Educazione alla Cittadinanza Globale

Educazione alla Cittadinanza Globale

cooperativa sociale

Il bando per il finanziamento di iniziative di sensibilizzazione ed Educazione alla Cittadinanza Globale a organizzazioni della società civile. Confermata la dotazione finanziaria di 7 milioni di euro che andrà a co-finanziare proposte progettuali con massimo 600.000 € al 90%. Ogni OSC iscritta all’elenco dell’AICS potrà presentare al massimo due proposte progettuali come capofila e altrettante come partner. Obiettivo del bando è contribuire a rafforzare una cittadinanza globale verso stili di vita e modelli di sviluppo sostenibili e inclusivi. La scadenza per la presentazione dei progetti è fissata al 4 novembre 2018.

I tre obiettivi specifici del bando si riferiscono a specifici Obiettivi di Sviluppo Sostenibile:

  • OS1: Rafforzare la conoscenza dei temi dello sviluppo globale per favorire l’impegno e un ruolo attivo dei cittadini;
  • OS2: Promuovere la conoscenza e la partecipazione attiva nella salvaguardia dell’ambiente e nella lotta al cambiamento climatico;
  • OS3: Contrastare fenomeni d’odio, intolleranza e discriminazione.

I progetti dovranno avere una durata massima di 18 mesi.

Erasmus+: Bando EACEA/16/2018 – European Youth Together

Erasmus+: Bando EACEA/16/2018 – European Youth Together

world-1264062_1280

Il progetto “European Youth Together” mira a creare reti che promuovono partenariati regionali per incoraggiare una più ampia partecipazione dei giovani alla vita pubblica europea e la promozione della cittadinanza europea.

“European Youth Together” sosterrà le iniziative di almeno cinque organismi di cinque diversi Paesi aderenti ad Erasmus+ e mirerà a riunire i giovani di tutta Europa: est, ovest, nord e sud.

“European Youth Together” dovrebbe basarsi sull’esperienza acquisita con il progetto “Un nuovo racconto per l’Europa” e con altre iniziative strategiche e programmatiche per la gioventù, volte a promuovere la partecipazione dei giovani alla vita pubblica europea, nonché gli scambi transfrontalieri e le attività di mobilità.

L’iniziativa sosterrà in modo specifico:

– lo sviluppo di una cooperazione più strutturata tra le organizzazioni giovanili per creare o rafforzare partenariati;

– le organizzazioni giovanili coinvolte in iniziative volte a incoraggiare la partecipazione dei giovani al processo democratico e alla società, organizzando corsi di formazione, mettendo in evidenza i punti in comune tra i giovani europei e incoraggiando la discussione e il dibattito sul loro legame con l’UE, i suoi valori e le sue fondamenta democratiche. Ciò comprende l’organizzazione di eventi in vista delle elezioni per il Parlamento europeo del 2019;

– la promozione della partecipazione dei gruppi di giovani sottorappresentati alla vita politica, alle organizzazioni giovanili e altre organizzazioni della società civile, coinvolgendo i giovani vulnerabili e svantaggiati sul piano socioeconomico.

Priorità tematiche: la cittadinanza attiva, la creazione di reti, i valori e la cittadinanza europei, la partecipazione democratica, la resilienza democratica e l’inclusione sociale per i giovani.

Attività ammissibili:

– attività di mobilità, compresi gli scambi di giovani su vasta scala;

– attività volte a facilitare l’accesso e la partecipazione dei giovani all’agenda politica dell’UE;

– scambi di esperienze e di buone pratiche; creazione di reti e partenariati con altre organizzazioni giovanili; partecipazione a riunioni o seminari con altri soggetti interessati e/o responsabili politici, anche al fine di aumentare l’impatto delle politiche sui gruppi, i settori e/o i sistemi destinatari;

– iniziative ed eventi finalizzati a sviluppare le ONG europee/le organizzazioni della società civile/le reti a livello europeo;

– attività di sensibilizzazione, informazione, divulgazione e promozione (seminari, workshop, campagne, riunioni, dibattiti pubblici, consultazioni ecc.;) sulle priorità politiche dell’UE nel campo della gioventù.

Le attività hanno carattere transfrontaliero e possono essere svolte a livello europeo, nazionale, regionale o locale.

Beneficiari del bando sono organismi stabiliti in uno dei Paesi aderenti ad Erasmus+ (vedi voce “Aree geografiche coinvolte” a fondo scheda):

– organizzazioni senza scopo di lucro, associazioni e ONG e ONG giovanili europee;

– imprese sociali;

– enti pubblici a livello locale;

– enti pubblici a livello regionale o nazionale;

– associazioni di regioni;

– Gruppi Europei di Cooperazione Territoriale;

– organismi a scopo di lucro attivi nell’ambito della responsabilità sociale delle imprese.

Il contributo UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili e sarà compreso tra 100mila e 500mila euro.

I progetti devono essere realizzati da una partnership costituita da almeno cinque organismi di cinque diversi Paesi ammissibili.

La durata dei progetti deve essere compresa tra 9 e 24 mesi.

Per la presentazione delle candidature è necessario registrarsi al Portale dei partecipanti al fine di ottenere un Participant Identification Code (PIC). La registrazione è richiesta per tutti i soggetti coinvolti nel progetto (capofila e partner di progetto). Il PIC sarà richiesto per generare l`eForm (formulario elettronico) e presentare la candidatura online.

Scadenza: 25/05/2018

Programma “Diritti, uguaglianza, cittadinanza”: bandi 2018

Programma “Diritti, uguaglianza, cittadinanza”: bandi 2018

group-418449_1280

Il 30 gennaio sono stati pubblicati sul Portale dei partecipanti i bandi per il 2018 relativi al programma “Diritti, uguaglianza, cittadinanza”.

– Bando REC-RCIT-CITI-AG-2018: miglioramento dell’inclusione e della partecipazione sociale e politica dei cittadini «mobili» dell’UE

Scadenza: 26 aprile 2018

– Bando REC-RCHI-PROF-AG-2018: sostegno alla capacity-building nel campo dei diritti dei minori – meccanismi integrati nazionali o regionali per supportare i minori che lasciano o escono dai sistemi di assistenza alternativa

Scadenza: 31 maggio 2018

– Bando REC-RDAP-GBV-AG-2018: prevenzione e lotta contro la violenza di genere e sui minori

Apertura: 8 marzo 2018

Scadenza: 13 novembre 2018

– Bando REC-RGEN-WWLB-AG-2018: progetti inerenti a) pari partecipazione di donne e uomini nei dibattiti pubblici, nelle posizioni di leadership in politica e nel settore imprenditoriale; b) sostegno alle autorità pubbliche e alla società civile riguardo all’iniziativa “New Start to Support Work-Life Balance for Parents and Carers”

Apertura: 8 marzo 2018

Scadenza: 19 giugno 2018

– Bando REC-RRAC-HATE-AG-2018 per autorità pubbliche sulla prevenzione e la lotta contro il razzismo, la xenofobia e altre forme di intolleranza, in particolare i crimini dettati dall’odio e l’incitamento all’odio (bando ristretto)

Apertura: 25 aprile 2018

Scadenza: 27 settembre 2018

– Bando REC-RRAC-ONLINE-AG-2018 per il monitoraggio, la prevenzione e il contrasto all’incitamento all’odio online

Apertura: 25 aprile 2018

Scadenza: 11 ottobre 2018

– Bando REC-RRAC-RACI-AG-2018: prevenzione e lotta contro il razzismo, la xenofobia e altre forme di intolleranza

Apertura: 25 aprile 2018

Scadenza: 4 ottobre 2018

– Bando REC-RDIS-DISC-AG-2018: progetti nazionali e transnazionali volti a promuovere il principio di non-discriminazione e l’integrazione dei Rom

Apertura: 17 maggio 2018

Scadenza: 9 ottobre 2018

– Bando REC-RDIS-NRCP-AG-2018: sostegno alle Piattaforme Nazionali per i Rom (bando ristretto)

Apertura: 12 giugno 2018

Scadenza: 8 novembre 2018

Educazione alla Cittadinanza Globale

Educazione alla Cittadinanza Globale

cooperativa sociale

Per ciò che concerne il seguente bando nazionale le iniziative proposte dovranno perseguire le seguenti finalità generali:
– Favorire percorsi formativi che contribuiscano alla crescita di cittadini consapevoli e responsabili in una società inclusiva e interdipendente, fino ad includere il senso di appartenenza a una comunità più ampia, caratterizzata dalla “diversità” che si declina in una molteplicità di identità culturali;
– Promuovere una concezione di ‘cittadinanza’ intesa come appartenenza alla comunità globale e vissuta come impegno e riconoscimento del proprio ruolo attivo;
– Promuovere riflessioni condivise all’interno dell’opinione pubblica, al fine di stimolare una diffusa partecipazione della società e l’attivazione di comportamenti in grado di contrastare le ineguaglianze e promuovere giustizia, sostenibilità, equità e diritti umani.
Le proposte dovranno prevedere una durata non superiore a 18 mesi.
Potranno inoltrare richiesta di contributo tutte le Organizzazioni della società civile che alla data di scadenza della presentazione delle proposte risultino regolarmente iscritte all’elenco di cui all’Articolo 26, Comma 3 della Legge n. 125/2014 e all’Articolo 17 del D.M. n. 113/2015.
Stanziamento:
-Budget complessivo: 5.000.000,00 di Euro;
-Budget individuale: Non inferiore a 150.000,00 Euro e non superiore a 500.000,00 Euro con co-finanziamento del 10%.
Il termine ultimo per potervi partecipare è il 29 Settembre 2017

Bando “Impegno democratico e partecipazione civica”

Programma Europa per i Cittadini. Bando “Impegno democratico e partecipazione civica”


Al fine di conseguire l’avvicinamento dei cittadini all’Unione Europea, il Programma contribuisce al conseguimento dei seguenti obiettivi generali, che devono essere tenuti presenti in fase di elaborazione della proposta progettuale:
• contribuire alla comprensione, da parte dei cittadini, della storia dell’Unione Europea e della diversità culturale che la caratterizza;
• promuovere la cittadinanza europea e migliorare le condizioni per la partecipazione civica democratica a livello di Unione Europea.
Strand 2 – impegno democratico e partecipazione civica: incoraggiare la partecipazione democratica e civica dei cittadini a livello dell’Unione.
La sottomisura Gemellaggio fra città co-finanzia progetti che riuniscano cittadini di città gemellate (o intenzionate a gemellarsi) attorno a temi legati agli obiettivi del Programma.
Il concetto di gemellaggio deve essere inteso in senso lato, riferendosi sia a documenti di gemellaggio tradizionali, sia ad altre forme di accordi di partenariato tra città a lungo termine, volti a favorire la cooperazione a vari livelli e a rafforzare i collegamenti culturali.
Tipologia di enti eleggibili: municipalità, comitati di gemellaggio rappresentanti gli enti locali, enti non a scopo di lucro rappresentanti gli enti locali.
Numero minimo di nazioni coinvolte: un progetto deve includere almeno 2 nazioni.
Massima sovvenzione richiedibile: 25.000 euro
Massima durata del progetto: 21 giorni
La sottomisura Reti di città co-finanzia progetti di municipalità e enti senza scopo di lucro che operano insieme su temi comuni, con una prospettiva di lunga durata, e che siano in grado di creare reti per stabilire e rafforzare la cooperazione internazionale. I progetti devono altresì promuovere lo scambio di esperienze, opinioni e “buone pratiche” sui temi posti al centro del dibattito.
Tipologia di enti eleggibili: In qualità di applicant: municipalità, comitati di gemellaggio rappresentanti le autorità locali, altri livelli di autorità locale/regionale (ad es. provincie, regioni), federazioni/associazioni di autorità locali; enti non a scopo di lucro rappresentanti le autorità locali. In qualità di partner: tutti i soggetti eleggibili come applicant testé menzionati e le essere organizzazioni non a scopo di lucro.
Numero minimo di nazioni coinvolte: un progetto deve includere almeno 4 nazioni.
Massima sovvenzione richiedibile: 150.000 euro
Massima durata del progetto: 24 mesi
Scadenza: 1 settembre 2017

Progetti di potenziamento delle competenze di cittadinanza globale

Avviso pubblico per la realizzazione di progetti di potenziamento delle competenze di cittadinanza globale


Attraverso il seguente bando nazionale verranno stanziati 20 milioni di Euro (FSE) per lo sviluppo delle competenze trasversali, sociali e civiche degli studenti attraverso interventi esperienziali in diverse aree:
-Educazione alimentare;
-Ambiente;
-Cittadinanza economica;
-Sport;
-Civismo.
L’Avviso, emanato nell’ambito dell’Asse I (Istruzione) del Programma Operativo Nazionale ‘Per la Scuola, Competenza e Ambienti per l’Apprendimento’, si inserisce nel quadro dell’Azione 10.2.5 finalizzate allo sviluppo delle competenze trasversali, sociali e civiche, che rientrano nel più ampio concetto di promozione della cittadinanza globale, al fine di formare cittadini consapevoli e responsabili in una società moderna, connessa e interdipendente.
Potranno parteciparvi:
-Le Istituzioni Scolastiche statali del I° ciclo di istruzione (Scuole Primarie e Secondarie di Primo grado);
-Le Istituzioni Scolastiche statali del II° ciclo di istruzione (Scuole Secondarie di Secondo grado).
È ammesso il coinvolgimento del territorio, in termini, a titolo esemplificativo, di partenariati e collaborazioni con Amministrazioni Centrali e Locali, Associazioni, Fondazioni, Enti del terzo settore, Università, Centri di Ricerca, operatori qualificati, reti già presenti a livello locale.
Il termine ultimo per potervi partecipare è il 22 Maggio 2017.

FSE 2014-2020, Asse I – Azione 10.2.2

FSE 2014-2020, Asse I – Azione 10.2.2


Il seguente bando nazionale è inerente alle competenze digitali, sempre più riconosciute come requisito fondamentale per lo sviluppo sostenibile del nostro Paese e per l’esercizio di una piena cittadinanza nell’era dell’informazione. Gli interventi formativi saranno finalizzati, in particolare, al sostegno dei percorsi per lo sviluppo del pensiero computazionale e della creatività digitale e per lo sviluppo delle competenze di ‘cittadinanza digitale’.
Potranno inoltrare richiesta di contributo tutte le Istituzioni Scolastiche statali del primo ciclo di istruzione e Istituzioni Scolastiche statali del secondo ciclo di istruzione.

Il bando prevederà azioni di integrazione e potenziamento delle aree disciplinari di base in particolare attraverso:
– Lo sviluppo del pensiero computazionale ed della creatività digitale;
– Le competenze di cittadinanza digitale.
Ciascuna proposta non potrà superare il valore di 25.000,00 Euro.

Il termine ultimo per potervi partecipare è il 5 Maggio 2017.

Memoria europea, progetti di gemellaggio di città, di reti di città e progetti della società civile.

Memoria europea, progetti di gemellaggio di città, di reti di città e progetti della società civile.

Il programma “Europa per i cittadini” adottato per il periodo 2014-2020 è uno strumento importante per consentire agli abitanti dell’Unione di svolgere un ruolo maggiore nella costruzione dell’Unione.

Con il finanziamento di progetti e attività cui possono partecipare i cittadini, il programma promuove la storia e i valori comuni dell’Europa contribuendo all’identificazione dei cittadini con gli sviluppi dell’Unione.

Gli obiettivi generali sono:

  • sensibilizzare i cittadini alla conoscenza dell’Unione, della sua storia e della sua diversità;
  • promuovere la cittadinanza europea e migliorare le condizioni per la partecipazione civica e democratica a livello dell’Unione.

I candidati sono incoraggiati a sviluppare progetti in linea con gli obiettivi del programma che tengano conto delle priorità annuali. Le priorità annuali sono annunciate sul sito web dell’Agenzia esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA) e della Commissione europea LINK

Il programma è attuato lungo due assi:

Asse 1: memoria europea: sensibilizzare alla memoria, alla storia e ai valori comuni e alle finalità dell’Unione;

Asse 2: impegno democratico e partecipazione civica: incoraggiare la partecipazione democratica e civica dei cittadini a livello dell’Unione. Le misure comprese in questo asse sono: gemellaggi di città, reti tra città, progetti della società civile.

Scadenze:

Asse 1: 01/03/2017, per progetti aventi inizio tra il 1° agosto 2017 e il 31 gennaio 2018.

Asse 2 – Misura 1:

– 01/03/2017, per progetti aventi inizio tra il 1° luglio 2017 e il 31 marzo 2018.

– 01/09/2017, per progetti aventi inizio tra il 1° gennaio e il 30 settembre 2018.

Asse 2 – Misura 2:

– 01/03/2017, per progetti aventi inizio tra il 1° luglio e il 31 dicembre 2017.

– 01/09/2017, per progetti aventi inizio tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2018.

Asse 2 – Misura 3: 01/03/2017, per progetti aventi inizio tra il 1° agosto  2017 e il 31 gennaio 2018.

Le candidature devono essere presentate entro le ore 12.00 (ora dell’Europa centrale) dei termini di scadenza indicati.

Bando Abitare una casa, Vivere un luogo

Bando Abitare una casa, Vivere un luogo

 

Il bando “Abitare una casa, Vivere un luogo” invita a presentare idee progettuali per interventi che mirano a realizzare progetti di abitare solidale, di miglioramento delle condizioni abitative, di sviluppo delle comunità locali, di cura e valorizzazione del territorio di prossimità, di memoria dei luoghi e di cittadinanza. Rientrano in questi ambiti progetti finalizzati a promuovere la partecipazione attiva dei residenti e indirizzati a migliorare: la qualità della vita nel proprio contesto abitativo; la qualità delle relazioni tra condòmini, tra diverse generazioni e tra il condominio e i servizi del quartiere; la cura e la gestione di spazi pubblici o privati di prossimità.

Le attività proposte dovranno essere realizzate in centri urbani di almeno 15.000 abitanti del Piemonte.
Entro il 18 novembre 2016, gli uffici della Compagnia procederanno con una prima selezione delle idee ritenute coerenti con quanto richiesto dal bando. I soggetti promotori delle proposte che avranno superato tale prima istruttoria verranno contattati via e-mail per accedere alla seconda fase del bando, durante la quale saranno coinvolti in attività di accompagnamento progettuale per la definizione delle proprie proposte.

Gli enti selezionati potranno quindi formalizzare la richiesta di contributo entro il 31/01/2017 attraverso la modulistica ROL (Richieste On Line) specifica per il presente bando.

“Diritti, uguaglianza, cittadinanza”: bandi 2016

“Diritti, uguaglianza, cittadinanza”: bandi 2016

Sul “Portale dei Partecipanti” sono stati pubblicati i bandi per il 2016 nel quadro del programma “Diritti, uguaglianza, cittadinanza”. Le call rientrano nell’ambito “prevenzione e lotta contro la violenza basata sul genere”. Di seguito l’elenco dei bandi:

Bando REC-RDAP-AWAR-AG-2016: azioni volte ad educare e sensibilizzare i ragazzi e le ragazze riguardo alla violenza di genere come modo di prevenzione precoce
Apertura: 24 novembre 2016
Scadenza: 08 marzo 2017
Bando REC-RDAP-VICT-AG-2016: azioni volte a promuovere l’accesso alla giustizia e sostenere le vittime della violenza di genere e il trattamento dei colpevoli
Apertura: 25 novembre 2016
Scadenza: 08 marzo 2017