Bando COSME: Cofinanziamento di consorzi per appalti pubblici di innovazione

Bando COSME: Cofinanziamento di consorzi per appalti pubblici di innovazione

business-561387__340

Data l’importanza degli appalti pubblici nell’economia dell’UE, l’utilizzo di più appalti orientati all’innovazione può contribuire in modo determinante alla più ampia ambizione di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva e potenzialmente di stimolo allo sviluppo generale di imprese innovative in Europa.

Si prevede che questo invito a presentare proposte contribuisca ad un aumento significativo della percentuale di PMI che hanno accesso al mercato degli appalti pubblici. Aumenterà inoltre la visibilità e la consapevolezza dei vantaggi di fornire l’innovazione per un numero sempre maggiore di acquirenti pubblici.

Questo invito a presentare proposte ha tre obiettivi principali:

  • incoraggiare la cooperazione tra gli acquirenti pubblici per promuovere l’uso degli appalti pubblici per contribuire allo sviluppo dell’innovazione;
  • utilizzare gli appalti pubblici come meccanismo per pilotare l’innovazione in settori di forte interesse pubblico come, ad esempio, l’energia pulita (che contribuisce agli obiettivi di Parigi per combattere il cambiamento climatico) o l’assistenza sanitaria. Ciò a sua volta incoraggerà le imprese innovative dell’UE, in particolare le PMI, a sviluppare nuove soluzioni per affrontare le sfide della società;
  • collegare e stabilire sinergie con progetti di ricerca e innovazione finanziati dall’UE (tramite Horizon 2020, COSME o programmi di finanziamento dell’UE) ogniqualvolta possibile.

Scadenza: 11/12/2018

COSME – Innovation procurement broker

COSME – Innovation procurement broker

Flag-Of-European-Union

Con questo bando l’Agenzia esecutiva per le PMI (EASME) intende supportare un progetto pilota per il finanziamento di un Innovation procurement broker, che possa sviluppare e implementare un metodo sostenibile per agevolare gli appalti pubblici per l’innovazione, con un focus specifico sui temi legati alla sostenibilità ambientale e all’efficienza energetica all’interno del mercato unico europeo.

Il broker dovrà riunire e agevolare i legami commerciali tra acquirenti pubblici, fornitori di innovazione (con particolare attenzione alle PMI e alle start-up), investitori e ricercatori.

Per conseguire tali obiettivi il proponente deve agire come un broker di appalti per l’innovazione. In particolare deve svolgere le seguenti attività:

– definire il ruolo e ottimizzare i compiti del broker;

– promuovere e gestire due reti di stakeholder dell’eco-sistema europeo dell’innovazione;

– consigliare gli acquirenti pubblici nella definizione delle loro esigenze effettive di approvvigionamento;

– definire prodotti o servizi innovativi che rispondano alle esigenze concrete degli acquirenti pubblici;

– proporre raccomandazioni, fornire consulenza e rafforzare la condivisione delle conoscenze.

Sono soggetti ammissibili a presentare una proposta di progetto enti no profit, pubblici o privati, autorità pubbliche (di livello nazionale, regionale o locale), università o istituti di istruzione, centri di ricerca e enti profit, riuniti in consorzi di almeno 2 soggetti di due diversi paesi ammissibili*. Almeno un membro del consorzio inoltre deve essere una autorità pubblica (europea, nazionale, regionale o locale) e il coordinatore del consorzio deve essere un organismo pubblico.

Il budget disponibile è di 600.000 euro. Il contributo può coprire fino al 90% dei costi ammissibili.

Scadenza: 04/01/2018.

 

Innovation procurement broker: creating links for the facilitation of public procurement of innovation

Bando COSME: “Innovation procurement broker: creating links for the facilitation of public procurement of innovation”

Training

Questa azione si propone di riunire potenziali acquirenti pubblici, fornitori di innovazione (con particolare riguardo alle PMI e start-up) e potenziali investitori e ricercatori, al fine di individuare progetti idonei per gli appalti pubblici innovativi.

Lo scopo è quello di:

  • Determinare le esigenze emergenti del settore pubblico (ossia i grandi acquirenti) in tecnologie strategiche
  • Fornire una rete con soggetti interessati, come gli scienziati e altri fornitori di conoscenze (ad es. Start-up) in settori strategici
  • Garantire l’impegno dei partner finanziari: fondi pubblici (come le opportunità di finanziamento dell’UE), fondi privati e grandi imprese disposte a finanziare in varie fasi della commercializzazione dell’innovazione
  • Consentire l’intermediazione di opportunità di finanziamento, aspetti tecnologici e commerciali tra tutte le parti interessate.

Scadenza: 21/11/2017