Avviso pubblico per la presentazione di proposte di intervento finalizzate a migliorare la resilienza della rete elettrica di distribuzione a eventi meteorologici estremi da finanziare nell’ambito del PNRR, Missione 2 “Rivoluzione verde e Transizione Ecologica”, Componente 2 “Energie Rinnovabili, idrogeno, rete e mobilità sostenibile”, Ambito di Intervento/misura 2 “Potenziare e digitalizzare le infrastrutture di rete”, Investimento 2.2 “Interventi per aumentare la resilienza della rete elettrica” (M2C2.2.2)

Avviso pubblico per la presentazione di proposte di intervento finalizzate a migliorare la resilienza della rete elettrica di distribuzione a eventi meteorologici estremi da finanziare nell’ambito del PNRR, Missione 2 “Rivoluzione verde e Transizione Ecologica”, Componente 2 “Energie Rinnovabili, idrogeno, rete e mobilità sostenibile”, Ambito di Intervento/misura 2 “Potenziare e digitalizzare le infrastrutture di rete”, Investimento 2.2 “Interventi per aumentare la resilienza della rete elettrica” (M2C2.2.2)

energia-elettrica

Con il presente avviso il MiTE intende selezionare e finanziare progetti che prevedono interventi sulla rete di distribuzione finalizzati ad aumentare la resilienza del sistema elettrico agli eventi di stress meteo climatico in modo da evitare o comunque ridurre la probabilità e l’entità delle interruzioni di corrente.

L’avviso è inquadrato nell’ambito della Missione 2 Componente 2 Investimento 2.2 “Interventi per aumentare la resilienza della rete elettrica” del PNRR.

La dotazione complessiva del presente Avviso è pari a 350 milioni di euro, di cui almeno 140 milioni, pari al 40% del totale, riservato alle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia). Per la realizzazione degli interventi è stabilito un costo unitario massimo pari a euro 125.000,00/Km di rete beneficiata

Possono accedere al finanziamento di gli operatori del sistema di distribuzione dell’intero territorio nazionale che operano in regime di concessione pubblica. Tali soggetti possono esser costituiti sotto forma di impresa anche a partecipazione pubblica.

I progetti devono essere ultimati improrogabilmente entro la data del 30 giugno 2026. Le iniziative potranno prevedere la costruzione, l’adeguamento, l’irrobustimento e l’efficientamento di infrastrutture elettriche per la distribuzione finalizzati ad incrementare il livello di resilienza attraverso interventi per: la mitigazione dei rischi; l’aumento della tenuta alle sollecitazioni; l’irrobustimento della rete.

Sono rendicontabili i seguenti costi: Terreni; Opere murarie; Impianti, macchinari ed attrezzature; Altri beni ad utilità pluriennale (rientrano in questa categoria altri beni di investimento di natura materiale o immateriale strettamente connessi con l’operazione come, a mero titolo esemplificativo: le spese per studi e progettazioni, le spese per espropri, acquisizione di diritti di superficie e di servitù, le spese per garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari. Le spese, per essere considerate ammissibili, dovranno riferirsi a misure avviate successivamente alla data del 1° febbraio 2020.

Le agevolazioni di cui al presente Avviso pubblico sono concesse nella forma di contributo a fondo perduto fino al 100% dei costi ammissibili, così come elencati all’art.6, sostenuti per la realizzazione degli interventi. L’ammontare delle agevolazioni concedibili non può essere inferiore a euro 1.000.000 (un milione).

La presentazione della domanda di finanziamento deve avvenire, esclusivamente tramite invio a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo resilienza@pec.mite.gov.it

Le domande di finanziamento devono essere presentate fino alle ore 10:00 del 3 ottobre 2022.

Scadenza: 03 ottobre 2022

Creative Living Lab – IV edizione

Creative Living Lab – IV edizione

creativity-70192__340

La Direzione Generale Creatività Contemporanea (DGCC) del Ministero lancia la terza edizione di Creative Living Lab, iniziativa nata nel 2018 per sostenere progetti condivisi e partecipati di rigenerazione urbana, attraverso attività culturali e creative in tutti quei territori marginali italiani che vivono una realtà di fragilità sociale, economica e ambientale.

Tra gli obiettivi principali di questa quarta edizione di Creative Living Lab:

  • favorire il coinvolgimento delle comunità locali nei processi di rigenerazione urbana finalizzati a migliorare la qualità delle dinamiche sociali, culturali ed economiche nei territori di riferimento;
  • sperimentare e diffondere metodologie innovative e inclusive capaci di sviluppare il senso di identità e di appartenenza ai luoghi;
  • implementare la produzione di nuove opere, site-specific, performance teatrali e spettacoli dal vivo, in grado di attivare e valorizzare i luoghi di progetto.

Creative Living Lab si sviluppa attraverso due specifiche azioni:

  • Azione 1 – Sostegno a progetti in luoghi rigenerati: finanziamento per il sostegno di attività culturali e creative all’interno di luoghi oggetto di precedenti interventi di rigenerazione e riqualificazione urbana in cui si sviluppano processi di innovazione sociale e si sperimentano nuove logiche di collaborazione con le comunità locali.
  • Azione 2 – Promozione di progetti in luoghi da rigenerare: finanziamento per la promozione di progetti culturali e creativi al fine di trasformare le aree urbane residuali e gli spazi in disuso, in luoghi accessibili e fruibili, di scambio e apprendimento attraverso la realizzazione di processi collaborativi, di innovazione sociale e a basso impatto ambientale.

Possono presentare proposte soggetti pubblici e privati senza scopo di lucro, dedicati alla cultura e alla creatività contemporanea e radicati nei territori marginali, quali ad esempio: enti pubblici, fondazioni, associazioni culturali, enti del Terzo settore senza scopo di lucro, università, centri di ricerca non profit, imprese sociali e di comunità non profit.

I soggetti proponenti di entrambe le azioni di intervento, che potranno concorrere singolarmente o in partenariato, dovranno presentare progetti finalizzati alla creazione di azioni partecipate e che coinvolgano stakeholder attivi sul territorio, esperti nel settore specifico della rigenerazione urbana, mediatori culturali e professionisti del settore quali, ad esempio: architetti, paesaggisti, designer, artisti, registi, film-maker, fotografi, musicisti, performer, scrittori, storici dell’arte, geografi, videomaker, psicologi, sociologi, antropologi, ecc.

Le risorse per l’attuazione dell’avviso ammontano complessivamente a € 1.276.235,00, di cui 800.000,00 per l’azione 1 e 476.235,00 per l’azione 2.

 

Il finanziamento concedibile a ciascun soggetto proponente è fissato nell’importo massimo di € 50.000 per l’azi0ne 1 ed € 40.000 per l’azione 2. Le proposte progettuali sono finanziate fino alla misura del 100% dei costi ammissibili.

Scadenza: 9 agosto 2022.

Alessandria – Futura: bando della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria

Alessandria – Futura: bando della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria

marco-bianchetti-vzftmxtl0dq-unsplash

Con il bando “Futura”, la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria intende sostenere progetti innovativi atti a:

  • promuovere il superamento di criticità ingenerate o accentuate dalla pandemia e prevenirne l’insorgenza;
  • sviluppare la qualità della dotazione tecnologica e la riqualificazione delle infrastrutture;
  • fornire il necessario sostegno per assicurare la salute psicofisica e superare situazioni di particolare fragilità;
  • incentivare l’inclusione tra gli adolescenti e sviluppare processi di supporto alla disabilità.

Il bando si pone inoltre l’obiettivo di incentivare la cultura del rispetto e dell’inclusione tra gli adolescenti, sollecitando la cittadinanza attiva e sviluppando processi inclusivi di apprendimento e supporto alla disabilità e alla difficoltà di apprendimento e di sviluppare e sostenere le abilità e le eccellenze.

Possono partecipare al bando:

  • Tutte le scuole della provincia di Alessandria statali e paritarie;
  • Scuole dell’infanzia, Primarie, Secondarie, Licei, Istituti Tecnici e Professionali.

Il bando intende finanziare progetti rientranti nel settore d’intervento Educazione, istruzione e formazione.

I progetti devono conseguire la seguente finalità: fornire strumenti a supporto del miglioramento della qualità dell’insegnamento e dell’apprendimento, sostenendo profonde innovazioni, sviluppando l’inclusione sociale anche sotto il profilo relazionale e della tutela dei soggetti più vulnerabili.

Particolare attenzione è rivolta a mantenere e sviluppare benessere sociale e solidarietà.

Le attività, gli eventi o le iniziative presentati dovranno essere realizzati prevalentemente nella provincia di Alessandria.

I progetti dovranno essere realizzati entro un limite massimo di 12 mesi a partire dalla data di protocollo della lettera di concessione del contributo.

Scadenza: 31 agosto 2022

Bando Roche per i pazienti 2022

Bando Roche per i pazienti 2022

medic-563425_1280

Il Bando di Fondazione Roche è finalizzato al finanziamento di progetti volti alla realizzazione di servizi e attività dedicati alle persone che affrontano/hanno affrontato un percorso di cura nelle seguenti tre aree:

  • Oncologia e Ematologia Oncologica;
  • Malattie Rare;
  • Neuroscienze e Oftalmologia;
  • Tumori rari

Obiettivo è permettere lo sviluppo di attività volte a garantire loro una migliore qualità di vita e gestione della patologia e generare un reale impatto positivo nei confronti della Comunità.
Sono ammessi progetti che rispondano ai seguenti requisiti:

  • Siano legati ai bisogni specifici delle persone con tali patologie;
  • Prevedano un miglioramento della qualità della vita delle persone con tali patologie;
  • Prevedano un miglioramento generale delle condizioni della Comunità e dei percorsi di cura in cui il soggetto proponente opera;
  • Preferibilmente, rispecchino le linee strategiche del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), implementando innovazioni legate alla digitalizzazione dei servizi sanitari e/o presentando elementi di sostegno al Sistema Salute attraverso l’instaurazione o il potenziamento di sistemi di prossimità e assistenza sul territorio.

ENTI AMMISSIBILI: Associazioni di Pazienti di primo e secondo livello attive nelle aree citate o reti composte esclusivamente da Associazioni di Pazienti di I e II livello (di cui dovrà essere sempre indicato il capofila), aventi sede legale e operativa in Italia e senza scopo di lucro.

Le risorse allocate sul bando sono pari ad un ammontare complessivo di € 500.000,00, così suddivisi:

  • PREMI PRINCIPALI: € 300.000,00 allocati sotto forma di n. 15 premi da € 20.000,00 ciascuno e € 70.000,00 allocati sotto forma di n. 7 premi da € 10.000,00 nelle seguenti aree di patologia: Oncologia ed Ematologia oncologica, Malattie Rare, Neuroscienze ed Oftalmologia;
  • PREMI COLLABORAZIONE: € 100.000,00 allocati sotto forma di n. 2 premi da € 50.000,00 assegnati ai progetti presentati esclusivamente da partenariati di Associazioni di Pazienti;
  • PREMI TUMORI RARI: € 30.000,00 allocati sotto forma di n. 1 premio da € 10.000,00 e n. 1 premio da € 20.000,00.

Scadenza: 30 settembre 2022.

LIFE – Bando 2022 per progetti riguardanti priorità politiche e legislative ad hoc

LIFE - Bando 2022 per progetti riguardanti priorità politiche e legislative ad hoc

nature-3289812_1280

Il bando finanzia progetti su 3 diversi topic; un progetto deve riguardare una sola priorità; per ogni priorità sarà finanziato un (solo) progetto.
Topic 1. Natura e Biodiversità (ID: LIFE 2022-PLP-NATURA)
I progetti devono affrontare la seguente esigenza specifica/priorità politica individuata dagli Stati membri nel sottoprogramma Natura e biodiversità:

  1. Migliorare la quantità e la qualità dei dati relativi agli uccelli in Europa, per migliorare il loro contributo agli obiettivi politici dell’UE ai sensi della Direttiva Uccelli e della Strategia dell’UE sulla biodiversità per il 2030Progetti tesi a rafforzare le capacità del portale EBP perché sia in grado di contribuire alle prove necessarie per garantire il buon esito della strategia dell’UE in materia di biodiversità. Per poter generare i migliori output informativi possibili per la stagione riproduttiva è inoltre importante rendere i dati EBP compatibili con quelli degli altri progetti EBCC (EBBA2 e PECBMS), in quanto la combinazione dei set di dati e del know-how da tutti questi progetti ne aumenterebbe sicuramente l’efficienza complessiva.
    Budget: 1.000.000 euro

Topic 2. Economia circolare e qualità della vita (ID: LIFE-2022-PLP-Environment)

I progetti devono affrontare le seguenti esigenze specifiche e priorità politiche individuate dagli Stati membri nel sottoprogramma Economia circolare e qualità della vita:

  1. Testare e misurare la fattibilità e l’efficacia degli incentivi finanziari per il ritiro di piccole AEE (attrezzature elettriche ed elettroniche) usate/rifiuti e di batterie portatili in vista della creazione di una piattaforma di stakeholderProgetti tesi a verificare la fattibilità e l’efficacia della creazione di incentivi finanziari (sistemi di ricompensa, sistemi di restituzione dei depositi, uso di servizi postali e/o di sistemi di calcolo del valore residuo di piccole apparecchiature elettroniche e batterie portatili per il successivo riutilizzo e/o recupero). La fattibilità delle soluzioni proposte dovrebbe essere verificata anche a livello dell’UE. In particolare, il progetto dovrebbe preparare il terreno per stabilire e riunire potenzialmente in un’unica piattaforma tutti gli attori pubblici e privati rilevanti.
    Budget: 800.000 euro
  2. Integrare il ciclo di vita nelle politiche edilizie – Studi di casi sui livelliIl progetto dovrà fornire alla Commissione europea informazioni rilevanti sul quadro dei livelli basate sull’applicazione del quadro dei livelli a progetti di costruzione concreti, in modo che la Commissione a sua volta possa produrre casi di studio per il settore.
    Detti casi studio dovrebbero presentare in modo approfondito come i progetti edilizi hanno applicato gli indicatori di livello; il progetto dovrà comprendere dieci progetti edilizi che applicano gli indicatori di livello come stabilito dalla metodologia quadro e dovrà coprire almeno cinque Stati membri e un mix di tipologie di edifici residenziali, uffici e scuole.
    Il quadro dei livelli è un sistema sviluppato dalla Commissione per valutare e riferire sulle prestazioni di sostenibilità degli edifici nel loro intero ciclo di vita, con particolare attenzione alla circolarità.
    Budget: 500.000 euro

Topic 3. Sostenere la transizione verso l’energia pulita (ID: LIFE-2022-PLP-ENER)

I progetti devono affrontare la seguente esigenza specifica/priorità politica individuata dagli Stati membri nel sottoprogramma transizione verso l’energia pulita:

  1. Sostegno alle attività di standardizzazione dell’UE in materia di progettazione ecocompatibile, etichettatura energetica, audit energetici e sistemi di gestione dell’energiaIl progetto dovrà fornire supporto alle ONG che si occupano di ambiente e consumatori per la loro rappresentanza nei processi di standardizzazione per la legislazione sulla progettazione ecocompatibile e sull’etichettatura energetica, nonché per gli audit energetici e per i sistemi di gestione dell’energia, e nel complesso per sostenere l’applicazione del principio dell’efficienza energetica prima di tutto come parte delle loro attività negli organismi di normalizzazione europei e internazionali.
    I compiti da svolgere si concentrano su due aree:

    • monitoraggio delle attività di standardizzazione orizzontale e specifica per prodotto relative alla progettazione ecocompatibile, all’etichettatura energetica, agli audit energetici e ai sistemi di gestione dell’energia,
    • partecipazione e contributi ai Comitati tecnici e relativi gruppi di lavoro negli organismi di normazione europei e internazionali ai diversi livelli del processo di normazione.Budget: 900.000 euroTutti i progetti beneficeranno di un cofinanziamento fino al 90% dei costi ammissibili di progetto, per un massimo pari al budget assegnato alla priorità.

Scadenza: 7 settembre 2022

Mise: 10 milioni a sostegno di ceramica e vetro artistico

Mise: 10 milioni a sostegno di ceramica e vetro artistico

ravi-roshan-_adus32i0jc-unsplash

Dal 1 giugno le domande per incentivare progetti innovativi nella filiera della ceramica artistica. Entro il 15 settembre le domande per contributi su costi bollette gas ed energia elettrica delle imprese di Murano.
Diventano operative le misure del Ministro dello sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, che mirano a sostenere le imprese della filiera della ceramica artistica e tradizionale e del vetro artistico di Murano con risorse complessive pari a 10 milioni di euro.
Si tratta di due decreti che disciplinano le modalità di presentazione delle domande per richiedere contributi a fondo perduto destinati da una parte a ridurre i costi delle bollette di gas e dell’energia elettrica per l’anno 2022 di ambedue i settori, dall’altra alla realizzazione di progetti per la valorizzazione dell’attività della ceramica artistica e tradizionale, nonché della ceramica di qualità.
In particolare, il primo decreto prevede che entro il 15 settembre 2022 le imprese del settore della ceramica artistica e tradizionale e del vetro artistico di Murano potranno fare domanda per richiedere contributi a fondo perduto dedicati al pagamento di una parte rilevante delle bollette di gas e dell’energia elettrica di quest’anno. Per la misura è stato istituito un fondo presso il Mise con una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro.
Il secondo decreto prevede invece che, a partire dal 1 giugno e fino al 30 giugno 2022, le imprese della filiera della ceramica artistica e tradizionale, nonché della ceramica di qualità (codice Ateco 23.41) potranno richiedere un contributo a fondo perduto, per importo non superiore all’80% delle spese totali ammissibili e comunque non oltre a 50 mila euro per singola impresa, al fine di realizzare progetti destinati a sviluppare piattaforme informatiche, tecnologie, ma anche favorire l’acquisto di nuovi macchinari. La misura è finanziata con 5 milioni di euro.

Scadenze: 30 giugno 2022 e 15 settembre 2022

Progetti pilota per rispondere alle sfide dei giovani a livello locale

Progetti pilota per rispondere alle sfide dei giovani a livello locale

dylan-gillis-kdeqa3atnby-unsplash

Le attività pilota, a partire dalle priorità indicate dalla Fondazione, devono fornire risposta alle sfide che interessano il mondo giovanile a livello locale e possono essere:

  • un’attività di sensibilizzazione: i partecipanti sono informati su un argomento o un problema, con l’intento di influenzare i loro atteggiamenti, comportamenti, soluzioni o risposte ad uno specifico problema nel loro contesto locale;
  • un’attività di sviluppo delle competenze: i partecipanti sviluppano competenze per affrontare i bisogni identificati;
  • un lavoro collaborativo: le abilità e le conoscenze dei partecipanti servono come base per costruire e sviluppare un risultato (per esempio una campagna, linee guida, raccomandazioni ecc.).

Beneficiari:

  • Reti regionali di associazioni giovanili;
  • Organizzazioni giovanili nazionali;
  • Organizzazioni giovanili locali.

Budget complessivo- 15.000 euro.

Scadenza: 6 giugno 2022

Presentazione di progetti di educazione musicale da parte delle scuole di musica riconosciute dalla Regione Emilia-Romagna – a.s. 2022/2023

Presentazione di progetti di educazione musicale da parte delle scuole di musica riconosciute dalla Regione Emilia-Romagna - a.s. 2022/2023

music-159870_960_720
L’invito è finalizzato a rendere disponibile un’offerta di educazione musicale, da realizzare nell’anno scolastico 2022/2023, a partire dalla piena valorizzazione delle esperienze già maturate e dei risultati conseguiti, riconoscendo il valore dell’educazione e della pratica musicale. In particolare, si intende valorizzare le potenzialità di aggregazione e di promozione sociale delle istituzioni del territorio, arricchendone il contesto educativo, sociale e culturale, attraverso la collaborazione e messa in rete di diversi soggetti che, nella reciproca collaborazione e nel rispetto delle proprie competenze contribuiscono alla costruzione di un’offerta educativa ampia e aperta al territorio che valorizzi l’esperienza musicale collettiva, mettendo al centro studenti e studentesse, sostenendo lo sviluppo della creatività, la socializzazione e l’integrazione di tutti, con particolare attenzione agli alunni e alunne con disabilità o in condizione di svantaggio personale e sociale.

Destinatari del bando sono studenti e le studentesse della scuola primaria, della scuola secondaria di primo e secondo grado nonché dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale realizzati dagli enti di formazione professionali e dalle istituzioni scolastiche del sistema regionale di IeFP.

I progetti di educazione musicale candidati devono:

  • essere progettati e realizzati in partenariato con almeno due istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado o enti di formazione professionale del sistema di IeFP;
  • essere aggiuntivi e addizionali rispetto all’offerta formativa curricolare;
  • valorizzare e sviluppare la continuità didattica e pertanto permettere di integrare e ampliare l’attività curricolare rappresentandone il coerente ampliamento, sviluppo e approfondimento.

I progetti devono essere candidati pertanto prevedendo un partenariato con almeno due istituzioni scolastiche/enti di formazione e possono prevedere inoltre un partenariato tra più scuole di musica.
I progetti devono essere progettati per moduli e percorsi.

Per modulo si intende un singolo intervento della durata pari a 30 ore rivolto a un minimo di 15 destinatari. I singoli moduli devono essere progettati con riferimento a una delle seguenti tipologie:

  • canto corale;
  • musica strumentale d’insieme;
  • laboratori di propedeutica musicale.

La sequenza di due moduli costituisce un percorso.
Ciascuno studente dovrà partecipare a un singolo percorso costituito da due moduli sequenziali riferiti a una stessa tipologia o a due distinte tipologie.
Le risorse regionali destinate al finanziamento dei progetti riferiti e da realizzare nell’ a.s. 2022/2023 sono allocate nei capitoli relativi alla legge regionale n. 2/2018 del bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2022/2024 e sono pari complessivamente a euro 1.500.000,00 (di cui anno 2022 euro 342.738,00 e di cui anno 2023 euro 1.157.262,00).

Scadenza: 16 giugno 2022

INVITO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI RESIDENZE ARTISTICHE DI SPETTACOLO DAL VIVO PER IL 2022 AI SENSI DELL’ART. 43 DEL D.M. 27 LUGLIO 2017 N. 332 – ARTISTI NEI TERRITORI

INVITO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI DI RESIDENZE ARTISTICHE DI SPETTACOLO DAL VIVO PER IL 2022 AI SENSI DELL’ART. 43 DEL D.M. 27 LUGLIO 2017 N. 332 – ARTISTI NEI TERRITORI

In relazione a quanto previsto dall’Intesa e dall’accordo Interregionale, Regione Lombardia intende individuare per l’anno 2022 n. 5 soggetti titolari residenze per Artisti nei territori sul proprio territorio.
Il presente invito, nell’ambito di quanto disposto dall’articolo 43 del D.M. 332 del 27 luglio 2017 e sulla base del patrimonio di conoscenze ed esperienze maturato nel corso del triennio 2018-2020 e nel 2021, intende cofinanziare le attività delle residenze artistiche di spettacolo dal vivo per l’anno 2022 per i progetti di Artisti nei territori. In attuazione di tale articolo, è stato sottoscritto un Accordo di programma interregionale triennale 2022-2024 da Regione Lombardia e Ministero della Cultura in data 31 marzo 2022.
Nell’ambito della collaborazione tra Regione Lombardia e Fondazione Cariplo è stato sottoscritto un accordo per la condivisione delle finalità del presente bando e per il cofinanziamento delle attività delle residenze artistiche.
I progetti di Artisti nei territori selezionati per l’anno 2022 nell’ambito della presente procedura, verranno cofinanziati nella misura della copertura del disavanzo, e fino ad un massimo dell’80% dei costi complessivi di progetto. La quota restante, pari ad almeno il 20%, deve essere garantita dal beneficiario con risorse proprie o derivanti da risorse private o pubbliche.
I contributi, comprensivi delle risorse di Regione Lombardia, Ministero della Cultura e Fondazione Cariplo saranno concessi a fondo perduto.

Scadenza: 14 giugno 2022

L.r. n. 14/2008 – Norme in materia di politiche per le giovani generazioni – Priorità, modalità e criteri di accesso ai contributi regionali per interventi a favore dei giovani per il triennio 2022 – 2024

L.r. n. 14/2008 - Norme in materia di politiche per le giovani generazioni - Priorità, modalità e criteri di accesso ai contributi regionali per interventi a favore dei giovani per il triennio 2022 – 2024

brooke-cagle-g1kr4ozfoac-unsplash
Invito alla presentazione di progetti di spesa corrente realizzati da Unioni di Comuni, Comuni capoluogo e Associazioni di Comuni capoluogo.
Il bando interviene a favore delle giovani generazioni (16-35 anni) con contributi in spesa corrente a favore di:
– Unioni di Comuni, Comuni capoluogo per le seguenti azioni:
• valorizzare le progettualità e le attività legate agli spazi di aggregazione che assicurino il protagonismo dei giovani per progetti attivati in via prioritaria nell’ambito dei bisogni evidenziati dai ragazzi nel percorso regionale YOUZ, emersi dal confronto e in coprogettazione con loro, orientati a sviluppare la loro autonomia ed anche per la realizzazione dello stesso percorso YOUZ;
• attivare azioni di promozione di percorsi del protagonismo diretto dei giovani e valorizzazione delle esperienze di coinvolgimento del mondo giovanile, in coerenza con lo strumento YoungERcard;
• promuovere progetti in grado di affrontare le problematiche del disagio giovanile sopraggiunte con la pandemia;
• sostenere progettualità sugli Informagiovani, anche in grado di attivare sinergie collaborative con servizi territoriali rivolti ai giovani sul tema orientamento e lavoro;
• sviluppare progettualità innovative di reti di webradio giovanili, radio giovanili e creatività, con una maggiore attenzione ai linguaggi giovanili;
– a favore di Associazioni di Comuni capoluogo per le seguenti azioni:
• sostenere attività a valenza regionale a favore della creatività giovanile e per lo sviluppo di reti di giovani artisti del territorio regionale in grado di valorizzare progettualità regionali sulla promozione dei giovani artisti attraverso l’attuazione di progetti trasversali/regionali.
Il Bando è finanziato con fondi regionali.

Scadenza: 31 maggio 2022

1 2 3