Europa Creativa – CULTURA: bando per il sostegno alla circolazione delle opere letterarie europee (CREA-CULT-2023-LIT)

Europa Creativa - CULTURA: bando per il sostegno alla circolazione delle opere letterarie europee (CREA-CULT-2023-LIT)

Bene culturale emilia

Sostegno a progetti riguardanti la traduzione, pubblicazione, distribuzione e promozione di opere di narrativa.

Il progetto deve basarsi su una solida strategia editoriale e promozionale che copre un pacchetto di almeno 5 opere tradotte da e nelle lingue ammissibili e deve contemplare i seguenti elementi:

  • il pacchetto proposto contribuisce alla varietà della letteratura nel Paese (o nei Paesi) della lingua di traduzione, includendo opere di Paesi sottorappresentati, in particolare opere scritte nelle lingue meno utilizzate;
  • la strategia di distribuzione garantisce un ampio e facile accesso alle opere da parte del pubblico;
  • la strategia di promozione contribuisce ad ampliare e rinnovare il pubblico delle opere letterarie tradotte;
  • il progetto incoraggia la collaborazione tra autori, traduttori, editori, distributori, librai, biblioteche, festival ed eventi letterari;
  • il progetto contribuisce ad elevare il profilo dei traduttori e rispetta il principio della giusta remunerazione;
  • il progetto tiene conto delle priorità trasversali (cross-cutting issues) di Europa Creativa (promozione dell’inclusione, della diversità e della parità di genere; riduzione dell’impatto ambientale nei settori culturali).

Oltre alla traduzione, distribuzione e promozione, i progetti possono prevedere anche attività per favorire la vendita dei diritti di traduzione in Europa e altrove.

La lingua di origine dell’opera e la lingua scelta per la traduzione devono essere lingue ufficiali dei Paesi ammissibili a Europa Creativa. Sono ammissibili anche le traduzioni dal Latino e dal Greco antico in lingue ufficialmente riconosciute. La traduzione deve avere una dimensione transnazionale, ovvero non è ammissibile la traduzione di un’opera da una lingua ufficiale a un’altra lingua ufficiale di uno stesso Paese se non è prevista una strategia di distribuzione al di fuori del Paese in questione.

Le opere da tradurre possono essere sia in formato cartaceo che digitale (e-book e audiolibri). Inoltre, devono essere esclusivamente opere di narrativa indipendentemente dal genere, come romanzi, racconti, opere teatrali e radiofoniche, opere di poesia, fumetti e letteratura per ragazzi; devono essere state scritte da autori aventi cittadinanza o residenza in uno dei Paesi ammissibili, o che siano parte del patrimonio letterario di questi Paesi; devono essere opere che sono già state pubblicate e che non sono mai state tradotte in precedenza nella lingua scelta per la traduzione (a meno che la nuova traduzione non risponda a una necessità chiaramente valutata).

Portata dei progetti finanziabili

  • Progetti di piccola scala per la traduzione di almeno 5 opere
  • Progetti di media scala per la traduzione di almeno 11 opere
  • Progetti di larga scala per la traduzione di almeno 21 opere

Tenuto conto della situazione in corso in Europa, oltre al numero minimo di opere di narrativa tradotte, i progetti possono includere la stampa, la promozione e la distribuzione di opere di narrativa europee o ucraine (non tradotte) in ucraino.

I progetti proposti devono avere una durata massima di 36 mesi.

Si prevede di finanziare circa 40 progetti.

Scadenza: 21 febbraio 2023

Cultura Crea Plus, dal 7 novembre riparte l’incentivo per la ripresa post-Covid

Cultura Crea Plus, dal 7 novembre riparte l’incentivo per la ripresa post-Covid

Bene culturale emilia

Il 7 novembre 2022 riparte Cultura Crea Plus, l’incentivo per le imprese colpite dall’emergenza Covid-19 che operano nel settore culturale, creativo e turistico.

Promosso dal Ministero della Cultura e gestito da Invitalia, si rivolge alle micro, piccole e medie imprese e ai soggetti del terzo settore (onlus, imprese sociali, associazioni di promozione sociale).

L’incentivo consiste in un contributo a fondo perduto a copertura delle spese di capitale circolante fino a un massimo di 25.000 euro, necessario per il riavvio e il sostegno alle imprese.

La domanda può essere inviata online, dalle ore 10.00 del 7 novembre 2022, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia. La valutazione avviene entro 60 giorni, in base all’ordine cronologico di arrivo.

Scadenza: fino ad esaurimento fondi

Europa Creativa – CULTURA: bando “Music Moves Europe” (CREA-CULT-2022-MME)

Europa Creativa - CULTURA: bando “Music Moves Europe” (CREA-CULT-2022-MME)

music-159870_960_720

Il bando è focalizzato sulla distribuzione sostenibile della musica e si concentra su tre aspetti rilevanti per lo sviluppo del business nel settore della musica dal vivo: livestreaming, cooperazione tra locali musicali ed esportazione della musica.

Si intende sostenere un solo progetto che realizzi le seguenti attività:

  • implementazione di un regime di sostegno finanziario che ridistribuisca fondi a operatori del settore musicale europeo attraverso bandi aperti. Il regime di sostegno deve prevedere almeno 3 bandi (idealmente almeno uno all’anno) per sovvenzionare progetti inerenti i tre aspetti rilevanti per lo sviluppo del business della musica dal vivo sopra indicati. I bandi dovrebbero ridistribuire almeno 60 grant. Almeno 80% della sovvenzione UE destinata al progetto dovrebbe essere utilizzato per sostenere i progetti selezionati a seguito dei 3 bandi.
  • un programma di attività di capacity-building a beneficio del settore della musica dal vivo. Il programma può includere workshop, tutorial, ecc. che coinvolgono rappresentanti del settore musicale e artisti, comprese le seguenti attività:
  • cooperazione tra locali musicali in Europa per migliorare la circolazione transfrontaliera di artisti (emergenti) e affrontare le sfide comuni,
  • sviluppo di concetti innovativi per la distribuzione sostenibile della musica, con particolare attenzione alla musica dal vivo,
  • scambi tra professionisti in Europa e al di fuori dell’Europa per affrontare le sfide e le opportunità legate all’esportazione della musica,
  • promozione della musica europea in fiere internazionali.

Il progetto proposto deve avere una durata massima di 36 mesi.

Beneficiari:

Persone giuridiche, pubbliche e private, stabilite in uno dei Paesi ammissibili ad Europa Creativa. Tali Paesi sono: Stati UE, compresi PTOM; Paesi EFTA/SEE e altri Paesi terzi associati al programma come indicato in questo documento.

Il contributo UE può coprire fino al 90% dei costi del progetto (solo i costi ammissibili ed effettivamente sostenuti).

Il progetto deve essere presentato da un consorzio costituito da almeno due entità di due diversi Paesi ammissibili. Il coordinatore di progetto deve essere legalmente costituito da almeno 2 anni alla data di scadenza del bando.

Risorse finanziarie disponibili: 4.500.000 €

Scadenza: 12 gennaio 2023

Europa Creativa: pubblicato il bando “Perform Europe”

Europa Creativa: pubblicato il bando "Perform Europe"

cinema-1241422_640

Sul portale “Funding & Tenders” è stato pubblicato il bando “Perform Europe” nell’ambito della sezione CULTURA del programma Europa Creativa.

L’obiettivo è quello di rendere più sostenibili e inclusive le tournée di arti dello spettacolo, integrando nella call la necessità di supportare i professionisti ucraini che operano nel settore culturale. Il bando finanzierà un solo progetto che abbia come obiettivo quello di eseguire delle tournée transfrontaliere e di promuovere le tematiche trasversali del programma Europa Creativa, ossia i valori della sostenibilità, dell’inclusività e dell’innovazione nell’ambito dello spettacolo dal vivo, integrando la distribuzione delle opere prodotte attraverso il supporto digitale.

Le attività finanziate dal bando devono includere:

  • la definizione, l’attuazione e la gestione di bandi aperti per selezionare e finanziare con sovvenzioni a cascata almeno 35 progetti a supporto di tournée transfrontaliere e della distribuzione digitale di opere delle arti dello spettacolo;
  • lo sviluppo di un programma di sostegno e assistenza ai beneficiari delle sovvenzioni, compresa la formazione e il tutoraggio;
  • la valorizzazione della piattaforma digitale Perform Europe allo scopo di: a) raccogliere dati e analizzare come i prodotti artistici vengono presentate all’estero; b) favorire il networking e il matchmaking, dando visibilità alle opportunità di spettacolo e distribuzione;
  • lo sviluppo e l’attuazione di una strategia di comunicazione, diffusione e branding;
  • la gestione e il coordinamento dell’intero progetto.

Il progetto presentato deve tenere conto delle seguenti finalità:

  • contribuire alla creazione di condizioni che aiutino il settore a incrementare il suo valore sociale, artistico, economico e ambientale, in una prospettiva di lungo periodo;
  • comprendere attività che si rivolgano a un pubblico variegato da un punto di vista sociodemografico, con lo scopo di garantire un’offerta artistica diversificata e aperta sia ai professionisti del settore sia agli spettatori;
  • sostenere gli artisti, i professionisti della cultura e le associazioni che lavorano nel settore dello spettacolo dal vivo ucraino;
  • includere una vasta rappresentazione della diversità degli attori presenti all’interno del panorama dello spettacolo dal vivo.

Il progetto dovrà avere una durata massima di 36 mesi e deve basarsi sul precedente progetto pilota “Perform Europe” realizzato tra dicembre 2020 e giugno 2021.

Le tipologie di spettacolo comprese all’interno del bando sono:

  • teatro
  • danza
  • performance
  • spettacoli circensi
  • outdoor arts
  • marionette

Sono ammessi alla partecipazione del bando i soggetti giuridici pubblici e privati stabiliti in uno stato membro dell’UE, Paesi EFTA/SEE e altri Paesi terzi associati al programma. Il budget della call è 3.000.000 €. Il contributo può coprire fino al 90% dei costi del progetto (solo i costi ammissibili ed effettivamente sostenuti).

Scadenza: 8 novembre 2022

Europa Creativa – CULTURA: Bando Perform Europe (CREA-CULT-2022-PERFORM-EU)

Europa Creativa - CULTURA: Bando Perform Europe (CREA-CULT-2022-PERFORM-EU)

Bene culturale emilia

Il bando finanzierà un solo progetto orientato al seguente obiettivo: sostenere le tournée transfrontaliere e la distribuzione digitale delle opere delle arti dello spettacolo in modo sostenibile, inclusivo, equo e innovativo.  Il progetto deve basarsi sul precedente progetto pilota Perform Europe realizzato tra dicembre 2020 e giugno 2021. Ai fini del bando le arti dello spettacolo comprendono teatro, danza, esibizioni, spettacoli circensi, arte all’aperto e marionette, escluso la musica dal vivo.

Il progetto da finanziare deve realizzare almeno le seguenti attività:

– definizione, attuazione e gestione di bandi aperti per selezionare e finanziare (sovvenzioni a cascata) almeno 35 progetti a supporto di tournée transfrontaliere e della distribuzione digitale di opere delle arti dello spettacolo. Almeno il 70% della sovvenzione UE destinata al progetto deve essere utilizzato per le sovvenzioni a cascata.

– sviluppo di un programma di sostegno e assistenza ai beneficiari delle sovvenzioni, compresa la formazione, il tutoraggio e lo sviluppo di capacità.

– mantenimento e sviluppo della piattaforma digitale Perform Europe (realizzata con il progetto pilota) allo scopo di: a) raccogliere dati, esplorare, mappare e analizzare come le opere delle arti dello spettacolo vengono presentate oltre i confini; b) favorire il networking e il matchmaking e dare visibilità alle opportunità di spettacolo e distribuzione.

– sviluppo e attuazione di una strategia di comunicazione, diffusione e branding.

– gestione e coordinamento dell’intero progetto.

Il progetto proposto deve contribuire alle cross-cutting issues del programma Europa Creativa, ovvero la promozione dell’inclusione, della diversità e della parità di genere, nonché della sostenibilità ambientale nei settori culturali.

Inoltre, deve mostrare come tenga conto delle seguenti dimensioni:

– contribuire alla creazione di condizioni che aiutino il settore a “crescere” in senso sociale, artistico, economico e ambientale, in una prospettiva di lungo periodo.

– comprendere attività che si rivolgono in modo proattivo a persone, sia professionisti delle arti dello spettacolo che pubblico, provenienti da contesti geografici e socioeconomici diversi, al fine di garantire loro pari accesso alle opportunità di distribuzione e un’offerta artistica diversificata.

– comprendere un sostegno specifico agli artisti, ai professionisti della cultura e alle organizzazioni che lavorano nel settore delle arti dello spettacolo dell’Ucraina.

– operare per un quadro solido con un equa rappresentanza dei vari attori dell’ecosistema delle arti dello spettacolo.

Il progetto deve avere una durata massima di 36 mesi.Il progetto può essere presentato da una singola organizzazione o da un consorzio di organizzazioni. Proponente e partner devono essere legalmente costituiti da almeno 2 anni alla data di scadenza del bando.

Scadenza: 8 novembre 2022

BANDO A SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI PROMOZIONE EDUCATIVA CULTURALE REALIZZATE DA SOGGETTI RICONOSCIUTI DI RILEVANZA REGIONALE PER IL TRIENNIO 2022-2024

BANDO A SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI PROMOZIONE EDUCATIVA CULTURALE REALIZZATE DA SOGGETTI RICONOSCIUTI DI RILEVANZA REGIONALE PER IL TRIENNIO 2022-2024

 

Il bando sostiene iniziative di promozione educativa culturale realizzate sul territorio regionale che si contraddistinguono per la continuità pluriennale nella formula di offerta culturale, pur nella differenziazione dei temi proposti al pubblico di anno in anno.

In particolare:

  • Festival di letteratura e di poesia, di divulgazione scientifica, di filosofia, di arte contemporanea
  • Iniziative/eventi di valorizzazione e di promozione dei beni culturali immobili
  • Iniziative di promozione delle arti visive in contesti non usuali
  • realizzati da soggetti riconosciuti di rilevanza regionale per il triennio 2022/2024

Possono partecipare soggetti in possesso del riconoscimento di rilevanza regionale nell’ambito della promozione educativa culturale per il periodo 2022-2024 (art. 7 l.r. 25/2016) individuati dal decreto n. 11236 del 28 luglio 2022.

Ogni soggetto richiedente potrà presentare una sola domanda di contributo al bando.

Regione Lombardia assegnerà un contributo a fondo perduto.

Il bando selezionerà le iniziative di promozione educativa culturale da sostenere per il triennio 2022/24 e assegnerà il contributo per l’annualità 2022.

I progetti presentati dovranno avere un costo complessivo minimo pari a € 50.000,00.

Il contributo potrà essere compreso da un minimo di 15.000,00 euro a un massimo di 40.000,00 euro e non dovrà superare quanto necessario per coprire la differenza tra uscite ed entrate del budget di progetto (disavanzo).

Il finanziamento regionale potrà risultare uguale o inferiore al disavanzo e la quota non finanziata da Regione Lombardia sarà a carico del soggetto richiedente.

Il soggetto richiedente dovrà garantire la copertura di almeno il 50% del costo del progetto in fase di presentazione della domanda.

Domande a partire dal 6 settembre 2022.

Scadenza: 28 settembre 2022

Contributo 2022 per attività di conservazione, descrizione, catalogazione e digitalizzazione di archivi e patrimonio documentale di interesse culturale. Enti privati

Contributo 2022 per attività di conservazione, descrizione, catalogazione e digitalizzazione di archivi e patrimonio documentale di interesse culturale. Enti privati

books-21849_1280

Obiettivo prioritario del seguente avviso è sostenere gli enti privati che intendano attuare interventi di conservazione, descrizione, catalogazione e digitalizzazione dei propri fondi archivistici. Gli obiettivi sono: promuovere la conoscenza e aumentare la fruibilità del patrimonio documentale conservato presso gli istituti culturali piemontesi a fronte della notevole importanza che rivestono gli archivi come fonte di memoria, di storia e di civiltà.

Il presente avviso andrà a sostenere interventi di:

  • censimento, schedatura, riordino, redazione di inventari, guide, elenchi etc. di patrimonio archivistico, fotografico, sonoro, audiovisivo, documentale storico piemontese;
  • attività di digitalizzazione di materiale archivistico e documentale;
  • restauro di materiale archivistico e documentale;
  • recupero e conversione di database;
  • spolveratura di fondi archivistici; disinfezione e disinfestazione del patrimonio archivistico e documentale e degli ambienti in cui è conservato;
  • acquisto di materiale specifico destinato alla conservazione e al condizionamento dei documenti e acquisto di attrezzature tecniche per il mantenimento dei parametri ottimali di conservazione negli ambienti.

Il contributo massimo assegnabile non potrà essere superiore al 80% delle spese complessive di progetto ritenute ammissibili, fermi restando i seguenti tetti di contribuzione:

  • Contributo massimo richiedibile ed assegnabile Euro 20.000,00

Possono partecipare:

  • istituzioni culturali e formative;
  • enti e istituzioni religiose;
  • associazioni e fondazioni private;
  • altri enti che operano senza fine di lucro;
  • cooperative a mutualità prevalente senza fini di lucro.

Scadenza: 23 settembre 2022

Patrimonio linguistico e culturale del Piemonte – Avviso Pubblico di finanziamento per l’anno 2022 rivolto a Pubbliche Amministrazioni ed enti non lucrativi di diritto privato (no profit)

Patrimonio linguistico e culturale del Piemonte - Avviso Pubblico di finanziamento per l’anno 2022 rivolto a Pubbliche Amministrazioni ed enti non lucrativi di diritto privato (no profit)

dylan-gillis-kdeqa3atnby-unsplash

La L.r. 11/2018 stabilisce che per la realizzazione degli interventi, delle attività e delle iniziative in materia di cultura, la Regione può assegnare contributi a favore degli enti organizzatori e realizzatori con procedure di evidenza pubblica, che consentono una valutazione oggettiva degli elementi di quantità e qualità.

Sono ammissibili a contributo iniziative per la valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e culturale del Piemonte.

Possono presentare domanda Enti Locali e altre Pubbliche Amministrazioni, Enti non lucrativi di diritto privato (quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo: associazioni di promozione sociale, organizzazioni di volontariato, associazioni riconosciute e associazioni non riconosciute, fondazioni, imprese sociali, incluse le cooperative sociali) e tutte le tipologie di ETS Enti del Terzo Settore di cui al D. Lgs. 117/2017 e smi, art. 4.

La dotazione finanziaria è così suddivisa:

  • Euro 70.000,00, di cui
  • Euro 40.000,00 a favore di soggetti non lucrativi di diritto privato
  • Euro 30.000,00 a favore di Pubbliche Amministrazioni

Scadenza: 20 settembre 2022

Europa Creativa – Cultura: bando “Sostegno all’implementazione del Marchio del patrimonio europeo” (CREA-CULT-2022-EU-HERITAGE-LABEL)

Europa Creativa – Cultura: bando “Sostegno all’implementazione del Marchio del patrimonio europeo” (CREA-CULT-2022-EU-HERITAGE-LABEL)

ip

L’obiettivo generale della call è sostenere lo sviluppo di un’organizzazione ombrello del Marchio del patrimonio europeo che favorirà reti, collaborazione, attività di formazione e opportunità tra gli stakeholder del Marchio (in particolare i siti e i Coordinatori nazionali del Marchio). Questa organizzazione ombrello sarà fondamentale per garantire la sostenibilità dell’iniziativa.

Il bando finanzierà un solo progetto, proposto da una singola organizzazione o da un consorzio di organizzazioni, orientato a realizzare i tre seguenti obiettivi specifici:

  • Sviluppo di sinergie tra i siti del Marchio, i Coordinatori nazionali e i soggetti attivi nel settore dei beni culturali,
  • Rafforzamento della capacità dei siti e dei Coordinatori nazionali del Marchio,
  • Supporto alle attività di comunicazione e promozione dei siti del Marchio del patrimonio europeo e del Marchio stesso.

Il progetto proposto dovrà prevedere una durata non superiore a 40 mesi con inizio il 1° marzo 2023. Verranno sostenute solo attività progettuali attuate negli Stati membri UE.

Possono partecipare al bando persone giuridiche, pubbliche e private, stabilite in uno dei Paesi ammissibili ad Europa Creativa, ovvero: Stati UE, compresi PTOM, Paesi EFTA/SEE, Paesi candidati effettivi e potenziali (Albania, Bosnia-Erzegovina, Kosovo, Macedonia del Nord, Montenegro, Serbia), altri Paesi terzi come indicato in questo documento.

Il bando dispone di un budget di 3 milioni di euro. Il progetto selezionato potrà essere cofinanziato fino al 90% dei costi ammissibili.

Scadenza: 5 ottobre 2022

Bando Giovani per il territorio – la cultura che cura 2022 (VI edizione)

Bando Giovani per il territorio – la cultura che cura 2022 (VI edizione)

quast-589161_960_720

Possono presentare domanda le associazioni senza scopo di lucro con finalità sociali e/o culturali e/o ambientali, con sede in Emilia-Romagna, formalmente costituite alla data di scadenza del bando, di cui almeno il 50% + 1 degli associati abbia un’età compresa fra i 18 e i 35 anni.

La domanda dovrà essere compilata esclusivamente in via telematica sulla piattaforma on-line, utilizzando il servizio il cui accesso è reso disponibile in questa pagina. La domanda dovrà essere compilata in ogni sua parte, in regola con le vigenti disposizioni sul bollo e corredata di tutti gli allegati richiesti. Al termine della compilazione verrà generato in formato PDF il riepilogo delle informazioni inserite che dovrà essere scaricato per poi procedere alla sua sottoscrizione da parte del legale rappresentante dell’ente richiedente. La sottoscrizione dovrà avvenire con firma digitale o autografa, in questo caso accompagnata da un documento d’identità. Il documento firmato dovrà essere ricaricato sul sistema per poi procedere all’inoltro della domanda.

Scadenza: 31 agosto 2022

1 2 3 14