Horizon Europe – Ricerca, innovazione e società

capture

Il 16 aprile 2020 si terrá all’universitá di Pisa l’evento “Ricerca, innovazione e società. Dalla ricerca di base, le basi per l’innovazione” facente parte del ciclo di iniziative Verso Horizon Europe realizzate da APRE.

Lo scopo é quello di coinvolgere il mondo della ricerca e dell’innovazione nel processo di definizione del prossimo programma europeo Horizon Europe. Nello specifico, durante l’evento presso l’universitá di Pisa verrá discusso del ruolo della ricerca fondamentale in quanto strumento di generazione della conoscenza nonché come base su cui far nascere la ricerca applicata, l’innovazione e l’impatto economico e sociale.

All’evento saranno presenti dei rappresentanti del Ministero dell’Università e della Ricerca, del Parlamento Europeo e altre personalità europee e nazionali di rilievo che potranno fornire dettagliate informazioni a riguardo e rispondere alle domande dei presenti.

Per maggiori informazioni, si prega di consultare il sito APRE.

La Mission Cancer della Commissione Europea

capture

La Commissione Europea ha delineato nel contesto di Horizon Europe cinque aree (Missions) dedicate alla ricerca e all’innovazione allo scopo di implementare l’efficacia dei finanziamenti attraverso la definizione di chiari obiettivi da raggiungere nei prossimi sette anni (2021-2027).

Ogni area sará coordinata da un Mission Board, composto da 15 esperti provenienti dal campo della ricerca, dell’accademia e della clinica, dell’industria e dell’innovazione, delle associazioni dei pazienti e delle NGOs e, infine, delle agenzie internazionali e di una assemblea consultiva composta da un gran numero di esperti di alto livello nel settore di competenza.

Durante questo evento che si terrá il 24 febbraio alla fondazione IRCCS di Milano, verrá presentata la Mission Cancer, una delle cinque Missions che faranno parte di Horizon Europe.

 

Lo scopo di questa missione sará quella di promuovere l’unione degli sforzi di tutti i Paesi europei per mirare alla prevenzione, sia quella primaria, cercando di cambiare gli stili di vita individuali; sia quella secondaria, cercando di educare i cittadini agli screening; nonché a quella primordiale, cercando di ridurre al minimo i potenziali fattori di rischio per la salute.

Il fine ultimo della Mission sará quello di ridurre i malati di cancro, anticipare le diagnosi, migliorare la qualità della vita dei malati e sostenere gli stessi malati anche dopo le terapie.

 

Questo evento rientra nella previsione che ogni Stato Membro dell’UE organizzi degli eventi nazionali per condividere con stakeholder e cittadini gli obiettivi delle Mission, individuando programmi nazionali di attività per unire le forze e rendere “possibili” tali obiettivi.

É stato valutato che tale Mission aprirá importanti opportunità per l’Italia, a livello scientifico, a livello di prevenzione, a livello assistenziale nonché a livello politico.

Questi sforzi di disseminazione verso le strutture scientifiche e assistenziali italiane ed in generale al Paese verranno coordinati dal Presidente del Mission Board for Cancer della Commissione Europea, in collaborazione con APRE, Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore – Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e Istituto Nazionale Tumori Fondazione G. Pascale. Ció verrá realizzato in tre giornate di lavoro tra febbraio e aprile aperte a tutti su “Il ruolo e le opportunità per l’Italia nelle azioni europee per conquistare il cancro”.

Il focus della giornata del 24 febbraio sará quella di Awareness e system building per sviluppare un processo di capacity building finalizzato a migliorare conoscenza, cultura, coscienza collettiva, condivisione di intenti e collaborazione, con coinvolgimento di tutte le migliori strutture tecnico-scientifiche e industriali distribuite nel nostro territorio.

Per avere maggiori informazioni ed effettuare le iscrizioni, si prega di visitare la pagina sul sito APRE.

I Mission Boards di Horizon Europe

banner-europe

L’evento, promosso dall’Università Cattolica del Sacro Cuore in collaborazione con la Commissione Europea – DG Ricerca e innovazione, il Ministero dell’Università e della Ricerca, la Fondazione Cariplo e APRE – Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea, si terrá il 5 febbraio 2020 a Milano.

La giornata sará un’occasione importante per:

  • Famigliarizzare con l’approccio mission-oriented del programma-quadro Horizon Europe 2021-2027
  • aiutare il mondo della ricerca, delle imprese e della società civile a definire l’agenda europea di ricerca e innovazione
  • far emergere visioni, aspettative e priorità degli attori italiani rispetto agli obiettivi dei Mission Boards “Adaptation to Climate Change including Societal Transformation” e “Climate-Neutral and Smart Cities”
  • avviare e favorire il dialogo tra il Paese e i rappresentanti italiani negli organi di programmazione delle Mission a livello europeo

L’evento si articolerà in una sessione plenaria di illustrazione delle opportunità di Horizon 2021-27 e in tavoli di lavoro paralleli durante i quali i partecipanti saranno invitati a contribuire a un processo di co-creazione facilitato, esprimendo le proprie aspettative e proposte.

Parteciperanno all’incontro alcuni rappresentanti dei Mission Boards, Assemblies e Sub-groups impegnati in queste settimane nella definizione dei temi specifici delle Mission.

Per maggiori informazioni, si prega di far riferimento al sito APRE o scrivere a: mission.horizon@unicatt.it.

I sei Clusters di Horizon Europe

heurope

Il 4 marzo 2020 verranno presentati a Roma i sei Cluster di Horizon Europe. L’evento nazionale sará infatti dedicato a uno degli aspetti del nuovo Programma Quadro che ha sostenuto la comunità di ricerca e innovazione in Europa e che sará rinnovato a partire dal 2021 con un budget di 100 milioni di Euro.I sei Cluster per le sfide globali e la competitività industriale europea saranno i seguenti:

  • Salute
  • Cultura, creatività e società inclusive
  • Sicurezza civile per la società
  • Digitale, industria e spazio
  • Clima, energia e mobilità
  • Prodotti alimentari, bioeconomia, risorse naturali, agricoltura e ambiente

Questi sei Cluster faranno parte del Pillar 2 di Horizon Europe, tramite il quale la Commissione europea punta a promuovere tecnologie e soluzioni a supporto delle politiche dell’Unione e degli obiettivi di sviluppo sostenibile, riunendo in un unico pilastro la competitività industriale e le sfide globali.

Gli obiettivi dell’evento saranno:

  • Come tradurre in proposte progettuali vincenti le nuove opportunità e le grandi aspettative di impatto di Horizon Europe
  • Comprendere la prospettiva politica che lo sostiene e individuare le chiavi di lavoro trasversali all’intero Programma per coglierne il potenziale
  • Cambiamenti per i partecipanti rispetto ad Horizon 2020
  • Prontezza e preparazione del sistema italiano ed investimenti strategici
  • Scenari, analisi e prospettive pratiche per prepararsi al meglio a lavorare sui Cluster Horizon Europe

Durante la giornata saranno presenti alti funzionari della Commissione europea, rappresentanti della comunità italiana afferenti al mondo della R&I, accademici e industriali e operatori economici e sociali.

Per maggiori informazioni, si prega di consultare il sito APRE.

Le sinergie tra Horizon Europe e altri programmi europei

capture

Il prossimo 30 ottobre 2019, si terrá a Firenze un evento pubblico di confronto sulle possibili sinergie tra fondi diretti europei, mettendo al centro della riflessione Horizon Europe, il prossimo programma quadro di ricerca e innovazione della Commissione Europea.

Il ruolo delle sinergie riveste un’importanza considerevole nel processo di definizione di Horizon Europe, in cui si auspica compatibilità e complementarietà tra programmi.

L’evento é organizzato da APRE e l’Università degli Studi di Firenze, in collaborazione con TOUR4EU.

L’evento proporrá un momento di riflessione sullo scenario futuro dei principali programmi connessi direttamente ed indirettamente con il sistema di ricerca ed innovazione europeo, valutando le opportunità, ma anche le potenziali difficoltà che la costruzione di sinergia tra questi programmi potrà offrire. La discussione si articolerà intorno a quattro fondamentali domande:

  • Cosa significa fare sinergie tra fondi diretti?
  • Quali difficoltà di implementazione vanno evitate?
  • Quali vantaggi ed opportunità possono derivare per la comunità di R&I da una reale sinergia tra programmi?
  • Cosa è stato fatto finora e cosa potrà cambiare in HEU?

Partendo quindi dall’analisi delle esperienze sviluppate in Horizon 2020, l’evento organizza un confronto tra attori europei e quelli nazionali, per stimolare una riflessione che contribuisca a fornire elementi di definizione dei programmi che permettano reali sinergie.

La partecipazione all’evento è gratuita, previa registrazione sul sito APRE.