e buttate;

– spedizioni più pulite;

– monitoraggio, bonifica o gestione dell’inquinamento;

– nuove facilities a supporto della diversificazione o dell’efficienza energetica dei porti;

– turismo che contribuisce alla protezione o alla conservazione del capitale naturale.

 

Il concetto di economia blu copre le attività economiche che si svolgono nell’ambiente marino o che utilizzano come input le risorse marittime, così come le attività economiche esterne ai settori citati ma che sono coinvolte nella produzione di beni o nella fornitura di servizi che contribuiranno a tali attività. Possono anche essere attività a terra, come produzione e trasformazione di microalghe, l’acquacoltura terrestre o simili.

Il contributo potrà coprire fino al 70% dei costi ammissibili; le sovvenzioni saranno comprese indicativamente fra 700.000 e 2.500.000 euro.

In generale una proposta progettuale può essere presentata da un consorzio (partnership) o da un singolo proponente.La durata dei progetti sarà di massimo 36 mesi.

I proponenti delle proposte passate alla fase 2 saranno quindi invitati a Bruxelles nella settimana 11-15 maggio 2020 per un colloquio in cui dovranno illustrare ed eventualmente chiarire il loro progetto e su questo otterranno un punteggio che, sommato al punteggio ottenuto nella fase 1, determinerà il punteggio finale e quindi la classifica dei progetti da finanziare fino a esaurimento del budget.

Scadenza- 27/02/2020

2018 BLUE ECONOMY CALL 1217

2018 BLUE ECONOMY CALL 1217

jellyfish-698521_640

Si apriranno il 23 ottobre le call per il bando Blue Economy 2018. La presente call mira ad accelerare lo sviluppo e l’attuazione della politica marittima dell’UE e lo spiegamento sostenibile della blue economy in tutta Europa. Questo obiettivo generale è ulteriormente suddiviso in 3 argomenti, che fanno parte della call:

  • EMFF-01-2018: Blue Labs: Questa azione mira a promuovere “laboratori” innovativi (Blue Labs) per pilotare nuove soluzioni economicamente valide che affrontino sfide e opportunità marittime e marine selezionate. L’obiettivo di questa azione è sostenere giovani scienziati supportati da ricercatori esperti, industria e stakeholders locali, per collaborare e sviluppare tecnologie, prodotti e servizi innovativi a sostegno di una blue economy sostenibile, preservando le risorse marine e gli ecosistemi.
  • EMFF-02-2018: Blue Careers: Questo argomento promuove approcci innovativi per rafforzare la cooperazione tra industria e istruzione al fine di colmare il divario tra offerta e domanda di competenze.

La scelta del settore e dell’azione da parte del candidato deve basarsi su un’analisi delle esigenze del mercato del lavoro e del settore, anche a livello transfrontaliero. Al fine di garantire che le attività sostenute tengano debitamente conto delle esigenze chiaramente identificate, i progetti dovrebbero riunire le parti interessate sia degli operatori del settore, sia dell’istruzione e della formazione (sia a livello superiore che a livello professionale).

Inoltre, i progetti dovrebbero migliorare la visibilità e l’attrattiva delle diverse opportunità di carriera nella blue economy, in particolare per i giovani.

  • EMFF-03-2018: Blue Economy: questo argomento mira a sostenere progetti dimostrativi basati su tecnologie innovative test / implementazione / ridimensionamento di nuove applicazioni o soluzioni industriali o di servizio per la blue economy.

Tale supporto è importante per:

  • Aiutare le tecnologie innovative e / oi servizi marittimi a migliorare la loro preparazione al mercato e ad avanzare verso l’ingresso sul mercato, consentendo agli operatori economici, in particolare alle PMI, di applicare nuove idee e risultati di ricerca in beni e servizi commerciabili;
  • Facilitare il potenziamento dei modelli di business e dei concetti di servizio;
  • De-risk l’implementazione di questi progetti dimostrativi e fornire la necessaria credibilità per questi progetti per consentire loro di accedere ad altri finanziamenti per lo sviluppo delle loro attività.

Scadenza: 31 gennaio 2019