Liguria: nuovo bando per progetti di ricerca e innovazione

Liguria: nuovo bando per progetti di ricerca e innovazione

Training

La Regione Liguria ha pubblicato un nuovo bando POR-FESR per progetti di ricerca e innovazione.

Il bando è dedicato alle micro, piccole medie e grandi imprese in forma singola o associata appartenenti ai 5 Poli di Ricerca ed Innovazione della Regione.

Saranno finanziati progetti complessi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale negli ambiti tecnologici individuati nella “Smart Specialisation Strategy” della Regione Liguria:

  • tecnologie del mare
  • salute e scienze della vita
  • sicurezza e qualità della vita nel territorio

I progetti dovranno avere durata non superiore a 18 mesi e avere un costo ammissibile compreso tra 400.000 e 2.000.000 di euro. L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto, con percentuali differenti come esplicitato nel bando.

La data di presentazione delle domande, redatte esclusivamente on line accedendo al sistema Bandi on line, slitta dal 5 al 19 giugno 2020. Procedura offline disponibile a partire dal 29 maggio 2020.

Bando SWITCH

Bando SWITCH

monastery-569368_640

Le finalità del bando promosso da Compagnia di San Paolo sono:

  • Promuovere la cultura della pianificazione strategica attraverso la definizione di un piano dell’innovazione pluriennale e integrato alla strategia complessiva dell’ente;
  • Favorire lo sviluppo e la diffusione della cultura e delle competenze dell’innovazione negli enti culturali;
  • Contribuire alla sostenibilità economica degli enti attraverso la realizzazione di un piano dell’innovazione basato sull’efficientamento gestionale e/o la capacità di generare nuove entrate;
  • Favorire una maggiore contaminazione tra il mondo tecnologico e quello dei beni culturali per giungere ad un paradigma condiviso per un’efficace gestione tecnologica e interpretazione digitale del patrimonio culturale

Il bando è previsto in due fasi:

Fase 1 – Febbraio/Giugno 2020

Per la Fase 1 del bando si richiede ai soggetti candidati la presentazione di un piano d’innovazione pluriennale del proprio ente nell’ambito della gestione e/o della valorizzazione, che comprenda un’analisi as is delle risorse tecnologiche, delle risorse umane e dell’efficienza in un presidio o funzione, individui una prospettiva strategica volta a rispondere ad un bisogno negli ambiti sopra indicati, nonché le azioni e gli strumenti innovativi attivabili per dare risposta a tale esigenza.

Fase 2 – Luglio/Novembre 2020

La Fase 2 richiede la candidatura di un progetto esecutivo individuato nell’ambito del piano dell’innovazione proposto, comprensivo delle attività di sviluppo delle competenze necessarie alla sua attuazione e dell’implementazione delle relative tecnologie abilitanti. Potranno accedere alla Fase 2 e compilare la relativa richiesta solo gli enti selezionati nella Fase 1.

Sono ammessi al bando gli enti così come indicati in dettaglio nel documento “Linee applicative del Regolamento per le Attività Istituzionali” presente sul sito web della Fondazione Compagnia di San Paolo. In particolare, il bando è rivolto agli enti culturali del Piemonte, della Liguria e della Valle d’Aosta, che gestiscono in maniera stabile e continuativa da almeno 5 anni, beni e/o attività culturali (musei, spazi espositivi, teatri, complessi monumentali, fortezze, ville, palazzi, spazi performativi…). Fra questi, possono partecipare al presente bando enti che hanno già rapporti in essere con la Fondazione Compagnia di San Paolo, compresi gli Enti partecipati e coloro che ricevono un Sostegno delle Attività Istituzionali (SAI).

Per la Fase 1, la scadenza di presentazione delle candidature è fissata alle ore 12 di giovedì 28 maggio 2020.

Per la Fase 2, la scadenza di presentazione dei progetti è fissata alle ore 12 di mercoledì 30 settembre 2020.

Bando Luoghi della Cultura 2020

Bando Luoghi della Cultura 2020

monastery-569368_640

La Fondazione Compagnia di San Paolo emana l’edizione 2020 del bando “Luoghi della Cultura” per la presentazione di richieste di contributo a sostegno di iniziative volte alla valorizzazione dei luoghi della cultura presenti sul territorio piemontese, ligure e valdostano.

Il bando è uno strumento funzionale a una migliore programmazione degli interventi e a una attività di valutazione e selezione più strutturata, utile a restituire un quadro complessivo sul ruolo che il patrimonio culturale ha per lo sviluppo del territorio. Il bando consente inoltre agli enti di poter garantire una programmazione strutturata di attività di valorizzazione dei beni culturali e di acquisire competenze progettuali utili a una migliore gestione del patrimonio culturale, prestando altresì attenzione al tema della sostenibilità. I destinatari ultimi del bando sono da individuarsi nelle comunità, che possono trarre dalla valorizzazione dei beni culturali opportunità di sviluppo in ambito culturale, economico e sociale.

Sono ammessi alla partecipazione al bando gli enti così come indicati in dettaglio nel documento “Linee applicative del Regolamento per le Attività Istituzionali” presente sul sito web della Fondazione Compagnia di San Paolo alla sezione “La Fondazione”.

In caso di esito positivo della selezione la Fondazione Compagnia di San Paolo accorderà un contributo per un importo massimo di € 100.000, corrispondente a non oltre il 75% del costo complessivo del progetto. Il cofinanziamento richiesto obbligatoriamente è pari ad almeno il 25% del costo complessivo del progetto e potrà essere reso disponibile dallo stesso ente richiedente o da altri soggetti finanziatori.

Nella quota di cofinanziamento non possono comunque essere compresi: il controvalore dell’eventuale lavoro di volontari; il costo di ammortamenti; per quanto concerne gli enti pubblici, il controvalore del tempo lavoro del personale dipendente strutturato.

Scadenza: 24/04/2020

Bando Restauro Ambientale Sostenibile

Bando Restauro Ambientale Sostenibile

bosco

La Compagnia di San Paolo con il bando Restauro Ambientale Sostenibile intende sollecitare progetti concreti e sostenibili per la rigenerazione, la protezione e la valorizzazione del patrimonio naturale delle aree maggiormente antropizzate dei territori di Piemonte e Liguria. Il particolare il bando intende perseguire i seguenti obiettivi:

  • aumentare la dotazione naturale dei centri urbani/periurbani di Piemonte e Liguria
  • incentivare la cultura della tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale locale
  • rafforzare il ruolo del capitale naturale nelle strategie di pianificazione e sviluppo territoriale
  • favorire la consapevolezza pubblica e individuale riguardo ai benefici dell’investimento in capitale naturale
  • supportare i processi di inclusione sociale, sviluppo economico e valorizzazione culturale mediante l’investimento in capitale naturale
  • favorire la responsabilizzazione dei cittadini rispetto al patrimonio naturale dei loro territori
  • rafforzare i legami di cooperazione e solidarietà nella comunità
  • promuovere l’educazione ambientale.

Le proposte di progetto sottomesse dovranno orientarsi il più possibile alla maggior parte dei suddetti obiettivi.

Sono ammessi alla partecipazione al bando gli enti così come indicati in dettaglio nel documento “Linee applicative del Regolamento per le Attività Istituzionali”. I soggetti proponenti dovranno dimostrare di avere pieno titolo giuridico ad operare sull’area oggetto dell’intervento (anche attraverso comodato o convenzione o patto di collaborazione) e dovranno garantire la manutenzione dell’area per un arco di tempo non inferiore a 5 anni. In fase di presentazione della domanda saranno ammesse anche manifestazioni di intenti contenenti l’impegno, da parte dei soggetti interessati a perfezionare in tempi certi gli atti giuridici necessari alla realizzazione del progetto in caso di selezione positiva di quest’ultimo.

Il contributo potrà andare da un minimo di € 75.000 ad un massimo di € 350.000. Il contributo non potrà comunque essere superiore al 75% dei costi. Alla copertura del restante 25% sono ammesse risorse proprie del capofila e dei partner, contributi pubblici e/o privati, valorizzazioni di beni e servizi forniti in natura, etc.; non potrà essere valorizzata l’attività di volontariato non riconducibile a una prestazione professionale pro bono.Il termine di presentazione delle domande è previsto tassativamente alle ore 17 del giorno 28 febbraio 2020.

Bando CIC 2

Bando CIC 2

hand-1137977_1280

Dopo aver accompagnato le fasi di realizzazione del Polo del ‘900, centro culturale che interpreta il proprio ruolo quale laboratorio permanente di cittadinanza e democrazia, la Compagnia di San Paolo ha proseguito la riflessione su queste tematiche aprendo un nuovo fronte di lavoro sul rapporto potenziale tra cultura, innovazione e dimensione civica, in linea con quanto si sta dibattendo a livello europeo circa il ruolo della cultura nella diffusione della pratica democratica. Tutto questo ha portato all’emanazione dal 2018 del bando CivICa.

Il bando si rivolge a progetti interamente focalizzati sulla sperimentazione di beni, processi e servizi culturali volti a favorire l’attivazione della propensione civica degli individui.

Verrà data la priorità a quei progetti ideati per essere adottati permanentemente nelle attività delle organizzazioni culturali coinvolte e/o che abbiano un potenziale sviluppo imprenditoriale, in grado di renderlo replicabile e sostenibile nel medio periodo (legacy).

L’individuazione del bisogno civico sul quale agire e le modalità con cui provare a incidere dovranno prendere le mosse da evidenze empiriche, studi, collaborazioni con ricercatori, studiosi, istituti culturali, utilizzo di patrimoni materiali, immateriali e competenze specifiche.

Una particolare importanza assumerà la composizione del partenariato che costituirà il gruppo di progetto e la sua coerenza con gli obiettivi che si prefigge.

Sono previsti bonus per la presenza di istituzioni culturali proporzionali alla loro capacità di impatto grazie alla partecipazione al progetto.

Le attività dovranno svolgersi nel territorio del nord-ovest (Piemonte-Liguria-Valle d’Aosta e dovranno partire da giugno 2020; la durata minima prevista è di 18 mesi.

Sono esclusi progetti che includano esclusivamente presentazioni di libri e cicli di conferenze e/o convegni, nonché i progetti che si esauriscono con la sola attività di ricerca.

Scadenza: 23/12/2019

Bando Luoghi della Cultura 2019

Bando Luoghi della Cultura 2019

santuario_di_oropa-chiesa_nuova-complesso1

Il bando Luoghi della Cultura 2019 si inserisce nell’ambito dell’impegno che la Compagnia di San Paolo destina alla valorizzazione dei beni culturali.

Il bando vuole essere uno strumento funzionale a una migliore programmazione degli interventi e a una attività di valutazione e selezione più strutturata, utile a restituire un quadro complessivo sul ruolo che il patrimonio culturale ha per lo sviluppo del territorio.

Sono ammessi alla partecipazione al bando gli enti indicati in dettaglio nel documento Linee applicative del Regolamento per le Attività Istituzionali presente sul sito web della Compagnia di San Paolo alla sezione La Fondazione.

Il bando è dedicato a iniziative di valorizzazione del patrimonio culturale caratterizzate da una solida coerenza progettuale circa le finalità che si intendono perseguire e l’analisi del contesto di riferimento.

I progetti potranno riguardare gli archivi, le biblioteche, i musei, i beni architettonici e archeologici, i parchi e giardini storici e in generale i luoghi riconosciuti e utilizzati come spazi culturali dalla comunità.

I progetti dovranno inoltre:

  • svolgersi nei territori di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta;
  • concludersi entro 24 mesi dalla comunicazione di affidamento del contributo da parte della Compagnia

In caso di esito positivo della selezione la Compagnia accorderà un contributo per un importo massimo di € 100.000, corrispondente a non oltre il 75% del costo complessivo del progetto.

Il cofinanziamento richiesto obbligatoriamente è pari ad almeno il 25% del costo complessivo del progetto e potrà essere reso disponibile dallo stesso ente richiedente o da altri soggetti finanziatori.

Per candidarsi, i partecipanti dovranno utilizzare esclusivamente la procedura “R.O.L. richieste on-line” nella sezione Contributi” del sito della Compagnia, accedendo alla compilazione dell’apposita modulistica “Bando Luoghi della Cultura”.

Il termine di presentazione delle domande è previsto tassativamente alle ore 24 del giorno 30 aprile 2019.

Gli esiti del bando verranno comunicati entro il 31 luglio 2018, mediante pubblicazione dell’elenco dei progetti selezionati nel sito della Compagnia.

Progetti di ricerca e sviluppo

Progetti di ricerca e sviluppo

Training

Pubblicato il bando “Supporto alla realizzazione di progetti complessi di attività di ricerca e sviluppo per le imprese aggregate ai poli di ricerca ed innovazione” nell’ambito dell’azione 1.2.4 Asse 1 – Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e sviluppo sperimentale del POR FESR 2014-2020 della Regione Liguria.

Il bando mira a favorire la collaborazione tra imprese e sistema della ricerca per l’elaborazione di progetti che rispondano alle esigenze di innovazione e competitività del territorio ligure, promuovendo lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e servizi nuovi o innovativi nell’ambito delle traiettorie tecnologiche individuate nella Strategia di Specializzazione Intelligente Regionale.

Possono partecipare esclusivamente ATS costituite da imprese appartenenti, al momento della presentazione della domanda, ai 5 Poli di Ricerca ed Innovazione della Regione Liguria.

Gli ambiti individuati sono:

  • tecnologie del mare
  • salute e scienze della vita
  • sicurezza e qualità della vita nel territorio

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto, con percentuali differenti per ricerca industriale e sviluppo tecnologico.

Le schede di pre-candidatura possono essere inviate via pec dal 4 settembre 2017 al 16 ottobre 2017. Le domande potranno invece essere presentate dal 02 novembre 2017 al 14 novembre 2017.