Hercule III – Bando 2020 Formazione, conferenze e scambi di personale

Hercule III - Bando 2020 Formazione, conferenze e scambi di personale

children-1562853__340

Il bando ha l’obiettivo di contribuire a migliorare la tutela degli interessi finanziari dell’UE contro la frode, la corruzione e altre attività illecite.

Sostegno a progetti riguardanti una delle seguenti azioni:

1. Formazione specializzata: sviluppo di sessioni di formazione specializzata per migliorare le capacità d’indagine mediante l’acquisizione di nuove competenze e conoscenze in materia di metodologie e tecniche specializzate.

2. Conferenze, workshop e seminari: organizzazione di conferenze, workshop e seminari tra Stati membri, Paesi candidati, altri Paesi terzi e organizzazioni pubbliche internazionali al fine di: a) agevolare lo scambio di informazioni, esperienze e migliori pratiche; b) creare reti e piattaforme strutturali tra Stati membri, Paesi candidati, Paesi terzi e organizzazioni pubbliche internazionali.

3. Scambi di personale: organizzazione di scambi di personale tra le amministrazioni nazionali e regionali (comprese quelle dei paesi candidati (potenziali) e dei Paesi di vicinato) per contribuire all’ulteriore sviluppo, miglioramento e aggiornamento delle capacità e delle competenze del personale riguardo alla tutela degli interessi finanziari dell’Unione.

Tematiche prioritarie
– I rischi e le vulnerabilità a cui sono esposti gli interessi finanziari dell’UE.
– Pratiche di investigazione
– Attività di prevenzione
– Il ruolo dei servizi di coordinamento antifrode degli Stati membri (AFCOS)
– Analisi dei dati doganali e uso di banche dati commerciali
– Pratiche e metodi di analisi del rischio nei diversi settori di spesa del bilancio dell’UE
– Nuove sfide in materia di frode nelle entrate
– Lotta contro la frode nei settori riguardanti il clima, l’ambiente e la sicurezza alimentare (politiche del Green Deal)

Beneficiari
– Amministrazioni nazionali o regionali, stabilite in uno degli Stati UE, che promuovono il rafforzamento dell’azione dell’UE nel settore della tutela degli interessi finanziari dell’Unione.
– Istituti di ricerca e insegnamento e organismi senza scopo di lucro che promuovono il rafforzamento dell’azione dell’UE a tutela dei suoi interessi finanziari; questi soggetti devono essere stabiliti e operativi da almeno 1 anno in uno degli Stati UE.

Entità Contributo
Il contributo UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto.
Possono essere cofinanziati unicamente progetti il cui budget complessivo non sia inferiore a 40.000 euro.

Modalità e procedura
Sono ammissibili unicamente proposte progettuali presentate da singoli candidati (non sono ammesse proposte presentate in consorzio).

I progetti devono avere una durata massima di 15 mesi e devono concludersi entro il 31 dicembre 2022 (con inizio indicativamente ad ottobre-novembre 2020).

Le candidature devono essere presentate per via telematica, utilizzando l’apposito sistema – Electronic Submission Service – accessibile dal Funding and Tenders Portal (dove per ciascuna azione del bando è predisposta una pagina dedicata).

Scadenza
27/05/2020, ore 17:00 (ora dell’Europa centrale)

Hercule III – Bando 2019 Formazione, conferenze e scambi di personale

Hercule III - Bando 2019 Formazione, conferenze e scambi di personale

network-1020332_1280

Bando nell’ambito del programma Hercule III: formazione, conferenze e scambi di personale per contribuire a migliorare la tutela degli interessi finanziari dell’UE contro la frode, la corruzione e altre attività illecite.

Sostegno a progetti riguardanti una delle seguenti azioni:

  1. Formazione mirata specializzata orientata a:
    1. creare reti e piattaforme strutturali tra Stati membri, Paesi candidati, Paesi terzi e organizzazioni pubbliche internazionali per agevolare lo scambio di informazioni, esperienze e migliori pratiche tra il personale dei soggetti beneficiari. Le informazioni e le migliori pratiche devono riguardare, tra l’altro, i rischi e le vulnerabilità cui sono esposti gli interessi finanziari dell’UE e le prassi investigative e/o le attività di prevenzione;
    2. combattere la frode sull’IVA per i beni importati nell’UE e creare sinergie tra i servizi fiscali e doganali degli Stati membri, l’OLAF e altri organismi competenti dell’UE, al fine di sviluppare reti, nuovi strumenti di supporto e facilitare lo scambio di informazioni, esperienze e migliori pratiche.
  2. Conferenze e workshop finalizzati a:
    1. creare reti e piattaforme strutturali tra Stati membri, Paesi candidati, Paesi terzi e organizzazioni pubbliche internazionali per agevolare lo scambio di informazioni, esperienze e migliori pratiche tra il personale dei soggetti beneficiari. Le informazioni e le migliori pratiche devono riguardare, tra l’altro, i rischi e le vulnerabilità cui sono esposti gli interessi finanziari dell’UE e le prassi investigative e/o le attività di prevenzione;
    2. facilitare lo scambio di informazioni, nonché l’individuazione dei bisogni e/o di progetti comuni per combattere la frode lesiva degli interessi finanziari dell’UE tra i servizi antifrode degli Stati membri, compresi i laboratori doganali, con l’eventuale partecipazione di OLAF e altri organismi dell’UE, in relazione a uno o più dei seguenti aspetti: la lotta contro la frode nelle misure commerciali dell’UE, il rilevamento di nuove classificazioni errate di tracciabilità dei prodotti, analisi chimiche specifiche per il rilevamento di origini errate; la frode nel trasporto ferroviario di merci; lo sviluppo di strumenti IT per la lotta contro la frode nell’e-commerce;
    3. riunire i rappresentanti degli Stati membri al fine di mappare l’origine geografica del tabacco grezzo e trinciato nelle regioni dell’UE;
    4. combattere la frode sull’IVA per i beni importati nell’UE attraverso workshop o conferenze sull’analisi del rischio e lo sviluppo di sinergie tra i servizi fiscali e doganali degli Stati membri, l’OLAF e altri organismi competenti dell’UE, al fine di creare reti, nuovi strumenti di supporto e facilitare lo scambio di informazioni, esperienze e buone pratiche.
  3. Scambi di personale tra le amministrazioni nazionali e regionali per contribuire all’ulteriore sviluppo, miglioramento e aggiornamento delle capacità e delle competenze del personale riguardo alla tutela degli interessi finanziari dell’UE.

Beneficiari:

  • Amministrazioni nazionali o regionali, stabilite in uno degli Stati UE, che promuovono il rafforzamento dell’azione dell’UE nel settore della tutela degli interessi finanziari dell’Unione.
  • Istituti di ricerca e insegnamento e organismi senza scopo di lucro che promuovono il rafforzamento dell’azione dell’UE a tutela dei suoi interessi finanziari; questi soggetti devono essere stabiliti e operativi da almeno 1 anno in uno degli Stati UE.

Il contributo UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto.

Possono essere cofinanziati unicamente progetti il cui budget complessivo non sia inferiore a 40.000 euro.

Scadenza – 15/05/2019, ore 17:00

Horizon 2020 – Marie Sklodowska-Curie scambio di personale per Ricerca e Innovazione

Horizon 2020 – Marie Sklodowska-Curie scambio di personale per Ricerca e Innovazione

idea-3085367_640

Lo schema RISE promuove la collaborazione internazionale e intersettoriale attraverso lo scambio di personale di ricerca e innovazione e la condivisione di conoscenze e idee dalla ricerca al mercato (e viceversa).

Lo schema favorisce una cultura condivisa di ricerca e innovazione che accoglie e premia la creatività e l’imprenditorialità e aiuta a trasformare le idee creative in prodotti, servizi o processi innovativi.

RISE coinvolge organizzazioni dei settori accademico e non accademico (in particolare le PMI), con sede in Europa (Stati membri dell’UE e Paesi associati a Horizon 2020) e al di fuori dell’Europa (paesi terzi).

Viene fornito sostegno allo sviluppo di partnership sotto forma di un progetto comune di ricerca e innovazione. Questo è finalizzato alla condivisione della conoscenza attraverso la mobilità internazionale e intersettoriale, basata su distaccamenti di personale di ricerca e innovazione (scambi) con un meccanismo di rimpatrio integrato.

Le organizzazioni che costituiscono la partnership contribuiscono direttamente alla realizzazione di un progetto congiunto di ricerca e innovazione attraverso il distacco e / o l’accoglienza di membri del personale idonei. I distacchi devono sempre avvenire tra entità giuridiche indipendenti l’una dall’altra.

L’iniziativa RISE dovrebbe sfruttare le competenze complementari delle organizzazioni partecipanti e altre sinergie e consentire attività di networking, organizzazione di workshop e conferenze per facilitare la condivisione delle conoscenze, l’acquisizione di nuove competenze e lo sviluppo della carriera per i membri dello staff di ricerca e innovazione.

Le proposte RISE possono concentrarsi su una sola dimensione della mobilità (intersettoriale/ internazionale) o includere una combinazione di entrambe.

Gli scambi possono riguardare sia ricercatori in fase iniziale che esperti, e possono anche includere personale amministrativo, manageriale e tecnico direttamente coinvolto nelle attività di ricerca e innovazione della proposta.

Il sostegno agli scambi tra istituzioni in Europa (Stati membri dell’UE e paesi associati a Horizon 2020) copre solo distacchi intersettoriali.

Gli scambi con istituzioni da e verso paesi terzi possono essere intersettoriali e all’interno dello stesso settore.

I distacchi tra istituzioni stabilite in paesi terzi o nello stesso Stato membro dell’UE o nel paese associato a Horizon 2020 non saranno sostenuti.

Scadenza: 02/04/2019