Interreg Central Europe 2021-2027 – Anticipazioni sul primo bando

Interreg Central Europe 2021-2027 - Anticipazioni sul primo bando

5912946760_8ff8ff4acc_o(1)

 

È attesa ad ottobre l’apertura del primo bando del nuovo programma di Cooperazione Territoriale Europea Interreg Central Europe 2021-2027.

Il programma, che sta per essere definitivamente approvato, avrà una dotazione complessiva di circa 225 milioni di euro di fondi FESR e interesserà i territori di 9 Stati UE, ovvero l’intero territorio di Austria, Croazia, Polonia, Repubblica Ceca, Slovenia, Slovacchia e Ungheria, 8 land e 1 regione della Germania (Baden-Württemberg, Bayern, Berlin, Brandenburg, Mecklenburg, Vorpommern, Sachsen, Sachsen-Anhalt, Thüringen e la regione di Braunschweig) e 9 regioni dell’Italia (Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia Autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano).

Relativamente al primo bando, sul sito del programma si anticipa che sarà dotato di un budget indicativo di 72 milioni di euro per finanziare progetti di cooperazione interregionale incentrati su nove obiettivi specifici nell’ambito delle quattro seguenti priorità del programma:

  • Cooperating for a smarter Central europe. Su questa priorità vengono stanziati 22 milioni di euro per sostenere progetti che migliorino le capacità di innovazione e incoraggino l’adozione di tecnologie avanzate, nonché progetti che sviluppino abilità e competenze per la specializzazione intelligente, la transizione industriale e l’imprenditorialità.
  • Cooperating for a greener Central Europe. Con 36 milioni di euro, questa priorità andrà a finanziare progetti che affrontano le sfide ambientali in Europa centrale e aiutino ad accrescere l’efficienza energetica e l’uso di energie rinnovabili, nonché progetti che favoriscano la mobilità urbana sostenibile.
  • Cooperating for a better connected Central Europe. Questa priorità mette in campo 7 milioni di euro da destinare a progetti che migliorino i collegamenti di trasporto delle regioni rurali e periferiche dell’Europa centrale e favoriscano il trasporto sostenibile, intelligente e intermodale, incluso i collegamenti ai corridoi TEN-T.
  • Improving governance for cooperation in Central Europe. Su questa priorità vengono stanziati 7 milioni di euro per sostenere progetti che migliorino le capacità delle autorità pubbliche a tutti i livelli di stabilire e implementare strategie integrate di sviluppo territoriale attraverso la cooperazione.

Il bando sarà rivolto a enti pubblici nazionali, regionali e locali, imprese e istituzioni private, organizzazioni internazionali. I progetti dovranno essere realizzati da una partnership di almeno 3 soggetti provenienti da 3 diversi Paesi, di cui almeno 2 devono provenire dai territori ammissibili al programma.

Verso Interreg Alpine Space 2021-2027

ricardo-gomez-angel-58uzce8zrdk-unsplash

Il 2021 è un anno di transizione tra il periodo 2014-2020 e il futuro Interreg Spazio alpino 2021-2027. Mentre il quadro definitivo per la politica di coesione e Interreg dovrebbe essere adottato a giugno, il programma Interreg Spazio alpino ha già compiuto passi decisivi in ​​avanti e ha definito le sue priorità tematiche per uno Spazio alpino più sostenibile, resiliente e innovativo. Il lancio di un primo invito a presentare proposte di progetto su questi temi è previsto per la fine dell’autunno 2021. Nel frattempo, Interreg organizza una serie di eventi online per riunire tutte le parti interessate per discutere ulteriormente le sfide della zona e come possono essere affrontate attraverso la cooperazione transalpina.

Sessioni tematiche si terranno il 5, 10 e 12 maggio 2021 su Zoom e web in streaming su www.alpine-space.eu

La serie di eventi saranno caratterizzati da keynote speeches e tavole rotonde, opportunità di networking e informazioni di prima mano sull’Interreg Spazio alpino 2021-2027. Lo scopo sarà quello di stimolare lo sviluppo di idee e partenariati per il futuro della cooperazione nelle Alpi. Rappresentanti della Strategia dell’UE per la regione alpina (EUSALP) e della Convenzione alpina, potenziali beneficiari, partner di progetti ARPAF e Spazio alpino, attori privati, rappresentanti della società civile, organismi e agenzie intermedi, università, istituzioni pubbliche o responsabili politici si incontreranno per 2 ore di sessioni interattive.

Ogni sessione tratterà un argomento del prossimo programma Interreg per il periodo 2021-2027 e potrà essere frequentata in modo indipendente:

  • Come possiamo agire per l’adattamento e la resilienza della regione alpina ai cambiamenti climatici?
  • Come possiamo promuovere l’economia circolare per una crescita equa e sostenibile?
  • Come possiamo promuovere l’innovazione sociale per una ripresa verde e inclusiva nella regione alpina?

Il programma delle sessioni è in fase di sviluppo. L’invito ufficiale e le informazioni di registrazione verranno inviate nelle prossime settimane e si potranno trovare sul sito Interreg Spazio alpino.

Interreg Europe – Call for additional activities

schermata-2021-03-10-alle-22-17-58

Interreg Europe organizza per la giornata dell’8 aprile una Info session dedicata alla Call for additional activities di Interreg Europe, rivolta ai 258 progetti finanziati dal programma.

Il bando offre la possibilità a tutti i progetti approvati di richiedere finanziamento per realizzare nuove attività supplementari al fine di scambiare esperienze sul modo in cui la crisi COVID-19 ha influito sulla tematica affrontata, per migliorare ulteriormente le loro politiche di sviluppo regionale a fronte delle sfide attuali.

I beneficiari dei progetti Interreg Europe approvati potranno avere informazioni pratiche e chiarire dubbi sul bando.

Aperto il 5° bando per progetti modulari del programma Interreg Mediterranean

Aperto il 5° bando per progetti modulari del programma Interreg Mediterranean

Training

È aperto il quinto bando per progetti modulari del programma Interreg MED per la cooperazione transnazionale nel Mediterraneo.

L’obiettivo del bando è quello di diffondere e trasferire i prodotti e i risultati di un catalogo di progetti Interreg Med 2014-2020 conclusi, per favorirne la capitalizzazione.

Le tipologie di progetti ammissibili sono:

  • Progetti di trasferimento di strumenti e metodologie sviluppate
  • Progetti di mainstreaming (diffusione e adozione) dei risultati nelle politiche locali, regionali o nazionali

Le proposte dovranno quindi riferirsi a una lista di 17 progetti conclusi selezionati dal programma, da cui partire per il trasferimento o il mainstreaming dei risultati. Tali progetti riguardano i temi dell’innovazione dei cluster mediterranei, i trasporti low carbon, il turismo costiero e marittimo, la biodiversità e le zone protette.

I coordinatori delle proposte devono avere partecipato come partner in uno dei progetti conclusi e fungeranno da “givers”, ovvero da coloro che effettueranno il processo di trasferimento o mainstreaming verso i nuovi partner destinatari (“receivers”) dei prodotti e risultati da capitalizzare.

I coordinatori inoltre devono essere enti pubblici o governati dal diritto pubblico. Ciascun progetto deve coinvolgere soggetti di almeno 3 paesi diversi partecipanti a Interreg MED.

Le risorse complessive messe a disposizione dal bando sono pari a 4,6 milioni di euro. Il co-finanziamento europeo coprirà l’85% dei costi di progetto.

Il bando resterà aperto fino al 15 aprile 2021.

Brokerage event: boosting technology transfer in Central Europe

pexels-photo-1068523

Il 7 maggio 2020 si terrá in modalitá virtuale il brokerage event “Boosting technology transfer in Central Europe.” L’evento é organizzato dall’Enterprise Europe Network e dal programma Interreg Central Europe

La giornata é organizzata in occasione del lancio ufficiale della rete KETGATE, per la quale vengono invitate tutte le piccole e medie imprese e le organizzazioni di ricerca e tecnologia alla ricerca del giusto partner di ricerca e/o industria per esplorare le opportunità di cooperazione.

L’obiettivo di KETGATE è quello di mettere in contatto la scienza con il mondo aziendale. In questo modo, le imprese potranno guadagnare in competitività o persino entrare in nuovi mercati mentre le organizzazioni di ricerca e tecnologia potranno generare entrate (sia finanziarie, di prestigio accademico o di ricerca) grazie alle conoscenze in loro possesso.

A tal fine, KETGATE ed Enterprise Europe Network (EEN) hanno unito le forze per organizzare questo evento di brokerage completamente virtuale. L’obiettivo sará quello di stimolare la creaizone di partnership tra il mondo aziendale e quello scientifico.

Si terranno diverse sessioni di incontri prestabiliti, in cui i rappresentanti delle PMI e delle RTO avranno 30 minuti per presentarsi e discutere le opportunità di trasferimento di tecnologia in un campo relativo alle tecnologie abilitanti fondamentali.

Per maggiori informazioni, si prega di far riferimento alla pagina web dell’evento.

INTERREG MED: pubblicato il secondo bando per progetti strategici

INTERREG MED: pubblicato il secondo bando per progetti strategici

 

 

 

 

jellyfish-698521_640

E’ stato lanciato il secondo bando per progetti strategici del Programma INTERREG MED.

Saranno sostenuti unicamente proposte presentate nell’ambito dell’Asse 4 – Enhancing Mediterranean Governance. La candidatura potrà essere promossa da soggetti pubblici o equivalenti. Pertanto è esclusa la partecipazione ai soggetti privati.

In particolare, l’Asse 4 del Programma presenta il seguente obiettivo specifico:

  • To support the process of strengthening and developing multilateral coordination frameworks in the Mediterranean for joint responses to common challenges

All’interno di questo obiettivo è stato individuato il seguente topic su cui poter candidare progetti:

  • Innovazione

I progetti finanziati potranno avere un budget compreso tra 1.5 e 1.6 milioni di €. Saranno finanziati massimo 2 progetti. Il contributo previsto per i partner sarà dell’85% dei costi ammissibili.

La scadenza per la presentazione dei progetti è fissata al 10 giugno 2020.

Settimana europea delle strategie macroregionali

interreg

Dal 17 al 21 febbraio 2020, la direzione generale REGIO della Commissione europea ospiterà la settimana europea delle strategie macroregionali, durante la quale verranno presentati una serie di importanti eventi relativi alle quattro strategie macroregionali.

Per la prima volta, la presidenza francese dell’EUSALP sta organizzando insieme alla DG REGIO un embedding event e, pertanto, sta invitando tutti i soggetti interessati alla strategia dell’UE per la regione alpina a plasmare il futuro insieme.

Tutte le autorità di gestione dei programmi operativi regionali e nazionali, nonché quelle dei programmi Interreg, discuteranno delle priorità della regione alpina per il futuro periodo di programmazione. Saranno presenti inoltre gruppi d’azione e membri del comitato esecutivo insieme alla Commissione europea (tutte le direzioni generali competenti).

Per avere maggiori informazioni ed effettuare le iscrizioni, si prega di consultare la pagina web dell’evento.

INTERREG MED – 3° bando per progetti modulari

INTERREG MED – 3° bando per progetti modulari

jellyfish-698521_640

E’ ufficialmente aperto il 3° bando CTE INTERREG MED per progetti modulari. INTERREG MED ha l’obiettivo di promuovere la crescita sostenibile rafforzando idee e pratiche innovative e un uso ragionevole delle risorse e sostenendo l’integrazione sociale nell’area mediterranea e opera su un’area di riferimento composta da 57 regioni di 10 diversi Stati membri UE e 3 Paesi candidati, che si affacciano sul Mediterraneo da nord, dalla Grecia alla Spagna meridionale e ad alcune regioni del Portogallo (per l’Italia sono ammissibili tutte le regioni tranne il Trentino Alto Adige).

Questo terzo bando per progetti modulari riguarda esclusivamente i progetti multi-modulari M2+M3 (Testing + capitalising) (per le caratteristiche dei progetti si rimanda alla scheda programma e ai ToR (Terms of Reference).

Tipologie di azione:

  1. Rafforzare l’integrazione delle aree protette all’interno delle strategie di sviluppo territoriale nazionali, regionali e locali, attraverso campagne di sensibilizzazione sulla protezione delle aree fragili (compreso il sostegno al processo decisionale e le associazioni di comunità locali)
  2. Rafforzare il collegamento in rete delle aree protette sostenendo una cooperazione più intensa tra le autorità pubbliche competenti e i principali stakeholder, comprese le associazioni di comunità locali
  3. Migliorare il monitoraggio e la gestione delle aree protette attraverso il trasferimento di soluzioni congiunte sviluppate per la gestione e il monitoraggio (piani, protocolli, strumenti, modelli, ecc…)

Focus del bando: aree marine protette.

Il Budget indicativo del bando ammonta a circa 30 milioni di euro, ai quali si aggiungono circa 2 milioni di fondi IPA (che permettono la partecipazione al programma da parte dei paesi candidati), secondo la seguente ripartizione:

Una proposta progettuale deve riunire almeno 5 soggetti partner con sede nell’area del programma, dei quali almeno 4 in territorio UE.

La procedura per la presentazione delle candidature sarà a 2 fasi:

– pre-application phase

– full application phase (aperta solo per i progetti selezionati nella pre-application phase)

La scadenza per l’invio delle proposte di progetto è il 31/01/2019.

Il Segretariato Tecnico Congiunto sta organizzando Marsiglia il 28 novembre un Infoday dedicato alla call rivolto ai potenziali proponenti.

Il Contact Point Nazionale l’Italia organizza a Roma il 29 novembre un seminario informativo nazionale. L’appuntamento è al Ministero per i Beni e le Attività culturali, dalle ore 10,30 alle 16,00 (sarà possibile seguire l’evento anche in diretta streaming)