Servizio “Gestione dell’Innovazione” di ART-ER dedicato alle PMI

Servizio "Gestione dell'Innovazione" di ART-ER dedicato alle PMI

business-561387__340

È stato pubblicato l’avviso per usufruire del servizio “Gestione dell’Innovazione” di ART-ER dedicato alle PMI dell’Emilia-Romagna.

Il servizio di Gestione dell’Innovazione, basato sulla convinzione che l’innovazione può essere gestita, ha l’obiettivo di supportare l’impresa in maniera personalizzata verso un miglioramento della gestione dell’innovazione.

Il servizio è suddiviso in:

  • Primo incontro: in cui vengono raccolte tutte le informazioni relative all’impresa, indispensabile per un’analisi puntuale e somministrato il questionario IMP3ROVE sulla capacità di gestire l’innovazione. Il questionario, realizzato da una società tedesca e validato e promosso dalla European Commission Enterprise and Industry,  è lo strumento che permette di comprendere come l’impresa gestisce l’innovazione e successivamente di confrontare tali comportamenti con un ampio bacino di imprese europee, identificando quei comportamenti virtuosi che permettono alle imprese di crescere più rapidamente.
  • Secondo incontro: restituzione e presentazione del report di benchmarking generato a partire dal questionario  IMP3ROVE. Presentazione del piano d’azione con indicazioni di alcune proposte/possibili azioni in risposta ad eventuali gap identificati. Discussione con l’impresa del piano d’azione al fine di giungere ad un piano anche approvato e condiviso dall’impresa.
  • Accompagnamento al Piano (FACOLTATIVO): sulla base delle aree di miglioramento emerse dall’analisi, supporto nella messa in pratica di alcune azioni inserite nel piano d’azione proposto. L’impresa può decidere di non avvalersi dell’accompagnamento al piano.
  • Follow up:  dopo un periodo variabile, che dipende dalle azioni proposte e poi implementate, l’incontro è focalizzato sulla comprensione degli eventuali impatti generati dopo l’implementazione delle azioni proposte.

Il servizio viene erogato da ART-ER in qualità di partner della Enterprise Europe Network.

Possono candidarsi esclusivamente PMI con:

  • sede legale o almeno una unità operativa in Emilia-Romagna
  • almeno due esercizi completati o costituite in seguito a trasferimenti d’azienda, fusioni, scissioni e subentri

La scadenza per manifestare interesse è fissata al 22 dicembre 2024.

Scadenza: 22 dicembre 2024

Voucher digitalizzazione PMI – bando 2024

Voucher digitalizzazione PMI - bando 2024

brokerage-event

Il bando intende finanziare, tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto (voucher), la transizione digitale nelle imprese piemontesi, tenuto conto delle peculiarità e caratteristiche settoriali e dimensionali del tessuto produttivo regionale, anche tramite il sostegno per l’adozione di pratiche e tecnologie digitali avanzate.

Nello specifico, la misura ha l’obiettivo di:

  • stimolare la domanda da parte delle imprese piemontesi di prodotti e servizi per il trasferimento di soluzioni tecnologiche e/o realizzare innovazioni tecnologiche e/o implementare modelli di business derivanti dall’applicazione di tecnologie I4.0;
  • sviluppare la capacità di collaborazione tra MPMI e tra esse e soggetti altamente qualificati nel campo dell’utilizzo delle tecnologie I4.0, attraverso la realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented.

Il bando è rivolto a MPMI come definite dall’Allegato 1 del regolamento UE n. 651/2014 ovvero imprese di qualsiasi entità che esercitino un’attività economica, indipendentemente dalla sua forma giuridica (incluse le attività professionali).

Tali soggetti devono  avere sede legale e/o unità locale operativa ove verranno realizzati gli interventi site in Piemonte e che risultino attive e produttive.

NB: non saranno ammissibili le imprese beneficiarie del Bando Voucher digitalizzazione PMI 2023.
Per impresa beneficiaria si intende il soggetto che ha beneficiato della concessione di aiuto, indipendentemente dal fatto che successivamente abbia rendicontato o abbia rinunciato al contributo concesso.

L’agevolazione prevista consisterà in un contributo a fondo perduto (voucher) concesso a copertura di una quota delle spese ammissibili sostenute dal destinatario finale, variabile in base alle dimensioni dell’impresa:

  • 60% – Micro impresa
  • 55% – Piccola Impresa
  • 40% – Media impresa

Sono previste le seguenti premialità:

  • Nel caso di progetti che vedono il coinvolgimento di soggetti aggregatori (v. art. 7 del Bando “Progetti in forma collaborativa con il supporto di soggetti aggregatori”), la percentuale di finanziamento sarà aumentata del 10%.
  • Nel caso di possesso di una delle seguenti premialità, la percentuale di copertura delle spese ammissibili sarà incrementata dell’1%, nel caso di possesso di due o tre premialità, la percentuale di copertura delle spese ammissibili sarà incrementata del 2%:
  • possesso del rating di legalità
  • status di Startup innovativa o di PMI innovativa
  • status di Impresa Benefit

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spesa, purché funzionali al progetto di digitalizzazione:

  1. beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali principalmente e primariamente all’introduzione delle tecnologie abilitanti di cui all’Elenco 1 ed eventualmente all’Elenco 2;
  2. servizi di consulenza,funzionali principalmente e primariamente all’introduzione delle tecnologie abilitanti di cui all’Elenco 1 ed eventualmente all’Elenco 2;
  3. servizi di formazione, funzionali principalmente e primariamente all’introduzione delle tecnologie abilitanti di cui all’Elenco 1 ed eventualmente all’Elenco 2

A pena di esclusione, le domande di contributo dovranno essere trasmesse in modalità telematica a doppia fase:

  • A partire dalle ore 11:00 del 18.09.2024 alle ore 16:00 del 25.09.2024, l’impresa richiedente deve predisporre la domandafornendo le informazioni e la documentazione previsti dal presente bando attraverso la piattaforma ReStart. Dalle ore 16:00 del 25.09.2024, l’impresa richiedente troverà in piattaforma i codici alfanumerici univoci associati lla domanda predisposta, necessari per la successiva fase di presentazione formale. La data di predisposizione della domanda non avrà nessun rilievo sulla graduatoria finale delle domande.
  • A partire dalle ore 11:00 del 01.10.2024 alle ore 16:00 del 04.10.2024, la domanda predisposta deve essere presentata formalmente – utilizzando  esclusivamente i codici alfanumerici univoci ricevuti in precedenza – tramite la procedura informatica che sarà pubblicata sulla piattaforma ReStartLe graduatorie saranno compilate esclusivamente con riguardo alla data di presentazione formale della domanda.

SUSTAIN: aperto nuovo bando per PMI nel settore delle costruzioni smart e sostenibili

SUSTAIN: aperto nuovo bando per PMI nel settore delle costruzioni smart e sostenibili

Fino al 27 agosto 2024 è possibile partecipare alla seconda open call dell’Eurocluster SUSTAIN, dedicato alle Piccole e Medie Imprese interessate a sviluppare nuovi prodottiservizi o metodi per affrontare le sfide nel campo delle costruzioni intelligenti.

Le proposte devono concentrarsi su almeno uno dei seguenti temi, ognuno dei quali esplora come gli Smart Readiness Indicators (SRI) possano essere combinati con tecnologie avanzate per migliorare l’efficienza e l’intelligenza degli edifici:

  1. Smart Readiness Indicators (SRI) coupled with Artificial Intelligence (AI)
  2. Smart Readiness Indicators (SRI) coupled with Augmented Reality/Virtual Reality (AR/VR)
  3. Smart Readiness Indicators (SRI) coupled with Building Information Modelling (BIM)
  4. Smart Readiness Indicators (SRI) coupled with Energy Performance Certificates (EPCs)
  5. Smart Readiness Indicators (SRI) coupled with Building Energy Management System (BEMS)
  6. Smart Readiness Indicators (SRI) coupled with Internet of Things (IoT)
  7. Smart Readiness Indicators (SRI) coupled with Methodologies and Tools to Support

Possono partecipare al secondo bando le PMI e le startup, sia singolarmente sia in consorzio, con un livello di maturità tecnologica pari a:

  • per il supporto al lancio sul mercato (Silver Awards), TRL tra 7 e 8 che premierà circa 15 progetti con un budget totale di 450.000€

Inoltre, i beneficiari devono avere la sede in uno dei 27 Stati membri dell’UE, nei paesi EEA elencati o nei paesi associati al programma COSME del Mercato Unico e una PMI deve essere designata come “Coordinatore” per guidare il progetto.

Il budget totale della precedente prima open call SUSTAIN Innovation support experiments (Gold Awards) e della seconda open call è di € 1.050.000, dedicato alle PMI innovative.

Scadenza: 27 agosto 2024

Al via la prima call XR2Industry per lo sviluppo di componenti di realtà estesa

Al via la prima call XR2Industry per lo sviluppo di componenti di realtà estesa

La 1ª open call XR2Industry per lo sviluppo di componenti di realtà estesa rimarrà aperta fino al 17 settembre 2024. 

Il bando selezionerà fino a 7 MidCap o PMI che svilupperanno e integreranno hardware innovativi fondati su tecnologie emergenti (come 5G/6G, IoT, dati, intelligenza artificiale, edge e cloud computing e microelettronica) per permettere possibilità di esperienze di realtà estesa.

I candidati dovranno proporre progetti con livello di prontezza tecnologica (TRL) tra 3 e 7 e concentrarsi su una delle sfide seguenti:

  • Challenge 1: Guanti aptici per visori XR standalone che supportano OpenXR
  • Challenge 2: Tracker universale
  • Challenge 3: Casco protettivo con HMD frontale
  • Challenge 4: GPS ad alta precisione
  • Challenge 5: Sistema di motion capture per tracciare diversi oggetti
  • Challenge 6: Camera HDR esterna
  • Challenge 7: Sistema audio con protezione dell’udito
  • Challenge 8: Dispositivo di interazione per persone disabili
  • Challenge 9: Camera ToF esterna
  • Challenge 10: Modem 5G esterno
  • Challenge 11: Rilevatore biometrico umano

Possono partecipare al bando in modalità singola le PMI o MidCap dei Paesi UE o associati a Horizon Europe.

Ciascuna PMI/MidCap selezionata riceverà un massimo di € 500.000 sotto forma di lump sum durante il programma di supporto, della durata di 15 mesi e suddiviso in 3 fasi:

  • Fase 1 Piano di mentoring individuale-IMP (2 mesi): fino a € 65.000
  • Fase 2 Sviluppo (6 mesi): fino a € 200.000
  • Fase 3 Integrazione (7 mesi): fino a € 235.000

Scadenza: 17 settembre 2024

Eurostars: in apertura il bando a sostegno di PMI Innovative nei progetti internazionali di R&S

Eurostars: in apertura il bando a sostegno di PMI Innovative nei progetti internazionali di R&S

brokerage-event

La European Partnership on Innovative SMEs ha annunciato il nuovo bando del programma Eurostars, la cui apertura è prevista il 12 luglio e la chiusura il 12 settembre 2024.

Il bando ha l’obiettivo di stimolare la ricerca e lo sviluppo (R&S) internazionale e i progetti di innovazione, sostenendo le PMI innovative e i loro partner di progetto. La partecipazione a Eurostars permette alle organizzazioni di accedere a finanziamenti pubblici per progetti di R&S in qualsiasi settore, facilitando così lo sviluppo di nuovi prodotti, processi o servizi pronti per il mercato globale.

L’Unione Europea e i 37 Paesi Eurostars contribuiranno ai finanziamenti ricevuti dalle organizzazioni partecipanti, che saranno gestiti dal rispettivo ente di finanziamento nazionale.

Per candidarsi, è necessario soddisfare i seguenti criteri di ammissibilità:

  • Il consorzio deve essere guidato da una PMI innovativa di un Paese Eurostars
  • Il consorzio deve essere composto da almeno due entità indipendenti l’una dall’altra
  • Il consorzio deve essere composto da entità provenienti da almeno due Paesi Eurostars, con almeno una organizzazione proveniente da un Paese UE o associato a Horizon Europe
  • Almeno la metà dei costi di ciascun progetto deve essere sostenuta da PMI
  • Un singolo partecipante o paese non può essere responsabile per più del 70% del budget totale
  • Il progetto deve avere durata massima di 36 mesi, con possibilità di estensione se giustificata.
  • Il progetto ha un focus esclusivo sulle applicazioni civili

Come si legge nell’avviso nazionale, il Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR) ha previsto uno stanziamento massimo complessivo di € 2.000.000.

Scadenza: 12 settembre 2024

COASTOUR: bando a sostegno della transizione sostenibile per le PMI del turismo rurale costiero

COASTOUR: bando a sostegno della transizione sostenibile per le PMI del turismo rurale costiero

sicilia

Il progetto COASTOUR ha la seconda call for application, con scadenza prevista per il 28 agosto 2024, dedicata a PMI che promuovono la sostenibilità nel settore turistico europeo.

Il bando, finanziato nell’ambito del Programma per il Mercato Unico (SMP), mira a supportare la transizione sostenibile e migliorare le prestazioni ambientali di almeno 80 PMI, sviluppando un sistema di monitoraggio della sostenibilità che supporti la transizione ecologica. Questo sistema permetterà di monitorare e valutare le prestazioni di sostenibilità delle imprese coinvolte.

La call è aperta a tutte le PMI che operano in uno dei cinque paesi eleggibili: Danimarca, Portogallo, Italia, Slovenia o Lituania, con priorità per le imprese situate in zone costiere o rurali. I settori ammissibili sono:

  • hotel e alloggi
  • vacanze e altri alloggi per soggiorni brevi
  • campeggi, parchi di veicoli ricreativi e parcheggi per roulotte
  • ristoranti e attività di ristorazione mobile
  • attività di servizio di bevande
  • noleggio e leasing di veicoli a motore
  • attività sportive e attività di divertimento e ricreazione
  • bibliotechearchivimusei e altre attività culturali
  • attività creative, artistiche e di intrattenimento
  • agenzia di viaggi, servizio di prenotazione di tour operator e attività correlate
  • trasporto marittimo
  • trasporto passeggeri

La seconda call ha un budget di € 370.596. Le PMI selezionate riceveranno anche:

  • supporto tecnico per promuovere pratiche sostenibili,
  • accesso a consigli di esperti,
  • workshop formativi,
  • valutazioni approfondite per migliorare la loro gestione dell’innovazione orientata alla sostenibilità.

Scadenza: 28 agosto 2024

Aperti nuovi bandi nei progetti dell’iniziativa Next Generation Internet

Aperti nuovi bandi nei progetti dell'iniziativa Next Generation Internet

Il 1° giugno 2024 si sono aperti nuovi bandi dell’iniziativa della Commissione europea Next Generation Internet, avviata nel 2018, che ha come obiettivo riplasmare Internet in modo tale da soddisfare maggiormente le esigenze delle persone di cui è al servizio, ponendo gli utenti al centro.

L’iniziativa si articola in progetti destinati a sottotematiche legate al contesto di Internet e alle sue potenzialità future, che pubblicano periodicamente Open Call rivolte di norma a:

  • PMI
  • Mondo accademico
  • Settore pubblico
  • Organizzazioni non profit
  • Singoli individui

Questi soggetti collaborano nella creazione di nuove tecnologie che potranno essere utilizzate dalle dalle generazioni future come elementi costitutivi di una società equa e democratica e di un’economia sostenibile aperta a beneficio di tutti.

bandi pubblicati intendono contribuire alla finalità dell’iniziativa e sono:

  • NGI Zero Core: Upgrade the open Internet architecture – 8th Open Call, per promuovere concretamente l’affidabilità, la riservatezza, l’integrità, la sicurezza e l’efficienza delle risorse nell’Internet di futura generazione
  • NGI Zero Commons Fund: Reclaim the public nature of the Internet – 3rd Open Call, per promuovere beni comuni tecnologici che migliorino l’apertura, l’affidabilità, la resilienza e l’autonomia degli utenti e che rendano più disponibili software hardware free/libre/open source
  • NGI Taler: Privacy-preserving digital payments – 3rd Open Call, per far avanzare i sistemi di pagamento digitali, in un Internet sempre più aperto e affidabile
  • NGI Mobifree: Working towards mobile freedom – 3rd Open Call, per promuovere un ecosistema mobile aperto e far progredire le tecnologie free e open source
  • NGI Fediversity: Creating the hosting stack of the future – 1st Open Call, per fornire agli utenti servizi cloud basati su sistemi informatici sicuri e di elevata qualità, facendo leva sulla portabilità e garantendo la libertà personale.

I bandi cercano proposte progettuali con un budget tra i 5.000 e 50.000 €.

La scadenza delle call è fissata al 1° ottobre 2024 alle ore 12:00.

Scadenza: 1° ottobre 2024 

E-BOOST: training program di supporto finanziario alle PMI del settore della mobilità elettrica

E-BOOST: training program di supporto finanziario alle PMI del settore della mobilità elettrica

Fino al 31 luglio 2024, è possibile partecipare al nuovo training program del consorzio E-BOOST, dedicato a programmi di formazione e sostegno finanziario alle PMI del settore della mobilità elettrica.

Le proposte devono mirare a raggiungere uno o più di questi obiettivi:

  • Ecosistema dell’elettromobilità forte e resiliente per migliorare la resilienza dei settori dell’elettromobilità dell’UE sviluppando le interconnessioni delle catene del valore nel mercato unico dell’UE. L’obiettivo è migliorare la capacità delle catene del valore dell’elettromobilità, di far fronte alle sfide e di affrontare le transizioni in modo sostenibile attraverso l’integrazione di diversi attori, competenze e soluzioni.
  • Innovare per raggiungere l’autonomia strategica per costruire capacità nei fattori di produzione e nelle tecnologie più critiche nei settori dell’elettromobilità. L’obiettivo è ridurre la dipendenza delle aziende dai fattori di produzione critici e dalle tecnologie critiche attraverso lo sviluppo di idee innovative, prodotti sostitutivi, prodotti o servizi innovativi.
  • Adottare processi e tecnologie per rafforzare la trasformazione verso un’economia più verde e digitale. L’obiettivo è quello di adottare processi e tecnologie che migliorino l’efficienza delle catene di valore dell’elettromobilità nell’uso delle risorse, l’apertura dei mercati per le tecnologie e i servizi verdi e l’adozione di soluzioni digitali.
  • Diventare internazionali per facilitare l’internazionalizzazione delle PMI con i mercati commerciali di Canada e Stati Uniti nei settori dell’elettromobilità.
  • Formare per favorire l’aggiornamento e la riqualificazione della forza lavoro, attirando al contempo talenti nei settori dell’elettromobilità.

I candidati hanno la possibilità di selezionare da 3 distinte categorie per il programma di formazione, in base alle loro esigenze specifiche:

  1. Tecnologie Emergenti: es. programmi di formazione incentrati su aree all’avanguardia come i veicoli elettrici, i sistemi di gestione delle batterie, le infrastrutture di ricarica, la mobilità intelligente e altre tecnologie innovative, ecc.
  2. Integrazione di Energie Rinnovabili e analisi dei dati: programmi di formazione volti a migliorare le conoscenze e le competenze in materia di integrazione delle energie rinnovabili, analisi dei dati e conformità normativa nel settore della mobilità elettrica.
  3. Sviluppo Commerciale, gestione e presentazione di progetti e Internazionalizzazione: programmi di formazione a supporto della crescita aziendale, della gestione dell’innovazione, della gestione dei progetti e delle strategie di internazionalizzazione per le PMI e i cluster che operano nel settore dell’elettromobilità, ecc.

​​​​​​​Possono partecipare PMI attive nel settore dell’elettromobilità e stabilite nei territori inclusi nell’ambito di E-BOOST, comprendendo gli Stati membri dell’UEalcuni paesi EEA e altri paesi associati.

Il budget complessivo è di € 120.000. Il massimo importo concedibile per programma formativo è di 3.000 euro.

I candidati possono richiedere e beneficiare di più di un tipo di sovvenzione sotto forma di lump sum, con un finanziamento massimo combinato di 60.000 euro per beneficiario.

Scadenza: 31 luglio 2024

Aperta la quinta call di NGI SEARCH dedicata all’internet di prossima generazione

Aperta la quinta call di NGI SEARCH dedicata all'internet di prossima generazione

adi-goldstein-eusvweosble-unsplash

Parte dell’iniziativa della Commissione europea Next Generation Internet, il progetto NGI SEARCH ha aperto la quinta call “Let’s build a trusted Internet for the digital age, through open-source search projects”, per progetti innovativi che mirano a trasformare il modo in cui utilizziamo e scopriamo dati e risorse su Internet, con scadenza fissata al 29 luglio 2024.

La call mira a finanziare progetti che sviluppa tecnologie e soluzioni focalizzate sulle attività relative a Internet e al web, con particolare attenzione alla privacy e alla fiducia degli utenti nella ricerca di informazioni.

I progetti possono essere nuovi, in fase di sviluppo o parte di progetti più ampi già in corso e devono affrontare una tecnologia, un metodo, uno strumento o un problema specifico relativo al recupero, alla ricerca, all’indicizzazione, alla scoperta e all’esplorazione delle informazioni. Nello specifico, i topic identificati per la call includono:

  1. Search and discovery features for existing digital common projects
  2. Revolutionizing Internet Dynamics: AI-Network Synergies, Digital Twins, and Metaverse Innovations
  3. Natural language processing
  4. Semantic analysis
  5. Enabling new ways of discovering and accessing information
  6. Search-Engine Evaluation and Ethics in search and discovery
  7. Retrieval Augmented Generative Models and Conversational Search
  8. Privacy Preserving Technologies in Search and Discovery
  9. Transfer learning for search and discovery
  10. Content Quality Assessment towards human-centric content provision

La call è aperta ai seguenti candidati, che devono risiedere in uno Stato membro dell’UE o in paesi associati a Horizon Europe e possono presentarsi come singoli individui o in consorzi, con un limite massimo di tre membri per consorzio:

  • imprenditori
  • sviluppatori tecnologici
  • attivisti sociali
  • PMI (comprese le nuove aziende)
  • enti di ricerca
  • gruppi di ricerca accademici
  • enti non profit

I progetti selezionati potranno beneficiare di diverse forme di supporto:

  • partecipazione al programma di supporto NGI SEARCH della durata di 9 mesi;
  • finanziamenti fino a 50.000 euro per persone fisiche che presentano domanda a titolo personale o fino a 150.000 euro per aziende;
  • servizi tecnici, commerciali e di innovazione forniti dai partner del programma.

Scadenza: 29 luglio 2024

Al via la call aperta CHAMELEON per un primo settore sostenibile e digitale

Al via la call aperta CHAMELEON per un primo settore sostenibile e digitale

È online fino al 30 giugno 2024 la seconda call aperta CHAMELEON, per un’agricoltura, silvicoltura, sviluppo rurale e allevamento UE sostenibili e digitali fondati su sistemi di intelligenza artificiale on-demand e abilitatori aerei riconfigurabili.

L’obiettivo del bando è implementare piloti su piccola scala geograficamente distribuiti che dimostrino l’impatto e il potenziale dell’approccio CHAMELEON, per la convalida di specifici pacchetti sviluppati all’interno del Progetto CHAMELEON.

I candidati saranno responsabili della definizione dell’area in cui il pacchetto sarà convalidato, nonché dell’acquisizione dei dati necessari, mentre utilizzeranno la Piattaforma CHAMELEON per caricare i dati per l’elaborazione e valutare il pacchetto attraverso i risultati.

Il progetto offre un programma di 6 mesi, articolati in 3 fasi con termine al 30 giugno 2024.

Possono partecipare al bando enti dai Paesi membri UE e associati a Horizon Europe in modalità singola.

Il budget complessivamente disponibile ammonta a € 300.000, per un massimo di € 60.000 di importi forfettari per ciascun candidato vincitore.

Scadenza: 30 giugno 2024 

1 2 3 4 24