GAL GIAROLO LEADER -FEASR – FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE MISURA 6 – SOTTOMISURA 6.2 OPERAZIONE 6.2.1. – AIUTI ALL’AVVIAMENTO DI ATTIVITA’ IMPRENDITORIALI EXTRA AGRICOLE NELLE ZONE RURALI – NUOVA APERTURA

GAL GIAROLO LEADER -FEASR – FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE MISURA 6 – SOTTOMISURA 6.2 OPERAZIONE 6.2.1. – AIUTI ALL’AVVIAMENTO DI ATTIVITA’ IMPRENDITORIALI EXTRA AGRICOLE NELLE ZONE RURALI – NUOVA APERTURA

Training

Il presente bando viene pubblicato in attuazione del Piano di Sviluppo Locale del GAL Giarolo Leader “Da Libarna a Coppi: una terra sempre in corsa”. Tale Progetto è stato approvato dalla Regione Piemonte con D.D. n. 2987 del 27/10/2016, la successiva variante è stata approvata dalla Regione Piemonte in data 02/01/2019. Gli Ambiti tematici nei quali si definisce e si sviluppa la Strategia del PSL del Giarolo sono i seguenti: Ambito tematico 1 (prioritario): turismo sostenibile; Ambito tematico 2: sviluppo e innovazione delle filiere; Ambito tematico 3: valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale. All’interno dell’Ambito tematico Turismo sostenibile, il GAL Giarolo intende avviare il bando relativo all’operazione 6.2.1. attraverso un sostegno, sotto forma di premio all’insediamento di nuove microimprese non agricole, finalizzato al rafforzamento dell’offerta di accoglienza turistica. L’operazione sostiene l’avvio di attività specificamente connesse al turismo rurale con particolare attenzione alla fornitura di servizi anche di carattere culturale e ludico-sportivo, alla presentazione-commercializzazione di produzioni tipiche locali, alla introduzione di tecnologie informatiche innovative per la promozione e la fruizione del territorio. Le nuove imprese di cui il GAL Giarolo sostiene la creazione sono finalizzate all’erogazione di servizi turistici e commerciali collegati alle naturali vocazioni artistiche, storiche e paesaggistiche del territorio e alla promozione delle produzioni tradizionali locali.

BENEFICIARI:

  • Persone fisiche: disoccupati, inattivi (persone che non sono attualmente occupate e non sono alla ricerca attiva di lavoro), occupati – di età compresa tra i 18 e i 61 anni non ancora compiuti alla data di trasmissione della domanda di sostegno, che intendono avviare un’iniziativa imprenditoriale / di lavoro autonomo collegata al turismo rurale, con sede legale ed operativa in Area GAL Giarolo. Questi beneficiari seguiranno il percorso descritto nell’Appendice del presente banco al punto 1 relativamente al Programma MIP Mettersi in Proprio del settore regionale Politiche del Lavoro.
  • Microimprese neo-costituite ovvero costituite da massimo 180 giorni (data di iscrizione al Registro imprese della Camera di Commercio) al momento della presentazione della domanda di partecipazione al bando che non abbiano seguito o concluso positivamente il percorso di assistenza ex ante del Programma MIP. Questi beneficiari seguiranno il percorso descritto nell’Appendice del presente bando al punto 2 relativamente al Programma MIP Mettersi in Proprio del settore regionale Politiche del Lavoro.

Gli interventi devono essere localizzati in uno dei 56 Comuni facenti parte del GAL Giarolo Leader.

L’operazione prevede l’erogazione di un aiuto forfettario per cui non è direttamente collegabile ad operazioni o investimenti sostenuti dalla nuova impresa. Il premio erogato in conto capitale è pari a 35.000,00 €. Il premio verrà erogato obbligatoriamente in due rate, la prima in acconto del 50% a seguito della dimostrazione di avvio dell’attività desunto dalla Visura Camerale, la seconda a saldo pari al 50 %, entro i 24 mesi, previa dimostrazione di aver raggiunto gli obiettivi minimi fissati nel Piano aziendale, la cui attuazione incompleta esclude l’erogazione della quota a saldo (50%) e, in funzione del livello di responsabilità dell’imprenditore, può comportare la richiesta di restituzione della quota già erogata.

La domanda di sostegno, comprensiva degli allegati richiesti, dovrà essere caricata esclusivamente a Sistema Piemonte a partire dal 15/03/2019, ore 13.00 e obbligatoriamente entro il 30/08/2019 ore 17.00.

Premio Regione imprenditoriale europea 2020

Premio Regione imprenditoriale europea 2020

map-3483539_640

C’è tempo fino al 27 marzo 2019 per presentare candidature per il Premio Regione imprenditoriale europea (EER), l’iniziativa ideata dal Comitato europeo delle regioni, giunta quest’anno alla sua 10^ edizione, volta a selezionare e premiare le regioni dell’UE che si distinguono per l’adozione di strategie imprenditoriali lungimiranti che contribuiscono all’attuazione dello Small Business Act e dimostrano un utilizzo ottimale dei fondi europei e di altri finanziamenti pubblici. Alle regioni che presentano la strategia più credibile, promettente e dotata di maggiore visibilità verrà assegnato il marchio di “Regione imprenditoriale” dell’anno.

Possono candidarsi al Premio tutti gli enti territoriali dell’UE di livello substatale aventi la competenza politica necessaria per attuare una visione imprenditoriale, indipendentemente dalle loro dimensioni, competenze o ricchezza. Sono compresi le comunità autonome, i dipartimenti, i Länder, le province, le contee, le aree metropolitane, le grandi città, nonché i territori transfrontalieri dotati di personalità giuridica, come i GECT e le euroregioni.

L’iniziativa è aperta sia alle regioni che già presentano condizioni positive sia a quelle che, pur accusando ritardi, sono impegnate ad attuare i cambiamenti necessari per sviluppare il loro potenziale imprenditoriale.

Per partecipare la regione candidata deve disporre delle competenze politiche necessarie ad attuare una strategia globale mirata ad integrare sistematicamente nelle politiche regionali alcuni o tutti i principi dello Small Business Act. Le città e le regioni transfrontaliere sono particolarmente incoraggiate a presentare candidatura.

Dal lancio del Premio (nel 2011), il marchio EER è stato conferito ogni anno a tre territori dell’Ue. Fino ad oggi è stato riconosciuto anche a 2 regioni italiane: le Marche nel 2014 e la Lombardia nel 2016.