Aviva Comunity Fund: salute, anziani, donne

Aviva Comunity Fund: salute, anziani, donne

health-2082630_960_720

Aviva Italia Holding S.p.a organizza una iniziativa a scopo benefico e sociale denominata “Aviva Community Fund” – giunta alla quarta edizione – al fine di individuare progetti di utilità sociale condotti da organizzazioni non profit a cui destinare un contributo economico.

Le categorie previste per la presentazione e valutazione dei progetti sono:

  • AvivAbility | Sostegno alla salute progetti orientati a sostenere la ricerca scientifica; sostenere la prevenzione strettamente connessa a problemi di salute e/o dipendenze; sostenere persone affette da problemi di salute e/o le loro famiglie.
  • Aviva Carers | Al fianco degli anziani progetti orientati a facilitare gli anziani e le loro famiglie nell’affrontare la vita di tutti i giorni (come ad esempio supporto per la spesa/badanti condivise); favorire l’inclusione sociale di anziani soli supportandone la partecipazione attiva alla vita sociale e comunitaria; diminuire il “digital divide” attraverso azioni volte all’avvicinamento degli anziani al mondo digitale.
  • Aviva Balance | Donne al centro progetti orientati a supportare le vittime di violenza e promuovere azioni volte a contrastare tali episodi; eliminare le disparità sociali e lavorative; incentivare l’imprenditoria in rosa.

 

Ciascun progetto potrà essere candidato solo da singole persone fisiche e deve essere collegato ad un’organizzazione non profit (Ente del Terzo Settore) che si farà carico del suo svolgimento e della sua gestione. Il progetto può essere candidato da chiunque sia direttamente coinvolto nell’organizzazione non profit – per lavoro o volontariato – o semplicemente abbia a cuore le cause supportate.

L’organizzazione non profit deve essere stata costituita da almeno 1 anno dall’inizio dell’Iniziativa (prima del 22/01/2018), avere sede in Italia e soddisfare i requisiti minimi di Due Diligence di Aviva (ai progetti finalisti verrà richiesto di fornire ulteriore documentazione al fine di valutare l’attività dell’azienda/requisiti di onorabilità e solidità patrimoniale, etc.).

 

L’Iniziativa mette a disposizione 10 donazioni economiche del valore di 114.000 euro totali per elargire 10 premi da destinare ad altrettante organizzazioni non profit, così suddivisi:

– Premi categoria: saranno elargiti un numero totale di 6 premi ai vincitori individuati tra i finalisti in base alla categoria. Ogni categoria riceverà:

  • 1 premio da 20.000 euro
  • 1 premio da 10.000 euro

– Premi speciali giuria: saranno elargiti un numero totale di 4 premi dal valore di 6.000 euro ciascuno. I vincitori dei premi giuria saranno individuati tra i 21 finalisti (7 per categoria), indipendentemente dalla categoria di appartenenza.

Per partecipare è necessario registrarsi al sito www.avivacommunityfund.it. Ultimata la registrazione, gli utenti potranno iniziare a partecipare. La partecipazione può avvenire con due diverse modalità:

  • candidatura dei progetti compilando il modello online dal 22 gennaio al 14 marzo 2019;
  • votazione dei progetti candidati dal 3 aprile al 7 maggio 2019 (gli utenti registrati hanno a disposizione 10 voti totali da assegnare ad uno o più progetti).

Una volta terminata la fase di votazione, accederanno alla fase finale 21 progetti: i 7 più votati per ogni categoria (per accedere alla fase finale occorre raggiungere un minimo di 500 voti).

Bando per la ricerca su invecchiamento sano, effetti della luce del giorno e oftalmologia

Bando per la ricerca su invecchiamento sano, effetti della luce del giorno e oftalmologia

salute anziani

La fondazione svizzera Velux si propone di avere un impatto sul benessere della società in modo sostenibile. Per ottenere ciò finanzia la creazione di nuova conoscenza attraverso progetti all’avanguardia che permettano di creare un cambiamento positivo.

Investe nei seguenti ambiti:

  • effetti e utilizzi possibili della luce del giorno sull’individuo e la sua salute, sulla natura e tecnologie collegate che permettano di sfruttare il potenziale della luce solare per migliorare la qualità della vita;
  • invecchiamento sano, per mantenere o aumentare l’abilità funzionale delle persone anziane. Questo punto comprende la ricerca nei campi della biologia, psicologia, medicina e neuroscienze. L’obiettivo e’ quello di permettere alle persone anziane di continuare a fare quello che desiderano, tenendo conto delle possibilità e dell’ambiente.
  • oftalmologia, per alleviare la condizione di chi ha problemi alla vista e prevenire le problematiche legate all’invecchiamento come glaucoma, cataratta e maculopatia.

Finanzia progetti di ricerca di base e clinica di durata compresa tra 1 e 4 anni che siano originali e abbiano un impatto rilevante anche su altre discipline, che siano in grado di accelerare la ricerca rimuovendo gli ostacoli presenti e di cui sia chiaramente misurabile l’impatto.

 

I progetti devono essere presentati da ricercatori occupati a tempo indeterminato per una università o altro centro di ricerca.

Colui che fa domanda deve essere lo sperimentatore principale e quindi responsabile della gestione del finanziamento. L’istituzione che lo impiega deve essere d’accordo a gestire il finanziamento.

ENTITÀ DEI CONTRIBUTI:

Dai 50.000 ai 100.000 franchi svizzeri all’anno. Importi maggiori possono essere richiesti e verranno accordati in base alla rilevanza del progetto.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE:

Nella proposta bisogna evidenziare come mai la fondazione Velux Stiftung è stata scelta come ente finanziatore. La candidatura (domanda, CV, proposta di ricerca, dichiarazione di impatto) deve essere presentata entro il 30 aprile 2019 via mail. Dopo la correzione formale sarà necessario inviarne due copie tramite posta.

Si possono proporre collaborazioni internazionali e interdisciplinari.

AAL: “Smart Solutions for Ageing Well”

AAL: pubblicato il nuovo bando “Smart Solutions for Ageing Well”

salute anziani

Il programma comune europeo Active and Assisted Living (AAL) ha pubblicato il nuovo bando “Smart Solutions for Ageing Well”.

Rispetto agli anni precedenti, il bando consentirà una maggiore flessibilità relativamente all’obiettivo, la dimensione e la durata dei progetti purché mirino a sviluppare applicazioni su una qualsiasi area di interesse per AAL, basate su tecnologie ICT e focalizzate su specifiche esigenze di mercato. In particolare, il bando finanzia due tipologie di progetti:

  • TRADITIONAL CONSORTIA AND PROJECTS

Progetti collaborativi, con durata di minimo 18 massimo 36 mesi, finanziabili con massimo 2.500.000€

  • SMALL COLLABORATIVE PROJECTS

Piccoli progetti collaborativi, con durata massima di 6 mesi e con un finanziamento massimo di 300.000€

Per l’Italia, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca partecipa nella forma del contributo alla spesa con un budget di euro 900.000, comprensivo del cofinanziamento fornito da AAL, mentre il Ministero della Salute partecipa con un finanziamento pari a 1.000.000€.

Il bando prevede una unica scadenza, fissata alle ore 17.00 del 28 maggio 2018. Tale data rappresenta il termine ultimo per inviare sia la proposta internazionale al programma AAL sia i moduli nazionali.