Fondazione Carit – Bando 3/2019 Potenziamento eventi sportivi

Fondazione Carit - Bando 3/2019 Potenziamento eventi sportivi

sport

L’obiettivo del presente bando promosso dalla Fondazione Carit è quello di finanziare un insieme di attività che si generano all’interno di una manifestazione agonistica e che rappresentano l’occasione per mettere in rete processi di sviluppo turistico territoriale. L’obiettivo prioritario sarà pertanto quello di sostenere meeting/incontri sportivi che possano contribuire alla valorizzazione anche degli impianti sportivi pubblici e alla creazione di nuove strutture fruibili dalla comunità.

Le richieste potranno pervenire da Enti pubblici, da Associazioni sportive dilettantistiche che alla data di pubblicazione del bando risultino regolarmente iscritte nel registro nazionale delle associazioni e società sportive dilettantistiche del CONI, e dalle Federazioni sportive nazionali. Il progetto non prevede partner obbligatori.

I progetti presentati dovranno riguardare manifestazioni sportive che contestualmente avranno una ricaduta positiva sul territorio di riferimento della Fondazione Carit.

I progetti dovranno essere avviati entro 60 giorni dalla comunicazione di accoglimento della richiesta e dovranno concludersi entro 15 mesi dalla data di avvio

Per il presente bando è previsto un cofinanziamento minimo pari al 20% dell’importo totale del progetto da parte dell’Ente responsabile e/o di un ente partner. È prevista una quota massima erogabile da parte della Fondazione pari ad euro 50.000,00. L’erogazione del contributo avverrà a fine progetto o, ove richiesto, per stato di avanzamento secondo le modalità specificate nel bando stesso.

L’iter di presentazione delle domande di contributo prevede l’accreditamento dell’Ente richiedente al portale ROL (Richieste e Rendicontazione On Line), raggiungibile tramite apposito collegamento presente sul sito internet www.fondazionecarit.it, nella sezione “bandi”. L’accreditamento dovrà avvenire, qualora non già effettuato, entro e non oltre le ore 24.00 del 15/04/2019.

STANZIAMENTO: 300.000,00

SCADENZA: 30/04/2019

Eventi sportivi senza scopo di lucro – Erasmus+

Eventi sportivi senza scopo di lucro – Erasmus+

sport

Questa azione fornisce sostegno finanziario per l’organizzazione di eventi sportivi senza scopo di lucro a livello europeo.

Questa call mira a sostenere:

  • il volontariato nello sport;
  • l’inclusione sociale nello sport;
  • la parità di genere nello sport;
  • l’attività fisica a vantaggio della salute;
  • l’attuazione della settimana europea dello sport 2019.

Le seguenti attività standard saranno sostenute nell’ambito di questo bando:

  • preparazione dell’evento;
  • organizzazione di attività educative per atleti, allenatori, organizzatori e volontari nel periodo che precede l’evento;
  • organizzazione dell’evento;
  • organizzazione di attività collaterali all’evento sportivo (conferenze, seminari);
  • attuazione di attività legate al bilancio sull’esperienza conclusa (valutazioni, elaborazione di piani futuri);
  • attività di comunicazione connesse al tema dell’evento.

Circa 4 eventi (30%) dovrebbero riguardare l’attuazione della Settimana Europea dello Sport. Essi dovrebbero concentrarsi sui seguenti temi: lo sport nell’istruzione/educazione, sul posto di lavoro, all’aperto, nelle società sportive e centri fitness.

Circa 8 eventi (70%) non legati alla Settimana europea dello sport saranno selezionati. Essi dovranno riguardare i seguenti temi: il volontariato nello sport, l’inclusione sociale nello sport e attraverso lo sport, la parità di genere nello sport, l’attività fisica a vantaggio della salute. Almeno 1 evento tra questi dovrebbe concentrarsi sulla dimensione esterna dello sport (es. diplomazia sportiva).

Possono partecipare cittadini, atleti professionisti, coach e manager sportivi, animatori, educatori, decisori politici nel settore dello sport, volontari nello sport, grande pubblico, media.

Scadenza: 04/04/2019

Call 2019 Erasmus+ (Scadenze 2019)

Call 2019 Erasmus+ (Scadenze 2019)

Erasmus+_Logo

La Commissione Europea ha pubblicato l’invito a presentare proposte 2019 nell’ambito del Programma Erasmus+.

Qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport può richiedere finanziamenti nell’ambito della suddetta Call. Possono inoltre fare domanda i gruppi di giovani attivi nell’ambito dell’animazione socioeducativa, anche se non costituiscono un’organizzazione giovanile.

Il bilancio totale destinato al presente invito a presentare proposte è stimato in 2 733,4 milioni di euro,così ripartiti:

  • Istruzione e formazione: 2 503,4 milioni di EUR
  • Gioventù: 167,7 milioni di EUR
  • Jean Monnet: 13,7 milioni di EUR
  • Sport: 48,6 milioni di EUR

Qui di seguito le scadenze di presentazione delle candidature per i vari settori nelle varie Azioni chiave_ La scadenza di tutti i termini per la presentazione delle domande di seguito riportati è fissata alle ore 12:00 (mezzogiorno) di Bruxelles.

Azione chiave 1

  • Mobilità individuale nel settore della gioventù 5 febbraio 2019
  • Mobilità individuale nel settore dell’istruzione superiore 5 febbraio 2019
  • Mobilità individuale nei settori dell’IFP, dell’istruzione scolastica e dell’istruzione per adulti 5 febbraio 2019
  • Mobilità individuale nel settore della gioventù 30 aprile 2019
  • Mobilità individuale nel settore della gioventù 1 ottobre 2019
  • Diplomi di master congiunti Erasmus Mundus 14 febbraio 2019
  • Master congiunti Erasmus Mundus – Invito congiunto UE-Giappone 1 aprile 2019

Azione chiave 2

  • Partenariati strategici nel settore della gioventù 5 febbraio 2019
  • Partenariati strategici nel settore dell’istruzione e della formazione 21 marzo 2019
  • Partenariati strategici nel settore della gioventù 30 aprile 2019
  • Partenariati strategici nel settore della gioventù 1 ottobre 2019
  • Università europee 28 febbraio 2019
  • Alleanze per la conoscenza 28 febbraio 2019
  • Alleanze per le abilità settoriali 28 febbraio 2019
  • Rafforzamento delle capacità nel settore dell’istruzione superiore 7 febbraio 2019
  • Rafforzamento delle capacità nel settore della gioventù 24 gennaio 2019

Azione chiave 3

  • Progetti nell’ambito del dialogo con i giovani5 febbraio 2019;30 aprile 2019; 1 ottobre 2019

Azioni Jean Monnet

  • Cattedre, moduli, centri di eccellenza, sostegno alle istituzioni e alle associazioni, reti, progetti 22 febbraio 2019

Azioni nel settore dello sport

  • Partenariati di collaborazione 4 aprile 2019
  • Piccoli partenariati di collaborazione 4 aprile 2019
  • Eventi sportivi europei senza scopo di lucro 4 aprile 2019

La Dote Sport

La Dote Sport

La Dote Sport è un contributo per sostenere i costi sostenuti per le attività sportive dei minori di età compresa fra 6 e 17 anni compiuti o da compiere entro il 31/12/2018.

Le attività devono:

  • prevedere il pagamento di quote di iscrizione e/o di frequenza;
  • avere una durata continuativa di almeno sei mesi;
  • essere svolte da associazioni o società sportive dilettantistiche iscritte ai registri Coni e/o CIP o affiliate a Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva, Federazioni Sportive Paralimpiche, Federazioni Sportive Nazionali Paralimpiche, Discipline Sportive Paralimpiche, Discipline Sportive Associate Paralimpiche o da soggetti gestori di impianti società in house (a totale partecipazione pubblica) di enti locali lombardi.

Sono comprese le associazioni benemerite riconosciute dal Coni.

La Dote Sport 2018 è destinata ai nuclei familiari:

  • in cui almeno uno dei due genitori (o tutore/genitore affidatario), sia residente in modo continuativo da almeno 5 anni in Lombardia, alla data di scadenza del Bando (31/10/2018);
  • che alla presentazione della domanda siano in possesso di un indicatore ISEE non superiore a € 20.000,00 o non superiore a € 30.000,00, nel caso di nuclei familiari in cui è presente un minore diversamente abile.

Risorse disponibili:

  • € 2.000.000,00 ripartiti per ambiti territoriali corrispondenti alle province lombarde, alla Città Metropolitana e, in funzione della sua specificità, al Comune di Milano in base al numero di minori residenti di età 6/17 anni.
  • E’ prevista una quota del 10% delle risorse a favore delle famiglie aventi minori diversamente abili.
  • La domanda di Dote Sport può essere presentata da uno dei genitori o dal tutore (in possesso di apposita documentazione legale) conviventi con il minore, a partiredalle ore 12:00 del 17/09/2018 fino alle ore 16:30 del 31/10/2018.

 

Assegnazione di contributi per la realizzazione e la riqualificazione di impianti sportivi di proprietà pubblica – anno 2018

Assegnazione di contributi per la realizzazione e la riqualificazione di impianti sportivi di proprietà pubblica – anno 2018

sport

Il bando prevede l’assegnazione di contributi regionali a favore di Enti Locali in forma singola o associata per la realizzazione, l’ampliamento e la riqualificazione degli impianti sportivi esistenti sul territorio lombardo di proprietà pubblica, nonché la realizzazione di relativi servizi e spazi aggiuntivi, funzionali all’impianto stesso.

Il bando è finalizzato a garantire l’utilizzo pieno ed in sicurezza degli impianti sportivi a tutti i cittadini, garantendone l’accessibilità, incrementandone la fruibilità, migliorando la sostenibilità gestionale, qualificando l’offerta dei servizi per gli utenti, anche attraverso la realizzazione di spazi aggiuntivi che favoriscano abbinamenti tra pratica motoria e sportiva e la valorizzazione di risorse naturali e ambientali collegate all’impianto sportivo.

Possono presentare domanda i seguenti soggetti pubblici: Province, Comuni e Città Metropolitane, Comunità Montane, Unioni di Comuni.

Risorse disponibili – € 8.000.000, 00, eventualmente implementabili fino a € 15.000.000,00, nel corso del triennio, in caso di disponibilità di bilancio.

Saranno istruite unicamente le domande che perverranno:

  • a partire dalle ore 10:00 del 17 settembre 2018
  • entro le ore 12:00 del 19 ottobre 2018

Promozione dei valori europei attraverso iniziative sportive a livello comunale

Promozione dei valori europei attraverso iniziative sportive a livello comunale

 

 

 

Bando in attuazione dell’Azione preparatoria “Promozione dei valori europei attraverso iniziative sportive a livello comunale”. Il bando è suddiviso in 2 lotti:

Lotto 1 – Azione di sviluppo di capacità

Questo lotto è rivolto alle organizzazioni pubbliche e private che operano nel settore dello sport e dell’attività fisica. Obiettivo: favorire lo sviluppo di capacità per sostenere le organizzazioni che promuovono i valori comuni europei attraverso lo sviluppo dello sport a livello comunale in tutta l’UE. In particolare:

– aiutare le organizzazioni che promuovono lo sport a livello comunale a diventare sostenibili sotto il profilo finanziario sulla base di principi di buona governance;

– incoraggiare le organizzazioni a sviluppare un approccio europeo per la promozione dello sport e dell’attività fisica a livello locale o comunale;

– dare visibilità agli sforzi compiuti a livello comunale per incoraggiare lo sport e l’attività fisica.

 

Attività ammissibili (elenco esemplificativo)

– attività di sviluppo di capacità per migliorare la governance e la sostenibilità finanziaria delle organizzazioni interessate;

– promuovere/dare visibilità agli sforzi compiuti a livello comunale per incentivare lo sport e l’attività fisica in tutta l’UE;

– condivisione di buone pratiche tra comuni a livello dell’UE in settori connessi allo sport e al benessere;

– attività sportive realizzate a livello comunale che mirano alla promozione dei valori comuni europei.

 

Le attività devono essere svolte in almeno 10 comuni situati in Stati UE diversi.

Lotto 2 – Azione di instaurazione di una rete di contatti

Questo lotto è riservato a enti pubblici attivi a livello locale o comunale. Obiettivo: sostenere l’instaurazione di una rete di contatti e lo sviluppo di attività di scambio reciproco di informazioni tra comuni in ambiti connessi allo sport. In particolare:

– incoraggiare l’instaurazione di contatti tra città e comuni in tutta l’UE per la promozione dello sport e dell’attività fisica;

– sostenere la diffusione di buone pratiche e iniziative attuate a livello locale e comunale in tutta l’UE;

– promuovere “Sport for all” e contribuire alla promozione dei valori comuni europei;

– sensibilizzare alle strategie attuate dalle autorità locali che, attraverso la pratica dello sport e dell’attività fisica, hanno un effetto positivo sul benessere degli abitanti, anche nel quadro della Settimana europea dello sport e della campagna #BeActive.

 

Attività ammissibili (elenco esemplificativo)

– instaurare partenariati con altri comuni dell’UE in settori connessi allo sport, alla salute e al benessere;

– agevolare lo scambio di informazioni tra i comuni a livello dell’UE in merito alle iniziative sportive;

– coinvolgere e sensibilizzare i cittadini a livello locale in merito ai valori comuni europei attraverso attività sportive

 

I progetti per il lotto 2 devono coinvolgere enti pubblici stabiliti in almeno 3 diversi Stati UE. L’ente proponente deve instaurare contatti con almeno nove enti pubblici (città/comuni, autorità locali/regionali, federazioni/associazioni di autorità locali o organizzazioni senza scopo di lucro che rappresentano autorità locali). I progetti di entrambi i lotti devono avere una durata di almeno 6 mesi. Devono iniziare tra il 1° gennaio 2019 e il 31 marzo 2019 e concludersi entro il 31 dicembre 2020.

La Commissione Ue prevede di finanziare 1 solo progetto per il lotto 1 e 2-3 progetti per il lotto 2.

Beneficiari:

Lotto 1

I progetti devono essere presentati da organizzazioni pubbliche o private, aventi personalità giuridica, che operano nel settore dello sport e dell’attività fisica e organizzano attività fisiche e sportive. Questi soggetti devono avere sede in uno degli Stati UE e possono essere:

– organizzazioni senza scopo di lucro;

– autorità pubbliche (nazionali, regionali, locali);

– organizzazioni internazionali;

– circoli sportivi;

–  università;

– istituti d’istruzione;

– imprese.

 

Lotto 2

I progetti devono essere presentati da enti pubblici a livello locale o comunale stabiliti in uno degli Stati UE. Può trattarsi di:

– città/comuni;

– altri livelli di autorità locali/regionali;

– federazioni/associazioni di autorità locali;

– organizzazioni senza scopo di lucro che rappresentano autorità locali.

Entità Contributo

La sovvenzione UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto per un massimo di:

– € 300.000 per i progetti del lotto 1

– € 230.000 per i progetti del lotto 2

Scadenza: 26/07/2018

 

 

 

 

Scambi e mobilità nello sport

Scambi e mobilità nello sport

 

 

Bando nel quadro dell’azione preparatoria “scambi e mobilità nello sport” per l’attuazione di progetti pilota e azioni preparatorie nel settore dell’istruzione, dello sport e della cultura.

Obiettivo di questo bando è offrire al personale delle organizzazioni sportive (ai collaboratori degli atleti) l’opportunità di migliorare le loro competenze e qualifiche e di acquisire nuove abilità attraverso misure di mobilità, permettendo ai beneficiari di trascorrere un periodo di tempo in un paese straniero (all’interno e all’esterno dell’UE) a scopo di apprendimento.

I soggetti beneficiari delle azioni di mobilità sono gli allenatori e altro personale (compresi i volontari) di organizzazioni sportive a livello professionistico o amatoriale.

Il bando sostiene gli scambi e la mobilità del personale delle organizzazioni sportive promuovendo la dimensione internazionale dello sport.

L’azione è articolata in quattro lotti, che riguardano le quattro aree geografiche di cooperazione:

lotto 1: Balcani occidentali

lotto 2: Partenariato orientale

lotto 3: America latina

lotto 4: Asia

I richiedenti devono presentare azioni che promuovono la mobilità degli allenatori e di altro personale di organizzazioni sportive (compresi i volontari), per esempio attraverso le seguenti attività (elenco non esaustivo):

– scambio di allenatori;

– stage;

– periodi di formazione/studio;

– osservazione in situazioni di lavoro (job-shadowing).

Le attività devono coinvolgere partecipanti di almeno tre organizzazioni stabilite in tre diversi Stati membri dell’UE (la richiedente e altre due organizzazioni) e di almeno una organizzazione stabilita in un Paese dei Balcani occidentali, del Partenariato orientale, dell’America latina o dell’Asia.

Il proponente deve essere un’organizzazione pubblica o privata dotata di personalità giuridica, che opera nel settore dello sport e dell’attività fisica e organizza attività fisiche e sportive e deve avere la propria sede sociale in uno dei 28 Stati membri dell’UE. Sono ad esempio enti ammissibili: organizzazioni senza scopo di lucro (private o pubbliche), autorità pubbliche (nazionali, regionali, locali), organizzazioni internazionali, circoli sportivi, università, istituti d’istruzione, imprese.

Il contributo comunitario può coprire fino all’80% delle spese ammissibili per un massimo di 240.000 euro (saranno finanziati circa 5 progetti, almeno uno per ogni lotto). Una proposta progettuale deve essere portata avanti da un partenariato di almeno quattro partner: tre (tra i quali il proponente) di almeno tre diversi Stati membri UE e uno di uno Stato dell’area geografica di riferimento). La durata prevista dei progetti deve essere di almeno 6 mesi. Le attività possono iniziare fra il 1° gennaio e il 31 marzo 2019 e devono essere completate entro il 31 dicembre 2020

Scadenza – 26/07/2018

 

 

Azioni nel settore dello Sport

Bando comunitario 2018 per l’Azione chiave Azioni nel settore dello Sport – Programma Erasmus+

sport

Scadrà il 5 Aprile 2018 l’Invito a presentare proposte 2018, ‘EAC/A05/2017’, per le Azioni nel settore dello Sport del Programma Erasmus+, il Programma dell’Unione per l’Istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport.

Lo stesso sarà inerente ai settori delle Azioni nel settore dello sport:

  • Piccoli partenariati di collaborazione;
  • Partenariati di collaborazione;
  • Eventi sportivi europei senza scopo di lucro.

Beneficiari:

Qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport, potrà candidarsi per richiedere finanziamenti nell’ambito del Programma Erasmus+.

I gruppi di giovani che operano nell’animazione socio-educativa, ma non necessariamente nel contesto di un’Organizzazione giovanile, potranno inoltre presentare domanda di finanziamento sia per la mobilità ai fini dell’apprendimento dei giovani e degli animatori per i giovani, che per i partenariati strategici nel settore della gioventù.

“OSO…Ogni Sport Oltre”

Bando nazionale: “OSO…Ogni Sport Oltre”.

sport

Scopo del seguente bando nazionale sarà quello di identificare, supportare e finanziare progetti che favoriscano un cambiamento culturale e diano un sostegno efficace alla diffusione della pratica sportiva tra persone con disabilità fisiche, sensoriali, intellettivo-relazionali. Lo stesso è promosso dalla Fondazione Vodafone Italia.

Potranno parteciparvi organizzazioni che siano senza scopo di lucro, operino sul territorio italiano, siano costituite da almeno due anni e abbiano esperienza in attività di inclusione e diffusione della pratica sportiva tra persone con disabilità, o che vogliano indirizzarsi verso questo obiettivo.

Il budget complessivo sarà pari a 2 milioni di Euro e la richiesta di finanziamento non potrà eccedere l’80% del fabbisogno economico finanziario del Progetto.

Il termine ultimo per potervi partecipare è il 23 Gennaio 2018, entro e non oltre le 18:00.

Erasmus+: bando generale 2018

Erasmus+: bando generale 2018

Erasmus+_Logo

Bando generale 2018 nell’ambito del programma Erasmus+, il programma dell’UE a sostegno dei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport.

In generale, il bando è rivolto a qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport. Tuttavia, per ogni singola azione sono ammissibili organismi ben specificati; per conoscere la corrispondenza tra azioni e soggetti ammissibili si rimanda alla “Guida al programma”.

I progetti devono essere presentati per le ore 12:00 (ora di Bruxelles) dei termini indicati di seguito:

Azione chiave 1

– Mobilità individuale nel settore dell’istruzione superiore: 1 febbraio 2018

– Mobilità individuale nel settore dell’IFP, dell’istruzione scolastica e per adulti: 1 febbraio 2018

– Mobilità individuale nel settore della gioventù: 15 febbraio 2018; 26 aprile 2018; 4 ottobre 2018

– Diplomi di master congiunti: 15 febbraio 2018

Azione chiave 2

– Partenariati strategici nel settore dell’istruzione e formazione: 21 marzo 2018

– Partenariati strategici nel settore della gioventù: 15 febbraio 2018; 26 aprile 2018; 4 ottobre 2018

– Alleanze della conoscenza: 28 febbraio 2018

– Alleanze per le abilità settoriali: 28 febbraio 2018

– Rafforzamento delle capacità nel settore dell’istruzione superiore: 8 febbraio 2018

– Rafforzamento delle capacità nel settore della gioventù: 8 febbraio 2018

Azione chiave 3

Dialogo strutturato: incontri tra giovani e decisori politici nel settore della gioventù: 15 febbraio 2018; 26 aprile 2018; 4 ottobre 2018

Attività Jean Monnet

Per tutte le azioni: 22 febbraio 2018

Sport

Per tutte le azioni: 5 aprile 2018

Risorse finanziarie disponibili pari a 2490, 9 milioni di euro, così ripartiti:

– Istruzione e formazione: 2253,2 milioni di euro

– Gioventù: 188,2 milioni di euro

– Jean Monnet: 12,1 milioni di euro

– Sport: 37,4 milioni di euro

 

 

1 2