Strumento Finanziario Negoziale – SFIN

Strumento Finanziario Negoziale – SFIN

marketing-board-strategy

Con il presente strumento finanziario la Regione Campania intende agevolare programmi di investimento volti ad accrescere la competitività delle imprese operanti nei seguenti settori strategici: a) Aerospazio, b) Automotive e Cantieristica, c) Agroalimentare, d) Abbigliamento e Moda,), e) Biotecnologie e ICT, f) Energia e Ambiente, g) Turismo. Lo SFIN è composto da un contributo a fondo perduto, un Finanziamento Agevolato, un Finanziamento bancario e una garanzia pubblica concessa su prestiti finalizzati all’attivo circolante.

Possono presentare domanda le PMI e le Grandi Imprese, in forma singola o aggregata in forma di rete di imprese.

Sono ammissibili i programmi d’investimento in attivi materiali e immateriali, rientranti nei settori sopraindicati, riguardanti unità locali ubicate/da ubicare nel territorio della Regione Campania e concernenti: a) la realizzazione di nuove Unità produttive; b) l’ampliamento di Unità produttive esistenti; c) la diversificazione della produzione di uno stabilimento esistente; d) un cambiamento fondamentale del processo di produzione complessivo di un’Unità produttiva esistente; e) il potenziamento e miglioramento della offerta ricettiva delle attività integrative, dei servizi di supporto alla fruizione del prodotto; f) l’aumento dell’efficienza energetica nei processi produttivi o negli edifici delle unità locali oggetto dell’investimento.

Sono ammissibili alle agevolazioni le spese relative all’acquisto di beni e servizi rientranti nelle seguenti categorie: a) suolo aziendale e sue sistemazioni, nella misura massima del 5% dell’importo complessivo ammissibile per ciascun Programma d’investimento; b) fabbricati, opere murarie e assimilate, nella misura massima del 40% dell’importo complessivo ammissibile per ciascun Programma d’investimento, ad eccezione del settore turistico per il quale sono ammissibili nella misura massima del 70%; c) macchinari, impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica; d) programmi informatici, brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi.

Le agevolazioni previste sono: a) Contributo a fondo perduto agli investimenti concesso a valere sulle risorse regionali sui costi di ciascun Programma di investimenti fissi agevolabili nella misura di massimo 35% se il Soggetto Beneficiario è una Piccola Impresa; massimo 30% se è una Media Impresa; massimo 20% se è una Grande Impresa. b) Contributo a fondo perduto calcolato su un piano convenzionale di ammortamento, con rate semestrali costanti posticipate scadenti il 30 giugno e il 31 dicembre di ogni anno. c) Finanziamento Agevolato nella misura minima del 25% e nella misura massima del 40% degli investimenti fissi agevolabili.

l Soggetti Proponenti presenteranno, a pena di esclusione, la domanda di accesso in formato elettronico, accedendo alla piattaforma tramite la URL: bandi.sviluppocampania.it. La scadenza per la presentazione della domanda è il 10 settembre 2020.

“Investimenti per il ripristino di impianti arborei a destinazione produttiva danneggiati da Erwinia amylovora con riferimento al pero, da Sharka (PPV) con riferimento alle drupacee e da Tristeza (CTV) e Plenodomus tracheiphilus (malsecco degli agrumi) in riferimento agli agrumi”

“Investimenti per il ripristino di impianti arborei a destinazione produttiva danneggiati da Erwinia amylovora con riferimento al pero, da Sharka (PPV) con riferimento alle drupacee e da Tristeza (CTV) e Plenodomus tracheiphilus (malsecco degli agrumi) in riferimento agli agrumi”

agriculture

La sottomisura risponde principalmente alla priorità dell’adattamento al cambiamento climatico e indirettamente agli obiettivi ambientali. Gli interventi saranno rivolti agli investimenti per il ripristino di impianti arborei a destinazione produttiva.

I beneficiari delle sottomisura sono gli imprenditori agricoli che, prima della domanda, hanno subito un danno causato dalla fitopatia alla coltura arborea, in ordinario stato colturale, in misura non inferiore al 30% del potenziale agricolo interessato, riferito a ogni singola unità produttiva aziendale, omogenea per caratteristiche fisiche e agronomiche destinata ad agrumi (per il CTV), limone (per il malsecco Plenodomus tracheiphilus), pomacee (per Erwinia amylovora), drupacee (per la Sharka).

La dotazione finanziaria del presente Bando è pari ad € 10.000.000,00. Le spese ammissibili sono finalizzate a riportare l’impianto arboreo nelle condizioni di efficienza nelle quali si trovava prima del verificarsi dell’evento. Sono ammissibili le attività relative all’espianto degli arboreti, nonché la distruzione delle piante infette, ove disposta da una misura fitosanitaria, l’allontanamento e l’eventuale smaltimento del materiale di risulta dell’impianto arboreo danneggiato, l’acquisto e il reimpianto di varietà/specie di piante resistenti o tolleranti.

Il sostegno è concesso sotto forma di contributo, in conto capitale, pari al 100% dei costi ammissibili, per gli interventi di ricostituzione. L’importo massimo concedibile è pari ad € 200.000,00 per beneficiario, mentre l’importo minimo ammissibile è pari ad € 15.000,00 per Beneficiario.

La domanda di sostegno deve essere presentata, utilizzando esclusivamente il modello predisposto dall’Amministrazione, esclusivamente tramite il portale SIAN e imputata informaticamente alla Regione Siciliana Dipartimento Regionale Agricoltura – Ispettorato dell’Agricoltura competente per Territorio dal 15 giugno 2020 al 31 ottobre 2020.

“Sostegno a investimenti nelle aziende agricole”

“Sostegno a investimenti nelle aziende agricole”

agriculture

La Sottomisura è finalizzata all’ammodernamento del sistema produttivo agricolo ed agroalimentare attraverso un sostegno per le imprese agricole che realizzano investimenti materiali e/o immateriali, volti al miglioramento del rendimento globale aziendale nonché al riposizionamento delle stesse sui mercati.

La dotazione finanziaria del presente Bando è pari ad € 40.000.000,00. Possono partecipare gli agricoltori, persone fisiche e giuridiche (società agricola di persone, capitali o cooperativa di produzione). Il sostegno è concesso, a titolo esemplificativo e non esaustivo, per le seguenti categorie di interventi: acquisizione, costruzione e/o miglioramento di beni immobili; viabilità ed elettrificazione aziendale; realizzazione e/o riattamento di locali idonei per il personale dipendente dell’azienda; realizzazione di nuovi impianti di colture poliennali; interventi di miglioramento fondiario; acquisto di macchine ed attrezzature agricole nuove; costruzione e riattamento di serre e/o serre-tunnel e/o tenso-strutture per la coltivazione e la produzione di prodotti orto-frutticoli e florovivaistici; punti vendita aziendali e connesse sale di degustazione; spese generali come studi di fattibilità, valutazione di incidenza e di impatto ambientale, stesura e predisposizione di tutti gli elaborati progettuali, direzione, contabilizzazione, rendicontazione e collaudo dei lavori.

Le iniziative progettuali con un importo di spesa inferiore o pari a € 20.000,00, ad eccezione per le aziende agricole ricadenti nelle isole minori, nelle quali tale importo è ridotto ad € 10.000,00 non saranno ritenute ammissibili. Il livello contributivo è pari al 50% del costo dell’investimento ammissibile; la dimensione finanziaria massima dell’investimento complessivo ammesso a finanziamento per ciascuna iniziativa non potrà eccedere 300.000,00 euro.

La domanda di sostegno deve essere presentata, utilizzando esclusivamente il modello predisposto dall’Amministrazione, esclusivamente tramite il portale SIAN e imputata informaticamente a: Regione Siciliana Dipartimento Regionale Agricoltura – Ispettorato dell’Agricoltura competente per territorio (vedasi periodo successivo relativo alla presentazione della domanda cartacea) dal 15 maggio 2020 al 15 ottobre 2020.

SCADENZA: 15.10.2020

“AIUTA IMPRESA”

“AIUTA IMPRESA”

business-561387__340

Con il presente Avviso la Regione Abruzzo promuove la concessione di un contributo a fondo perduto per spese di investimento, ai sensi dell’art.4 “Misure per il rilancio dell’economia regionale” della Legge Regionale 6 aprile 2020, n.9 “Misure straordinarie ed urgenti per l’economia e l’occupazione connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

L’Avviso, che ha una dotazione di 6 milioni di euro, è destinato a Micro e Piccole Imprese e lavoratori autonomi in regime forfettario, attivi da oltre 3 anni ed operanti, da almeno tre anni, nel territorio abruzzese.

Il contributo consiste in una sovvenzione diretta, a fondo perduto, concessa a titolo di rimborso delle spese di investimento, nella misura del 40% delle spese sostenute e fino ad un massimo di € 5.000,00 (cinquemila/00) al netto dell’IVA.

Le spese ammissibili sono quelle effettuate dalla data del 1° gennaio 2020 e fino alla data di scadenza del presente avviso. Sono ammissibili le spese per l’acquisto di macchinari, attrezzature, mezzi di trasporto, arredi, strumenti, dispositivi, hardware, software e applicativi digitali e la strumentazione accessoria al loro funzionamento, mezzi di trasporto ad uso strumentale all’attività.

La domanda può essere presentata attraverso piattaforma telematica raggiungibile dal sito web della Regione Abruzzo https://sportello.regione.abruzzo.it/. La piattaforma informatica per la presentazione delle domande sarà attiva dalle ore 00:00 del 26 maggio alle ore 23:59 del 4 luglio.

 

Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale

Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale

business-561387__340

Obiettivo del presente avviso è quello di sostenere la competitività delle imprese, attraverso la realizzazione di nuovi prodotti, che costituiscono una novità per l’impresa e/o per il mercato e l’innovazione dei processi produttivi. I beneficiari di tale Azione sono le le micro, piccole e medie imprese (mPMI),localizzate nella Regione Abruzzo.

Sono ammissibili alle agevolazioni le proposte progettuali che contemplino una o più tipologie di intervento di seguito specificate: A)implementazione di un nuovo prodotto per l’impresa e/o per il mercato; B)innovazione del processo produttivo già avviato, mediante cambiamenti di tecniche, attrezzature e/o software, tendenti a diminuire il costo unitario di produzione e/o ad aumentare la capacità produttiva dell’impresa. Le spese ammissibili sono le seguenti: a) macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica; b) opere murarie ed impiantistiche; c) programmi informatici, brevetti, licenze , know how e conoscenze tecniche non brevettate; d) servizi di consulenza; e) perizia giurata; f) fideiussione bancaria o polizza assicurativa.

L’ammontare complessivo delle risorse destinate al finanziamento del presente Avviso è pari a 5.600.000,00. Le agevolazioni saranno concesse nella forma di un contributo in conto capitale sulla spesa ammissibile; il progetto d’investimento proposto dovrà prevedere, a pena d’esclusione, una spesa minima (IVA esclusa) pari a € 70.000,00; il contributo concedibile non può essere superiore a € 200.000,00 .Rispetto alla spesa totale per l’investimento, possono essere richieste le seguenti percentuali di contributo: fino al 30%, 35 %, 40 %, 45%, 50%. Percentuali di contribuzione privata più alta implicheranno un punteggio maggiore in sede di valutazione della proposta.

Le imprese possono proporre la propria candidatura alla Regione Abruzzo a mezzo di apposita piattaforma informatica all’indirizzo Internet http://app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici/. La piattaforma di caricamento è resa disponibile a partire dalle ore 12:00 del giorno 6 marzo 2020,sino alle ore 12:00 del giorno 20 aprile 2020.

SCADENZA: 31/05/2020

MISE – Piano Transizione 4.0: credito d’imposta per investimenti in beni strumentali

MISE - Piano Transizione 4.0: credito d’imposta per investimenti in beni strumentali

business-561387__340

Nell’ambito delle nuove linee di intervento del Piano Transizione 4.0, il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ha reso disponibile una nuova misura per le imprese che vogliono usufruire di un credito d’imposta per investimenti in beni strumentali.
La misura ha l’obiettivo di sostenere e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive sul territorio italiano. Possono accedervi tutte le imprese con sede in Italia.
Per gli investimenti in beni strumentali materiali tecnologicamente avanzati è riconosciuto un credito d’imposta nella seguente misura:
40% del costo per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
20% del costo per la quota di investimenti oltre i 2,5 milioni di euro e fino al limite di costi complessivamente ammissibili pari a 10 milioni di euro.
Per gli investimenti in beni strumentali immateriali funzionali ai processi di trasformazione 4.0 è invece riconosciuto un credito d’imposta nella misura del 15% del costo nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 700.000.
Infine, per investimenti in altri beni strumentali materiali è riconosciuto un credito d’imposta nella misura del 6% nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 2 milioni di euro.
Il credito si applica agli investimenti effettuati a decorrere dal 1° gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020.

FEAMP 2014-2020 – Misura 2.48 – Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura – Anno 2020

FEAMP 2014-2020 – Misura 2.48 – Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura – Anno 2020

oyster-farm-1404177_640

La misura è diretta a sostenere la competitività e la redditività delle imprese acquicole, incluso il miglioramento della sicurezza e delle condizioni di lavoro, la promozione della salute e del benessere degli animali e della salute e della sicurezza pubblica, a favorire un’acquacoltura sostenibile sotto il profilo ambientale, promuovendo l’uso efficiente delle risorse e sostenendo la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio.

Possono presentare domande, le PMI, le Grandi e le Micro Imprese.

Scadenza: 15/04/2020

Investimenti aziendali, pubblicate le Linee di indirizzo del bando POR FESR Abruzzo Azione 3.1.1.

Investimenti aziendali, pubblicate le Linee di indirizzo del bando POR FESR Abruzzo Azione 3.1.1.

tractor-917666__340

Sul BURA Ordinario  N° 1 del 08 Gennaio 2020 è stata pubblicata la Deliberazione di Giunta n.700 del 18 novembre 2019, recante l’approvazione delle Linee di indirizzo del Bando POR FESR ABRUZZO 2014-2020 Azione 3.1.1.: “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale”. Beneficiarie del bando, i cui termini per la presentazione delle domande saranno pubblicati con successivo provvedimento della Regione Abruzzo, sono le micro, piccole e medie imprese già costituite della regione Abruzzo che propongano un progetto di investimento minimo di 70 mila euro.

Le iniziative ammissibili possono riguardare macchinari, impianti e attrezzature; opere murarie e impiantistiche (max 20% del progetto); programmi informatici, brevetti, licenze; consulenze; perizia giurata (max 3% del progetto); fideiussione bancaria o polizza assicurativa. L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale sulla spesa ammissibile. Per tutti gli ulteriori dettagli si attende l’emanazione dell’Avviso pubblico da parte di Regione Abruzzo

Incentivi all’occupazione L.R. n. 14/2014 promozione degli investimenti in Emilia-Romagna

Incentivi all'occupazione L.R. n. 14/2014 promozione degli investimenti in Emilia-Romagna

Spin-off universitario

L’Invito ha l’obiettivo di sostenere l’incremento dell’occupazione delle imprese selezionate in esito all’Invito di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 31/2016 rendendo disponibili incentivi all’assunzione di persone svantaggiate e/o disabili, nei limiti finanziari complessivi definiti dai programmi di insediamento delle stesse imprese.

Possono presentare richiesta di incentivi all’assunzione, in qualità di beneficiari degli aiuti previsti, le imprese che hanno sottoscritto i richiamati accordi regionali di insediamento e sviluppo delle imprese di cui all’art. 6 della L.R. n. 14/2014, prevedendo aiuti all’occupazione di cui alla lettera F) dell’art. 4 comma 2 dell’Invito approvato con la deliberazione di Giunta regionale n. 31/2016.

La domanda deve essere inviata a far data dal 03/02/2020 e fino alla concorrenza dell’importo massimo degli aiuti per le assunzioni definite dai rispettivi programmi di insediamento e comunque entro le ore 12.00 del 30/06/2020.

Bando 2019 Misura 2.48 – Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura

Bando 2019 Misura 2.48 – Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura

oyster-farm-1404177_640

La presente misura è incentrata su iniziative destinate a finanziare investimenti produttivi per il settore acquacoltura, in linea con l’obiettivo tematico di migliorare la competitività delle PMI previsto tra gli obiettivi tematici Quadro Strategico Comune per la programmazione 2014/2020 (Obiettivo Tematico 3).

Si tratta di concessione di contributi a favore delle imprese acquicole per investimenti produttivi e ammodernamenti delle unità produttive, compreso l’acquisto di strumentazione, attrezzature e macchinari per favorire un’acquacoltura sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente in termini di risorse ed innovativa.

Le risorse stanziate complessivamente sul presente bando per la Misura 2.48 e) i) j) ammontano a 998.477,80 € di spesa pubblica totale, ripartite nel seguente modo:

– 50% a carico del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca pari a 499.238,90 €

– 35% a carico del Fondo di Rotazione pari a 349.467,23 €

– 15% a carico del Bilancio Regionale pari a 149.771,67 €.

L’aiuto è in conto capitale e copre il 50% delle spese ammissibili. Il contributo va da un minimo di 20.000,00 € ad un massimo di 200.000,00 € per investimenti. L’erogazione avviene con stato avanzamento lavori e collaudo finale.

Scadenza: 02/03/2020

1 2 3