First Sustainable Blue Economy Partnership Symposium

bioeconomy-poartnership-banner

La Commissione europea organizza il prossimo 13 e 14 febbraio, presso il Museo reale delle Belle arti del Belgio di Bruxelles, il primo Simposio dedicato alla Sustainable Blue Economy Partnership cofinanziata da Horizon Europe. Durante l’evento saranno presentati gli obiettivi dei 19 progetti selezionati per il finanziamento del primo bando transnazionale congiunto, nonché le priorità per il secondo bando di febbraio 2024.

Il Simposio riunirà opinion leader, esperti e professionisti in un evento europeo su larga scala per promuovere la trasformazione verso un’economia blu inclusiva ed equamente sostenibile.

L’evento sarà svolto in presenza e per partecipare è necessaria la registrazione.

Connecting the dots for a Circular Blue Bioeconomy: From Science to Policy and Regulatory solutions

bluebio-poster-_definitif

Il 30 gennaio 2024, dalle 8.30 alle 10.30, BlueBio terrà presso il Parlamento europeo a Bruxelles e online l’evento ‘Connecting the dots for a Circular Blue Bioeconomy: From Science to Policy and Regulatory solutions’, che si concentrerà sulle riforme per la bioeconomia blu circolare in Europa e il raggiungimento degli obiettivi del Green Deal europeo.

L’evento mira a evidenziare gli ultimi sviluppi e il potenziale nella bioeconomia blu, con l’opportunità di identificare e discutere soluzioni di policy per catene del valore dell’acquacoltura e pesca più circolari.

L’obiettivo è fornire raccomandazioni di policy e normative sull’autorizzazione delle alghe come ingredienti e la valorizzazione dell’acquacoltura e dei flussi correlati alla pesca, così da permettere il raggiungimento degli obiettivi di BlueBio per la bioeconomia blu.

La partecipazione all’evento richiede la registrazione.

INFO DAY Horizon Europe – EU Partnerships: bando 2024 nel partenariato co-funded SBEP

info-day

APRE e Cluster BIG, in accordo con MUR e in collaborazione con Stazione Zoologica Anton Dohrn, organizzano l’evento “INFO DAY Horizon Europe – European Partnerships | Bando 2024 nel partenariato co-funded Sustainable Blue Economy Partnerships (SBEP), Cluster 6” il prossimo 5 febbraio.

Durante la giornata informativa verrà introdotta da esperti tematici e ministeriali la seconda call del partenariato co-finanziato all’interno del Cluster 6, SBEP – Sustainable Blue Economy Partnership, con un focus sulle aree tematiche di finanziamento e le modalità di candidatura e criteri di eleggibilità. Verranno commentati e discussi anche i risultati della prima call SBEP 2023 con l’obiettivo di analisi e scambio di buone pratiche.

L’Info day si svolge in modalità ibrida, in presenza a Napoli presso la Stazione Zoologica Anton Dohrn e online. L’evento è gratuito – previa registrazione – per tutti coloro interessati a partecipare al bando.

Il programma della giornata e le modalità di partecipazione saranno disponibili a breve.

SAVE THE DATE: 1st Sustainable Blue Economy Partnership Symposium

sbep-symposium-announcement-v02

Il 13 e 14 febbraio 2024 si terrà, al Royal Belgian Art Fine Museum di Bruxelles, il primo seminario sulla “Sustainable Blue Economy Partnership”.

Il convegno rappresenta un evento chiave per conoscere i primi risultati e gli impatti del partenariato. Durante l’evento saranno presentate anche le prossime priorità e opportunità, compreso il secondo invito congiunto a presentare proposte.

L’evento riunirà ricercatori, responsabili politici, rappresentanti dell’industria, organizzazioni della società civile e altre parti interessate che lavorano insieme per rendere l’economia blu più neutrale dal punto di vista climatico, resiliente e inclusiva.

European Marittime Day – Brest (Francia), 24-25 maggio 2023

European Marittime Day - Brest (Francia), 24-25 maggio 2023

emd-inmycountry

Il 24 e il 25 maggio 2023, la Commissione Europea, la Città di Brest, il Segretariato Generale per il Mare e la Regione Bretagna hanno organizzato due giornate dedicate allo European Maritime Day, l’evento annuale durante il quale la comunità marittima europea si incontra per fare rete, discutere e delineare un’azione congiunta sulla blue economy in un’ottica di sostenibilità.

Nelle due giornate, saranno presenti sessioni tematiche, workshop e presentazione dei progetti per riunire professionisti, istituzioni pubbliche, ONG e università.

A climate neutral, sustainable and productive blue economy Partnership

A climate neutral, sustainable and productive blue economy Partnership

blue

 

Il Cluster Tecnologico Nazionale Blue Italian Growth (CTN-BIG), la Stazione Zoologica Anton Dohrn (SZN) e APRE – Agenzia per la promozione della Ricerca Europea organizzano una sessione di approfondimento della partnership “A climate neutral, sustainable and productive blue economy Partnership” (SBEP), in collaborazione con il Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR), in qualità di Coordinatore della Partnership, e il Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMI). La sessione si tiene il 12 Gennaio dalle 14:00 alle 17:00 presso la Sala Conferenze della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli.

Il Partenariato co-finanziato per l’economia blu sostenibile costituisce una rete di 60 istituzioni partner di 25 Paesi e della Commissione europea che consente uno sforzo senza precedenti per mettere in comune gli investimenti in ricerca e innovazione e allineare i programmi nazionali su scala paneuropea, tenendo conto della dimensione dei bacini marini (Mediterraneo, Mar Nero, Baltico e Mare del Nord) e dell’Oceano Atlantico.

Nel corso di questa sessione di approfondimento, i principali soggetti coinvolti faranno un excursus di tutti i principali aspetti legati alla SBEP, con dettagli sui bandi (il contributo per il MUR per il primo bando è pari a 4 milioni di euro mentre il MIMI finanzierà con 10 milioni di euro) anche in relazione alle modalità di candidatura e ai criteri di eleggibilità, con particolare riferimento al mondo delle imprese. Inoltre, verranno approfondite le aree tematiche di intervento su cui si focalizzeranno i topic del bando.

L’evento si svolge in modalità ibrida ed è necessaria la registrazione attraverso il form dedicato.

Sustainable blue economy and aquaculture in EU regions

blue-economy

Il 22 settembre 2022 dalle ore 9 si terrà in modalità ibrida la conferenza sull’economia blu e l’acquacoltura sostenibile nelle regioni europee.

L’evento, organizzato dalla Commissione europea e dal Comitato europeo delle Regioni, verrà tradotto in nove lingue europee, tra le quali l’italiano.

La conferenza si terrà in presenza al Centro congressi Albert Borschette di Bruxelles e in diretta streaming online.

UfM Blue Finance: Investing in a Sustainable Blue Economy in the Mediterranean

ufmlogo_16_9

 

Si terrà il 22 giugno 2022, a Barcellona e online, la conferenza “UfM Blue Finance: Investing in a Sustainable Blue Economy in the Mediterranean”, organizzata dal’Unione per il Mediterraneo organizza, con il sostegno della DG MARE.

La conferenza si propone di:

  • fornire una panoramica delle attuali opportunità di investimento per lo sviluppo sostenibile della Blue Economy mediterranea e offrire indicazioni pratiche sulle procedure da seguire;
  • discutere le condizioni abilitanti (ambiente politico/normativo, assistenza tecnica, ecc.), per attrarre finanziamenti
  • organizzare opportunità di networking diretto e sessioni di matchmaking tra Paesi e imprese e istituzioni finanziarie, banche o investitori.

Per partecipare è necessario registrarsi.

Women in the Blue Economy: lanciato il bando per la partecipazione delle donne nell’economia blu sostenibile

Aperte le candidature al bando "Social innovations for a fair green and digital transition"

blue-bio

La Commissione europea ha lanciato il bando “Women in the Blue Economy” nell’ambito del Fondo europeo per gli affari marittimi, la pesca e l’acquacoltura (FEAMP).
Il Fondo sostiene l’attuazione della politica comune della pesca (PCP) e della politica marittima dell’Unione secondo quattro priorità: 1) promuovere una pesca sostenibile e la conservazione delle risorse biologiche marine; 2) contribuire alla sicurezza alimentare dell’Unione attraverso un’acquacoltura e mercati competitivi e sostenibili; 3) consentire la crescita di un’economia blu sostenibile e promuovere comunità costiere prospere; 4) rafforzare la governance internazionale degli oceani e consentire mari e oceani sicuri, puliti e gestiti in modo sostenibile.
Il bando contribuirà ad aumentare la partecipazione delle donne nei diversi settori dell’economia blu, come la pesca, l’acquacoltura, la cantieristica, il trasporto marittimo, l’energia rinnovabile offshore, la bioeconomia blu e l’acquacoltura interna e offshore.
L’obiettivo è quello di superare i vincoli esistenti per quanto riguarda il reclutamento, la formazione, lo sviluppo delle capacità, la cooperazione tecnica e le promozioni nel settore marittimo.
Il bando finanzierà fino a 2 progetti, con un cofinanziamento eccezionale del 90%. La dotazione finanziaria disponibile è di 2,5 milioni di euro.

Scadenza: 22 settembre 2022

Bando per le PMI del settore dell’economia blu

Bando per le PMI del settore dell’economia blu

sea-nature-sunny-beach

Invito a presentare proposte nel quadro del FEAMP (Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca) per progetti nel settore dell’Economia Blu presentati da PMI tesi a far progredire verso il mercato nuovi prodotti, servizi o processi nel settore dell’economia blu che contribuiscano alla ripresa post-pandemia, al raggiungimento degli obiettivi del Green Deal europeo e all’aumento di posti di lavoro di alto livello

Obiettivo

  1. a) Portare sul mercato nuovi prodotti, servizi, processi e modelli di business nelle catene del valore dell’economia blu e aiutarli ad avanzare verso la commerciabilità
  2. b) Sviluppare un’economia blu sostenibile e innovativa nei bacini marittimi europei
  3. c) Ridurre il rischio degli investimenti in questi progetti e facilitare così il loro accesso ad altri meccanismi di finanziamento per le fasi successive delle loro attività.

Saranno finanziate proposte progettuali tese a:

– stabilire nuovi prodotti, servizi, processi o modelli di business nelle catene del valore dell’economia blu competitivi su scala globale che contribuiscano a una o più priorità politiche della Commissione, e in particolare al Green Deal europeo (biodiversità, economia circolare, digital earth e strategia “dai campi alla tavola”, ecc.) e alla transizione verso un’economia climaticamente neutra;

– spostare i prodotti, servizi, processi, modelli di business esistenti nelle catene del valore dell’economia blu verso gli obiettivi e le priorità politici sopra menzionati.

Le proposte dovrebbero proporsi di sviluppare ulteriormente una idea commerciale in un prodotto, servizio o processo pronto per il mercato in linea con la strategia di crescita dell’economia blu del proponente; ci si aspetta che i progetti raggiungano un livello di maturità tecnologica 6-8.

Settori di intervento (elenco non esaustivo):

– bioeconomia blu: coltivazione, allevamento o cattura di organismi viventi, di acqua dolce o salata, e attività basate sull’uso o sulla lavorazione di questi organismi;

– trasformazione digitale delle attività oceaniche e costiere;

– energia rinnovabile, compresa l’energia da vento, sole (galleggiante), dalle maree, delle onde e gradienti termici;

– tecnologie abilitanti quali sensori, materiali o rivestimenti resistenti alla corrosione o alle incrostazioni, digitalizzazione, apparecchiature di trasmissione dell’elettricità, piattaforme multiuso;

– produzione di nuovi prodotti da risorse viventi o non viventi che altrimenti verrebbero scartate e buttate;

– spedizioni più pulite;

– monitoraggio, bonifica o gestione dell’inquinamento;

– nuove facilities a supporto della diversificazione o dell’efficienza energetica dei porti;

– turismo sostenibile che mira a ridurre la sua impronta di carbonio o a migliorare la biodiversità, o a gestire in modo efficiente le risorse (acqua, cibo, rifiuti, ecc.) o flussi turistici (ad esempio diversificare l’offerta, affrontare la stagionalità e la sicurezza)

Il concetto di Economia Blu copre le attività economiche che si svolgono nell’ambiente marino o che utilizzano come fattori le risorse marittime, così come le attività economiche esterne ai settori citati ma che sono coinvolte nella produzione di beni o nella fornitura di servizi che contribuiranno a tali attività. Possono anche essere attività a terra, come produzione e trasformazione di microalghe, l’acquacoltura terrestre o simili.

Beneficiari del bando sono PMI e micro imprese a scopo di lucro stabilite in uno Stato UE (compresi i Paesi e territori d’Oltremare).

Il contributo potrà coprire fino al 70% dei costi ammissibili; le sovvenzioni saranno comprese indicativamente fra 700.000 e 2.500.000 euro.

In generale una proposta progettuale può essere presentata da un consorzio (partnership) o da un singolo proponente.

La durata dei progetti sarà di massimo 36 mesi.

Le proposte progettuali devono essere presentate in formato elettronico attraverso l’ Electronic Sumission Service (ESS) seguendo le indicazioni presenti sulle pagine web di riferimento.

La procedura di valutazione dei progetti avverrà in due fasi: nella prima fase si procederà ad una valutazione dei requisiti formali di ammissibilità, e a seguire tutti i progetti ammissibili saranno valutati rispetto alla capacità operativa e ai criteri di aggiudicazione: questa valutazione darà luogo ad una classifica dei progetti in ordine decrescente di punteggio. Fra i progetti inseriti in tale classifica passano alla fase 2 le proposte classificate coi punteggi più alti fino al punto in cui le sovvenzioni richieste ammontano complessivamente all’incirca al doppio del budget disponibile per il bando.

I proponenti delle proposte passate alla fase 2 saranno quindi invitati a Bruxelles nella settimana 26-30 aprile 202i per un colloquio in cui dovranno illustrare ed eventualmente chiarire il loro progetto e su questo otterranno un punteggio che, sommato al punteggio ottenuto nella fase 1, determinerà il punteggio finale e quindi la classifica dei progetti da finanziare fino a esaurimento del budget.

Il bando scade il 16/02/2021.

1 2