EIT Raw Materials – Startup and SME Booster Call 2021

EIT Raw Materials - Startup and SME Booster Call 2021

Training

Aperte le candidature per la Startup and SME Booster Call 2021 dell’EIT RawMaterials, che ha l’obiettivo di fornire supporto alle startup e alle piccole e medie imprese per sviluppare prodotti e servizi innovativi che possano produrre un impatto positivo nel settore delle materie prime.

In particolare, il programma è alla ricerca di aziende che sviluppino soluzioni innovative per:

  • Scoperta e fornitura sostenibile di risorse primarie e secondarie (soluzioni innovative basate ad esempio sull’intelligenza artificiale, l’apprendimento automatico, la realtà virtuale) per trattare risorse minerali strategiche in modo sostenibile e sicuro;
  • Materiali sostenibili per la mobilità futura (materiali per l’elettrificazione come batterie, celle a combustibile, magneti; materiali per la progettazione leggera tra cui acciai, leghe non ferrose, compositi, multimateriali);
  • Materie prime e società circolari (nuovi modelli di business circolari come il riutilizzo, la riparazione, la rigenerazione, la sharing economy).

Alle aziende selezionate verrà fornito supporto per accelerare la collocazione sul mercato del prodotto/servizio innovativo indirizzando le risorse finanziare ad un segmento specifico/mercato target e per facilitare la diversificazione del portafoglio prodotti, consentendo l’adattamento del prodotto per rispondere a un bisogno concreto del mercato. Il contributo massimo è pari a 60.000 euro.

Il bando è aperto tutto l’anno, con tre date per la presentazione delle proposte: 31 marzo, 28 maggio e 3 settembre 2021.

Aperte le candidature all’EIT RawMaterials Start-up Accelerator per startup innovative nel settore delle materie prime

Aperte le candidature all'EIT RawMaterials Start-up Accelerator per startup innovative nel settore delle materie prime

Training

Sono aperte le candidature al programma EIT RawMaterials Accelerator dedicato all’accelerazione di startup che stiano lavorando a prodotti, servizi o soluzioni innovative e sostenibili nel settore delle materie prime.

Il bando è aperto per partecipare alla prima delle 3 fasi che compongono il programma, ovvero la Fase 1 – Explore.

Possono accedere a questa fase le startup con soluzioni che partono da un Livello di Maturità Tecnologica (TRL) pari a 4-6 e che siano in grado di mettere rapidamente la propria idea al servizio dell’industria dell’esplorazione, mineraria, della lavorazione dei minerali, siderurgica, del riciclo e di altri fornitori di strumenti e attrezzature per questi settori.

L’obiettivo della Fase 1 è trovare una nicchia di mercato e sviluppare un modello finanziario e di business.

Le start-up selezionate riceveranno 15.000 euro come finanziamento per coprire i costi di partecipazione alla Fase 1 che ha una durata di 3 mesi e comprende un workshop seguito da chiamate bisettimanali con esperti. Si conclude con un Graduation Day in cui le startup presentano la loro idea e che costituisce anche il momento di selezione per il passaggio alla Fase 2 dell’EIT RawMaterials Accelerator.

Attraverso la Fase 1 si potrà infatti competere per accedere progressivamente alle Fasi seguenti:

Fase 2 – Build: volta a supportare la convalida delle esigenze dei clienti e la verifica delle ipotesi di business mentre si identificano i criteri per l’ingresso nel mercato (6 mesi)

Fase 3 – Grow: volta ad adattare e preparare il lancio del business sul mercato, raccogliere finanziamenti ed espandere il team di lavoro (6-9 mesi)

La scadenza per partecipare al bando per la Fase 1 è il 3 marzo 2021.

Materie prime: annunciato per gennaio il nuovo bando ERA-MIN 3

Materie prime: annunciato per gennaio il nuovo bando ERA-MIN 3

Training

Al via il 15 gennaio 2021 il primo bando congiunto dell’ERA-NET Cofund ERA-MIN3, con un budget indicativo di 18 milioni di euro.

ERA-MIN3 è una rete paneuropea globale, innovativa e flessibile di 26 organizzazioni di finanziamento della ricerca europee ed extraeuropee, che mira a continuare a rafforzare la comunità delle materie prime minerali attraverso il coordinamento di programmi di ricerca e innovazione sulle materie prime non combustibili e non alimentari.

L’obiettivo dell’invito a presentare proposte del 2021 è una ricerca orientata ai bisogni che si rivolge a tre segmenti di materie prime non combustibili, non alimentari: materiali metallici; materiali da costruzione; minerali industriali.

I cinque temi principali del bando sono:

Topic 1 – Supply of raw materials from exploration and mining

Topic 2 – Circular Design

Topic 3 – Processing, Production and Remanufacturing

Topic 4 – Recycling and Re-use of End-of-Life Products Recycling and Re-use of End-of-Life Products

Topic 5 – Cross-cutting topics

È prevista una valutazione a due fasi, con la scadenza per inviare le pre-proposals prevista per il 1° aprile 2021 e la scadenza per la full proposal in data 15/09/2021. La partecipazione dell’Italia, attraverso il MUR, deve ancora essere confermata.

ERA-MIN2

ERA-MIN2


ERA-MIN 2 è un’azione ERA-NET Cofund che, sulla base dell’esperienza del progetto ERA-MIN finanziato dal programma FP7, ha come obiettivo il rafforzamento del coordinamento dei programmi di ricerca nazionali e regionali nel settore dei materiali non trasformati. Il progetto si focalizza in particolare su tre segmenti delle materie prime non-energetiche non-agricole: metallico, industriale e minerali per costruzioni, prendendo in considerazione l’intera catena produttiva: esplorazione, estrazione, lavorazione/perfezionamento, così come riciclo e sostituzione delle materia prime critiche.

Il bando si rivolge in particolare a tre settori delle materie prime:

– Metallico

– Costruzioni

– Industria mineraria.

Potranno parteciparvi i soggetti appartenenti al settore accademico o dell’industria, Consorzi, PMI, ONG ed Enti pubblici (a seconda delle regole finanziarie nazionali/regionali) dei Paesi e Regioni che partecipano alla Call.
A livello nazionale saranno eleggibili di finanziamento i seguenti soggetti:
-Consorzi;
-Università
-Istituti di ricerca pubblici;
-Imprese;
-Enti di ricerca privati;
-Organizzazioni di ricerca (pubbliche e privati) in accordo con il Reg. UE n.6751/2014 della Commissione europea, Giugno 2014.
Sarà consentito un massimo di 2 partecipanti italiani per ogni progetto.
La cifra massima disponibile, per il seguente Invito, è pari a 15.000.000,00 Euro incluso il contributo europeo. Gli Enti prefissati all’erogazione del finanziamento saranno i partner di ERA-MIN2 che abbiano allocato del budget nazionale-regionale per la Call comune 2017 sulla transizione verso una economia circolare in Europa e nel mondo e che implementino la Call sulla base di strutture e procedure comuni co-finanziate dalla Commissione europea. A livello italiano il pre-finanziamento sarà pari a 140.000,00 di Euro.

Il bando scade il 5 maggio 2017.