Bando 2021 della Fondazione Velux per la ricerca sull’invecchiamento sano

Bando 2021 della Fondazione Velux per la ricerca sull’invecchiamento sano

salute anziani

La fondazione svizzera Velux si propone di avere un impatto sul benessere della società in modo sostenibile. Per ottenere ciò finanzia la creazione di nuova conoscenza attraverso progetti all’avanguardia che permettano di creare un cambiamento positivo.

Investe su diversi ambiti, tra cui la ricerca sull’invecchiamento in salute.

La Fondazione presta particolare attenzione a progetti di ricerca che mirano a mantenere o aumantare le abilità funzionali e le capacità intrinseche delle persone anziane. La policy di finanziamento della Fondazione segue un approccio bio-psico-sociale.

La Fondazione finanzia progetti di ricerca di base e clinica di durata compresa tra 1 e 4 anni che siano originali e abbiano un impatto rilevante anche su altre discipline, che siano in grado di accelerare la ricerca rimuovendo gli ostacoli presenti e di cui sia chiaramente misurabile l’impatto.

Sono incoraggiate collaborazioni internazionali e interdisciplinari.

I progetti devono essere presentati da ricercatori occupati a tempo indeterminato presso un’università o un altro centro di ricerca.

Colui che fa domanda deve essere lo sperimentatore principale e quindi responsabile della gestione del finanziamento. L’istituzione che lo impiega deve essere d’accordo a gestire il finanziamento.

Dai 50.000 ai 100.000 franchi svizzeri all’anno. Importi maggiori possono essere richiesti e verranno accordati in base agli obiettivi del progetto.

Nella proposta bisogna evidenziare come mai la fondazione Velux Stiftung è stata scelta come ente finanziatore. La candidatura (domanda, CV, proposta di ricerca, dichiarazione di impatto, possibili reviewers, data protection policy della Fondazione) deve essere presentata entro il 30 settembre 2021 attraverso il portale online (non appena sarà disponibile).

Ministero della salute: quattro nuovi bandi del Piano operativo salute

Ministero della salute: quattro nuovi bandi del Piano operativo salute

health-2082630_960_720

Il Ministero della Salute ha dato ufficialmente il via all’attuazione del Piano Operativo Salute con la pubblicazione dei primi quattro avvisi per la selezione di progetti da finanziare con complessivi 200 milioni di euro nell’ambito delle politiche europee di sviluppo della coesione economica, sociale e territoriale e rimozione degli squilibri economici e sociali.

Il Piano si inserisce nel processo unitario di programmazione strategica e operativa per il periodo 2014-2020 e si articola in cinque Traiettorie di sviluppo a cui corrispondono specifici Avvisi pubblici nell’ambito delle relative Linee di azione:

  • Traiettoria 1 “Active & Healthy Ageing – Tecnologie per l’invecchiamento attivo e l’assistenza domiciliare”;
  • Traiettoria 2 “eHealth, diagnostica avanzata, medical device e mini invasività”;
  • Traiettoria 3 “Medicina rigenerativa, predittiva e personalizzata”;
  • Traiettoria 4 “Biotecnologia, bioinformatica e sviluppo farmaceutico”;
  • Traiettoria 5 “Nutraceutica, nutrigenomica e alimenti funzionali”.

Gli interventi del Piano Operativo Salute interessano prevalentemente le regioni del Mezzogiorno, ritenute meno sviluppate e in transizione secondo la denominazione dell’Unione Europea (80% delle risorse complessive). Il 20% delle risorse del Piano è destinato alla realizzazione di interventi nelle aree del Centro-Nord.

In particolare, a partire dal 24 febbraio 2021 è possibile presentare le proposte progettuali per le prime quattro Traiettorie:

Traiettoria 1 “Active & Healthy Ageing – Tecnologie per l’invecchiamento attivo e l’assistenza domiciliare”

Azione 1.1 – Creazione di uno spazio urbano dedicato alla vita delle persone anziane

Obiettivo: promuovere la creazione di una zona all’interno del tessuto urbano dedicato alla popolazione anziana, nella quale costruire spazi abitativi autonomi dotati di prodotti e servizi “intelligenti”, basati sulle tecnologie ICT e con una condivisione di servizi assistenziali socio-sanitari e di prima emergenza, nonché di servizi utili alla socializzazione.

Budget: 16.975.000€

Traiettoria 2 “eHealth, diagnostica avanzata, medical device e mini invasività”

Azione 2.1 Creazione di una rete nazionale per le malattie ad alto impatto

Obiettivo: promuovere la realizzazione di una rete virtuale di infrastrutture di ricerca delle malattie ad alto impatto, mediante l’utilizzo di tecniche di intelligenza artificiale per lo scambio di dati a fini di ricerca, la gestione dei dati clinici, di imaging e di laboratorio, la fruibilità dell’alta specializzazione nonché per sviluppare azioni di prevenzione, attivare la sorveglianza, migliorare gli interventi volti alla diagnosi e alla terapia e promuovere l’informazione e la formazione.

Budget: 16.975.000€

Traiettoria 3 “Medicina rigenerativa, predittiva e personalizzata”

Azione 3.1 Creazione di un programma di medicina di precisione per la mappatura del genoma umano su scala nazionale

Obiettivo: realizzare una mappatura delle alterazioni genomiche di patologie complesse e ad elevato impatto, quali quelle oncologiche, neurologiche e cardiologiche, al fine di accrescere, attraverso lo sviluppo delle conoscenze fisiopatologiche e la diffusione coordinata delle stesse, le capacità predittive e la personalizzazione diagnostica e terapeutica.

Budget: 58.200.000€

Traiettoria 4 “Biotecnologia, bioinformatica e sviluppo farmaceutico”

Azione Creazione di HUB delle scienze della vita

Obiettivo: creazione di Hub delle Scienze della Vita nei settori della Farmaceutica, del Biomedicale e delle Biotecnologie che, realizzando una sinergia tra istituzioni scientifiche e soggetti competenti nei predetti ambiti, riuniscano e facciano convergere ricerca di base, pre-clinica e clinica prevedendo altresì un ambiente di supporto alla produzione secondo le buone prassi internazionalmente riconosciute e per lo sviluppo di sistemi di produzione di terapie innovative su larga scala.

Budget: 97.000.000€

Gli Avvisi sono rivolti a Amministrazioni pubbliche e Enti del Servizio Sanitario Nazionale; Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS); Università; Enti di ricerca pubblici. Il contributo a fondo perduto ha una copertura massima pari all’80% dei costi ammissibili del progetto.

La scadenza per partecipare è fissata alla mezzanotte del 25 maggio 2021.

Ambient Assisted Living: aperto il nuovo bando 2021

Ambient Assisted Living: aperto il nuovo bando 2021

salute anziani

AAL2021Il programma AAL ha pubblicato il nuovo bando dal titolo “Advancing Inclusive Health & Care Solutions for Ageing Well in the New Decade”.

L’obiettivo è sostenere progetti collaborativi innovativi, transnazionali e multidisciplinari.

Pur mantenendo un approccio aperto a tutte le 8 aree di applicazione AAL, il bando 2021 vuole sottolineare tre elementi, vale a dire un approccio inclusivo alla salute e all’assistenza (prevenzione sanitaria, conservazione della salute fisica e mentale, partecipazione sociale), la stimolazione e l’aumento dell’innovazione nell’invecchiamento attivo e sano attraverso gli ecosistemi sanitari e di assistenza e l’accessibilità delle soluzioni digitali per gli utenti finali, ad esempio attraverso l’educazione per una maggiore alfabetizzazione digitale.

L’Italia partecipa attraverso il Ministero Educazione, Università e Ricerca – MIUR (535.000 euro), il Ministero della Salute (1 milione di euro) e la Regione Friuli Venezia Giulia (200.000 euro).

Il bando 2021 sostiene 2 tipi di progetti.

I Collaborative Projects hanno i seguenti obiettivi:

  • sviluppare, testare, convalidare e integrare soluzioni ICT per invecchiare bene all’interno dei modelli di fornitura di servizi
  • sviluppare soluzioni ICT innovative per sostenere approcci olistici all’invecchiamento in buona salute
  • contribuire alla creazione, rafforzamento, collegamento degli ecosistemi sanitari

I progetti di questo tipo hanno una durata compresa tra 12 e 30 mesi e potranno ricevere un contributo massimo di 2,5 milioni di euro.

Gli Small Collaborative Projects (non finanziati dal MIUR) hanno i seguenti obiettivi:

  • esplorare nuove idee, collaborazioni e approcci per soluzioni ICT per gli adulti più anziani
  • proporre relazioni di fattivibilità per l’ulteriore sviluppo di soluzioni ICT innovative
  • valutare il potenziale di business dei prodotti e dei servizi AAL nuovi o già disponibili

I progetti di questo tipo hanno una durata compresa tra 6 e 9 mesi e potranno ricevere un contributo massimo di 300.000 euro.

La scadenza per partecipare è il 21 maggio 2021.

Covid-19: al via il bando per studi clinici sulla popolazione anziana a rischio durante l’emergenza

Covid-19: al via il bando per studi clinici sulla popolazione anziana a rischio durante l'emergenza

media-2082641_640

Il National Institutes of Health (NIH) e il National Institute on Aging americani lanciano il bando “NIA Multi-site COVID-19 Related Clinical Trial Implementation Grant on Aging-Related Topics in at-risk Older Adult Populations”, per discutere la tematica della popolazione anziana a rischio nell’ambito dell’emergenza sanitaria causata dal Covid-19.

l progetti dovranno concentrarsi su studi clinici volti ad affrontare le questioni legate all’invecchiamento, come la riduzione della trasmissione, del rischio, della morbilità, della mortalità, della gravità o delle complicanze da Covid-19.

Verrà data priorità alle proposte che discutono i seguenti topic:

  • Efficacy and safety of interventions that target aging-related biological mechanisms that may influence risk or severity of COVID-19 infection among at-risk older adults
  • Efficacy and safety of preventive and treatment interventions in older patients with differing comorbid conditions that make them especially vulnerable to adverse outcomes of COVID-19 infection
  • Effectiveness of health and/or custodial care practices to reduce transmission risk or improve outcomes of COVID-19 infection in nursing homes or other residential settings serving at-risk older persons, including the development and testing of infection control training procedures for healthcare workers
  • Rapid pragmatic trials in (at least two) health systems, nursing homes, or adult living facilities, ensuring replication across large pragmatic trial sites and leveraging electronic health records to promote quality improvement in physician, hospital, palliative care, and hospice practices to improve outcomes for older patients with COVID-19, especially those with cognitive impairment, Alzheimer’s disease or Alzheimer’s disease-related dementias (AD/ADRD), or underlying comorbidities
  • Trials in at-risk older adults age 65 and older for whom electronic medical records are available and long-term outcomes can be tracked, and in institutions serving those populations
  • Trials in older adults with AD/ADRD, older adults from populations with NIH-defined health disparities, and/or other vulnerable populations (e.g. incarcerated, homeless, living in institutions)

Possono partecipare al bando istituti di istruzione superiore, organizzazioni non-profit, organizzazioni a scopo di lucro, governi locali e federali, enti non statunitensi, componenti non statunitensi di organizzazioni statunitensi.

La scadenza per l’invio delle candidature è il 1° febbraio 2021.

“Invecchiamento. Cura e prevenzione delle fragilità: aspetto biologici, fisiopatologici, e problematiche cliniche”

“Invecchiamento. Cura e prevenzione delle fragilità: aspetto biologici, fisiopatologici, e problematiche cliniche”

salute anziani

La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia pubblica il Bando di erogazione n. 7 del 2019 nel settore Ricerca Scientifica e Tecnologica. Le risorse a disposizione per il presente Bando ammontano complessivamente ad € 300.000,00.

Le idee progettuali proposte dovranno riguardare uno dei seguenti ambiti: Alterazioni biochimiche e cellulari; Disfunzioni dei processi infiammatori ed immunitari; Problematiche connesse a fattori neurologici, metabolici, endocrini, ematologici, cardiorespiratori, muscolo-scheletrici; Turbe del tono dell’umore.

I progetti potranno essere presentati esclusivamente da Enti di ricerca pubblici ed Università pubbliche con sede operativa nel territorio di riferimento della Fondazione. La presenza di soggetti partner sarà considerata un elemento positivo in fase di valutazione.

Il progetto potrà avere una durata massima di due anni dalla data di avvio del progetto. Il contributo richiesto alla Fondazione non potrà superare l’importo di € 60.000,00; la Fondazione finanzierà il progetto fino ad una concorrenza massima dell’80% e pertanto l’autofinanziamento/cofinanziamento obbligatorio non dovrà essere inferiore al 20% del costo complessivo.

I progetti dovranno pervenire improrogabilmente entro e non oltre le ore 13 di mercoledì 31 luglio 2019. La modalità di presentazione delle domande di contributo prevede l’accreditamento del soggetto richiedente al portale ROL (Richieste e Rendicontazione On Line) della Fondazione; qualora non già effettuato, l’accreditamento dovrà avvenire entro e non oltre le ore 24.00 di mercoledì 24 luglio 2019.

Disponibilità finanziaria: 300.00,00 euro

Scadenza: 31.07.2019

Bando per la ricerca su invecchiamento sano, effetti della luce del giorno e oftalmologia

Bando per la ricerca su invecchiamento sano, effetti della luce del giorno e oftalmologia

salute anziani

La fondazione svizzera Velux si propone di avere un impatto sul benessere della società in modo sostenibile. Per ottenere ciò finanzia la creazione di nuova conoscenza attraverso progetti all’avanguardia che permettano di creare un cambiamento positivo.

Investe nei seguenti ambiti:

  • effetti e utilizzi possibili della luce del giorno sull’individuo e la sua salute, sulla natura e tecnologie collegate che permettano di sfruttare il potenziale della luce solare per migliorare la qualità della vita;
  • invecchiamento sano, per mantenere o aumentare l’abilità funzionale delle persone anziane. Questo punto comprende la ricerca nei campi della biologia, psicologia, medicina e neuroscienze. L’obiettivo e’ quello di permettere alle persone anziane di continuare a fare quello che desiderano, tenendo conto delle possibilità e dell’ambiente.
  • oftalmologia, per alleviare la condizione di chi ha problemi alla vista e prevenire le problematiche legate all’invecchiamento come glaucoma, cataratta e maculopatia.

Finanzia progetti di ricerca di base e clinica di durata compresa tra 1 e 4 anni che siano originali e abbiano un impatto rilevante anche su altre discipline, che siano in grado di accelerare la ricerca rimuovendo gli ostacoli presenti e di cui sia chiaramente misurabile l’impatto.

 

I progetti devono essere presentati da ricercatori occupati a tempo indeterminato per una università o altro centro di ricerca.

Colui che fa domanda deve essere lo sperimentatore principale e quindi responsabile della gestione del finanziamento. L’istituzione che lo impiega deve essere d’accordo a gestire il finanziamento.

ENTITÀ DEI CONTRIBUTI:

Dai 50.000 ai 100.000 franchi svizzeri all’anno. Importi maggiori possono essere richiesti e verranno accordati in base alla rilevanza del progetto.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE:

Nella proposta bisogna evidenziare come mai la fondazione Velux Stiftung è stata scelta come ente finanziatore. La candidatura (domanda, CV, proposta di ricerca, dichiarazione di impatto) deve essere presentata entro il 30 aprile 2019 via mail. Dopo la correzione formale sarà necessario inviarne due copie tramite posta.

Si possono proporre collaborazioni internazionali e interdisciplinari.

AAL: “Smart Solutions for Ageing Well”

AAL: pubblicato il nuovo bando “Smart Solutions for Ageing Well”

salute anziani

Il programma comune europeo Active and Assisted Living (AAL) ha pubblicato il nuovo bando “Smart Solutions for Ageing Well”.

Rispetto agli anni precedenti, il bando consentirà una maggiore flessibilità relativamente all’obiettivo, la dimensione e la durata dei progetti purché mirino a sviluppare applicazioni su una qualsiasi area di interesse per AAL, basate su tecnologie ICT e focalizzate su specifiche esigenze di mercato. In particolare, il bando finanzia due tipologie di progetti:

  • TRADITIONAL CONSORTIA AND PROJECTS

Progetti collaborativi, con durata di minimo 18 massimo 36 mesi, finanziabili con massimo 2.500.000€

  • SMALL COLLABORATIVE PROJECTS

Piccoli progetti collaborativi, con durata massima di 6 mesi e con un finanziamento massimo di 300.000€

Per l’Italia, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca partecipa nella forma del contributo alla spesa con un budget di euro 900.000, comprensivo del cofinanziamento fornito da AAL, mentre il Ministero della Salute partecipa con un finanziamento pari a 1.000.000€.

Il bando prevede una unica scadenza, fissata alle ore 17.00 del 28 maggio 2018. Tale data rappresenta il termine ultimo per inviare sia la proposta internazionale al programma AAL sia i moduli nazionali.