NEW DESIGN – INNOVAZIONE TECNOLOGICA: contributi per l’innovazione nel settore del design

NEW DESIGN - INNOVAZIONE TECNOLOGICA: contributi per l’innovazione nel settore del design

business-561387__340

La misura intende sostenere le micro, piccole e medie imprese (MPMI) del settore design che nell’anno 2020 hanno effettuato investimenti in innovazione tecnologica finalizzata alla sostenibilità attraverso l’acquisizione di impianti, macchinari e attrezzature per consolidare la propria attività o attraverso l’attività di prototipazione di nuove soluzioni di design, nonché spese per l’acquisizione di servizi finalizzati alla promozione e alla digitalizzazione.

Beneficiari:

Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) rientranti nei seguenti codici ATECO 2007

C16 – Industria del legno e dei prodotti in legno e sughero, esclusi i mobili; fabbricazione di articoli in paglia e materiali da intreccio;

C22 – Fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche;

C23 – Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi;

C27 – Fabbricazione di apparecchiature elettriche ed apparecchiature per uso domestico non elettriche;

C31 – Fabbricazione di mobili.

La misura intende sostenere le micro, piccole e medie imprese (MPMI) del settore design che nell’anno 2020 hanno effettuato investimenti in innovazione tecnologica finalizzata alla sostenibilità attraverso l’acquisizione di impianti, macchinari e attrezzature per consolidare la propria attività o attraverso l’attività di prototipazione di nuove soluzioni di design, nonché spese per l’acquisizione di servizi finalizzati alla promozione e alla digitalizzazione.

Sono ammissibili gli investimenti e le spese, effettuati dal 1° gennaio 2020 alla data di presentazione della domanda, comprovati dalle relative fatture emesse e quietanziate.

Sono previste due linee di intervento:

Linea A – investimenti in innovazione tecnologica per la sostenibilità:

  • potenziamento delle strumentazioni e dotazioni tecnologiche;
  • produzione di prototipi.

Linea B – servizi e promozione:

  • servizi finalizzati alla promozione e al marketing;
  • servizi finalizzati alla digitalizzazione dei processi e dei canali di vendita.

Ciascuna impresa potrà presentare una sola domanda su ciascuna linea di intervento.

Dotazione finanziaria: € 385.750,00 di cui € 256.000,00 per investimenti (Linea A) e € 129.750,00 per spese correnti (Linea B).

Le agevolazioni si configurano come contributo a fondo perduto pari al 60% delle spese ammissibili per ciascuna Linea di intervento.

La spesa minima per ciascuna Linea di intervento è di € 8.000,00.

Il contributo massimo concedibile è di:

  • € 20.000,00 per la Linea A (investimenti);
  • € 10.000,00 per la Linea B (servizi e promozione)

Scadenza: 15/10/2020

MISE – Piano Transizione 4.0: credito d’imposta su attività di ricerca, sviluppo, innovazione e design

MISE - Piano Transizione 4.0: credito d’imposta su attività di ricerca, sviluppo, innovazione e design

business-561387__340

Nell’ambito delle nuove linee di intervento del Piano Transizione 4.0, il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ha reso disponibile una nuova misura per le imprese che vogliono usufruire di credito d’imposta a favore di ricerca, sviluppo, innovazione e design.
La misura punta a stimolare la spesa privata in Ricerca, Sviluppo e Innovazione tecnologica per sostenere la competitività delle imprese e per favorirne i processi di transizione digitale e nell’ambito dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale. Possono partecipare tutte le imprese con sede in Italia.
In particolare, per attività di ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale in campo scientifico e tecnologico il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 12% delle spese agevolabili per un massimo di 3 milioni di euro.
Per le attività di innovazione tecnologica finalizzate alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi o migliorati, il credito d’imposta è riconosciuto:
in misura pari al 6% delle spese agevolabili nel limite massimo di 1,5 milioni di euro
in misura pari al 10% delle spese agevolabili nel limite massimo di 1,5 milioni di euro in caso di attività di innovazione tecnologica finalizzate al raggiungimento di un obiettivo di transizione ecologica o di innovazione digitale 4.0.
Per le attività di design e ideazione estetica per la realizzazione dei nuovi prodotti e campionari il credito d’imposta è riconosciuto in misura pari al 6% delle spese agevolabili nel limite massimo di 1,5 milioni di euro.
Il credito si applica alle spese in Ricerca, Sviluppo, Innovazione e Design sostenute nel periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019.

WORTH Partnership Project: 3° bando

WORTH Partnership Project: 3° bando

creativity-70192__340

C’è tempo fino al 31 ottobre 2019 per presentare candidature sul terzo bando lanciato nell’ambito del “WORTH Partnership Project”, un progetto finanziato dal programma COSME mirato a costruire partnership in tutta Europa tra fashion designer talentuosi, creativi, artigiani, innovatori, PMI e imprese tecnologiche. L’obiettivo è sviluppare nuovi prodotti e idee attraverso la promozione di nuovi modi di creare e collaborare adottando tecniche, processi e modelli di business innovativi.

Il bando è rivolto a creativi, designer, artigiani, startup, imprese tecnologiche e PMI del mondo della moda e dei beni di consumo con i settori: moda/tessile, calzature, arredamento/decorazioni per la casa, pelletteria/pellicce, gioielli, accessori.

Le partnership devono coinvolgere almeno due e massimo tre partner con profili diversi dei settori indicati, stabiliti in almeno 2 diversi Paesi ammissibili al programma COSME.

Le partnership selezionate riceveranno:

– Finanziamento fino a € 10.000 per progetto

– Coaching individuale

– supporto per il posizionamento del prodotto sul mercato

– orientamento sulla protezione della proprietà intellettuale

– Partecipazione in due eventi internazionali di punta

– Opportunità di networking e collaborazione intersettoriale

WORTH mira a creare e supportare 150 partnership nell’arco di 4 anni (2017-2020). Il secondo bando, che si è chiuso il 24 ottobre 2018, ha condotto alla selezione di 65 partenariati a fronte di oltre 180 candidature presentate.

WORTH Partnership Project: 2° bando

WORTH Partnership Project: 2° bando

design

C’è tempo fino al 24 ottobre 2018 per presentare candidature sul secondo bando lanciato nell’ambito del “WORTH Partnership Project”, un progetto finanziato dal programma COSME mirato a costruire partnership in tutta Europa tra fashion designer talentuosi, creativi, artigiani, innovatori, PMI e imprese tecnologiche. L’obiettivo è sviluppare nuovi prodotti e idee attraverso la promozione di nuovi modi di creare, collaborare, adottare tecniche, processi e modelli di business innovativi e dirompenti.

Il bando è rivolto a creativi, designer, artigiani, startup, imprese tecnologiche e PMI del mondo della moda e dei beni di consumo con i settori: fashion/tessile, calzature, arredamento/decorazioni per la casa, cuoio/pellicce, gioielli, accessori.

Le partnership devono coinvolgere almeno due e massimo tre partner dei settori indicati stabiliti in almeno 2 diversi Paesi ammissibili.

Le partnership selezionate riceveranno:

– Finanziamento fino a € 10.000 per progetto

– Coaching individuale sulla gestione del marchio, sviluppo del prodotto, posizionamento del prodotto sul mercato, diritti di proprietà intellettuale

– Partecipazione in due eventi internazionali di punta

– Opportunità di networking e collaborazione intersettoriale

WORTH mira a creare e supportare 150 partnership nell’arco di 4 anni. Il primo bando, che si è chiuso a dicembre 2017, ha condotto alla selezione di 25 partenariati a fronte di oltre 100 candidature presentate.