Erasmus per giovani imprenditori – (COS-EYE-2019-4-01)

Erasmus per giovani imprenditori - (COS-EYE-2019-4-01)

paper-3213924_640

Bando per la selezione enti che agiscano in qualità di Organizzazioni Intermediarie (IOs) per l’attuazione a livello locale di “Erasmus per giovani imprenditori”, il programma che offre ai Nuovi Imprenditori (NE), o aspiranti tali, l’opportunità di imparare i segreti del mestiere da professionisti già affermati (Imprenditori Esperti – HE) che gestiscono piccole o medie imprese in un altro paese partecipante al programma.

Il programma Erasmus per giovani imprenditori ha lo scopo di rafforzare l’imprenditorialità, sviluppare una mentalità internazionale e la competitività delle PMI europee e favorire potenziali start-up imprenditoriali e micro e piccole imprese di nuova costituzione nell’UE e nei Paesi partecipanti a COSME.

Attraverso questo bando il programma intende:

– offrire formazione su campo per i nuovi imprenditori all’interno di PMI di un paese diverso da quello di origine, al fine di agevolare un avvio di successo e lo sviluppo delle loro business idea;

– favorire la condivisione di esperienze e informazioni tra gli imprenditori sugli ostacoli e le sfide che si affrontano nell’avviare e sviluppare la propria attività;

– migliorare l’accesso al mercato e l’individuazione di potenziali partner per imprese nuove e imprese già attive in altri Paesi partecipanti;

– supportare il networking fra imprenditori di diversi paesi partecipanti basandosi sulle conoscenze ed esperienze di altri Paesi.

Il bando finanzia la selezione di organizzazioni intermediarie che andranno ad ampliare e rafforzare la rete esistente delle organizzazioni intermediarie che operano a livello locale in qualità di punti di contatto per agevolare l’abbinamento fra nuovi imprenditori e imprenditori esperti, promuovendo e agevolando la mobilità dei nuovi e permettendo così ai giovani (o potenziali) imprenditori di trascorrere un periodo in un Paese diverso dal proprio, presso aziende di imprenditori esperti, allo scopo di fare esperienza su campo e migliorare le possibilità di successo delle loro aziende.

Saranno selezionate 7-10 nuove organizzazioni intermediarie che dovranno cooperare fra loro e con le altre esistenti al fine di dare attuazione ai progetti di mobilità dei giovani imprenditori, selezionando e accoppiando un imprenditore nuovo e un imprenditore esperto.

Enti pubblici o privati attivi nel settore del sostegno alle imprese e in particolare:

– enti pubblici competenti o attivi in tema di questioni economiche, imprese, sostegno alle imprese o aspetti connessi,

– camere di commercio e industria, camere dell’artigianato o organismi analoghi,

– organizzazioni di sostegno alle imprese, centri che aiutano le imprese nella loro fase di avviamento, incubatori, parchi tecnologici,

– associazioni di imprese e reti di appoggio alle imprese,

– enti pubblici o privati che offrono servizi di sostegno alle imprese,

– istituti di istruzione superiore quali università o istituti per l’istruzione e la formazione professionale.

Il contributo comunitario può coprire fino al 75% dei costi sostenuti dalle IOs per costi di gestione, per un massimo di 750.000 euro per progetto. Il rimborso spese per i giovani imprenditori che prenderanno parte a una azione di mobilità coprirà il 100% delle spese per un massimo di 6.600 euro a imprenditore).

Le proposte progettuali devono essere presentate da un consorzio di almeno 6 (e non più di 10) enti con sede in almeno 4 diversi Stati partecipanti (nel consorzio non ci possono essere più di due enti per lo stesso Stato); un ente può partecipare a un solo consorzio (NB: i beneficiari che stanno già implementando il programma come parte di un consorzio quadro di partenariato dalla data di pubblicazione del presente bando non possono presentare domanda).

Durata massima dei progetti: 36 mesi; avvio previsto delle attività: non prima del 1° febbraio 2020.

Scadenza: 11/07/2019

Nuovo bando CEF Transport 2019

Nuovo bando CEF Transport 2019

progetto_trasporti_2

Il Meccanismo per collegare l’Europa ha annunciato l’apertura del bando CEF Transport 2019, fissata per il 8 gennaio. La scadenza per le candidature è prevista per il 24 aprile 2019.

Il bando metterà a disposizione 100 milioni di EUR per progetti di interesse comune nel settore trasporti e in particolare si articolerà in 2 priorità:

  • Progetti sulla TEN-T Comprehensive Network (circa 65 milioni di EUR)
  • Riduzione del rumore del trasporto ferroviario di merci (circa 35 milioni di EUR)

 

Possono presentare le proposte:

  • uno o più Stati membri
  • previo accordo con lo Stato membro interessato: organizzazioni internazionali, imprese comuni, imprese pubbliche o private o enti con sede in uno Stato membro.

L’Agenzia INEA, in collaborazione con la Commissione europea, ha organizzato un Info Day virtuale per presentare il bando e fornire indicazioni utili sulla stesura delle proposte.

Erasmus+: Bando EACEA/37/2018 – Reti e partenariati di fornitori d’istruzione e formazione professionale (IFP)

Erasmus+: Bando EACEA/37/2018 – Reti e partenariati di fornitori d’istruzione e formazione professionale (IFP)

Erasmus+_Logo

Bando nell’ambito del programma Erasmus+ (Azione chiave 3, Settore “Istruzione e formazione”): Reti e partenariati di fornitori d’istruzione e formazione professionale (IFP). Obiettivo di questo bando è sostenere la creazione di reti e partenariati nazionali e transnazionali di fornitori d’istruzione e formazione professionale (iniziale e continua), al fine di favorire la riflessione politica a livello europeo e promuovere la sensibilizzazione e l’attuazione delle politiche europee in materia di IFP a livello nazionale e regionale.

Progetti riguardanti uno dei due lotti seguenti:

Lotto 1: organizzazioni nazionali, regionali o settoriali di fornitori di IFP

Creazione o rafforzamento di reti e partenariati tra fornitori IFP a livello nazionale, regionale o settoriale attraverso progetti transnazionali mirati allo sviluppo di capacità e alla condivisione delle migliori esperienze tra organizzazioni di fornitori di IFP, in particolare per i Paesi in cui gli accordi di rappresentanza tra fornitori di IFP sono limitati.

Il partenariato di questi progetti deve coinvolgere almeno 2 reti o associazioni nazionali, regionali o settoriali di fornitori IFP, provenienti da almeno 2 diversi Paesi del programma Erasmus+, dei quali almeno 1 deve essere Stato membro UE.

Lotto 2: organizzazioni ombrello europee di fornitori di IFP

Progetti transnazionali che favoriscono la cooperazione tra le organizzazioni ombrello europee di fornitori di IFP, sostenendo allo stesso tempo la riflessione politica a livello europeo e la capacità di raggiungere e coinvolgere i membri o affiliati nazionali.

Il partenariato di questi progetti deve essere costituito da almeno 2 organizzazioni ombrello europee, ciascuna avente membri o affiliati in almeno 5 Paesi del programma Erasmus+, dei quali almeno 1 deve essere Stato membro UE.

Attività ammissibili

Per entrambi i lotti deve essere realizzata la seguente attività:

Rafforzare la cooperazione tra i fornitori di IFP attraverso l’apprendimento reciproco, il counselling tra pari e lo sviluppo di capacità, con l’obiettivo di migliorare il livello qualitativo e l’attrattività  dell’offerta di IFP. Reti e partenariati devono inoltre promuovere l’uso efficace dei fondi dell’UE, nonché supportare l’attuazione e diffusione di strumenti e iniziative dell’UE per il settore dell’IFP, ove possibile nelle lingue nazionali. I progetti devono anche puntare a raggiungere e coinvolgere i fornitori IFP che ancora non contribuiscono alla cooperazione europea o non ne traggono beneficio.

Inoltre, devono essere realizzate almeno tre delle seguenti attività:

– contribuire alla Settimana europea delle competenze professionali organizzando attività ed eventi innovativi coordinati a livello nazionale al fine rendere più appetibile l’IFP;

– sostenere lo sviluppo di una strategia di internazionalizzazione a livello dei fornitori di IFP, favorendo la mobilità di leader, personale e studenti IFP, nonché l’istituzione di partenariati di cooperazione;

– migliorare la qualità dell’IFP tramite cicli di feedback per adattare l’offerta di IFP, in linea con  la Raccomandazione sul monitoraggio dei percorsi di carriera dei laureati e diplomati e la Raccomandazione sul Quadro europeo di riferimento per la garanzia della qualità dell’istruzione e della formazione professionale (EQAVET);

– fornire sostegno allo sviluppo del capitale umano di microimprese e PMI tramite il miglioramento delle competenze e la riqualificazione dei lavoratori;

– promuovere l’apprendimento innovativo di competenze chiave in ambito IFP, adeguando la definizione e la valutazione dei programmi;

– promuovere strumenti e opportunità per lo sviluppo professionale di insegnanti, formatori, tutori e/o leader dell’IFP affinché siano preparati ad affrontare le sfide future (ad esempio la digitalizzazione).

 

Il contributo UE potrà coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto e sarà compreso tra 300.000 e 500.000 euro per i progetti del lotto 1 e tra 600.000 e 800.000 euro per i progetti del lotto 2.

I progetti devono avere durata di 24 mesi con inizio tra il 01/09/2017 e il 01/11/2017.

Europa Creativa – MEDIA: Bando EACEA/06/2018 – Cinema Networks

Europa Creativa – MEDIA: Bando EACEA/06/2018 – Cinema Networks

Cinema

Il bando EACEA/06/2018, lanciato nel quadro del sottoprogramma MEDIA di Europa Creativa, intende sostenere la creazione di una rete di sale cinematografiche.

Il bando si rivolge unicamente a network che rappresentino almeno 100 sale cinematografiche stabilite in almeno 20 Paesi ammissibili al sottoprogramma MEDIA (oltre ai Paesi UE, i Paesi extra UE indicati in questo documento). Possono far parte della rete solamente le sale cinematografiche europee indipendenti che:

– siano di prima visione (programmino film europei in prima visione entro 12 mesi dalla prima proiezione nazionale). Sono ammissibili cinema che dedicano al massimo il 30% delle proiezioni a retrospettive o riedizioni;

– siano aperte al pubblico da almeno 6 mesi;

– dispongano di un sistema di biglietteria e dichiarazione degli ingressi;

– possiedano almeno 1 schermo e 70 posti a sedere;

– procedano ad almeno 300 proiezioni all’anno per le sale cinematografiche con schermo singolo o 520 proiezioni all’anno per quelle con più schermi (sale operative almeno 6 mesi all’anno), e ad almeno 30 proiezioni al mese per le sale cinematografiche estive/all’aperto (sale operative meno di 6 mesi all’anno);

– nei precedenti 12 mesi abbiano registrato un ingresso di 20.000 spettatori.

La rete di sale cinematografiche dovrebbe realizzare le seguenti attività:

– attività di rete: informazione, animazione e comunicazione;

– sostegno finanziario alle sale cinematografiche della rete che svolgono: azioni volte a promuovere e proiettare film europei; attività educative volte alla sensibilizzazione del pubblico giovanile; attività di promozione e di marketing in cooperazione con altre piattaforme di distribuzione (per esempio, emittenti televisive e piattaforme VoD).

La Commissione Ue intende finanziare un solo progetto, per il quale verrà siglato un accordo quadro di partenariato della durata di 2 anni (2019-2020).

Il bando ha una dotazione complessiva pari a 10,9 milioni di euro. Il cofinanziamento UE potrà coprire fino al 50% dei costi totali ammissibili del progetto selezionato.

Il termine per presentare proposte è fissato al 31 maggio 2018.

Selezione organizzazioni intermediarie – Erasmus

Erasmus per giovani imprenditori – Bando 2017 per selezionare organizzazioni intermediarie (COS-EYE-2015-4-01)


Il programma Erasmus per giovani imprenditori ha lo scopo di rafforzare l`imprenditorialità, sviluppare una mentalità internazionale e la competitività delle PMI europee e favorire potenziali start-up imprenditoriali e micro e piccole imprese di nuova costituzione nell`UE e nei Paesi partecipanti.
Attraverso questo bando il programma intende:
– fornire formazione su campo per i nuovi imprenditori all’interno di PMI di un paese diverso da quello di origine al fine di agevolare un avvio di successo e lo sviluppo delle loro business idea;
– favorire la condivisione di esperienze e informazioni tra gli imprenditori sugli ostacoli e le sfide che si affrontano nell’avviare e sviluppare la propria attività;
– migliorare l`accesso al mercato e l`individuazione di potenziali partner per imprese nuove e imprese già attive in altri Paesi partecipanti;
– supportare il networking fra imprenditori di diversi paesi partecipanti basandosi sulle conoscenze ed esperienze di altri Paesi,
– sviluppare ulteriormente una rete di Nuovi Imprenditori, imprenditori ospitanti e Organizzazioni Intermediarie,
– consentire a circa 1300 nuovi imprenditori di lavorare a fianco di un imprenditore ospite in un altro paese e imparare da esso,
– creare nuove imprese, joint venture e imprese spin-off e rafforzare la cooperazione transfrontaliera tra imprese,
– migliorare le attività internazionali e il potenziale innovativo degli imprenditori ospitanti.
Il bando finanzia la selezione di organizzazioni intermediarie che andranno ad ampliare e rafforzare la rete degli IOs che operano a livello locale in qualità di punti di contatto locali per agevolare l’abbinamento fra NEs e HEs, promuovendo e agevolando la mobilità dei NEs e permettendo così ai giovani (o potenziali) imprenditori di trascorrere un periodo in un Paese diverso dal proprio, presso aziende di HEs, allo scopo di fare esperienza su campo e migliorare le possibilità di successo delle loro aziende.
Saranno selezionate circa 10 nuove IOs (riunite in partnership di almeno 5 soggetti indipendenti fra loro) che dovranno cooperare fra loro e con le altre IOs esistenti al fine di dare attuazione ai progetti di mobilità dei giovani imprenditori, selezionando e accoppiando un NE e un HE.
Le attività che le IOs dovranno mettere in atto sono dettagliatamente spiegate nel Quality Manual (reperibile attraverso la pagina web del bando).
Beneficiari sono enti pubblici o privati attivi nel settore del sostegno alle imprese e in particolare:
– enti pubblici competenti o attivi in tema di questioni economiche, imprese, sostegno alle imprese o aspetti connessi,
– camere di commercio e industria, camere dell`artigianato o organismi analoghi,
– organizzazioni di sostegno alle imprese, centri che aiutano le imprese nella loro fase di avviamento, incubatori di imprese, parchi tecnologici,
– associazioni di imprese e reti di appoggio alle imprese,
– enti pubblici o privati che offrono servizi di sostegno alle imprese,
– istituti di istruzione superiore quali università o istituti per l’istruzione e la formazione professionale.
Il contributo comunitario può coprire fino al 90% dei costi sostenuti dalle IOs, per un massimo di 500.000 euro per partnership. I costi di gestione possono essere coperti dai finanziamenti del programma fino al 75% (il rimborso spese per i giovani imprenditori che prenderanno parte a una azione di mobilità coprirà il 100% delle spese per un massimo di 6.600 euro a imprenditore)
Le proposte progettuali devono essere presentate da partenariati di almeno 5 (e non più di 10) enti con sede in almeno 4 diversi Stati partecipanti; un ente può partecipare a una sola partnership (NB: i beneficiari che stanno già implementando il programma come parte di un consorzio quadro di partenariato dalla data di pubblicazione del presente bando non possono presentare domanda.
La durata massima dei progetti è di24 mesi con avvio previsto delle attività non prima del 1° febbraio 2018.
Le proposte di progetto devono essere inviate elettronicamente attraverso le modalità indicate nella pagina web del bando sul Portale dei Partecipanti (disponibili a partire dal 31 marzo).
Scadenza: 07/06/2017