Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP): bando 2020 – Misura 5.69

Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP): bando 2020 - Misura 5.69

oyster-farm-1404177_640

Il bando prevede un sostegno alla competitività delle imprese attraverso il finanziamento degli investimenti nella trasformazione e commercializzazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura.

Possono partecipare Micro Piccole e Medie Imprese (PMI) operanti nel settore della trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura.

L’aiuto è in conto capitale e copre il 50% delle spese ammissibili.

Il contributo va da un minimo di € 20.000 ad un massimo di € 200.000, corrispondenti ad una spesa complessiva minima di € 40.000 e massima di € 400.000. L’erogazione avviene con anticipo e collaudo finale.

Sarà possibile presentare domande a partire dal 1° settembre 2020.

Scadenza: 03/11/2020

FEAMP 2014-2020 – Misura 2.50 – Sviluppo sostenibile dell’acquacoltura – Promozione del capitale umano e del collegamento in rete – Anno 2020

FEAMP 2014-2020 – Misura 2.50 – Sviluppo sostenibile dell’acquacoltura – Promozione del capitale umano e del collegamento in rete – Anno 2020

oyster-farm-1404177_640

Il presente Avviso intende promuovere il capitale umano per contribuire a migliorare la competitività e il rendimento economico delle attività acquicole, per ottenere un settore competitivo e rispettoso dell’ambiente.

La Misura intende favorire la formazione professionale, l’apprendimento permanente, la diffusione delle conoscenze scientifiche, lo scambio di esperienze e il collegamento in rete nel settore dell’acquacoltura.

Gli interventi potranno consistere in percorsi di formazione continua, seminari tematici formativi, collegamenti in rete, scambi di esperienze e buone pratiche, eventi di diffusione.

I soggetti ammissibili sono gli Organismi accreditati ai sensi della normativa della Regione Emilia-Romagna vigente per l’ambito “Formazione continua e permanente”.

Scadenza: 6 maggio 2020

FEAMP 2014-2020 – Misura 2.48 – Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura – Anno 2020

FEAMP 2014-2020 – Misura 2.48 – Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura – Anno 2020

oyster-farm-1404177_640

La misura è diretta a sostenere la competitività e la redditività delle imprese acquicole, incluso il miglioramento della sicurezza e delle condizioni di lavoro, la promozione della salute e del benessere degli animali e della salute e della sicurezza pubblica, a favorire un’acquacoltura sostenibile sotto il profilo ambientale, promuovendo l’uso efficiente delle risorse e sostenendo la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio.

Possono presentare domande, le PMI, le Grandi e le Micro Imprese.

Scadenza: 15/04/2020

Bando 2019 Misura 2.48 – Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura

Bando 2019 Misura 2.48 – Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura

oyster-farm-1404177_640

La presente misura è incentrata su iniziative destinate a finanziare investimenti produttivi per il settore acquacoltura, in linea con l’obiettivo tematico di migliorare la competitività delle PMI previsto tra gli obiettivi tematici Quadro Strategico Comune per la programmazione 2014/2020 (Obiettivo Tematico 3).

Si tratta di concessione di contributi a favore delle imprese acquicole per investimenti produttivi e ammodernamenti delle unità produttive, compreso l’acquisto di strumentazione, attrezzature e macchinari per favorire un’acquacoltura sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente in termini di risorse ed innovativa.

Le risorse stanziate complessivamente sul presente bando per la Misura 2.48 e) i) j) ammontano a 998.477,80 € di spesa pubblica totale, ripartite nel seguente modo:

– 50% a carico del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca pari a 499.238,90 €

– 35% a carico del Fondo di Rotazione pari a 349.467,23 €

– 15% a carico del Bilancio Regionale pari a 149.771,67 €.

L’aiuto è in conto capitale e copre il 50% delle spese ammissibili. Il contributo va da un minimo di 20.000,00 € ad un massimo di 200.000,00 € per investimenti. L’erogazione avviene con stato avanzamento lavori e collaudo finale.

Scadenza: 02/03/2020

InfoDay Societal Challenge 2 – Bandi 2020

schermata-2019-06-28-alle-15-56-16

Il prossimo 4 luglio 2019 si terrà a Bruxelles l’infoday sui bandi 2020 facenti riferimento al tema Societal Challenge 2 di Horizon 2020. Durante la giornata informativa verranno quindi presentate le opportunità di finanziamento per progetti incentrati di ricerca e innovazione sui seguenti temi:

  • sicurezza alimentare
  • agricoltura e silvicoltura sostenibile
  • ricerca marina, marittima e delle acque interne
  • bioeconomia

Oltre all’InfoDay il network dei National Contact Points europei BioHorizon ha organizzato per la giornata del 3 luglio 2019 un evento di brokerage. Si consiglia di creare il proprio profilo e scrutinare le diverse opportunitá offerte dalla piattaforma di brokerage.

É possibile avere maggiori informazioni e registrarsi sul sito dell’InfoDay.

MISURA 2.47 INNOVAZIONE

MISURA 2.47 INNOVAZIONE

oyster-farm-1404177_640

La Misura intende promuovere l’innovazione nel settore dell’acquacoltura, con l’obiettivo di migliorare la competitività delle PMI e favorire un uso sostenibile delle risorse in acquacoltura o facilitare l’applicazione di nuovi metodi di produzione sostenibile.

La finalità del presente avviso è di promuovere l’innovazione nel settore dell’acquacoltura; i beneficiari sono le imprese acquicole in collaborazione con organismi scientifici o tecnici pubblici o privati, riconosciuti dal diritto nazionale dello Stato membro; organismi scientifici o tecnici pubblici o privati, riconosciuti dal diritto nazionale dello Stato membro. L’innovazione nel settore acquacoltura comprende iniziative volte a creare nuovi prodotti ed ottimizzare i processi produttivi delle imprese in linea con l’obiettivo tematico di migliorare la competitività delle PMI. Viene altresì incoraggiata la cooperazione fra esperti scientifici e imprese acquicole al fine di far sviluppare conoscenze volte a ridurre l’impatto ambientale e diminuire l’utilizzo di farine di pesce e olio di pesce, un uso sostenibile delle risorse e l’applicazione di nuovi metodi di produzione sostenibili indirizzando le attività di ricerca sugli effettivi fabbisogni del settore e dei mercati di riferimento

Le disponibilità finanziarie del presente Avviso ammontano ad € 319.827,00.  La spesa ammissibile minima per ciascuna istanza non può essere inferiore ad € 50.000.  La Misura prevede un’intensità massima dell’aiuto pubblico pari al 50% delle spese ammesse.

Il soggetto che intende richiedere le agevolazioni previste dal presente avviso pubblico deve inviare la domanda a mezzo di apposita piattaforma informatica all’indirizzo internet http://app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici/. La piattaforma di caricamento dei suddetti documenti sarà disponibile sino alle ore 14.00 del 13/09/2019.

Disponibilità finanziaria: € 319.827,00 0

Scadenza: 13.09.2019

Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura

Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura

oyster-farm-1404177_640

Il 18 gennaio 2019 è stato approvato il Decreto Dirigenziale che approva il bando della Misura 5.69 “Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura” il cui termine di scadenza per la presentazione delle istanze è fissato alle ore 13:00 del sessantesimo giorno successivo della pubblicazione del relativo Decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania.

Il presente bando sostiene le iniziative legate al risparmio energetico, alla riduzione dell’impatto ambientale, al trattamento dei rifiuti, al miglioramento della sicurezza, igiene e salute dei lavoratori.

La dotazione finanziaria del presente Bando è fissata in € 7.555.497,84.

 

Sono ammissibili al finanziamento esclusivamente le imprese che hanno una dimensione aziendale di micro, piccole o medie imprese (PMI) e sono situate nel territorio della regione Campania.

 

L’importo del contributo pubblico è pari al 50% della spesa riconosciuta ammissibile e la soglia della spesa massima è fissata in € 2.500.000,00

 

La spesa ammissibile a cofinanziamento può riguardare lavori per costruzione ex novo/ampliamento di impianti per la trasformazione di prodotti della pesca e dell’acquacoltura; lavori per adeguamento/ammodernamento di impianti già esistenti per la trasformazione di prodotti della pesca e dell’acquacoltura; acquisto di terreni e di fabbricati;  costruzione ex novo/ammodernamento di navi officina; forniture di beni (attrezzature, macchinari, dispositivi di sicurezza e impianti specialistici) e spese generali (costi generali e costi amministrativi).

Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura

Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura

oyster-farm-1404177_640
Reg. (UE) n. 508/2014 Misura 5.69 Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura
Il 18 gennaio 2019 è stato approvato il Decreto Dirigenziale che approva il bando della Misura 5.69 “Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura” il cui termine di scadenza per la presentazione delle istanze è fissato alle ore 13:00 del sessantesimo giorno successivo della pubblicazione del relativo Decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania.
Il presente bando sostiene le iniziative legate al risparmio energetico, alla riduzione dell’impatto ambientale, al trattamento dei rifiuti, al miglioramento della sicurezza, igiene e salute dei lavoratori.
La dotazione finanziaria del presente Bando è fissata in € 7.555.497,84.

Sono ammissibili al finanziamento esclusivamente le imprese che hanno una dimensione aziendale di micro, piccole o medie imprese (PMI) e sono situate nel territorio della regione Campania.

L’importo del contributo pubblico è pari al 50% della spesa riconosciuta ammissibile e la soglia della spesa massima è fissata in € 2.500.000,00

La spesa ammissibile a cofinanziamento può riguardare lavori per costruzione ex novo/ampliamento di impianti per la trasformazione di prodotti della pesca e dell’acquacoltura; lavori per adeguamento/ammodernamento di impianti già esistenti per la trasformazione di prodotti della pesca e dell’acquacoltura; acquisto di terreni e di fabbricati; costruzione ex novo/ammodernamento di navi officina; forniture di beni (attrezzature, macchinari, dispositivi di sicurezza e impianti specialistici) e spese generali (costi generali e costi amministrativi).

Bando 2018 Misura 2.48 – Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura

Bando 2018 Misura 2.48 – Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura

oyster-farm-1404177_640

La Direzione Generale Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi di Regione Lombardia, ha approvato l’accesso ai finanziamenti del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) relativamente al bando di attuazione della Misura 2.48 «Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura.

La Misura 2.48 è incentrata su iniziative destinate a finanziare investimenti produttivi per il settore acquacoltura, in linea con l’obiettivo tematico di migliorare la competitività delle PMI previsto tra gli obiettivi tematici Quadro Strategico Comune per la programmazione 2014/2020 (Obiettivo Tematico 3).

Si tratta di concessione di contributi a favore delle imprese acquicole per investimenti produttivi e ammodernamenti delle unità produttive, compreso l’acquisto di strumentazione, attrezzature e macchinari per favorire un’acquacoltura sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente in termini di risorse ed innovativa.

Le risorse stanziate complessivamente sul presente bando per la Misura 2.48 ammontano a € 1.548.625,97 di spesa pubblica totale, ripartite nel seguente modo:

– 50% a carico del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca pari a € 774.312,98;

– 35% a carico del Fondo di Rotazione pari a € 542.019,09;

– 15% a carico del Bilancio Regionale pari a € 232.293,90

L’aiuto è in conto capitale e copre il 50% delle spese ammissibili. Il contributo va da un minimo di € 30.000 ad un massimo di € 200.000, per investimenti. L’erogazione avviene con stato avanzamento lavori e collaudo finale.

Procedura valutativa delle domande con graduatoria. Le domande sono valutate in base ad una griglia di criteri indicati nel bando.

Chiusura domande: ore 12:00 del 1 marzo 2019