Education and Training In The Space Sector

Education and Training In The Space Sector

universities-webinar-768x1086

 

Il 9 aprile 2024, dalle 11:00 alle 12:30, si terrà online l’undicesima sessione informativa “Education and Training In The Space Sector XI: how the european space education responds to the commercialisation of space?”.

L’evento esplorerà il modo in cui l’educazione spaziale europea si adatta alla crescente commercializzazione dello spazio, in espansione grazie alle aziende private che guidano l’innovazione e l’esplorazione nel settore spaziale upstream e downstream.

In particolare, sarà approfondito l’adattamento del curriculum, la collaborazione industriale, lo sviluppo delle competenze e le considerazioni etiche.

Per partecipare, è necessario registrarsi.

Info day Spazio – Horizon Europe Cluster 4

foto_info_day_spazio_4_dicembre_2023-1-1536x864

L’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), in collaborazione con APRE (Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea) organizza il 4 dicembre l’Info day Spazio, rivolto alla comunità spaziale nazionale, nel corso del quale verranno presentate le opportunità di finanziamento per le attività spaziali previste in Horizon Europe.

Rappresentanti della Commissione europea e dell’EUSPA illustreranno le diverse opportunità di finanziamento. Il workshop, in forma ibrida, si terrà presso la sede di Roma dell’ASI, in via del Politecnico, dalle ore 11 alle ore 16.

È richiesta la segnalazione della propria presenza nel form di registrazione, indicando la modalità di partecipazione (in presenza, o da remoto). La registrazione al workshop è obbligatoria entro il 1° dicembre. A valle della registrazione verrà inviato il link per il collegamento da remoto.

ESA: aperto nuovo bando “Diversity, Equity & Inclusion” per progetti spaziali innovativi

ESA: aperto nuovo bando "Diversity, Equity & Inclusion" per progetti spaziali innovativi

eit

Nell’ambito delle attività kick-start, è stato pubblicato dall’Agenzia Spaziale Europea – ESA il bando “Diversity, Equity & Inclusion (DE&I)”, con scadenza il 26 gennaio 2024.

Il bando è volto a studiare la fattibilità tecnica delle tecnologie e delle applicazioni spaziali che affrontano le sfide relative alla diversità, all’uguaglianza e all’inclusione nella società.

Le proposte progettuali possono afferire a tre temi:

  • Inclusive Cities: per progettare città sicure e accoglienti per tutti, con spazi pubblici e servizi di trasporto accessibili e per avere politiche promotrici di diversità e inclusione;
  • Inclusive Corporate Cultures and Business Models: per modelli aziendali inclusivi;
  • Inclusive Society for Elderly Citizens: per servizi disponibili per gli anziani. Le specificità di questa fascia della popolazione, ad esempio l’accessibilità, possono essere valutate meglio mediante immagini satellitari e applicazioni.

Le tecnologie spaziali che possono essere utilizzate per rispondere a queste sfide della società sono:

  • Satellite Communications (satcom): per garantire una copertura universale dei servizi digitali per cittadini e imprese;
  • Global Navigation Satellite Systems (GNSS): per migliorare la diversità, l’equità e l’inclusione nella società fornendo alle persone gli strumenti e le risorse necessarie per connettersi con gli altri;
  • Satellite Earth Observation (satEO): per migliorare le infrastrutture, contribuendo a identificare le difficoltà e migliorare l’integrazione nelle aree e nelle comunità meno servite.

Possono partecipare al bando le società stabilite nei seguenti Stati membri: Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Irlanda, Italia, Lituania, Lussemburgo, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna, Svezia e Regno Unito.

Solo gli operatori economici di di Germania, Lussemburgo e Regno Unito sono esenti dal richiedere una lettera di approvazione alla propria Delegazione Nazionale.

Per i restanti Paesi è richiesta una lettera di autorizzazione per la partecipazione.

Le attività Kick-Start sono finanziate al 75% dall’Agenzia spaziale europea fino a un massimo di 60.000 € per contratto.

Scadenza: 26 gennaio 2024

Spazio: le prospettive della NATO e la cooperazione con l’UE

6-dicembre-2023-evento-ue

Il 6 dicembre 2023 si terrà a Bruxelles e online il seminario ‘SPAZIO: Le Prospettive della NATO e la cooperazione con l’Unione Europea’ del ciclo ‘ICE ascolta l’Europa’.

L’evento seminariale tratterà delle opportunità di finanziamento, i programmi e i fondi disponibili da parte di UE e NATO nell’ambito spaziale.

Il programma prevede altresì incontri tra imprese (B2B) e un pranzo di networking per i partecipanti in presenza.

Per partecipare occorre la registrazione all’evento.

I bandi di Horizon Europe per le applicazioni spaziali avanzate

satellite-67718_1280

La EU Agency for the Space Programme (EUSPA) ha lanciato la terza call per sostenere lo sviluppo di applicazioni spaziali avanzate e l’adozione di soluzioni spaziali, con scadenza il 14 febbraio 2024.

I bandi rientrano nel Cluster 4 del programma di lavoro Horizon Europe, dedicato al digitale, all’industria e allo spazio. I progetti dovranno promuovere lo sviluppo di tecnologie all’avanguardia e applicazioni basate sullo spazio per affrontare una serie di sfide cruciali, che vanno dalla ripresa economica post-pandemia alla chiusura delle lacune di mercato e all’incremento della sicurezza globale.

  1. EGNSS – Transition towards a green, smart, and more secure post-pandemic society (Innovation Action): lo scopo di questa azione è lo sviluppo di tecnologie sinergiche basate sullo spazio per soluzioni verdi, intelligenti e più sicure che affrontano una serie di sfide sociali ed economiche emerse durante la crisi pandemica COVID-19;
  2. EGNSS – Closing the gaps in mature, regulated, and long-lead markets (Innovation Action): l’argomento mira a colmare le lacune nei mercati maturi e a fornire percorsi concreti verso la standardizzazione e la certificazione e una più ampia adozione dell’EGNSS. Le proposte possono essere presentate in uno qualsiasi dei seguenti ambiti:
    • sicurezza ferroviaria a supporto dell’efficienza della rete ferroviaria e la riduzione dei costi, convergendo verso un’adozione paneuropea di soluzioni basate su EGNSS, nell’ambito dell’evoluzione del sistema europeo di gestione del traffico ferroviario (ERTMS) o dell’adozione all’interno delle linee ferroviarie che non richiedono una piena interoperabilità con l’ERTMS,
    • standardizzazione e certificazione per l’uso dell’EGNSS per applicazioni legate alla sicurezza del mercato stradale e automobilistico in scenari di potenziale danno per gli esseri umani o danni a un sistema/ambiente, applicazioni di responsabilità e sistemi di gestione della flotta,
    • operazioni di aeromobili e pianificazione per operazioni più efficienti ed ecologiche supportate da EGNSS e dai suoi differenziatori;
  3. Copernicus-based applications for businesses and policy-making (Research and Innovation Action): le applicazioni di questo topic si baseranno sui dati e sulle ultime evoluzioni dei servizi Copernicus e potranno essere combinati con altre fonti di dati o servizi, compresi quelli basati su informazioni in situ/a terra e, se del caso, altre capacità spaziali come la raccolta di dati, servizi di comunicazione satellitare, navigazione;
  4. Designing space-based downstream applications with international partners (Research and Innovation Action): i progetti contribuiranno ai seguenti risultati:
    • l’uso di EGNSS e la condivisione di competenze con soggetti pubblici e/o privati per introdurre applicazioni e soluzioni basate sullo spazio dell’UE, sfruttando le loro caratteristiche innovative e uniche;
    • l’uso dei dati Copernicus per sviluppare congiuntamente algoritmi, servizi e prodotti che soddisfino le esigenze degli utenti locali e migliorino la qualità globale dei prodotti Copernicus;
    • l’uso combinato di EGNSS e Copernicus per sviluppare applicazioni downstream innovative che combinano posizionamento, navigazione e temporizzazione con servizi di osservazione della terra;
  5. EU GOVSATCOM for a safer and more secure EU (Innovation Action): le proposte dovrebbero selezionare almeno un caso d’uso GOVSATCOM e supportare l’adattamento di uno o più terminali SATCOM esistenti al fine di effettuare la dimostrazione e garantire il coinvolgimento delle comunità di utenti interessate. I casi d’uso target possono essere selezionati tra:
    • sorveglianza, compresi scenari sia terrestri sia marittimi;
    • gestione delle crisi, come telemedicina, aiuti umanitari, protezione civile, applicazione della legge, azione esterna dell’UE, emergenza marittima, ricerca e salvataggio;
    • infrastrutture chiave, come la gestione dei trasporti (aerei, ferroviari, stradali, marittimi), le infrastrutture spaziali, la comunicazione istituzionale, le infrastrutture critiche (rete energetica, CBRN, infrastrutture finanziarie, telecomunicazioni/ICT).

Possono partecipare al bando persone fisiche e giuridiche stabilite in uno degli Stati membri dell’Unione europea, comprese le loro regioni ultraperiferiche, nei paesi e territori d’oltremare (PTOM) e nei paesi associati a Horizon Europe.

Il budget complessivo è di € 34.500.000, per ogni topic sono destinati:

  • € 3.500.000 per il topic 1;
  • € 8.000.000 per il topic 2;
  • € 7.000.000 per il topic 3;
  • € 6.000.000 per il topic 4;
  • € 10.000.000 per il topic 5.

Scadenza: 14 febbraio 2024

Horizon Europe Info day – Cluster 4

Horizon Europe Info day - Cluster 4

L’11 e il 12 ottobre la Commissione europea organizza l’Info day dedicato ai bandi in uscita per il 2024 all’interno del Cluster 4 – Digital, Industry and Space.

Durante i due giorni dell’evento, relatori della Commissione europea presenteranno i topic del bando, la valutazione e il processo di selezione. I potenziali candidati avranno l’opportunità di porre domande.

Nell’ambito del II pilastro di Horizon Europe, il Cluster 4 si concentra sul digitale, l’industria e lo spazio e mira a realizzare i seguenti obiettivi:

  • Produzione neutrale dal punto di vista climatico, circolare e digitalizzata
  • Maggiore autonomia all’interno delle value chains strategiche per un’industria resiliente.
  • Tecnologie informatiche e dei dati all’avanguardia a livello mondiale.
  • Tecnologie digitali ed emergenti per la competitività e l’adattamento al Green Deal
  • Autonomia strategica aperta nello sviluppo, nella distribuzione e nell’utilizzo di infrastrutture, servizi, applicazioni e dati spaziali globali.
  • Uno sviluppo etico e incentrato sull’uomo delle tecnologie digitali e industriali.

L’evento si svolge on line ed è necessaria la registrazione.

Regions as Key Players in European Space Policy – Bruxelles, 20 marzo 2023

Regions as Key Players in European Space Policy - Bruxelles, 20 marzo 2023

56

Il 20 marzo dalle 14.30 alle 17.30 la rete NEREUS (Network of European Regions Using Space Technologies) terrà a Bruxelles, presso la Delegazione del Governo della Catalogna, l’evento inerente al ruolo chiave delle regioni nella politica spaziale europea.

Negli ultimi anni, il rinnovato interesse nell’osservazione ed esplorazione dello spazio hanno portato alla crescita delle infrastrutture spaziali, a nuova disponibilità dei dati e più soluzioni a beneficio della società. In tale contesto, le regioni ricoprono un ruolo chiave nel riconoscimento e nell’impiego dello spazio quale asset strategico e fonte di conoscenza che guida all’innovazione, alla crescita economica, a maggiore professionalità e capacità di adattamento ai cambiamenti climatici.

A favore delle strategie spaziali regionali NEREUS offre una piattaforma di scambio, sviluppo e condivisione di informazioni e conoscenza nel rispetto degli interessi delle varie regioni ed evidenziandone la rilevanza di questi per le politiche e i programmi europei inerenti allo spazio.

L’evento sarà incluso in una serie di iniziative negli Stati Uniti e in Europa in occasione del centesimo anniversario del biochimico catalano Joan Orò, il quale contribuì all’esplorazione spaziale partecipando anche a diverse missioni NASA. L’iniziativa sarà, dunque, introdotta da un panel che presenterà l’eredità del biochimico e due esperimenti all’avanguardia nel settore dell’esplorazione spaziale.

Per partecipare occorre registrarsi all’evento.

Biomedicina Spaziale per le Future Missioni di Esplorazione Umana dello Spazio: a Call to Action – Roma e online, 15-17 marzo 2023

Biomedicina Spaziale per le Future Missioni di Esplorazione Umana dello Spazio: a Call to Action - Roma e online, 15-17 marzo 2023

nasa-q1p7bh3shj8-unsplashSi terrà dal 15 al 17 marzo 2023, presso la sede dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), l’evento “Biomedicina Spaziale per le Future Missioni di Esplorazione Umana dello Spazio: a Call to Action”.

Durante l’incontro saranno valutate idee e proposte sia tecnologiche che scientifiche nel campo della biomedicina spaziale, con lo scopo di condividere l’eredità esistente, e individuare i punti di forza e le eventuali criticità per il potenziamento del settore.

Possono partecipare all’evento università, enti e istituti di ricerca scientifica e tecnologica pubblici o privati, le imprese.

L’obiettivo è la creazione di un network interdisciplinare e la promozione di attività correlate, per contribuire in modo sinergico alle future missioni scientifiche a partecipazione nazionale, anche in un contesto internazionale.

L’incontro si svolgerà in modalità ibrida: i relatori saranno in presenza mentre i partecipanti potranno seguire da remoto.

Per partecipare è necessaria la registrazione, da effettuare entro il 12 marzo.

EU Space Week 2022

space-week

 

Si terrà dal 3 al 6 ottobre 2022 a Praga, nella Repubblica Ceca, la Settimana dell’UE dedicata allo spazio, l’evento di punta dell’ecosistema spaziale, organizzata dalla Commissione europea e dall’Agenzia dell’Unione europea per il programma spaziale.

L’edizione 2022 dell’evento riunirà l’intera comunità spaziale dell’Unione europea. Dai responsabili politici all’industria, dalle start-up alle autorità pubbliche, dagli investitori agli utenti. Il focus dell’evento sarà dedicato all’imprenditorialità e all’innovazione nelle imprese spaziali dell’UE, mostrando il ruolo catalizzatore che il programma spaziale dell’UE svolge nell’innescare cambiamenti positivi nella società.

Le modalità di registrazione per partecipare all’evento apriranno a breve.

Copernicus Horizon 2035

 

Il 16 e il 17 Febbraio 2022 si tiene a Tolosa, e in modalità on line, la conferenza Copernicus Horizon 2035 organizzata dalla Commissione europea e dalla Presidenza francese del Consiglio dell’Unione europea. L’evento mira a presentare la componente Copernicus del Programma spaziale europeo, i risultati finora raggiunti e gli obiettivi e le opportunità future.

La conferenza è l’occasione per delineare, dopo l’implementazione di Copernicus 2.0 nel 2021, il futuro di Copernicus e dei suoi servizi e di identificare nuove risorse e innovazioni per le sue applicazioni, evidenziando i potenziali vantaggi della combinazione dei dati Copernicus con le tecnologie digitali.

L’agenda prevede in apertura gli interventi di Frédérique Vidal, Ministro francese per l’insegnamento superiore, ricerca e innovazione, Thierry Breton, Commissario europeo per il mercato interno e Joseph Aschbacher, Direttore Generale dell’ESA.

Durante l’evento ogni partecipante può accedere all’interno di una piattaforma online attraverso la quale visitare lo stand virtuale di Copernicus Marine, ricevere informazioni aggiornate sul Copernicus Marine Service e interagire dal vivo con esperti marini.

1 2 3